IL PRIMO RESPIRO

 

primo_respiro

Il 29 marzo 2006 si è verificata un’eclissi di sole visibile dal nostro pianeta. Mentre il sole lentamente si oscurava, le donne protagoniste del film hanno dato la vita ai loro bambini. Ognuna secondo le proprie tradizioni o scelte. Il film racconta la storia del primo respiro che dà inizio alla vita, ma anche l’importanza che il parto ha per la donna. Partire per un insolito viaggio in giro per il mondo con l’unico obiettivo di esplorare l’universo delle nascite, tanto vario quanto i popoli che vivono su questa terra: è questo l’obiettivo del film. Le ambientazioni sono naturali, i personaggi reali e le situazioni estremamente precise. Non c’è alcuna ricostruzione, ma un unico intento: mostrare la storia vera, vissuta così come si svolge sotto i nostri occhi.

La Natura come ambientazione: L’acqua, il deserto, il ghiaccio, la giungla. Dalle sabbie calde del deserto dei Tuareg al candore della tundra siberiana; dalle terre selvagge dei Masai ai locali notturni di Parigi; dall’America militante alla foresta amazzonica; dalla bellezza sacra del Gange al Giappone tradizionale; dai popolosi ospedali vietnamiti al pacifico delfinario messicano: il film ha come ambientazione il pianeta stesso.

Il Sole Nero come fonte di luce: I destini di tutti i nostri personaggi si compiono in un lasso temporale di 48 ore e la loro storia ruota intorno ad un’unica giornata: il 29 marzo 2006.

Una sceneggiatura in movimento: La sceneggiatura è stata scritta partendo da un’inchiesta giornalistica che costituisce la base del film e diventa la sua colonna vertebrale. La storia della Vita, la storia delle nostre vite …

Il film comunica attraverso le immagini tutta la poesia del passaggio: la donna che diventa madre, l’uomo che diventa padre, il bambino che entra nella vita.

VIDEO

Il Primo Respiro

 

Fonte     http://www.versoilsole.it/lautv/film/91-il-primo-respiro.html

 

Bambini, Scienze e tecnologia , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente OLTRE Successivo Denunciato il Presidente della Repubblica G. Napolitano