UN INVITO PER LA CONDIVISIONE APERTO A TUTTI

Senza Nome-1

 

Nella solitudine o in compagnia ogni persona ha bisogno di dire quello cosa sente o pensa in quel momento.

Molto spesso quel bisogno rimane non accontentato per diverse ragioni.

Se hai quel bisogno questo blog sta aprendo la porta a tutti.

 

cuore2

In una categoria separata nominata “I CUORI CONDIVISI” pubblicherò le vostre storie.

I testi possono essere firmati con il vostro nome reale ma anche con un nome che inventerete.

 

 

Di che cosa scrivere?

Non ci sono i limiti di argomenti ma devono essere i VOSTRI pensieri, le vostre esperienze, le vostre visioni, il vostro sentire. 

 

Come fare?

Potete iscrivervi a questo blog e mandarmi la vostra storia.

 

IMPORTANTE:

Incluso nella vostra storia deve essere incluso anche il permesso di pubblicazione.

 

Condividendo il proprio cuore forse riusciremo ad incoraggiare altri per aprire i loro.

 

Aspetto le vostre storie con grande gioia perché sono certa che condividendo i propri pensieri possiamo collegarci tra di noi e farci sentire parte del Tutto.

 

cuore3

 

Tanja

 

I CUORI CONDIVISI, IO SONO....... , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Scuola senza banchi e senza zaino - così imparare diventa un gioco Successivo Vedere oltre

13 commenti su “UN INVITO PER LA CONDIVISIONE APERTO A TUTTI

  1. Silvia il said:

    Ciao Tanja!! Qui Silvia!! Piacere!!! Innanzi tutto Grazie x il tuo lavoro!! Qui si che ho potuto trovare il giusto equilibrio tra cielo e terra!! Qua si sta veramente portando il paradiso in terra!! Quindi grazie!! E a questo proposito volevo chiederti, se possibile, di ripubblicare l articolo di qualche giorno fa riguardo l apertura dei portali… Non sn riuscita a finirlo… E m interessa tantissimo a livello pratico personale!! Solo che non lo trovo più… Puoi aiutarmi?!?
    Intanto grazie!! E buon proseguimento con il tuo essenziale lavoro!! Un abbraccio silvia!!
    Ah e cmq il tuo italiano è ottimo!!

  2. Ciao Tanja!Ho accettato l’invito, spero sia giusto postare qui che non sono tanto pratica. Ti voglio fare anch’io tanti complimenti per il blog! E’ bello leggere una persona che ha le idee cosi’ chiare e le esprime con uno stile cosi’ semplice e sintetico. Ma di effetto!
    Comunque,cerchero’ di essere breve, vorrei sapere da te se secondo te potrebbe esserci un luogo vero e proprio dove si presenteranno”i segni” che tu hai ipotizzato avverranno quel 23settembre. Perche dentro di me sono da molto convinta sia l’Ethiopia. Non perche’ sia una fanatica Rastafarian, ma perche’ mi porto questa cosa dentro da 4anni(e non sono l’unica).
    Ora spero non mi bannerai per il papiro.E per le baggianate..
    Un abbraccio forte e continua col lavoro che ti leggo con molto piacere. Valentina

    • Tanja il said:

      Vale, io personalmente non mi facevo le domande di questo tipo che riguardano il posto di qualche evento. non so darti la spiegazione per questo. semplicemente è così. come se fosse per la mia missione questo non è importante. simile succede con tante altre cose che riguardano la realtà esteriore. Ma al improvviso in un certo momento iniziano ad innondarmi le informazioni “forzate” di una certa situazione, evento o posto. in quel caso inizio ad ascoltare meglio mio sentire interiore conesso a quelle situazioni. Si Etiopia sarebbe un bel posto per manifestazione. mi risuona. lì si trova la prima arca del alleanza che di fatto non è mai cancellata nonostante con arrivo di Cristo 2000 anni fa doveva essere compiuta. questo sarebbe un segno molto evidente di cambio delle “leggi” passando a quelle “crist-alline”. Spero che riesci a seguire il mio corso del pensiero. Adesso scrivendo mi sono passati davanti ai occhi interiori i numeri 1 (prima arca) e 3 (noi come terza arca di alleanza).questo mi ha invocato dalla memoria una sincronicità- il papa presente è molto connesso con il numero 13 ( http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=2378 )-numero di trasformazione. Etiopia è anche connessa con la regina di Saba la moglie saggia di re Salomone (con lui ho connesse ancora altre sincronicità che centrano con tutta questa storia)
      Wow, mi hai tirato per la lingua (le dita sulla tastiera) e io non riesco a fermarmi 😀 . Si in modo definitivo, l’etipia mi risuona. Grazie per la tua collaborazione e per il tuo interesse. sono certa che ci risentiremo 😀

  3. Ciao ah rileggendo ti posso dire che l’arca dell’alleanza e’ considerata tutt’ora Maria, la mamma di Gesu, il tempio e la Vergine, discendente del re Davide e quindi della tribu di giuda e del leone, anche a me e’ sempre venuto in mente di considerarla una sorta di sfinge. Per questo mi ha colpito l’articolo

