Crea sito

giovedì dicembre 12, 2013 09:54

Matt Damon sulla disobbedienza civile

Posted by Tanja

Matt Damon, amico di una vita di Howard Zinn e la sua famiglia, ha letto estratti da un discorso di Howard Zinn dal  1970., come parte di un dibattito sulla disobbedienza civile.

Matt Damon

“Parto dal presupposto che il mondo è messo a testa in giù, che tutte le cose sono sbagliate. Che le persone sbagliate sono in carcere e le persone sbagliate fuori di prigione. Che le persone sbagliate sono al potere e le persone sbagliate non sono al potere. Che la ricchezza in questo paese e in tutto il mondo è organizzata in tale modo, che non richiede piccola riforma, ma una drastica redistribuzione. Parto dal presupposto  che  noi non dobbiamo parlare troppo di questo – perché tutto quello che dobbiamo fare è semplicemente pensare del’attuale stato del mondo – per rendersi conto che tutto è capovolto.

Se non si pensa, ma si solo sta ascoltando la televisione e si stano leggendo i giornali, si inizierà a pensare che tutte queste cose non sono così sbagliate o che sono solo alcune piccole cose sbagliate. Ma, se ci allontaniamo solo un po’  da tutto, se facciamo solo un passo indietro e guardiamo il mondo – e rimanete inorriditi. Quindi dobbiamo partire dal presupposto che le cose stanno realmente capovolte a testa in giù. E il nostro tema è capovolta – disobbedienza civile.

Non appena si dice – l’argomento è disobbedienza civile – allora tu dici, il nostro problema è la disobbedienza civile. Ma non è questo il nostro problema. nostro problema è l’obbedienza civile . Il nostro problema è il numero di persone in tutto il mondo che hanno obbedito ai comandi del loro governo e sono andati alla guerra e milioni di persone sono state uccise a causa di questa obbedienza.

Lo abbiamo visto in Germania sotto il nazismo. Sappiamo che c’è stato un problema di obbedienza, che la gente ascoltava Hitler. Le persone hanno obbedito. “E ‘stato sbagliato, dovevano trovare un motivo e resistere. Se noi eravamo lì, gli avremo  mostrato. Anche nella Russia di Stalin, il popolo ubbidiva – che possiamo comprendere. Tutte queste persone erano come gregge obbediente. Ti ricordi i vecchi tempi di feudalesimo, in cui le persone sono state sfruttate? A quel tempo in tutto il Medio Evo era orribile, ma ora abbiamo la civiltà occidentale, lo stato di diritto. Lo Stato di diritto è ingiusto, quello che cosa esisteva prima dello stato di diritto,è introdotto come regola, e la condusse al massimo – questo è ciò che ha fatto lo Stato di diritto.

In tutti i paesi del mondo, stato di diritto è uno dei preferiti dei leader e la piaga del popolo. Stiamo iniziando a riconoscere questo fatto. Abbiamo bisogno di trascendere i confini nazionali nel nostro pensiero. Nixon e Breznev hanno molto più in comune di quello che abbiamo con Nixon. J. Edgar Hoover ha più in comune con il capo della polizia segreta sovietica che con noi.

Si tratta di un impegno internazionale per la legge e l’ordine, che sta legando in modo amichevole i leader di tutti i paesi al riparo dei vincoli. Ecco perché siamo sempre così sorpresi quando si incontrano – ridono, si stringono la mano, fumando il sigaro. Loro si amano davvero, non importa quello che cosa dicono.

Quello che stiamo cercando di fare è – suppongo – ritornare ai principi, agli obiettivi e allo spirito della Dichiarazione di Indipendenza. Questo è lo spirito di resistenza all’autorità e ai poteri, che privano le persone dal diritto alla vita, dalla libertà e dal perseguimento della felicità. Perciò, in queste circostanze si pone, che l’attuale forma di governo viene modificata o terminata – ma l’accento avrebbe dovuto essere nel abolita...

Tuttavia, al fine di condurre i principi della Dichiarazione di Indipendenza, abbiamo bisogno di andare oltre la legge, interrompere l’ascolto delle leggi che richiedono l’uccisione o le regole di distribuzione delle risorse, o quelle che gettano in prigione il popolo per i piccoli reati e tengono fuori prigione le altre persone per i crimini enormi commessi.

La mia speranza è che questo spirito si svilupperà non solo in questo paese, ma anche in altri paesi, perché tutti ne  abbiamo bisogno. I popoli di ogni Paese devono essere nello spirito di disobbedienza allo Stato, che non è una cosa metafisica, ma è una questione di potere e ricchezza. E abbiamo bisogno della “Dichiarazione di interdipendenza” tra tutti i paesi del mondo, che tendono alla ricerca delle stesse cose. “

Traduzione Tanja per il Risveglio di una Dea

 

 

FILM COMPLETO

http://www.nowvideo.sx/video/bfdcce98e76e3

 

1 Response to Matt Damon sulla disobbedienza civile

Avatar

Rosario Acito

dicembre 12th, 2013 at 18:35

La Rivoluzionaria Spinta Popolare…la Ribellione Luminosa dell’Unico Popolo Umano E’ un Potentissimo Motore per Accelerare gli Eventi di Liberazione Planetaria!!!! Grazie…

Pace&Amore