ANGELI IN ASTRONAVE

images (8)

 

 

Sono Anna, collaboratrice di Tanja su questo blog.

 

In questo articolo parlo come portavoce dell’autentica Confederazione Galattica dei Pianeti Liberi.

 

La verita’ e’ molto piu’ semplice di quello che crediamo. Ce la complichiamo perche’ non vogliamo ricordarla. Ritornare faccia a faccia con il Creatore puo’ essere scomodo. Ma la gioia che si prova non puo’ venire da null’altro.

 

Ricordate la gioia del nostro amico della NDE che lo porto’ faccia a faccia con il Creatore, nel suo viaggio al di la’ di questa dimensione?

 

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=8357

 

Secoli, millenni a porsi la domanda: perche’ esiste l’universo? Chi siamo? Cosa facciamo qui? Centinaia di studiosi ad avanzare le ipotesi piu’ disparate, ad analizzare la materia per scovarvi la risposta, a sondare l’animo umano per riconoscervi delle tracce…e in due pagine qui sta la risposta. Basta chiedere, basta volerlo sapere e ci sara’ chi ce lo dice. Gia’ ci era stato detto tanto tempo fa, ma perche’ credervi? Gia’, perche’ credervi, quando si tratta solo di ricordarlo? Non si tratta di un atto di fede. Tutti lo sappiamo il perche’ siamo qui nel nostro fondo.

 

Vediamo se I nostri lettori vorranno ricordare…che c’era una volta Un Regno dei Cieli in cui tutti vivevamo liberi e senza limitazione alcuna… e vorranno ricordare perche’ poi ci siamo trovati in questa illusione di limitazione e dualita’.

 

Abbiamo fatto un viaggio di allontanamento da Casa per un gioco, per il puro piacere di farvi ritorno? Un po’ da masochisti…

 

Siamo stati cacciati qui per punizione? E cosa avremmo fatto da dover essere puniti?

 

Siamo in esilio? Se lo e’, e’ un esilio volontario che siamo liberi di lasciare quando vogliamo.

Come? Pratichiamo il Corso in Miracoli per esempio, ci indica la strada…

 

Volevamo sperimentare nella materia cio’ che come spirito non potevamo? Quando lasciamo il corpo fisico nel sonno proviamo sensazioni corporali e emozioni ancora piu’ intense. La verita’ e’ che come Spirito possiamo sperimentare tutte le sensazioni che vogliamo solo col pensiero, e tutto molto piu’ intensamente che con questo corpo…

 

Dio ha bisognodi conoscere se’ stesso? E cosi’ ci ha mandati nella materia?…mmm vedi sopra. Perche’ avrebbe bisogno di mandarci in corpi limitati per provare quello che puo’ provare anche senza? Forse siamo noi che abbiamo bisogno di conoscere noi stessi…

 

Abbiamo voluto sperimentare la illusione della separazione? Ecco. Ma cosa significa esattamente voler sperimentare la separazione? Che c’entra con il voler sperimentare la dualita’? Gia’ perche’ tanto si dice che siamo venuti qui per sperimentare la dualita’.

 

E poi perche’ passare per l’evoluzione attraverso tutte queste vite, dapprima come piante, poi come animali, infine come esseri umani, poi come angeli…e tutto questo cambio di dimensioni…?

 

Tutta questa evoluzione nella FORMA, nella LIMITAZIONE da una forma all’altra per poter far ritorno a Casa, solo perche’ abbiamo voluto sperimentare la separazione? Solo perche’ abbiamo voluto sperimentare la dualita’?

 

Ebbene si’…non ci mancava nulla nel Regno dei Cieli, l’unica cosa che ci mancava era il Male, ossia l’assenza dell’Amore…

 

 

 

Dal capitolo A bordo dell’Astronave, del libro Angeli in Astronave di Giorgio Dibitonto:

 

 

[…..]

 

Con queste parole Raffaele iniziò a dirci cose che catalizzarono la nostra attenzione. « Il male », disse, « è non essere nell’Amore. Per chi è nell’Amore non è difficile percorrere le infinite vie della conoscenza che conducono al Creatore, somma aspirazione di ogni essere creato. Per chi non è nell’Amore, e quindi è nel male, la vera conoscenza è difficile, e anche impossibile. Più si è nella luce della conoscenza, più è facile essere nella comprensione dell’Amore. Più si è nel male, e quindi lontani dalla conoscenza, più è difficile e impossibile essere nell’Amore.

