Crea sito

 

Tu credi che esiste inverno?

Credi che esiste un momento quando autunno si trasforma in inverno?

Inverno è reale?

Solstizio d’inverno è reale?

Tu credi nei cicli della natura?

Credi che esistono le stagioni e i punti precisi quando una stagione sta diventando un altra?

Credi che puoi prevedere, in senso globale, come sarà il clima, o che attività si svolgeranno in ognuna delle stagioni?

Posso immaginare espressione dei vostri visi e quasi posso sentire i vostri pensieri mentre leggete queste parole.

Ma è impazzita?

Che domande sono queste?

Certo che esiste inverno e esistono le stagioni ed esistono i punti precisi quando le stagioni cambiano.

Lo sanno tutti.
Si vedono.

Si sentono.

Le viviamo.

Le sperimentiamo.

Il cambio delle stagioni è reale.

Sapiamo perchè succedono e come succedono.

Non è questione di credere, non è questione di fede, noi sapiamo che le stagioni esistono e come funzionano.

Questo è una conoscenza elementare.”

Se è così, perchè è così difficile a credere che 4 anni fa, 21 dicembre 2012, è successo un cambio di stagione cosmico?

Come mai, qualcuno ancora crede che anche il Cosmo ha le sue stagioni? Come mai qualcuno ancora dice che il 21 dicembre 2012 non è successo proprio nulla?

Durante il Solstizio d’Inverno 21 dicembre 2012 alle 11:11 del tempo universale terrestre (12:11 ora italiana) mentre sulla Terra sperimentavamo il giorno con la notte più lunga del anno, al livello cosmico, alle 10:05, il nostro sistema solare ha raggiunto il punto del Equinozio di Primavera Cosmica.

allineamento-galattico

allineamento-galattico-2

Ogni anno Terrestre, proprio nel giorno di Solstizio, il Sole – ( nostro sole interiore) archetipo del nostro essere incarnato si trova in congiunzione (allineamento) con il Centro Galattico (centro della nostra anima incarnata).

Questo allineamento succede solo una volta al anno e ci si aprono tutte le porte permettendo diretta e illimitata chiacchierata tra il nostro ego e la nostra anima che ci parla di scopo della nostra incarnazione.

Ogni solstizio si ripete come un promemoria, che ci dice che la nostra esistenza ha un senso.

Ogni solstizio ci spiega che cosa sta succedendo dentro e fuori di noi.

Ci sta spiegando i processi e leggi della natura di quale stiamo facendo parte.

Non esiste solstizio d’inverno sulla terra senza che esiste un solstizio d’estate in contemporanea al suo emisfero opposto.

Come in Terra così in cielo.

Non esiste una primavera cosmica senza un autunno cosmico.

Non c’è nessun mistero.

Non c’è nessuna promessa di un Dio esterno da noi, onniveggente, onnisciente, che ci ama o che ci giudica.

Non c’è un piano creato da qualche essere supremo seduto si qualche trono nel regno celeste.

Tutti noi facciamo parte della natura, come sulla Terra così in cielo e seguiamo i ritmi della vita.

I misteri, misticismi e religioni sono solo espressioni di non sapienza.

In stesso modo come non c’è più nessun mistero e misticismo intorno a che cosa sta succedendo durante inverno o primavera nella natura terrestre (perchè possediamo la sapienza di questi processi), non c’è nessun mistero di che cosa succede durante un inverno o primavera cosmica se possediamo il sapere di quelli processi.

La natura ha le sue leggi e queste leggi si ripetono in forma frattale.

Tu non devi credere religiosamente in quelli processi, in stesso modo come non devi credere religiosamente che esiste inverno o primavera o estate o autunno sulla Terra.

Quando sai, quando comprendi, la credenza lascia posto alla certezza.

E anche se ancora non sai tutto, tu sai già con la certezza che certi processi stano succedendo e puoi contribuire in loro svolgimento o puoi opporti ad essi.

Sapendo che sarebbe davvero stupido per un seme di sbocciare fuori della terra durante i giorni più freddi o rifiutare a sbocciare in primavera, sembra assolutamente logico, che noi, facendo parte di questa natura, facciamo la scelta saggia quando scegliamo a seguire i ritmi stagionali dei processi naturali come sulla Terra così in Cielo.

Tanto, tanto tempo fa, dopo un autunno cosmico,siamo entrati nel inverno cosmico ed era il tempo che noi(seme) viviamo nel buio (sotto terra).

Nessuno ci ha costretti.

Nessuno ci ha manipolato.

Era naturale ed era saggio rispettare la natura.

In stesso modo dopo il 21 dicembre 2012, è iniziata la primavera cosmica, il clima cambia, il giorno cosmico sta diventando sempre più lungo ed è logico che il seme (noi) sboccia, lasciando che il corpo del seme muore sotto terra cibando con la propria morte una nuova pianta nascente nel superficie sulla terra.

Inverno cosmico era la gravidanza, la Primavera Cosmica è Natale.

Il Natale cosmico è successo il 21 dicembre 2012 alle 10:05.

Non dobbiamo aspettare più che CRISTO nasce.

LUI/ LEI essere CRISTallino/a è già qui.

IL CRISTO SIAMO TUTTI NOI e SIAMO GIA’ NATI.

Durante lungo inverno cosmico, stavamo nella fredda oscurità, confusi ed impauriti, perchè tutto intorno a noi era cambiato.

Noi siamo cambiati.

Non riconoscevamo nulla intorno a noi e non riconoscevamo neanche se stessi. Dalle piante in loro massima fioritura e maturità, che si manifestavano in loro piena bellezza colorando con tutti i colori il quadro cosmico della creazione, al improvviso ci siamo trovati stretti dentro la pelle di un piccolissimo seme che doveva stare fermo, curandosi solo di sopravvivenza, aspettando la primavera per poter sbocciare di nuovo.

Dentro quel seme piccolo, invisibile, ed di modesto aspetto si nascondeva la promessa di primavera, si nascondeva la promessa del estate, si nascondeva il significato del estate e si nascondeva la spiegazione del nuovo inverno.

Il seme, dentro di se conosceva i ritmi della vita e le sue leggi.

Il seme conteneva tutto questo sapere, ma immerso nella paura e nella lotta per sopravvivenza fisica, ha iniziato a dimenticare.

Durante lunga notte fredda del inverno cosmico, quelli che ancora ricordavano qualcosa, del loro passato e della promessa del futuro, raccontavano storie della vita in un mondo pieno di luce e dove esistevano tutti i tesori.

Quelli che ancora ricordavano scrivevano e disegnavano le loro storie, per non dimenticare. Ma comprensione vera di quelle storie svaniva.

La comprensione cambiava e per renderle le storie più chiare, secondo i loro punti di vista, da una storia della verità cosmica sono create tantissime diverse una del altra.

Ascendere di nuovo al cielo è diventato il desiderio e meta comune in tutte queste storie.

Andare verso la luce.

Seguire la luce.

Andare verso l’alto.

Illuminare la strada.

Uscire dalla Terra Cava ed oscura ( Caverna di Platone ) nella luce del Sole.

Questo era  l’imperativo!

Oh, i, piccoli impauriti semi si sono inventati tante storie del modo in quale succederà questo miracolo. I messia, i salvataggi alieni, le magiche energie che gli innalzeranno  al superficie….l’immaginazione non ha fine.

E durante quel inverno cosmico, 2000 anni fa, un seme ha risvegliato dentro di se, l’estate cosmica che esisteva in contemporanea con loro inverno.

Lui era in piena fioritura, la sotto terra nel buio.  

Lui ha mostrato a tutti che la vita al luce del sole è vera, che esiste.

Ma un fiore non può vivere sotto la terra nel buio per tanto tempo.

Lui lo sapeva.

Sapeva che ha sbocciato tropo presto, ma voleva fare il regalo agli altri, condividendo tutto il sapere che sentiva da dentro di se.  

Gli diceva- Ricordatevi che il corpo vostro e tempio di Dio.

Li dentro troverete tutto il sapere. Se credete in questo, da lì arriveranno i miracoli.

Ribaltava le bancarelle dove “si vendeva la salvezza e i doni per un falso dio”.

Ha fatto di tutto per dimostrare ai semi che la forza è dentro di loro, non fuori di loro e gli ha detto i segni del arrivo della primavera.

Gli è insegnato che la morte non è null’altro che cambio del corpo e che per ascendere prima devono morire.

Devono morire come il seme per diventare la pianta.

Ha fatto tutto questo e se ne è andato. Il 12 dicembre 2012, la promessa si è avverata.

La Primavera cosmica è arrivata. I raggi del Sole hanno iniziato a riscaldare più forte la loro Terra.

I loro corpi hanno iniziato a cambiare.

La loro pelle del seme ha iniziato ad avere le crepe e i vecchi ricordi della loro identità e natura vera ha iniziato a scorrere fuori di loro. Tanti hanno lasciato che la paura della morte soffoca la loro voce della vita vera.

Si ricordavano solo delle parole del FINE DEL MONDO, dimenticando che ogni fine e anche UN NUOVO INIZIO.

Ma tanti hanno sentito il richiamo della vita, della luce e del Sole primaverile. Si sono lasciati guidare con la gioia e fiducia. Hanno incontrato i 4 cavalieri del apocalisse, che gli rispondevano alle domande

1 °: Chi sono io?

4 °: Dove sono?

7°: Con chi sono?

10°: Che cosa devo fare?

I loro corpi stano diventando sempre più diversi dai corpi dei semi che rifiutavano a seguire la Primavera.

Loro linguaggio inizia a distinguersi.

I semi diventati piantine sbocciate, stano sentendo quel tocco caldo del sole primaverile sulla loro pelle nuova appena formata.

Loro vedono una terra nuova illuminata.

Stano provando a spiegare ai semi impauriti che devono lasciarsi andare al cambiamento ed abbracciarlo con gioia, perchè loro vedono già le bellezze del nuovo mondo.

I semi impauriti seguiranno le trace di luce che le nuove piantine lasciano dentro di loro?

Capiranno che anche rimanendo sotto terra, il loro mondo sta cambiando, sempre più scaldato dal Sole della Primavera Cosmica?

Questa nuova sottoterra deve scaldare i radici delle nuove piante nate.

Questa nuova sottoterra non è più adatta per i semi che si rifiutano di sbocciare.

Durante lunga notte del inverno cosmico, ci raccontavamo le storie di una promessa e della speranza che quella promessa sarà mantenuta.

Durante questa notte più lunga del anno che abbraccia il giorno più lungo del anno, noi festeggiamo, perchè sapiamo che la promessa è stata mantenuta.