  4. Ciao Tania! Il tuo blog diventa piu spesso un appuntamento quotidiano.
    Vorrei chiederti se secondo te quella tetrade di luna rossa potesse centrare con la Vera Croce, o magari con i posti dove sono custodite le relique.So che non devono essere necessariamente quattro questi posti,anzi probabile che siano piccolissimi frammenti in giro per le Chiese del mondo. Eppure rileggendo la leggenda di Sant Elena,madre di Costantino, i nomi di 4importanti citta’compaiono.
    Tutto questo te lo chiedo perche’ in una citta’a me cara quel 28settembre si festeggiava il ritrovamento di un frammento della Vera Croce.
    Ti affido un intuizione tutta strampalata e un pezzetto di cuore
    Vale

    • Tanja il said:

      non lo so. non ho mai pensato di questo, ma le tue intuizioni sono benvenute

  5. Guarda le mie intuizioni sono fantasiose..
    Le lune sono di sangue e 4, a 6 mesi di distanza l una dall’altra giusto? Come se volessero disegnare una grande croce attraverso il tempo..
    La prima del 15aprile era a breve distanza di tempo dalla santificazione dei papi e della grande croce cardinale. Come se magari fosse dedicata ai fedeli a Roma (una delle citta dove nella Chiesa di Santa Croce in Gerusalemme si trovano le sacre reliquie). L altra del 28 settembre e’ dedicata ai fedeli Etiopi di Addis Abeba che celebrano Meskel (il ritovamento di un frammento della Vera croce )
    http://www.ilovetravel.it/festa%20del%20meskel.htm
    Le altre due citta’ potrebbero essere Gerusalemme e Costantinopoli-Istambul(Legati alla leggenda di Sant Elena)
    Ora sono citta’ diverse e antiche dove la Cristianita’ si e’ evoluta in modo diverso ma hanno una radice commune
    Se non sembro troppo Dan Brown c’e una leggenda legata a Salomone che racconta come il Legno della Vera Croce venga dall Albero della vita.
    Che le quattro citta’ possano rappresentare anche 4 diverse dottrine religiose non so… che magari debbano essere unificate…non ne ho idea, dovrebbero essere le altre 2date legate a quelle citta’.
    Spero c hai capito qualcosa che la fantasia e tanta quanto l ignoranza..
    Grazie x avermi permesso di condividere vale

  6. Ciao Tania. Ti posto qui un commento perche’ mi sento a mio agio in questo piccolo spazio dove tu tempo fa mi hai permesso di scrivere. Confesso che su alcune cose fo ancora molta fatica a capire cio che dici, un po anche perche’ ti ho scoperta da poco. Sai mi era piaciuto molto il topic sugli specchi, in realta’ l ho letto piu’ volte ma ancora non l ho capito appieno. Personalmente per esperienza le paranoie che si creano nel gioco degli specchi sono colpa di entrambe o piu delle persone coinvolte nella relazione. Gli specchi sono quella piccola sorgente d acqua dentro di noi, spetta a noi tenerla pulita ma non murandola intorno, bensi’ munendosi di paletta e raccoje le schifezze che ogni giorno noi o altri ci buttiamo dentro. Come normale routine di vita.
    Sai per essere sincera ti scrivo perche’ per una assurda coincidenza Mithra era apparso anche me poco tempo fa. In particolare Sirio! Da piccola per me era la stellina che si “specchia” negli occhi delle persone che hanno il coraggio di guardare la Luce! Hai presente quel luccichio tra la pupilla e ‘l’iride’? Forse e’ “LEI” la pentola d’oro vicino all ‘arcobaleno’di ognuno 🙂
    Ps mi piacerebbe fare amicizia con te, se non ti scoccia fare da insegnante a una povera piccola pazza.
    Baci valentina

  7. Ciao Tania io non sono FB 🙁
    Stavo leggendo il topic su Ego e Genesi,( sembra ci cada un po fagiolo) mi verrebbe di darti ragione ma in realta mi sembra di mentire un po a me stessa. Io credo che non lamentarsi mai significa solo chiudersi ancora piu in se stessi. Se le persone ascoltano le nostre lamentele fanno una doppia fatica(la pazienza, magari sopportare la superficialita’ o pure proprio il non capirci niente del problema esposto) solamente per farti tornare il sorriso… perche’ dici lo fanno perche si sentono meglio a vederti indifesa? Non e’ quella la cosa bella? Quando ci mostriamo per quello che siamo, fragili e umani?… non so, non so nemmeno se ho frainteso cio’ che hai detto. Ma non vorrei che il dire la realta’ e’ un illusione non si una scusa per mascherare dei muri che si alzano pian piano. Scusa la confidenza nel commento ma mi sembra anche di parlare a me stessa.
    Baci vale

  8. Pero’ ripensandoci mi vengono in mente certi missionari che dicono praticamente la stessa cosa. Alcune popolazioni che aiutano devono imparare ad essere indipendenti perche non riescono piu a vivere dei sostegni da fuori(che oltretutto non arrivano piu). E che la missione e’ un dono prima che sacrificio di se stessi. E forse si dice pure aiutati che Dio ti aiuta.E sono proprio certi temperamenti forti che fanno la differenza
    vale

I commenti sono chiusi.