 

[…..]

 

« Voi », disse, « poiché siete nell’oscurità, complicate le cose. La semplicità è una delle grandi vie della luce. Ecco perché vi fu detto che per conquistare il cielo è necessario divenire fanciulli. Ciò che è grande e profondo, è sempre estremamente semplice ».

 

[….]

 

« Vi è possibile visualizzare qui », spiegò Ilmuth, « le varie dimensioni dell’energia vitale nell’uomo, nella vegetazione e nelle forme del regno minerale. Potremmo anche suddividere queste sette dimensioni in tre modi di essere rassomiglianti ».

 

[….]

 

« Il corpo più esterno , disse Ilmuth, « è quello materiale. Gli altri sono di energia non più materiale, ma cosmica o astrale, come la chiamano i vostri studiosi sulla Terra. Con ognuno di questi corpi l’uomo può vivere in vari mondi e dimensioni, su pianeti più evoluti. Il corpo più esterno muore, e il corpo sottostante è pronto a realizzarsi pienamente nel nuovo ambiente energetico. È quanto avviene alla morte, ma in realtà è soltanto una nascita col nuovo corpo di una dimensione superiore su un mondo superiore di pari grado evolutivo a quello del corpo realizzato.

 

[….]

 

 

« Il corpo bianchissimo che emette ondate di energia vitale ai corpi astrali e fino a quello materiale è la visualizzazione di quanto voi dite ” spirito”. Nella Scrittura voi potete trovare che l’essere umano viene suddiviso in corpo, anima e spirito, intendendo per corpo quello materiale, per anima i corpi astrali e per spirito quella parte essenziale dell’uomo che è immortale e non morirà mai perché sede della Vita e della Coscienza ».

 

[….]

 

« Lo spirito », prosegui Ilmuth, « ha la capacità di vivere nello sconfinato Spazio oltre la Barriera Celeste, mentre quando lo spirito è ancora rivestito dei corpi astrali, allora non può oltrepassare la Barriera Celeste e deve soggiornare in un mondo cosmico di pari grado evolutivo ».  

 

Firkon spiegò: « I Fratelli dello Spazio, quali noi siamo, sono coloro che hanno già realizzato il corpo spirituale e quindi normalmente soggiornano nei meravigliosi mondi della Luce nello Spazio ultracosmico. I Fratelli dello Spazio, quelli che le Scritture chiamano spesso Angeli o il Signore, possono intraprendere viaggi nelle dimensioni cosmiche e rivestirsi di corpi cosmici secondo la necessità.

 

[….]

 

« Allora », interruppe Paolo, « potremmo chiamare voi Fratelli dello Spazio, e gli altri che non possono liberarsi da tutti i corpi cosmici col nome di Fratelli del Cosmo ».

 

[….]

 

« Osservate », disse Raffaele, « ora vedrete le conseguenze dell’ira sui corpi sottili e sul corpo spirituale di questi fratelli ».

 

[….]

 

L’uomo ora gridava, e la donna piangeva. La luce biancastra del suo corpo spirituale divenne di un colore sporco, sul marrone scuro; tutto il suo essere subí una inondazione di quella colorazione sgradevole e la sua sagoma si contrasse e restò deformata. Soltanto il corpo materiale, benché divenuto il contenitore di quelle deformazioni e stravolgimenti della luminosità e della bellezza degli altri corpi, subí un minore deturpamento.

Adesso dal corpo dell’uomo fuoruscivano come ondate di quell’energia vitale cosí disordinata e cupa, si spandevano in emissioni successive nell’aria circostante e penetravano nei corpi della donna, che a quella penetrazione pure si contraevano deformandosi e ricevendo un abbassamento della loro naturale luminosità.

 

[…]

 

Intanto l’uomo seguitava nella sua esplosione d’ira, e il « contagio energetico » descritto ora inondava anche il figlioletto, che tuttavia seguitava a mostrare noncuranza della lite dei suoi. Anche la vegetazione era pervasa da quelle ondate di energia scura e disordinata perfino nel ritmo di emanazione, e produceva una disarmonia anche nella roccia. Cominciammo a sentirci invasi da quel malessere.