 

Non dobbiamo più sperare i

n una NUOVA TERRA e UN NUOVO MONDO.
NOI STIAMO GIA’ VIVENDO IN QUEL MONDO COMPLETAMENTE NUOVO.
NOI SIAMO COMPLETAMENTE NUOVI.
MANIFESTIAMO NOI STESSI

PORTANDO L’ARIA DI PRIMAVERA AL COSMO INTERO.

GODIAMOCI QUESTA PRIMAVERA

e

PREPARIAMOCI PER L’ESTATE E PER L’AUTUNNO,

CARICANDO CON TUTTO IL NUOVO SAPERE I

L SEME FUTURO CHE CRESCE DENTRO DI NOI

E CHE DURANTE UN NUOVO INVERNO DOVRA’ RITORNARE SOTTO TERRA.

TANTI AUGURI A TE PIANTA CRISTallina per questo tuo 4° COMPLEANNO che conferma la tua stabilità della crescita! IL MONDO E’ TUO:

TU SEI IL MONDO.

FELICE VERO NATALE !

Tanja

NB 

http://w2.vatican.va/content/john-paul-ii/it/audiences/1993/documents/hf_jp-ii_aud_19931222.html

15492070_10154065507451828_5830090589775411771_n

 

 

 

 

 

Dicembre – il mese di regali e di feste. In dicembre San Nicolò porta i suoi regali e Natale i suoi.

Dicembre 2016 è iniziato con l’entrata di Venere in segno di Aquario in 9° casa (7 dicembre 2016 alle 15:52).

7-dicembre-2016-venere

In stesso momento il Mercurio (in fase ombra prima di fase retrograda- forte influenza) si trovava in congiunzione con l’Iside e Osiride, il suo amato stava in compagnia di Trasformatore Plutone in 8°casa (della morte, della trasformazione).

7 giorni più tardi è stata la potente Luna Piena sotto il segno della stella- COMPLETATO IL SESTO GIORNO DI CREAZIONE con il raggiungimento del triplice diamante, santo graal ed il scrigno dei tesori mistici

E oggi, il 19 dicembre 2016 (22/4) alle11:56 (11:11) il Mercurio, messaggero dei Dei, inizia ufficialmente il suo camino retrogrado, parlando seriamente delle ambizioni e i cambiamenti dello status quo con Plutone ed Iside, che durerà fino al 8 gennaio 2016, fino al Epifania –Per alcuni paesi cristiani in cui l’Epifania non era istituita come festa di precetto, questa veniva celebrata il lunedì coincidente o successivo al 6 gennaio.  

Solo 38 (11) minuti prima, alle 10:23 (6) il Marte è entrato in segno dei Pesci. E tutto questo succede sotto la croce mobile dei punti cardinali della coscienza collettiva

 

 

19dicembre-2016-mercurio

 

L’obiettivo spirituale di questa croce è trasformare la conoscenza razionale in saggezza interiore; significa operare con discernimento mutando la ragione in intuizione. Viene denominata la croce comune poiché influenza buona parte dell’umanità. Essa trasmette quattro vibrazioni interiori molto positive che provocano le condizioni necessarie per trasformare l’essere umano materiale in individuo evoluto.

Sulle sue quattro braccia sono presenti quattro segni spirituali: Gemelli, Vergine, Sagittario e Pesci.
E’ definita la Croce della Personalità e riguarda colui che arricchisce il suo sviluppo interiore integrandosi come personalità spirituale. In un primo momento si verifica la risposta all’ambiente che circonda l’uomo quindi si realizza la chiamata spirituale dell’anima. E’ la croce della trasformazione interiore; essa conduce l’anima umana a vivere esperienze interiori nuove e diverse e la sostiene nella comprensione delle coppie degli opposti nella vita. Essa vivifica e nutre il Cristo interiore dell’essere umano e sviluppa le facoltà spirituali dell’anima. Nel progresso interiore operano le energie spirituali di quattro segni; sono le tappe che l’anima compie nel percorso terreno. La prima riguarda le forze spirituali che conducono l’anima sulla via dell’evoluzione acquistando dal segno dei Gemelli la capacità di conoscere e comprendere gli opposti. Nella seconda si riconosce come Anima spirituale; comprende di essere l’anima celata nella forma materiale che si sviluppa e cresce nel silenzio grazie al sostegno della Vergine. La terza fase riguarda il riconoscimento dell’obiettivo interiore; è ben consapevole di esso e pronto a realizzarlo tramite le energie del Sagittario. L’ultima tappa concerne la liberazione interiore dell’anima attraverso la forza spirituale del segno dei Pesci.

Questa prima Croce così essenziale presiede alla forma corporea e alla sua natura; il suo scopo primario è governare il ciclo vitale dell’anima. Essa concerne i processi di crescita interiore fin dai primi passi per giungere in seguito al pieno possesso della personalità da parte del sé superiore quindi sostiene l’essere umano trasformandolo nell’Aspirante spirituale. Questa sua opera agisce su un numero considerevole di esseri umani fino al momento in cui raggiungono la piena consapevolezza interiore. Interviene conducendo l’individuo alla purificazione consentendogli così di iniziare il cammino del discepolato. Integra l’anima con la personalità le fonde insieme permettendo la nascita dell’essere di luce.

La Croce Mobile è l’emblema dello Spirito Illuminato; è colui che governa le menti umane elevandole con il suo tocco spirituale. Il percorso terreno si rivela irto di ostacoli e difficoltà poiché su questa Croce l’essere umano è ancora nelle fasi iniziali quindi si lascia condizionare dalle circostanze e dalle situazioni di vita terrena. In lui la visione spirituale non è ancora lucida e la sua volontà è piuttosto debole; la consapevolezza è agli albori quindi l’individuo fatica a pensare e a comprendere in termini superiori. Egli deve maturare interiormente su questa Croce per poter intendere l’uso spirituale delle proprie attività e processi materiali. L’evoluzione si realizza nell’essere umano poco alla volta ed egli attua in se stesso un vortice spirituale che lo trasforma rendendolo cosciente della propria realtà e del cerchio spirituale al quale appartiene. L’anima comprende il percorso che ha effettuato sulla Croce Mobile grazie al sostegno dei quattro segni.
A questo punto infatti essa comprende e forgia in se stessa il dualismo; inoltre possiede la fusione di Anima e Corpo. Infine ha in sé l’energia spirituale necessaria a concretizzare il suo obiettivo spiritual ed è colma di forza luminosa che irradia sull’intero universo.  Ora nell’anima sono presenti fusione e integrazione quindi può proseguire in una incarnazione successiva sulla prossima Croce.

 

Ci sono tanti doni a condividere e C’è tanto amore a condividere in mese di dicembre.

Ma….

Quanto è profondo il tuo amore che vuoi condividere?

Aprimi gli occhi e
Dimmi chi sono
Lasciami scoprire tutti i tuoi segreti
Senza inibizione, senza peccato

Quant’è profondo il tuo amore?
Come l’oceano?
Quanta devozione ha?
Quant’è profondo il tuo amore?
E’ come il nirvana?
Colpiscimi più duramente, di nuovo
Quant’è profondo il tuo amore?
Quant’è profondo il tuo amore?
Quant’è profondo il tuo amore?
E’ come l’oceano?
Trascinami più vicino, ancora una volta
Quant’è profondo il tuo amore?

 

Avete notato una cosa interessante che riguarda la Venere?

Lei è considerata come la Dea del Amore, del Piacere e del Abbondanza, dei beni materiali. Lei sta connettendo l’amore e beni materiali.

In poche parole lei è Dea dei regali che stiamo dando o ricevendo come espressione del amore.

La Venere è linea che sta connettendo l’amore e il possesso.

Vi ricordate che il 23 settembre 2016 alle 16:51 è iniziato Conto alla Rovescia del inizio di una nuova Era – Quando la Venere si toglie la maschera finendo il 6° giorno ???

 

Avevamo a disposizione 1000 anni di trovare e vedere l’ottava più alta di Venere. Lei ci sfidava e ci faceva sperimentare tutto quello che cosa succede quando l’amore vediamo come il possesso. Lei ci sfidava di vedere l’ottava più alta del piacere e dei regali che stiamo dando e riceviamo.

Osservate, ricordate la natura dei nostri regali e che cosa ci aspettavamo a ricevere come prova del amore da qualcuno. Quello che ci amava doveva inchinarsi davanti a noi portandoci i regali. Aspettavamo che quello che ci ama diventa il nostro suddito, che portava i “sacrifici” davanti al nostro trono. Se eravamo contenti con il suo sacrificio,  poteva avere la nostra benedizione. Tutte le feste erano occasioni un quali ripetevamo il rituale impostato dai “antichi dei creatori” che richiedevano i sacrifici.

Riflettiate bene.

Ricordate.

Le feste soleni sono davanti a noi.

Ripeterete di nuovo questo rituale o farete qualcosa in modo diverso?

Se abbiamo imparato che Amore non è un’emozione, è una frequenza vibratoria , che sentiamo quando siamo allineati con il flusso energetico evolutivo.

Se abbiamo imparato e sperimentato questa cosa, mi sembra assolutamente chiaro che la natura del amore sta cambiando con il cambiamento del pianeta che guiderà il NUOVO GIORNO DEL UMANITA’.

Se durante il 6° giorno sotto la guida della Venere, si sentivamo amati, quando eravamo adorati e quando il nostro EGO SENTIVA PIACERE, durante il 7° giorno sotto la guida del SATURNO, insegnamento sarà considerato come un segno più grande del amore.

Più grande amore ti dimostrerà quello chi sfiderà maggiormente il tuo ego, quello che farà soffrire il tuo ego, e farà brillare la tua anima.

Questo è il compito principale di tutte le anime e fiamme gemelle durante il 7° giorno.

Che cosa regalerai per Natale ai tuoi cari?

Che cosa regalerai a quelli che dici di amare?

Rimarrai bloccato nelle vecchie abitudini, comprando i regali materiali, per non deludere le aspettative o entrerai nel 7° giorno come quello chi sei facendo quello che cosa sei venuto di fare?

Rimarrai quello che sta praticando amore come possesso o ti manifesterai autentico, senza veli per fare lo specchio perfetto a quelli che ami?

Risposta a queste domande fa la differenza tra le catene del mondo fisico dove amore è possesso e la vita nel amore vissuto come libertà

tarocchi-diavolo-amanti

Risposta a queste domande fa la differenza tra rimanere appesi e bloccati nei vecchi condizionamenti o proseguire come il SEME DI UNA NUOVA UMANITA’ NASCENTE.

 

tarocchi-appeso-imperatrice

 

Hai trovato queste risposte dentro di te adesso in fine si questo Anno 2016 – anno della prova del 9

tarocchi-eremita1

Queste sono domande fatte da questo Mercurio retrogrado unito a Plutone ed Iside. Queste sono domande fatte da Venere in Aquario e da Marte in Pesci.
Avrai la volontà abbastanza forte di trasformare le tue decisioni in azioni?
Stiamo per entrare nel anno 2017 (anno 10) e la ruota della fortuna girerà rispettando la tua volontà espressa in modo concreto e visibile. La ruota della fortuna gira rispettando quello che cosa tu dimostri di essere.

la-rueda-de-la-fortuna

 

Il 23 marzo 2017 alle 11:29 ( Equinozio di primavera) finisce il 6° giorno è inizia il 7° giorno.

Nuova Era inizia tra 20 e 23 settembre 2017 (Equinozio d’autunno 22 settembre 2017 alle 22:02).

La decisione deve essere presa

 

LA VERITA’ E’ VISIBILE A TUTTI.
COME DENTRO COSI’ FUORI

Tanja

 

stella-di-natale

La prima venuta del Cristo era annunciata con la stella di Natale che guidava i Re Magi verso il luogo della Nascita.

Adesso, sincronicamente, in data della Super Luna Piena del 14 dicembre 2016, lo dice anche L’Ansa. Tutta la geometria e simbologia sacra, proprio di questa ultima Luna Piena, ci stano dicendo che ci troviamo nel momento della seconda venuta di Cristo. Sacro Graal dentro la stella di Davide, o del sigillo di Salomone – Cristo proviene proprio dal Davide. Secondo il libro di Matteo ci sono 27 generazioni da Re David a Gesù. 3x3x3x3 = trinità al 4° potenza= manifestazione

14-dicembre-2016-tutto

Questo è uno dei segni citati nel libro di Apocalisse della Bibbia, che annunciano anche il ritorno di Cristo.
Tantissimi hanno scritto che questa congiunzione del 1 luglio 2015 è proprio quella che annuncia quel evento.
Ma ricercando un po meglio ci accorgeremo che questa congiunzione è solo preannuncio di quel grande evento quando i nostri corpi finalmente saranno trasformati in corpi cristallini e noi ritorneremo ad essere quello che cosa siamo davvero.

Tutti quelli che riusciranno ad trasformare il proprio corpo dalla base di carbonio in un corpo CRISTallino saranno Il Cristo ritornato.
Ma vediamo in dettaglio

La Donna vestita di sole

In Apocalisse 12 credo che ci viene dato un segnale molto importante per quanto riguarda la venuta del Signore

12:1 Poi apparve un gran segno nel cielo: una donna rivestita del sole con la luna sotto i piedi, e sul capo una corona di dodici stelle. 2 Ella era incinta, e gridava nelle doglie tormentose del parto.

tarocchi-imperatrice

Qui credo che vediamo un quadro simbolico della nazione Israele-la-donna e la venuta del Cristo bambino. Credo che questo simbolismo è apparso come un segno nei cieli sopra Gerusalemme nell’allineamento delle stelle su Rosh Hashanah 11/9/3 aC.

9-11-3BC

 

 

In quel giorno la costellazione della Vergine è stata “vestita di sole”, e la luna era sotto i suoi piedi. Sopra la sua testa 3 pianeti-Mercurio, Venere e Giove erano in allineamento con la stella Regolo in Leone, (In questa nostra congiunzione del 1 luglio sono solo 2 pianeti in allineamento con Regolo) Regolo era anche in congiunzione con Giove. Questa congiunzione Regolo / Giove è ciò che David Larson, ritiene di essere la famosa stella di Betlemme. Le 9 stelle del Leone e le 3 pianeti in allineamento con Regulus fanno la corona di 12 stelle.

Esaminiamo ora i cieli di Rosh Hashanah nel 2017 dal punto di vista della Grande Piramide del 20-21 / 9 / 2017 Rosh Hashanah;

La Vergine è vestita di Sole, la Luna non è sotto i suoi piedi, ma è in stretto collegamento con il sole, e non vi è un allineamento di Giove, la Luna, Mercurio, Marte, Venere, e Regolo, con Venere in congiunzione con Regolo.

 

9-20-17

Tre giorni dopo questo allineamento nel 23/9/2017, Vergine è “vestita di sole”, la luna è ora sotto i suoi piedi, e sopra la sua testa sono 3 pianeti-Mercurio, Marte e Venere, che sono in linea con la stella Regolo in Leone. Le 9 stelle del Leone e le 3 pianeti di allineamento fanno la corona di 12 stelle. Così questo allineamento soddisfa i criteri del segno dal Apocalisse 12 ed è simile a quello di allineamento 3 aC.

È interessante notare che questo allineamento avviene il giorno dopo il secondo giorno di Rosh Hashanah, il giorno di Shabbat Shuvah- sabato di ritorno. Si tratteranno le implicazioni per quanto riguarda questo seguito.

9-23-17

 

 

Quindi il 23 settembre 2017 ABBIAMO, il segno dal Apocalisse 12 nel cielo sopra Gerusalemme in giorni particolari, di cui nei loro allineamenti e il loro significato puntano ai grandi eventi profetici che circondano la Prima e la Seconda Venuta di Cristo. Perciò credo che questi allineamenti celesti nel 2017 hanno importanti implicazioni profetiche.

Inoltre Questa congiunzione viene 814 giorni prima della Festa delle Trombe 2017. Che può sembrare oscuro, ma che il numero moltiplicato per pi è 2,556.7 giorni o esattamente sette anni solari. Tutte le altre congiunzioni Venere-Giove, dal momento che la tetrade di eclissi lunari sono iniziate, hanno esposto le proprietà countdown simili.

Il conto alla rovescia si concentra in occasione della festa delle Trombe che ha due segni nel cielo, prima e dopo quel giorno.

 

NOTE

1.Le date di 9/20/17 e 9/23/17 sono entrambe codificate sulla banconota da un dollaro.

2.Il termine apocalisse deriva dal greco ἀποκάλυψις (apokalypsis), composto di apó (“da”, usato come prefissoide anche in apostrofo,apogeo, apostasia) e kalýptein (“nascosto”, come in Calipso), significa un gettar via ciò che copre, un togliere il velo, letteralmente scoperta o disvelamento.

Riferimenti

http://endtimesforecaster.blogspot.it/2013/06/2017-and-woman-clothed-with-sun.html

 

Un pensiero ERETICO 😀
Come dal 28 novembre 2011 il Regolo è entrato ufficialmente nel segno di Vergine e non è più in Leone forse adesso potrebbe chiamarsi IL CUORE DELLA LEONESSA, o LA PICCOLA REGINA .

Forse con la seconda venuta del CRISTO al posto del figlio di Dio nascerà la FIGLIA Della Dea.

Scherzi a parte – Si dice che Regolo attraversando questa cuspide sta diventando il simbolo di SFINGE (combinazione tra il Leone – maschile e Vergine – femminile.) Potrebbe preannunciare l’era dell’Acquario.(Acquario è segno opposto di Leo sulla croce fissa.) Possiamo ipotizzare che la Vergine insegnerà Leo a mettere da parte l’ego, dispensare gloria personale e diventare più rispettoso della terra e del essere umano. Questo descrive poi il passaggio verso l’equilibrio del servizio a se (Leo) e il servizio agli altri. (Vergine = servizio, Acquario = altri). Dal Magio 2017 il nodo Nord si spostera proprio in Leone e questo significa che le principali energie spingerano verso ESPRESSIONE DELLA INDIVIDUALITA’ COME UN BENE PER LA COMUNITA’ – OGNI UNO PER TUTTI.

Il significato ed importanza della VERGINE in tutta questa fantastica storia svelata a suon di fanfara vi desriverò in uno dei prossimi articoli.

CURIOSITA’

In traduzione google  😀  😛

Sembra che la stella di Betlemme non fu l’apparizione spettacolare che celebriamo oggi in immagini e canzone. L’importanza della apparizione era decisamente nell’occhio di chi guarda. E gli spettatori erano i Magi, sacerdoti astrologo della religione Zoroasterian basato in Persia. Essi hanno elaborato il significato di ogni pianeta, posizione e costellazioni nel cielo visibile, ed erano a conoscenza degli scritti e delle religioni delle nazioni che li circondavano.

Quindi cerchiamo di vedere quello che i Magi avrebbero potuto leggere in due congiunzioni planetarie si verificano 10 mesi parte in 3 e 2 aC.

Il 11 agosto del 3 aC. poco prima dell’alba. I due pianeti più luminosi Giove e Venere si fondono in una sola stella abbagliante nel crepuscolo all’alba. Questo si è verificato anche sotto il mento della costellazione del Leone. Nel crepuscolo, sul luminoso stella del leone Regulus era visibile.

Quindi, ecco il cast di personaggi. Jupiter allora come oggi era il re degli dei. In ebraico, era Sedeq, il che significava giustizia. Gli ebrei veneravano solo Dio, l’unico Dio, che ha creato tutto, in modo che non ha bisogno di vedere Giove come dio .. Venere era la dea della fertilità a tutti, tranne gli ebrei. Per i babilonesi era Ishtar. Tuttavia, la seconda in Re e Geremia i profeti erano angosce di trovare molti ebrei furono davvero adorare Ishtar. Il leone è il re degli animali, e in Genesi 49: 9 Giacobbe associato suo figlio Giuda con un leone. Re Davide era della tribù di Giuda, e quindi doveva essere il Messia. Il riferimento è ancora una volta ripetuto in Apocalisse 5: 5, che rivela il potere dell’associazione in epoca paleocristiana. Nome Regulus ‘significa piccola stella re, un’allusione alla sua posizione nel cuore del re degli animali. Gli antichi pensavano che questa stella ha stabilito gli affari dei cieli.

Accanto alle congiunzioni di Giove e Venere, ogni pianeta ha le proprie congiunzioni di Regulus. Chester suggerisce anche una soluzione al problema del versetto in Matteo 2: 9, dove la stella si è arrestata sul luogo dove si trovava il bambino. Questo sembra essere impossibile per un oggetto astronomico. Spiegazione Chester era che questo è quando Jupiter raggiunto suoi punti stazionari all’inizio e alla fine del suo moto retrogrado o ovest. Bene, vediamo la cronologia di tutti questi eventi, come modellati con il mio Looking Up del programma:

  • 11 agosto 3 aC. – Venere e Giove sono nella loro prima collaborazione, basso visibile nel crepuscolo orientale prima dell’alba. Entrambi si stanno muovendo verso est contro le stelle.
  • 16 agosto 3 aC. – Venere e Regulus sono in congiunzione.
  • 13 settembre 3 aC. – Giove e Regulus sono in congiunzione.
  • 27 novembre, 3 aC. – Giove è fermo, e comincerà a muoversi in retrogrado o verso ovest.
  • 17 febbraio 2 aC. – Jupiter e Regulus sono in congiunzione per la seconda volta, come Jupiter continua il moto retrogrado.
  • 28 marzo 2 aC. – Giove è stazionario, che termina moto retrogrado.
  • 8 maggio, 2 aC. – Giove e Regulus sono in congiunzione per la terza volta.
  • 10 giugno 2 aC. – Venere e Regulus sono in congiunzione.
  • 16 giugno 2 aC. – Venere e Giove sono in congiunzione. Essi sembrano fondersi in un unico basso stella nell’ovest al tramonto.