 

[…]

 

Ora l’uomo abbracciava dolcemente la sua sposa che si asciugava le lacrime. Il piccolo era tra loro che ridacchiava contento. I corpi dei tre e di tutte le realtà vegetali e minerali stavano subendo come una ricomposizione. Ondate di luce e di colore davano nuova armonia e respiro a quelle sagome. Sentivamo tornare in noi gioia e felicità mentre si allontanava l’incubo di quanto avevamo veduto e provato.

 

[…]

 

 

Riprese la parola Raffaele: « Se tutti i figli del Padre Iddio avessero usato la libertà loro concessa per seguire soltanto le infinite vie dell’Amore Universale e si fossero fidati esclusivamente della bontà delle sue leggi universali, non vi sarebbe stato bisogno di sperimentare dimensioni cosmiche cosí limitate rispetto allo Spazio infinito al di là della Barriera Celeste. Ma poiché vi fu in origine un ribelle che convinse i suoi seguaci che si poteva disobbedire al Padre Buono e fare anche senza di Lui, da quella superbia nacque la necessità di sperimentare il male. E allora, poiché il Padre sapeva che altri avrebbero seguito quel cattivo esempio, creò dimensioni piú limitate, creò il cosmo, i mondi astrali e materiali che, pur essendo meravigliosi perché sempre opera delle Sue Mani Divine e rispecchiavano le bellezze e le armonie dello Spazio Celeste, erano però più limitati. In essi molti suoi figli si sarebbero cimentati a sperimentare l’egoismo in luogo dell’universalità dell’Amore, la cattiveria in luogo della bontà, il sadismo in luogo della felicità di vedere gioire i Fratelli. Essi avrebbero portato avanti vie di male anziché di bene, l’odio al posto dell’Amore, la loro cecità invece della vera Conoscenza che dona la Vita. Ecco perché è stata creata la materia: perché lo spirito e la Coscienza in esso racchiusi avessero una difesa. Voi avete veduto che il corpo materiale era il meno sensibile e quello che teneva in sé, e conteneva il turbamento causato nei corpi più sottili dell’uomo. Se questi figli non avessero un corpo materiale e dei corpi astrali, essi sperimenterebbero il male che la loro coscienza vuole provare in condizioni ben più palesi e di dolore. È importante che l’uomo si convinca della inutilità e pericolosità del male durante la sua vita materiale, perché altrimenti in dimensioni più sottili e reali lo sperimenterà soffrendo molto di più e subendone tutta la violenza. Occorre che l’uomo sappia comprendere la bontà del Padre, che non ha tolto la libertà ai figli infedeli al suo Amore, ma ha concesso loro di potersene convincere in una situazione di minore sofferenza. La stessa sofferenza è un mezzo di salvezza, il dolore è la voce del Padre che richiama i suoi figli, è purificazione, è Amore. Guai, se non ci sarà il dolore finché non sarà stato recuperato l’ultimo figlio del Padre! Voi avete visto l’effetto del dolore di quell’uomo che ha compreso che stava offendendo la propria sposa e danneggiava l’animo sensibile del bambino. Il dolore provato dalla sua coscienza era un’energia vitale che si sprigionava dal suo spirito e ricomponeva e ridava armonia al suo essere, a quello della compagna e del figlioletto ».

 

« Quando la bontà e l’Amore saranno recuperati dai figli della Terra », disse Kalna con una voce tenerissima, « allora il vostro spirito produrrà energie vitali meravigliose, che daranno luce alle vostre menti e calore ai vostri cuori. Allora la forza benefica che da voi si sprigionerà risanerà i vostri mali spirituali, morali e materiali. Anche gli animali ne saranno disintossicati, e le piante e i sassi. Voi non potete immaginare come tutta la realtà vitale dell’ambiente sia legata alla vostra coscienza. Le intelligenze condizionano realmente l’ambiente vitale, i loro mondi. Tutto è realtà vitale: ogni vostro moto dell’animo, ogni vostro desiderio, pensiero o sentimento, cosi ogni vostra passione. Irridere queste realtà significa prolungare il cammino verso la luce di molti millenni ancora. Ogni figlio del Padre perverrà alla conoscenza spontaneamente, liberamente, in virtú della propria convinzione della verità, del bene e dell’illusorietà del male. Noi vi aiuteremo sempre finché il Padre sarà nuovamente felice di poter riavere il vostro Amore e la vostra fiducia in Lui, Unico Creatore, Sommo Amore e Dio.