La prima congiunzione, l’11 agosto, 3 aC., A quanto pare impostare i Magi nel loro viaggio. Questa è la prima apparizione della stella come registrato in Matteo 2: 2. Mi aspetto che la conoscenza dei moti planetari permesso ai Magi di predire la seconda congiunzione 10 mesi più tardi. Possono avere cronometrato il loro viaggio per arrivare intorno a quel secondo congiunzione.

I Magi in attesa di un re, è andato alla città capitale della Giudea, a Gerusalemme. Si tratta di una lettura delle Scritture che li invia al luogo di nascita di re Davide, Betlemme. Quando lasciarono Gerusalemme i Magi rivide la stella. Era questa la seconda congiunzione? il 17 giugno, 2 aC.

Il problema della stella fermo su dove si trovava il bambino è ancora lì. Se il punto stazionario di Giove è quel fenomeno, Giove avrebbe raggiunto il suo punto stazionario o fermo per l’ultima volta un mese prima Magi mai avuto modo di Gerusalemme. La posizione fissa di Giove, sarà perso su tutti ma acuti osservatori del cielo. Giove sarebbe ancora condividere le stelle del movimento quotidiano attraverso il cielo. Un altro punto: Giove non è la stella, ma la combinazione di Giove e Venere è. Temo che il problema di arresto è ancora irrisolto.

Se questa è la stella, o no, sappiamo che era la luce della stella che ha attirato i Magi. Oggi i cristiani e gli ebrei celebrano, in questo periodo di tenebre, le vacanze di luce con Natale e Hanukkah.

FINE DEI TEMPI – Il 1° luglio 2015, Venere e Giove con il Cuore del Leone stano aprendo ufficialmente il grande portale del 777

santo-graal

Da dove iniziare a spiegare le energie di questa Super Luna Piena in Gemelli del 14 dicembre 2016 al 1:06?

Normalmente si presume che energie di Luna Piena portano il compimento, fine di qualcosa di vecchio ed inizio di qualcosa di nuovo.

La geometria energetica di questa Luna Piena è talmente ricca e piena di forti significati che richiederebbe pagine e pagine per descrivere ognuno di essi. Dentro di me sento un rifiuto forte verso la superficialità che potrebbe portare alla ceca accettazione delle parole, e questo mi ricorda tropo alla religione dogmatica accettata come una spiritualità di “casalinghe disperate” e “casalinghi disperati”.

Scusate la durezza di mie parole, ma, secondo me, vera spiritualità, non ha bisogno di pillole per inghiottire, che serviranno come speranza o consolazione per la vita che non ci soddisfa o in quale ci sentiamo infelici.

Vera spiritualità non può esistere senza conoscenza.

Chiedetevi solo – perché tutte le conoscenze erano sempre riservate a un cerchio ristretto delle persone e alla masse si sempre predicava che non c’è bisogno di sapere, che solo devono ascoltare il loro cuore ed amare?

E nessuno ci spiegava che cos’è l’amore.

Maggioranza del mondo occidentale segue una religione Cristiana, senza chiedersi di chi è Cristo.
Questa stessa maggioranza si inchina alla croce nelle chiese, lo porta intorno al collo come segno di loro dedizione, si ribella se dalle scuole e uffici pubblici si tolgono i crocifissi, senza sapere che cosa davvero rappresenta questa croce. Ma credete davvero che Cristo voleva che si venera un mezzo di tortura più crudele del Impero Romano, a quale non poteva essere sottoposto un cittadino Romano ma solo i schiavi e sudditi?

Stessa cosa vale per la astrologia e significato delle stelle.

Quando leggo articoli scritti da quelli che si credono spirituali dove dicono che questo o quello pianeta ci porta o porterà problemi o soluzioni, io so che loro spiritualità non è diversa dalla religione, perché come in ogni religione loro credono che qualcosa o qualcuno dal esterno li sta influenzando.

Io so che ognuno ha propri tempi e proprie strade ed io le rispetto, ma loro strade non sono la mia strada.

Perciò questo articolo non è per loro.

Scrivo questo articolo per quelli che non ne hanno bisogno.

Sto ridendo scrivendo queste parole, consapevole di contraddizione.

Scrivo queste parole per quelli che già da più di 2 settimane sanno che cosa significa questa Luna Piena perchè l’hanno sentito dentro di se stessi.

Loro sono creatori di questa Luna Piena.

Loro sono i Guardiani dei Portali, che stano seguendo la tempistica universale.

Loro sono gli Apripista della loro nuova realtà allineata con il flusso energetico di questo cambiamento generale della creazione multivesale.

Quando dico che sono i Guardiani dei portali, non penso che loro sano sulla porta e decidono chi li attraverserà o no, LORO SONO CONSAPEVOLI DI OGNI PORTALE APERTO DENTRO DI LORO SALTO QUANTICO DI CONSAPEVOLEZZA.

La loro consapevolezza ed verbale espressione di questa consapevolezza sta cambiando energia di coscienza collettiva – LORO STANO CREANDO IN MODO CONSAPEVOLE PERCHE’ HANNO TROVATO IL SANTO GRAAL dentro di loro.

14-dicembre-2016-chirone-sang-graal

Loro hanno guarito tutte le ferite del loro ego vedendo unione di tutte le loro parti, unendoli in UNO. Unendo quelle parti, hanno visto il significato vero della famiglia. Hanno sentito tutti gli insegnamenti di quella famiglia e hanno scoperto che dentro di loro sta scorrendo il SANGUE REALE di un potente creatore del tutto il creato.

Loro dentro di se hanno trasformato il carbone in diamante attraverso tantissime prove e fortissime pressioni.

Uno per uno, stano mostrando adesso non 1 ma una trinità dei diamanti.

Ognuno di loro è diventato un triplice diamante.

14-dicembre-2016-diamante1 14-dicembre-2016-diamante2 14-dicembre-2016-diamante3

 

LORO HANNO COMPLETATO IL SESTO GIORNO DI CREAZIONE

14-dicembre-2016-tutto

e per loro dopo questa Luna Piena inizia un nuovo giornoIL SETTIMO GIORNO.

Questo anno 2016, che è iniziato 

IN ALLINEAMENTO CON IL SIRIO E CENTRO SUPER GALATTICO – La luce della sesta razza trasmutata in settima 

loro hanno seguito tutte le loro guide interiori e sono riusciti a completare tutti i compiti per questo anno della prova del 9.  

Come premio per tutto il loro lavoro della trasformazione, il loro nuovo corpo è completamente formato.

Il bruco è diventato una bellissima farfalla che sta spiegando le ali per volare a loro vera casa.

14-dicembre-2016-venere-casa-trasformazione

LORO sono pronti per il loro SCRIGNO MAGICO pieno di tesori che desideravano più di tutto.

Che cosa si può augurare a quelli che hanno raggiunto TUTTO?

In questo giorno che porta energie di STELLA/FORZA

tarocchi-stella-forza-3

VOLATE MIE FARFALLE UMANE!

VOLATE ANGELI UMANI.

VOLATE ALLEGRAMENTE

E ANNUNCIATE A TUTTI:

NUOVO DIVINO UMANO E’ CREATO!

CI VEDIAMO IN VOLO!

Tanja

79717697_o

 

materia-oscura

La materia oscura e l’energia oscura sono due degli ingredienti base del nostro universo. Insieme occupano il 96% del cosmo. Ma non possono essere misurate direttamente. Eppure la loro influenza è immensa. La fisica Patricia Burchat getta un po’ di luce su queste “oscure” aree dell’Universo.

Il destino dell’universo non è determinato da atomi e molecole: li conosciamo, ma sono solo una piccola percentuale della sua composizione. Negli ultimi decenni si è scoperto infatti che siamo immersi in un mistero: esiste (ma non sappiamo che cos’è) una materia oscura, che tende a far restringere il cosmo per effetto della gravità. E c’è anche un’altrettanto misteriosa energia oscura, che tende a farlo espandere sempre più rapidamente.

In una conferenza TED di qualche anno fa Patricia Burchat ha spiegato in modo molto semplice e comprensibile uno dei campi più complessi e affascinanti della ricerca scientifica.

TED – per i non addetti ai lavori – è un’organizzazione non-profit il cui scopo è “la diffusione delle idee”, attraverso conferenze internazionali .

Qui sotto la trascrizione della traduzione della conferenza (il video è sottotitolato).

Come fisico delle particelle mi occupo delle particelle elementari e delle loro interazioni fondamentali. Per quasi tutta la mia carriera di ricercatrice ho usato acceleratori, ad esempio l’acceleratore di elettroni alla Stanford University qui a due passi, per studiare le cose più piccole che esistono. Ultimamente però ho concentrato la mia attenzione sull’universo nella sua scala più grande. Questo perchè, come vedrete, le domande sull’estremamente piccolo e sull’estremamente grande sono in realtà connesse. Vi parlerò della visione dell’universo che abbiamo nel ventunesimo secolo, dei suoi componenti e di quali siano le grandi domande della fisica – alcune delle grandi domande.

Abbiamo capito solo recentemente che la materia ordinaria di cui è composto l’universo – e per ordinaria intendo voi, io, i pianeti, le stelle, le galassie – la materia ordinaria può giustificare solo una piccola percentuale di quello che è contenuto nell’universo. Quasi un quarto, approssimativamente, di tutta la materia nell’universo, è costituito di sostanza invisibile. Per invisibile intendo che non assorbe nello spettro elettromagnetico. Non emette nello spettro elettromagnetico. Non riflette. Non interagisce con lo spettro elettromagnetico, che è cio’ che utilizziamo per rilevare le cose. Non interagisce in alcun modo. Quindi come sappiamo che c’è? Lo sappiamo a causa degli effetti gravitazionali. In effetti, questa materia oscura domina le forze gravitazionali di tutto l’universo, e vi mostrerò le prove di questa affermazione.

E il resto della torta? E’ composta da una sostanza misteriosa chiamata energia oscura.

energia-oscura

Vi parlerò anche di quella tra un attimo. Per il momento concentriamoci sulle prove riguardo la materia oscura. In queste galassie, particolarmente nelle galassie a spirale, la maggior parte della massa delle stelle è concentrata nel centro della galassia. La massa enorme di tutte queste stelle ne tiene altre in orbita circolare, quindi abbiamo moltissime stelle che girano in cerchio, così. E’ facile capire, anche se non conoscete la fisica – dovrebbe essere intuitivo – che le stelle più vicine alla massa al centro dovrebbero muoversi più velocemente di quelle all’esterno, giusto?

Quello che ci si aspetterebbe misurando le velocità orbitali di queste stelle, quindi, è che dovrebbero essere più lente all’esterno rispetto all’interno. In altre parole, se misurassimo la velocità in funzione della distanza – questo è l’unico grafico che farò vedere, promesso – ci aspetteremmo che scendesse al crescere della distanza dal centro della galassia. Quando effettivamente facciamo i calcoli, scopriamo che la velocità rimane praticamente costante al crescere della distanza. E se è costante significa che le stelle all’esterno risentono di forze gravitazionali generate da materia che non vediamo. In effetti, questa e tutte le altre galassie sembrano essere avvolte in una nuvola di questa invisibile materia oscura. Questa nuvola di materia è molto più sferica delle galassie stesse, e si estende per un raggio molto più vasto della galassia. Noi vediamo la galassia e ci concentriamo su quella, ma in realtà è la nuvola di materia oscura a dominare la struttura e le dinamiche della galassia.

Le galassie inoltre non si trovano sparse a caso nello spazio; tendono a formare ammassi. Ecco un esempio abbastanza famoso: l’ammasso della Chioma. Ci sono migliaia di galassie in questo ammasso. Sono gli oggetti bianchi, ellittici e sfocati. Se fotografiamo questi ammassi, adesso e tra una decina d’anni, sembreranno esattamente uguali. In realtà queste galassie si muovono ad altissime velocità, e si muovono intorno al pozzo gravitazionale creato dall’ammasso. Tutte le galassie si muovono. Possiamo misurare le velocità orbitali di queste galassie e quindi calcolare quanta massa c’è in questi agglomerati.

Scopriamo che c’è molta più massa di quanta possiamo giustificare con le galassie che vediamo. Se guardiamo in altre parti dello spettro elettromagnetico vediamo che c’è anche molto gas in questo ammasso, ma neanche questo può render conto della massa. A conti fatti sembra che ci sia una massa circa 10 volte maggiore sotto forma di materia oscura invisibile rispetto alla materia ordinaria. Sarebbe bello se potessimo vedere questa materia oscura più chiaramente. Io inserisco questa grossa bolla blu giusto per ricordarci che c’è. Possiamo renderla più chiaramente visibile? Certo.

Ora vi mostro come possiamo fare. Qui c’è un osservatore: può essere un occhio o un telescopio. Supponiamo ci sia una galassia da qualche parte nell’universo. Come facciamo a vederla? Un raggio di luce parte dalla galassia e dopo aver attraversato l’universo impiegando anche miliardi di anni arriva ed entra nel telescopio o nell’occhio. Ora, come deduciamo la posizione della galassia? Beh, lo capiamo dalla direzione in cui il raggio si muove quando arriva all’occhio, giusto? Diciamo che se il raggio arriva da questa direzione la galassia deve essere lì. Ora supponiamo che nel mezzo ci sia un ammasso di galassie, e non dimentichiamoci la materia oscura. Se ora immaginiamo un raggio di luce che parte in questa direzione dobbiamo tenere in considerazione quello che Einstein aveva predetto quando ha sviluppato la relatività generale. E cioè che il campo gravitazionale, a causa della massa, defletterà non solo la traiettoria delle particelle ma anche la luce stessa.

Quindi questo raggio di luce non viaggerà lungo una linea retta, ma piegherà la sua rotta e potrebbe finire nel nostro occhio. Dove vedrebbe la galassia questo osservatore? Potete rispondere… In alto, giusto? Andiamo a ritroso e diciamo che la galassia è in alto. Ci sono altri raggi che potrebbero arrivare all’occhio dell’osservatore da quella galassia? Esatto! Vedo qualcuno che mi fa segno “In basso.” Un raggio potrebbe andare verso il basso, piegare e finire nell’occhio dell’osservatore, che vedrebbe il raggio di luce qui.

Tenete a mente che viviamo in un universo tridimensionale, in uno spazio tridimensionale. Ci sono altri raggi che potrebbero arrivare all’occhio? Esatto! I raggi si troverebbero disposti a cono. Quindi ci sono tutta una serie di raggi disposti su un cono che verrebbero deviati dall’ammasso per poi finire nell’occhio dell’osservatore. E se c’è un cono di luce che mi arriva in un occhio, io cosa vedo? Un cerchio, un anello. Si chiama Anello di Einstein, lui l’aveva predetto. E sarà un anello perfetto solo se la fonte, l’oggetto deflettore e l’occhio si trovano perfettamente allineati. Se sono spostati anche solo di un po’ l’immagine sarà diversa.

Potete fare un esperimento stasera al buffet per vedere come apparirebbe l’immagine. Perchè c’è un tipo di lente che possiamo disegnare che ha la forma giusta per produrre questo tipo di effetto. Un fenomeno chiamato lente gravitazionale. Ecco il vostro strumento. (Risate) Ma ignorate la parte di sopra. E’ la base su cui dobbiamo concentrarci. Ogni volta che a casa rompiamo un calice io prendo la base e la porto nella nostra officina. La lavoriamo un po’ ed otteniamo una piccola lente gravitazionale. Ha la forma giusta per creare l’effetto lente. Il passo successivo del nostro esperimento è prendere un tovagliolo. Io ho usato la carta millimetrata… sono un fisico. (Risate) Quindi disegnate una piccola galassia nel mezzo e poi mettete la lente sopra la galassia. Ecco che potete vedere un anello, un Anello di Einstein. Se spostate un po’ la lente l’anello si divide in archi. Funziona con qualunque immagine. Sulla carta millimetrata potete vedere come tutte le linee vengano distorte. E questo è in effetti un modello abbastanza accurato di quello che succede nella lente gravitazionale.

Allora la domanda è: vediamo questa cosa in cielo? Vediamo degli archi nel cielo quando guardiamo gli ammassi di galassie? E la risposta è sì. Ecco un immagine dal telescopio Hubble. Molte delle foto che vedete vengono dal telescopio Hubble. Allora, per prima cosa le forme dorate sono le galassie nell’ammasso. Sono quelle avvolte dal mare di materia oscura che causano la deviazione della luce che provoca le illusioni ottiche, miraggi in pratica, delle altre galassie sullo sfondo. Quindi queste strisce che vedete, tutte le strisce, sono in realtà immagini distorte di galassie molto più lontane.

Quello che possiamo fare, basandoci sulla quantità di distorsione presente nelle immagini, è calcolare quanta massa ci deve essere in questo ammasso. Ed è una quantità enorme. Si può anche vedere ad occhio nudo che questi archi non sono centrati su singole galassie; sono centrati su una struttura più ampia. E questa struttura è la materia oscura in cui l’ammasso è immerso. Questa è la cosa più vicina a vedere davvero ad occhio nudo almeno gli effetti che può creare la materia oscura.

Ok, un piccolo riassunto per vedere se siete stati attenti. La prova che abbiamo del fatto che un quarto dell’universo sia materia oscura – materia con forza gravitazionale – è che la velocità con cui le stelle che orbitano intorno alle galassie è troppo alta, quindi devono essere avvolte di materia oscura. La velocità con cui le galassie orbitano negli ammassi è troppo alta, quindi devono essere avvolte da materia oscura. E poi vediamo questi effetti da lente gravitazionale: queste distorsioni ci dicono, ancora, che gli ammassi sono avvolti da materia oscura.

Adesso concentriamoci sull’energia oscura. Per capire le prove sull’energia oscura, dobbiamo parlare di qualcosa a cui faceva riferimento prima Stephen Hawking: il fatto che lo spazio stesso si sta espandendo. Immaginiamo una sezione del nostro universo infinito, in cui ho inserito quattro galassie a spirale. Immaginiamo di disporre una serie di metri a nastro – ogni linea qui corrisponde ad un metro – orizzontali e verticali, per misurare dove sono le cose. Se lo potessimo fare, scopriremmo che al passare dei giorni, degli anni, persino dei miliardi di anni, la distanza tra le galassie sta aumentando. E non è perchè le galassie si allontanano le une dalle altre attraverso lo spazio; non si stanno muovendo in uno spazio immobile. Si stanno allontanando le une dalle altre perchè lo spazio stesso si sta espandendo. Ecco cosa vuole realmente dire l’espansione dello spazio. Quindi sono sempre più distanti.

Un’altra cosa che Stephen Hawking ha menzionato è che dopo il Big Bang lo spazio si è espanso molto velocemente. Ma dato che all’interno dello spazio troviamo materia che crea attrazione gravitazionale, questa tende a rallentarne l’espansione. Quindi l’espansione si fa più lenta col tempo. Nell’ultimo secolo le persone hanno dibattuto se l’espansione dello spazio debba continuare per sempre, nel senso che rallenterebbe, capite, andra’ rallentando, ma per continuare all’infinito. Un rallentare fino a fermarsi in maniera asintotica, oppure se debba rallentare, fermarsi, per poi cominciare a contrarsi di nuovo. Poco più di dieci anni fa due gruppi di fisici e astronomi hanno cominciato a misurare la velocità con cui l’espansione dell’universo stava rallentando. Quanto più lenta è l’espansione oggi rispetto a, per esempio, un miliardo di anni fa?

La risposta stupefacente ottenuta da questi esperimenti è che lo spazio si sta espandendo più rapidamente adesso rispetto ad un miliardo di anni fa. Quindi la velocità con cui lo spazio si espande sta aumentando. Questo fu un risultato assolutamente sorprendente. Non c’è nessuna teoria scientifica che giustifichi perchè questo accade. Nessuno avrebbe potuto prevedere che i risultati sarebbero stati quelli. E’ successo esattamente l’opposto di quello che ci si aspettava. Quindi avevamo bisogno di qualcosa per spiegarlo. E viene fuori che, nei calcoli, c’è un termine che si può inserire che rappresenta un’energia; ma è un tipo di energia completamente diverso da tutto quello che conosciamo al momento. La chiamiamo energia oscura ed è la causa dell’espansione dello spazio. Ma non abbiamo ancora una spiegazione valida per inserirla nei calcoli. Quindi il problema è che non sappiamo perchè dobbiamo inserirla.