 

« Ogni pensiero ha una sua forma, un suo colore, un suo profumo, una sua voce e un significato. Cosí tutto ciò che vive nello spirito umano. I figli del Padre possono creare paradisi o realizzare infiniti inferni. Il Padre si adopererà sempre per ricondurli a sé, e noi saremo suoi fedeli figli e collaboratori. Finché tutti si convinceranno della verità delle cose ».

[…]

« Sí », mi disse con tono grave e sicuro. « Sí, tutto questo finirà. I figli del Padre che stanno conducendo esperienze sbagliate presto comprenderanno. Essi realizzeranno sulla Terra tanto dolore, che anche i ciechi vedranno e i sordi sentiranno. I cuori si scioglieranno dalla loro millenaria durezza, le menti vorranno la luce. Allora il Padre farà una festa senza precedenti nella storia della Creazione perché il figliol prodigo avrà fatto definitivamente ritorno alla sua Casa ».

 

« Sta scritto », soggiunse Raffaele pensosamente, « che soltanto il figlio della perdizione si perderà. Questo rattrista infinitamente il cuore del Padre e fa soffrire il nostro. Questi uomini testardi non vorranno capire la lezione, ma essi non potranno più nuocere. Per essi tutto il piano di amore e di salvezza non avrà dato frutto. Noi non possiamo sostituirci al Padre Iddio. Egli qualcosa avrà preparato anche per loro; ma guai a tentare l’immensa bontà, misericordia e Giustizia di Dio! Questi nostri fratelli ostinati non dimentichino che sempre e in ogni momento vi sarà misericordia, perdono e amore per loro. Ma dovranno soffrire nella misura della loro incredibile ostinazione ».

 

« Quanto è avvenuto sulla Terra in questi millenni », aggiunse Raffaele con tristezza ma con voce ferma, « di storia di dolore, ingiustizia e sangue nel cosmo resterà di esempio affinché l’errore sia mostrato in tutti i suoi aspetti di orrore. Esso ormai sta raggiungendo il limite che il Padre ha posto nel suo cuore amorevole. Egli più non permetterà che si soffra, e tutti potranno avere ricompensa per quanto hanno sostenuto su se stessi ».

[…..]

 

« Quando i disordini energetico-vitali delle coscienze dell’uomo provocano su un pianeta queste cose orribili », disse Ilmuth, « allora spesso noi prendiamo possesso di questi corpi. Voi non lo sapete, ma a soffrire in corpi deformi e in cervelli malati quasi sempre vi discende un angelo, per compiere una sublime ed efficace missione a vantaggio dei fratelli della Terra che dovranno rinunciare al male ».

 

Tacque. Ero commosso per quello che avevo udito e vedevo. Il mio Amore per quei Fratelli cresceva a dismisura. Il corpo spirituale del povero bambino era di un fulgore indescrivibile. Quella luce si diffondeva con forza e dolcezza nei corpi piú esterni e si distribuiva tutt’intorno.

 

« Essi sono i polmoni del vostro mondo », disse; « e quando un giorno comprenderete tali cose, allora non vi sarà più uomo della Terra che accuserà Iddio di avere fatto creature da torturare, ma accuserete la malvagità del vostro duro cuore e benedirete coloro che vollero portare il vostro dolore più ancora di voi, e ingiustamente, per potervi salvare. Altrimenti, che senso avrebbe il sangue dei martiri, il bene e l’amore di ogni tempo? Che significato avrebbe quanto fece Colui che morí su una croce per dirvi tutta la Verità e donarvi la più grande lezione che mai sia stata impartita sulla Terra dell’Amore Universale? L’ora della verità si avvicina, e ogni uomo saprà, tolto l’oblio necessario per diminuire il dolore, se nacque sulla Terra per redimersi o per salvare gli altri dovendo prima redimere se stesso. Perché anche gli angeli, quando nascono uomini sulla Terra, devono prima salvare se stessi, essere salvati, e poi avranno il potere di salvare gli altri compiendo la loro difficile missione. Alcuni di noi preferiscono sopportare sofferenze fisiche in un corpo martoriato, anziché farvi sperimentare le deturpazioni del male. Sta scritto di non giudicare. Non giudicate, ma restate nell’Amore perché questa è l’unica garanzia contro il male per il trionfo del bene. Fidatevi del Padre Iddio e dei suoi Figli che operano nell’Amore per la vostra Salvezza. Siate buoni e semplici ».