A questo punto devo seriamente enfatizzare il fatto che, per prima cosa, materia oscura ed energia oscura sono due cose completamente diverse, ok? Ci sono in realtà due misteri là fuori che compongono la maggior parte dell’universo, ed hanno effetti molto diversi. La materia oscura, per il fatto che crea attrazione gravitazionale, tende ad incoraggiare la crescita delle strutture. Quindi si tenderanno a formare ammassi di galassie a causa di questa attrazione gravitazionale. Al contrario, l’energia oscura sta creando sempre più spazio tra le galassie. Fa in modo che l’attrazione gravitazionale tra di esse diminuisca, impedendo quindi la formazione di strutture. Quindi studiando gli ammassi di galassie – il loro numero e la loro densità, quante ce ne sono in funzione del tempo – possiamo capire come la materia oscura e l’energia oscura competono l’una contro l’altra nella formazione di strutture.

Come ho detto, non abbiamo ancora una spiegazione convincente per l’energia oscura. Abbiamo qualcosa per la materia oscura? La risposta è: sì. Abbiamo dei candidati attendibili per la materia oscura. Cosa intendo per attendibili? Voglio dire che abbiamo delle teorie matematicamente coerenti che in realtà sono state introdotte per spiegare fenomeni completamente diversi, cose di cui non ho nemmeno parlato, e ciascuna predice l’esistenza di una nuova particella che interagisce in modo molto debole.

E questo è esattamente ciò che si desidera in fisica: quando una predizione viene fuori da una teoria matematicamente coerente che in realtà è stata sviluppata per qualcos’altro. Ma non sappiamo se e quale di queste particelle sia per davvero il candidato per la materia oscura. Una? Ambedue? Chi lo sa? Potrebbe anche essere qualcosa di completamente diverso. Noi siamo alla ricerca di queste particelle di materia oscura perchè, in fondo, sono qui intorno a noi e non sono entrate dalla porta. Passano semplicemente attraverso le cose. Passano attraverso gli edifici, attraverso il pianeta; ecco quanto poco interagiscono.

Un modo per cercarle è costruire dei rilevatori estremamente sensibili alle particelle di materia oscura che li attraversano e li urtano. Ad esempio un cristallo che vibra quando questo accade. Un mio collega ed i suoi collaboratori hanno costruito un rilevatore di questo tipo. L’anno messo in fondo ad una miniera di ferro in Minnesota, molto in profondità, ed un paio di giorni fa hanno annunciato i risultati più precisi avuti finora. Non hanno visto niente, ma ci permettono comunque di mettere dei limiti sulla massa e sulla forza di interazione che queste particelle hanno. Un telescopio satellitare verrà lanciato più avanti quest’anno. Sarà puntato verso il centro della galassia per cercare particelle di materia oscura che si disintregrano e producono raggi gamma che possono essere individuati dal telescopio. Il Large Hadron Collider, un acceleratore di particelle, verrà messo in funzione tra qualche mese [La conferenza risale a qualche anno fa e l’LHC nel frattempo è già in funzione con ottimi risultati. NdR]. E’ possibile che si producano particelle di materia oscura nel Large Hadron Collider.

Ora, visto che interagiscono così poco, in realtà usciranno dai rilevatori quindi la loro firma sarà dell’energia mancante. Purtroppo c’è molta fisica nuova che lascerebbe la stessa firma di energia mancante, quindi sarà difficile capire la differenza. Infine, le prossime avventure: si stanno progettando telescopi specifici per affrontare le domande sulla materia oscura e sull’energia oscura. Questi sono installati a terra. E ci sono anche tre telescopi spaziali che sono in competizione al momento per essere lanciati ad investigare la materia oscura e l’energia oscura. Quindi le due domande fondamentali sono: Cos’è la materia oscura? Cos’è l’energia oscura? Sono le grandi domande che la fisica deve affrontare. E sono sicura che avrete anche voi molte domande, e non vedo l’ora di poterne discutere mentre saremo qui per le prossime 72 ore. Grazie.

http://www.focus.it/natura/che-cosa-sono-la-materia-e-l-energia-oscura

sei-sicuro-di-sapere-chi-sei-veramente

 

Si dice che l’abito non faccia il monaco. Eppure, quando incontriamo qualcuno per strada o in ascensore, è facile giudicare una persona dalla sua apparenza. Lo facciamo tutti, anche se sappiamo che è sbagliato.

Pertanto, Momondo ha invitato 67 persone provenienti da tutto il mondo a sottoporsi al test del DNA. I risultati sono stati sorprendenti.

“È facile credere che ci siano più cose a separarci piuttosto che a unirci” ha scritto Momondo. “In realtà abbiamo molto in comune con le altre nazionalità.”

“Abbiamo chiesto a 67 persone provenienti da tutto il mondo di sottoporsi al test del DNA per dimostrare che non siamo poi così diversi.”

Il video inizia con la seguente domanda: “sei sicuro di sapere chi sei veramente?”

Tutti gli stranieri hanno una cosa in comune – sono molto orgogliosi della propria nazionalità, della propria etnicità e della propria eredità culturale. Un’altra cosa in comune sono i forti pregiudizi verso gli altri gruppi etnici.

Due settimane dopo, Momondo ha riunito nuovamente i 67 ragazzi. Ebbene, i risultati dei test del DNA sono stati sorprendenti. Alcuni hanno riso per l’incredulità, altri hanno versato lacrime di felicità.

Ma ciò che accade in seguito, è ancora più incredibile: i test del DNA hanno rivelato che due dei partecipanti allo studio erano cugini di sangue!

Questo video rappresenta una sfida, una fonte di ispirazione e un monito importante che ci invita a accettare l’altro a prescindere dal colore della pelle.

Se i sottotitoli non appaiono, attivateli cliccando sull’apposito simbolo accanto a quello relativo alle Impostazioni.

Non dimenticate di condividere il video con tutti i vostri amici – è un messaggio troppo importante!

 

 

Fonte

http://incredibile.guru/67-sconosciuti-fanno-il-test-del-dna-per-scoprire-le-proprie-origini-etniche-il-risultato-li-fara-piangere/

Si può parlare di razze umane?

Dal punto di vista scientifico la distinzione razziale non sta in piedi. Le migrazioni dei nostri antenati infatti hanno mescolato i geni.

75095974_preview
Volti di tutte le etnie sul Teatro dell’opera di Sydney, per dire stop alla povertà.

No, il termine razza non è scientifico: gli uomini non sono stati isolati geograficamente abbastanza a lungo da creare varietà genetiche distinte. L’uomo è da sempre in continuo movimento e le varietà continuano a diluirsi una nell’altra. Come ha dimostrato il genetista Luca Cavalli-Sforza, che ha demolito i fondamenti biologici del concetto di razza, le civiltà non sono strutture chiuse e isolate.

 

GENI COMUNI. La somiglianza genetica del genere umano è frutto della comunanza di antenati recenti e delle migrazioni, che hanno determinato unioni e scambi di geni fra individui provenienti da aree geografiche diverse. Le caratteristiche fisiche predominanti di certe popolazioni dipendono invece da un numero molto ridotto di geni e sono state selezionate dalle condizioni ambientali.

 

RAZZISMO VS SCIENZA. Richard Lewontin fu il primo genetista a smentire senza ombra di dubbio il mito dell’esistenza di differenti razze umane. Eppure, quando gli chiesero se lui credesse nella razza, la sua risposta fu: «Certo, le razze esistono». Salvo poi indicarsi la testa e aggiungere: «sono tutte quante qui». Faceva riferimento, ovviamente, alla nostra immaginazione: l’unico “luogo” dove le superficiali differenze tra le diverse popolazioni umane vengono prese ancora sul serio. E allora, perché di fronte a evidenze così schiaccianti facciamo ancora fatica ad abbandonare questo pregiudizio?

Una cartina tedesca ottocentesca con la distribuzione delle razze.

RAGIONI STORICHE. Nata per necessità politiche nel mondo postcoloniale, da sempre discussa in ogni disciplina e costantemente sottoposta all’indagine della scienza, l’idea che la specie umana sia divisa in razze, intese come gruppi all’interno della nostra specie, ciascuno caratterizzato da tratti fisici e comportamentali ben definiti, non è mai stata in alcun modo dimostrata con strumenti scientifici. Eppure è un’idea impossibile da sradicare dalle nostre menti, ancora oggi che una maggioranza schiacciante all’interno della comunità scientifica (e non solo) concorda sul fatto che si tratti di una bugia. La colpa, per così dire, potrebbe essere della nostra storia culturale ed evolutiva; apparentemente, un’eredità con radici troppo profonde per sradicarle con la sola forza della ragione.
INUTILI CATALOGHI. Le differenze, evidenti e innegabili, tra gruppi umani che popolano aree diverse del globo risalgono ai primordi della nostra specie; l’idea che queste differenze fisiche, frutto di adattamenti all’ambiente, implicassero anche differenze psicologiche e comportamentali profonde, al punto da poter distinguere (e ordinare) le diverse popolazioni del mondo, è nata solo alla fine del XV secolo, quando il colonialismo portò l’uomo occidentale, e la sua necessità di dominio, in ogni angolo del mondo. Tempo due secoli e i maggiori antropologi dell’epoca cominciarono ad affannarsi a catalogare le presunte razze, e a inventare un criterio valido e universale per distinguerle tra loro. Risultato? Niente di niente.

 

Mentre la comunità scientifica dibatteva sul nulla, l’idea di “razza” era già diventata il più potente motore della nuova economia coloniale. Il trattamento riservato alle popolazioni africane deportate negli Stati Uniti per ridurle in schiavitù, per esempio, era la diretta conseguenza della loro appartenenza a un’altra razza, considerata intellettualmente inferiore. Nel XVIII secolo, intellettuali di tutto il mondo si appellarono alla cosiddetta scala naturae, l’ordine naturale (gerarchico) di tutte le specie viventi, e collocarono le popolazioni africane un gradino sotto la nostra.
Il rafforzamento di questi stereotipi nella cultura popolare, anche grazie a una sapiente opera di propaganda dell’intera classe intellettuale dell’epoca, portò infine alle leggi (americane e inglesi in primis) contro i matrimoni misti.

STAMPELLE SCIENTIFICHE SENZA FONDAMENTO. L’antropometria, lo studio e la catalogazione delle misure e delle proporzioni del corpo umano, divenne la stampella scientifica su cui appoggiarsi: ogni razza poteva essere definita da un preciso set di numeri e statistiche, un’idea che non teneva in considerazione i cambiamenti tra una generazione e la successiva, e che eliminava in toto dal discorso l’evidente variabilità all’interno della stessa “razza”.
Bastò ripetere gli studi con un occhio a questi dettagli per capire come l’antropometria fosse basata sul nulla: agli inizi del XX secolo, Franz Boas pubblicò studi che dimostravano quante differenze ci fossero tra una generazione e l’altra della stessa “razza”, e quanto anche i valori medi di certi parametri si modificassero con il passare delle generazioni. Poi arrivò la svolta: la riscoperta delle leggi mendeliane sull’ereditarietà diede il via alla ricerca di tratti genetici puramente ereditari, utili a distinguere le razze tra loro. Ma anche la genetica non riuscì a trovare correlazioni tra razze e geni.