[….]

« Tempo verrà », diceva Ilmuth mentre Kalna ci sorrideva, «che non ci separeremo piú. Tutti i fratelli della Terra che lo vorranno potranno viaggiare con noi nello Spazio. Basterà volerlo, e soprattutto essere figli dell’Amore del Padre. Insieme visiteremo mondi e solcheremo nuovi cieli. Saremo sempre in missioni di amore e conoscenza per altri fratelli che vorranno evolversi presto. E staremo poi faccia a faccia col Padre perché andremo oltre la Celeste Barriera. Siatene certi », concluse Kalna, « questa è la Verità ». Ci salutammo tutti con un abbraccio.

 

Ci sedemmo nel disco, mentre la luce dell’abitacolo agiva in noi per prepararci a tornare nell’atmosfera della Terra. Il nostro cuore era rimasto nello spazio, sull’astronave, con tutta la sua luce, i suoi colori e profumi. Il disco ci riportò dove ci aveva prelevati qualche ora prima. Erano circa le sei del mattino.

 

Per leggere l’intero capitolo e godervi l’intero libro:

 

http://www.angelo-luce.it/italiano/svetelna_knihovna/htm/it/it_kniha_angeli_in_astronave.htm

 

 

Uno di quegli angeli discesi in un corpo deturpato dalla cattiveria umana per toglierci dolore e aprire I nostri cuori induriti e’, forse lo avrete visto, quel ragazzo cresciuto senza gambe e braccia, che fa sport e sorride e tira su il morale a tutti.

 

Tante domande vi saranno sorte leggendo questo brano, ci saranno cose su cui non siete d’accordo. Per motivi di spazio non ho fornito tanti particolari e spiegazioni che danno chiarezza al quadro, provenienti dai miei anni di investigazioni sul materiale degli autentici incontri e messaggi dai nostri Fratelli dallo Spazio. Saro’ felice di fornirvi chiarimenti, rispondere alle vostre domande, se questo e’ cio’ che desiderate, e rientra nelle mie capacita’.

 

Gia’ dal confronto della NDE di MELLEN-THOMAS BENEDICT con questo libro potrete fare molti collegamenti per farvi un quadro sempre piu’ completo della realta’ delle cose.

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=8357

 

Facendo il collegamento tra questo libro, il Corso in Miracoli e I messaggi della Scuola Spirituale di Borup, ho intuito perche’ nasciamo dapprima come piante, poi come animali, poi come uomini, poi come angeli, in una evoluzione sempre piu’ complessa.

Quando alcuni di noi hanno voluto sperimentare il Male, Dio ci ha creato questi universi limitati, fatti di dimensioni a partire dalla piu’ bassa e limitata in cui ci troviamo ora (prima di questa ce n’erano altre, ma gia’ si sono dissolte). Come abbiamo visto, al salire di dimensione cresce l’ intensita’ di dolore allo sperimentare il Male, ossia all’andare contro le Leggi di Dio che sostengono la Vita. Pertanto solo in questa dimensione (e forse anche nella 4a) possiamo sperimentarlo, dove siamo protetti dal corpo fisico, perche’ nelle successive I disastri provocati sarebbero troppo grandi.

In questa dimensione, e solo in questa, possiamo con il nostro libero arbitrio sperimentare il peggio degli orrori, ed e’ quello che stiamo facendo.

 

Per poterci fare del male dovevamo credere di essere separati gli uni dagli altri, pertanto Dio ci ha creato apposta per noi questa illusione della forma, dei corpi che ci fanno apparire come separati gli uni dagli altri, e permetterci di credere, se lo vogliamo, che quello che facciamo a un altro non ci affettera’.

 

Per assicurare pero’ che non dimenticassimo mai nel nostro profondo l’Unita’ che ci unisce tutti, anche se incarnati in corpi dall’apparenza di separazione, ci ha fatti nascere dapprima come piante, e poi come animali, perche’ in queste forme non c’e’ un ego, non c’e’ una coscienza individualizzata. Nelle piante credo ci sia ancora una coscienza di dissoluzione nel Tutto, che si manifesta a livello fisico dall’assenza di un cervello centrale, negli animali c’e’ una coscienza di specie, di gruppo, e compaiono il cervello rettile, o degli istinti, che regola la mobilita’, e poi l’ipotalamo, che registra e trasmette le emozioni.