 

GLI STESSI GENI. Oggi che conosciamo bene il nostro Dna ci rendiamo conto che le nostre differenze non sono nient’altro che sfumature, in termini genetici. A separarci dagli altri esseri umani c’è una percentuale minima del genoma: in media, ogni uomo è biochimicamente simile a ogni altro uomo sul pianeta per il 99,5%, una percentuale variabile secondo la distanza. Inoltre, «ogni popolazione mantiene al suo interno quasi il 90% della variabilità genetica (cioè tutte le varianti dei diversi geni) della nostra specie»; ecco perché stabilire dei confini è un esercizio inutile.

 

Né vale l’obiezione di chi paragona le presunte razze umane a quelle di cani o cavalli: «Quelle razze sono molto più distinte tra loro di quanto lo siano quelle umane. Tutte le razze di cani, in particolare, sono state selezionate per renderle, per così dire, “omozigoti” rispetto ad alcuni geni, che sono presenti solo in quella razza e la definiscono», mentre tra gli umani la variabilità genetica è maggiore. Le razze, dunque, esistono davvero solo nella nostra testa: quella di distinguere e dividere è un’abitudine umana che risale, storicamente, quantomeno agli ateniesi del V secolo, che classificavano il mondo in “greci” e “barbari”. La visione bipolare del “noi e loro” è comune a tantissime culture, ed è una realtà psicologica che secondo alcuni ha radici profonde nella nostra storia evolutiva.

 

Secondo questa visione, l’idea di razza ha il suo embrione tra i cacciatori-raccoglitori: «Una società nella quale è fondamentale riuscire a classificare immediatamente qualcuno che non si conosce, come alleato o avversario». Il che dimostra che, per quanto duro voglia farci credere di essere, chi è razzista lo è soprattutto per paura. (ed ignoranza- aggiungerei io)

Fonte http://www.focus.it/scienza/scienze/si-puo-parlare-di-razze-umane

In questi 2 articoli . la scienza si limita sui DNA “terrestri”.

Ma…

Recenti sviluppi delle nove conoscenze riguardo la “creazione del essere umano terrestre”,sembra, confermano  sempre di più le teorie della clonazione, come metodo della creazione.

Tutto questo richiama a una ricerca più approfondita, connettendola con esobiologia (biologia extraterrestre).
Sono certa che queste ricerche porterebbero le conferme al mio sapere intuitivo di quale ho scritto in articolo DA CHE PIANETA SEI ARRIVATO? 

Tutto questo potrebbe cancellare per sempre il termine razzismo dal vocabolario universale.

Questi tempi sono molto vicini.

Lo sento fortemente.
Tanja

Gen. Wesley Clark Jr., kneels in front of Leonard Crow Dog, right, during a forgiveness ceremony at the Four Prairie Knights Casino & Resort on the Standing Rock Sioux Reservation on December 5, 2016 in Fort Yates, North Dakota. Native Americans conducted a forgiveness ceremony with U.S. veterans at the Standing Rock casino, giving the veterans an opportunity to atone for military actions conducted against Natives throughout history. The ceremony was held in celebration of Standing Rock protestersÕ victory SundayÊin halting construction on the Dakota Access Pipeline. Leonard Crow Dog formally forgave Wes Clark Jr., the son of retired U.S. Army general and former supreme commander at NATO, Wesley Clark Sr. Helen H. Richardson, The Denver Post

Gen. Wesley Clark Jr., kneels in front of Leonard Crow Dog, right, during a forgiveness ceremony at the Four Prairie Knights Casino & Resort on the Standing Rock Sioux Reservation on December 5, 2016 in Fort Yates, North Dakota. Native Americans conducted a forgiveness ceremony with U.S. veterans at the Standing Rock casino, giving the veterans an opportunity to atone for military actions conducted against Natives throughout history. The ceremony was held in celebration of Standing Rock protestersÕ victory SundayÊin halting construction on the Dakota Access Pipeline. Leonard Crow Dog formally forgave Wes Clark Jr., the son of retired U.S. Army general and former supreme commander at NATO, Wesley Clark Sr. Helen H. Richardson, The Denver Post

Credo che non sia possibile restare indifferenti a queste immagini.

Duemila veterani di guerra americani si sono accampati nelle praterie del North Dakota per dare il loro appoggio ai Sioux che resistevano  il passaggio dell’oleodotto North Dakota Access Pipeline.


Cosi, solo per amore, sono andati li e hanno offerto di essere a fianco delle tribu indigene le cui acque e i cui siti sacri erano minaccciati da questo oleodotto.

Lo US Army Corps decide in extermis di bloccare l’oleodotto e di considerare un percorso alternativo, dopo mesi di resistenza, di violenza, di freddo, di paura.

E alla fine, succede qualcosa di inaspettato, e di quanto piu’ nobile l’umanita’ puo’ offrire.

A un certo punto del tutto inaspettatamente, i veterani si sono inginocchiati ed hanno chieso scusa ai Sioux per il genocidio ed i crimini di guerra commessi dall’esercito americano contro i popoli indigeni nel corso dei secoli.

 

Il capo Sioux, Leksi Leonard Crow Dog, per conto di tutte le tribu Siuox accetta le scuse e a sua volta chied scusa ai militari per il dolore causato il giorno 25 Giugno 1876 quando i Sioux sconfissero la 7a cavelleria dell’esercito americano.

Il capo tribu dice “vi perdoniamo e chiediamo pace al mondo”.

Tutti avevano gli occhi inumiditi. E anche chi scrive.

Fonte
http://dorsogna.blogspot.it/2016/12/i-veterani-di-guerra-chiedono-scusa-ai.html

diario-di-gesu
di Rachele Grandinetti

Sembra la versione antica di un raccoglitore ad anelli: le “pagine” sono in metallo e i simboli parlano di un tempo molto lontano. Questo blocchetto del passato è stato rinvenuto nelle acque del Giordano nel 2008 da Hassan Saeda, un beduino israeliano, ma soltanto adesso gli addetti ai lavori sono stati in grado di esprimersi a riguardo. Il piombo è stato analizzato e i simboli tradotti parlano dell’epoca in cui esercitò il suo ministero Gesù e le iscrizioni rivelano che Cristo non stava iniziando la propria religione ma cercava di dare nuovo impulso ad una tradizione risalente al re Davide. Non solo. Perché le incisioni raccontano che il Dio adorato era sia maschile che femminile. Potrebbe trattarsi del più antico riferimento a Gesù e agli apostoli Giacomo, Pietro e Giovanni.

I fautori delle ricerche, David e Jennifer Elkington, si sono spesi perché questi codici venissero protetti e studiati dal momento che, stando ai loro racconti, alcuni cristiani evangelici avrebbero tentato di sminuirne l’importanza davanti all’opinione pubblica ed etichettarli come falsi. Ma nel 2011 gli Elkington hanno annunciato ai microfoni della stampa mondiale la notizia. E così, da ogni parte del mondo, gli studiosi si sono fatti avanti per capire di cosa si trattasse. Le analisi condotte da Roger Webb e da Chris Jeynes presso il laboratorio Nodus dell’Università di Surrey all’Ion Beam Centre e poi presso il Dipartimento delle Antichità di Amman hanno confermato un’origine risalente a 1800-2000 anni fa.

«Gesù stava cercando di ripristinare il Tempio per restaurare ciò che era stato perso nelle riforme», hanno spiegato gli Elkington. E aggiunto: «Anche se i codici non contraddicono nessuna narrazione condotta nei libri di cui disponevamo prima, le tavole hanno posto maggiore enfasi sul tempio fisico, sulla fede nel divino femminile e sul ruolo di Cristo nel proteggere un lignaggio di Ebrei piuttosto che quello di fondatore del proprio movimento religioso».

Fonte -http://www.ilmessaggero.it/societa/nolimits/rinvenute_tavole_risalenti_2000_anni_fa_parlano_di_un_dio_al_femminile-2123325.html
Leggi anche

tarocchi-torre-carro1

Questo articolo non è una previsione del risultato del Referendum Costituzionale in Italia o del futuro presidente Austriaco.
In questo articolo sto descrivendo gli effetti di questi 2 eventi, che saranno espressione di coscienza collettiva di questo specifico spazio tempo.
Se osserviamo la carta astrale del momento della chiusura dei seggi (4 dicembre alle 23:00), possiamo notare aspetti davvero intensi. Azzarderei a dire che questi aspetti stano annunciando una vera rivoluzione che riguarda il sistema finanziario attuale.

4-dicembre-2016-chiusura

Giove  in 2° casa che amplifica i valori personali è opposto (si scontra) con unione tra Rivoluzionario Urano e ribelle  lottatrice per gli esclusi Eris (Plutone trasformatore al femminile) e Cerere (nutrice del creato). E ovvio che si tratta di una forte tensione riguardo la distribuzione dei beni, perchè il trio rivoluzionario si trova in 8° casa (casa di trasformazione e dei beni che ci arrivano dagli altri, dai beni condivisi).
In 1° casa ( la nostra personalità collettiva) si trova il nodo nord. Questo è importante perchè indica che la nostra personalità si trova al punto che direttamente allineata con le energie di Eclissi Solare Totale – 1/9/2016 – Portale di fuoco della verità e dell’abbondanza globale – Manifestazioni nella realtà esteriore

In quel articolo ho scritto

“Analizzando il grafico astrologico parallelo del eclissi dal 1932 e quella del 1 settembre 2016, vediamo che tutto è quasi uguale ma i nodi nord e sud hanno scambiato i posti. quello che nel 1932 era lo scopo da seguire (nodo nord) adesso è diventato esperienza del passato (nodo sud).

eclisse comparazione mia 84 anni

 

Questa eclissi solare del 2016 sta annullando tutto il creato con eclissi del 1932.

Sta annullando il sistema finanziario globale.

E’ interessante vedere che sul grafico astrale d’Italia Eclissi congiunta al Nodo nord (verso dove dobbiamo andare) si svolge sul cuspide delle case 10/11 – COMUNICAZIONE DEL AMBIZIONE DI CONDIVIDERE L’ABBONDANZA.”

Vi invito a leggere quel articolo per intero, perchè dentro si trova il link che spiega il significato di quello che è successo 1932 e perchè è importante il suo annullamento in questo momento.

Conferma che si tratta proprio di questo tipo di cambiamento, possiamo vedere anche dallo T quadrato che questa potente opposizione Giove/Urano fa con il trasformatore Plutone e Venere (piacere, abbondanza) in 5° casa (casa della creatività e dei bambini, figli).

Che si tratta di ri-valutazione di qualche decisione “vecchia” che riguarda le cose materiali, possiamo vedere se sapiamo che il Mercurio (messaggero, mente, concetti mentali) è entrato in zona d’ombra prima del inizio di suo camino retrogrado ( 1 dicembre 2016) e subito il 2 dicembre è entrato in segno del materiale ed concreto Capricorno).
In momento della chiusura dei seggi, Mercurio congiunto con il Merlino (mago) e l’Iside (quella che unisce i pezzi sparsi) in 4° casa (fondamenta, radici) sta creando un bellissimo trigono di Terra con il Nodo nord (dove dobbiamo andare)in 1° casa e con il asteroide Anastasia (resurrezione) in 9° casa (politica, religione, filosofia, più alti insegnamenti). In $ casa si trova anche il Saturno (signore del tempo e della struttura) unito con il Sole che da una parte sta sfidando il nostro atteggiamento con gli altri (che vediamo come estranei dalla nostra casa, o tradizione) e la paura di loro.

D’altra parte Il Saturno/Sole appoggia pienamente la rivoluzione della volontà del popolo che desidera cambiare la propria vita quotidiana (Marte in Acquario) .

Questi 2 eventi del 4 dicembre sono solo 2 di una catena di eventi simili in tutto il mondo, che stano seguendo uno stesso scopo.

Probabilmente, potremo sentire e vedere gli effetti concreti, di queste energie appena nel fine di gennaio quando Mercurio uscirà dal ombra è pienamente emanerà le sue energie del camino diretto.

Fra tempo, possiamo sperimentare esplosione di queste energie rivoluzionarie intorno al Solstizio/Natale, perchè il 22 dicembre 2016, Giove, Saturno e l’Urano si troveranno tutti a 20° della Bilancia, Sagittario ed Ariete.

22-dicembre-2016-20-gradi

In stesso momento il Mercurio retrogrado congiunto ad Iside e Plutone, ci può portare qualche notizia che può provocare fortissime emozioni.

Forse il Babbo Natale, quest anno ha qualche sorpresa per tutti noi? 😀

Quanto sembra, ci aspetta un inverno davvero caldo.

La Terra si sta scaldando.

Rimanete centrati, osservate e gestite le proprie emozioni a riguardo qualsiasi cosa succede nel ambiente esterno.

Siamo arrivati qui a cambiare il mondo e lo stiamo facendo.

Questo cambiamento non può essere più fermato.

Seguiamo il flusso senza resistergli.

A presto

Tanja

Io non sono i miei errori
E Dio sa quanti ne ho commessi
Ho iniziato a mettere in dubbio gli angeli
E la risposta che mi hanno dato sei stato tu
Non posso promettere che non sarai triste
Vorrei potertelo risparmiare
Ma troverai il coraggio di affrontare la follia
E cantare perché è vero
Amo la mia vita
Sono potente
Sono bellissimo
Sono libero
Amo la mia vita
Sono meraviglioso
Sono magico
Sono me stesso
Amo la mia vita
Trova gli altri
Con i cuori
Affini al tuo
Corri lontano, corri libero
Sono con te
Amo la mia vita
Sono potente
Sono bellissimo
Sono libero
Amo la mia vita
Sono meraviglioso
Sono magico
Sono me stesso
Amo la mia vita
Sono potente
Sono bellissimo
Sono libero
Amo la mia vita
Sono meraviglioso
Sono magico
Sono me stesso
Amo la mia vita
E finalmente
Sono dove voglio essere

Obama annulla 15 licenze estrattive nella Badger-Two Medicine Area

[28 novembre 2016]

Videogallery

  • Badger-Two Medicine: Protect this Sacred Place

piedi-neri-1

Mentre i Sioux di Standing Rock continuano a protestare contro l’oleodotto che dovrebbe attraversare le loro terre sacre, un altro popolo di nativi americani, i Piedi Neri, festeggiano una vittoria contro l’industria dei combustibili fossili: l’11 novembre, subito dopo l’elezione di Donald Trump a presidente degli Stati Uniti d’America e al termine di due anni di intensi negoziati, il segretario uscente Usa agli interni, Sally Jewell, il senatore Jon Tester, il presidente della Nazione Blackfeet Harry Barnes e il presidente della Devon Energy David Hager Jewell, hanno annunciato insieme che il Bureau of Land Management (Blm) ha annullato 15 licenze per estrarre petrolio e gas nella Badger-Two Medicine Area, nella  Lewis and Clark National Forest, nel nord-ovest del Montana, sottolineando che cessano così le preoccupazioni riguardanti il potenziale sviluppo di gas e petroli in questa zona culturalmente ed ecologicamente importante.

La Jewell ha spiegato che la decisione «Rende onore alle ricche risorse culturali e naturali della Badger-Two Medicine Area e farà in modo che sia protetta per le generazioni future. Siamo orgogliosi di aver lavorato a fianco della Nazione Blackfeet (i Piedi Neri, ndr), dell’US Forest Service e di Devon Energy per raggiungere questo importante traguardo, riportando indietro di decenni le vecchie concessioni e rafforzare l’importanza di sviluppare le risorse nel modo giusto e al posto giusto».

Tyson Running Wolf , segretario del Blackfeet Tribal Council, spiega a Living on Earth che «La Badger-Two Medicine è un’area collocate a sudovest della riserva Blackfeet e a Sud del Glacier National Park. Copre circa 168.000 acri ed include molte delle nostre aree spirituali per il popolo  Blackfeet».

La Badger-Two Medicine Area si estende lungo il Rocky Mountain Front all’interno della Lewis and Clark National Forest, amministrata dall’US Forest Service. L’area è circondata dal Glacier National Park, dalla Wilderness Bob Marshall e dalla riserva indiana dei Piedi Neri e fa parte di un distretto Traditional Cultural District riconosciuto. Queste caratteristiche nel 2006 avevano portato  il Congresso Usa ad escludere qualsiasi sviluppo minerario nell’area. Le concessioni annullate erano state rilasciate negli anni ’80, ma da allora nessuno aveva avuto il coraggio di trivellare l’area.

Tester ha sottolineato che «In questo mondo Ci sono luoghi speciali in cui noi non dovremmo trivellare e il  forare, e la Badger-Two Medicine è uno di quei posti. Questa regione svolge un grande culturale e storico significato per la tribù Blackfeet tribù e questo annuncio  farà in modo che la Badger-Two Medicine rimarrà intatta sia per la tribù che per le persone che amano cacciare, fare escursioni e pescare vicino al Glacier Park e alla Wilderness Bob Marshall».

L’annullamento rispetta le raccomandazioni dell’U.S. Forest Service e dell’Advisory council on historic preservation e le preoccupazioni espresse dalla tribù dei Piedi Neri  e le molte osservazioni presentate dalle persone interessate. E’ anche coerente con la decisione del Blm di quest’anno di annullare la licenza detenuta dalla Solonex LLC.  Dato che i contratti della Devon non sono mai stati sviluppati, l’area è rimasta indisturbata. L’annullamento delle licenze dà diritto alla Devon a un rimborso per  gli  affitti e i bonus pagati: circa 200.000 dollari. Nella  Badger-Two Medicine Area restano ancora due licenze estrattive.

Anche Hager sembra convinto della scelta: «Siamo lieti e orgogliosi di celebrare la collaborazione che ci ha portato a questo accordo. Sappiamo quanto questo sia importante per il popolo dei Piedi Neri e apprezziamo il lavoro che il dipartimento degli interni ha fatto per renderlo possibile. Per la Devon, la cancellazione di queste concessioni è semplicemente la cosa giusta da fare».

Esulta Barnes: «Il nostro tentativo di proteggere la Badger-Two Medicine è durato più di tre decenni, e continuerà fino a quando tutte le licenze illegali di petrolio e gas non verranno annullate e l’area non sarà  protetta in modo permanente. Questa zona è sacro per il popolo Blackfeet, e apprezziamo che gli altri stiano iniziando a riconoscerla come un patrimonio. Ci sono molti che hanno contribuito ad arrivare a questo punto, ma voglio riconoscere soprattutto Devon Energy per la sua leadership e la volontà di collaborare con l’Indian Country».

Nella Badger-Two Medicine Area vivono orsi grizzly e una ricca biodiversità fluviale e terrestre e secondo Running Wolf  «Si tratta delle Alpi svizzere del continente nordamericano. E’ eccezionale: con le Grandi Pianure che arrivano alle Montagne Rocciose, con bellissimi laghi blu, belle foreste verdi e una grande storia culturale del popolo Blackfeet. E ‘unico. È duro. E ‘ripido e ospita alcune specie minacciate e in via di estinzione, tra cui i Blackfeet». I Piedi neri si sentono infatti in pericolo da quando l’industria petrolifera e del gas ha preso di mira il loro territorio, perché temono che possa inquinare due fiumi della Medicine e quindi l’intero bacino del Missouri, e anche il sistema idrico del Birch Creek.

L’area ha un grande valore spirituale per i Piedi Neri che vivrebbero nella zona ininterrottamente da oltre 10.000 anni e che la utilizzano per le loro cerimonie e per raccogliere erbe curative.

Running Wolf è convinto che alla fine le compagnie petrolifere rinunceranno anche alle ultime due licenze e che il prossimo passo sarà la cogestione dell’area con le agenzie federali per favorire il ritorno delle mandrie di bufali, ma anche dei Piedi Neri nelle riserve naturali che facevano parte del loro territorio ancestrale e nelle quali attualmente non può vivere stabilmente nessuno.

Nella lingua dei Piedi Neri la Badger-Two Medicine Area si chiama “Mees-kim Nat-tuk Na-tuus” e speranza si dice Komo-tani, che significa anche sopravvivenza e Running Wolf pensa proprio che Mees-kim Nat-tuk Na-tuus rappresenti una nuova Komo-tani per i Piedi Neri

Fonte

http://www.greenreport.it/news/aree-protette-e-biodiversita/piedi-neri-riconquistano-le-terre-sacre-vinta-la-battaglia-petrolio-gas-video/

Risveglio di una Dea sui Social Network

Commenti recenti

Archivi

Categorie

IO SONO….

Chi sono io?
La domanda eterna di ogni persona da sempre.
Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda
In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo.
Io credo che questa ricerca non finirà mai.
Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione.
Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la saggezza e la potenza.
Una volta ho scritto:
Fu una volta un popolo divino........
che dimenticò di esserlo..
dimenticò
realtà parallele
frequenze divine
connessione divina
libera connesione divina.

Un giorno pieno di luce hanno cominciato......

In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi.
Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei.
Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome.
Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando.
Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo.
Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere.
Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso.
Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci.
Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione.
Che l’amore ci guida.
Tanja

febbraio: 2017
L M M G V S D
« Gen    
 12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728