 

E’ solo con l’uomo che arriva la coscienza di se’, l’intelletto e il ragionamento, l’uso della immaginazione, la volonta’ e con essa la volontarieta’ di fare del male a qualcuno, per il puro desiderio di fare del male, o al contrario la volontarieta’ di fare del bene, di aiutare, il tutto registrato e trasmesso attraverso la corteccia cerebrale. La parte frontale contiene le cellule della empatia, della capacita’ di comprendere l’altro. In alcuni e’ piu’ sviluppata, e in altri magari e’ atrofizzata.

 

Dentro di noi rimane salda la memoria di quando eravamo piante, di quando eravamo animali, ed e’ per questo che ci fa cosi’ bene ritornare alla natura, dove in assenza di altri esseri umani, I giochi dell’ego perdono qualsiasi significato. Un uomo che vive solo nella

natura non si mettera’ mai a litigare con un albero o con un animale, il suo modo di pensare sara’ improntato alla sopravvivenza e allo studio di come funziona la natura, a trovare il modo come comunicare con le altre specie, che non ragionano e non parlano…

 

Attraverso il libero arbitrio e la sperimentazione degli effetti del suo comportamento, l’uomo puo’ decidere da solo se vale la pena vivere secondo le Leggi del suo Creatore. Questo e’ cio’ che il Creatore gli sta permettendo di fare. Quando di sua spontanea volonta’ non vorra’ piu’ fare del male a nessuno per nessuna ragione, allora gli sara’ permesso accedere alla dimensione successiva.

 

I pianeti che si trovano nella nostra dimensione sono chiamati pianeti di classe M, e servono proprio come scuola per decidere tra il bene e il male.

 

Racconta Gesu’ nella Scuola Spirituale di Borup, che I pochissimi uomini, nativi della Terra, che nel corso dei secoli hanno compreso la realta’ della vita, riuscendo a liberarsi dalla ruota del karma, sono stati prelevati dai nostri Fratelli dallo Spazio e trasportati su altri pianeti nelle dimensioni superiori, perche’ erano pronti per apprendere lo stadio successivo.

 

Ma ora sara’ l’intero pianeta che si spostera’ alla dimensione successiva, per un effetto di cicli cosmici, che I Maya conoscevano per esempio. E’ scaduto il tempo, lunghissimo, concesso per imparare dalla scuola del bene e del male sulla Terra. Gli altri abitanti del sistema solare e di tutta la Galassia hanno ritardato la loro evoluzione per aspettare noi, per poter cambiare dimensione. Per questo sono venuti I profeti ad avvisarci della fine del tempo per decidere tra il bene e il male. Solo chi decidera’ per il bene, ossia chi anela a che si possa vivere in pace e fratellanza, potra’ accedere alla nuova dimensione. Per questo ci hanno parlato di separazione del grano dalla paglia.

 

Questo e’ ben diverso da come viene descritto il gioco della dualita’ negli ambienti new age, e da come viene suggerito di superarlo: non facendo piu’ alcuna distinzione tra cio’ che e’ bene e cio’ che e’ male. Perdere completamente il discernimento.

 

Ci dicono che per superare la dualita’ occorre fondere bene e male in Uno.

 

Ci dicono anche che il bene non puo’ esistere senza il male e viceversa.

 

Chi ce lo dice? Dove siamo qua, in questa dimensione? Nel Regno di chi? Chi e’ che ha interesse a che perdiamo il discernimento? Chi e’ che ha interesse a che fondiamo il bene e il male in Uno?

 

Avete capito chi e’ stato il primo che ha voluto sperimentare il Male? Quello che ha voluto prendere il posto di Dio e dominare sugli altri? Lucifero, o Satana. Ecco perche’ si dice che era

un angelo di Luce. Ma era un angelo di Luce come tutti noi, ne’ piu’ ne’ meno, perche’ Dio ci ha creati tutti uguali. E dove sara’ ora secondo voi quel Lucifero? Stara’ nelle dimensioni piu’ elevate, perche’ tanto grande ci fa credere di essere, o non sara’ proprio qui, nella nostra dimensione, che e’ l’unica in cui gli e’ consentito stare per sperimentare tutto il male che desiderava? Quel Satana che vi fa credere di non esistere o che vi fa credere di essere il vostro salvatore o il Dio di questo pianeta, o quel poverino che tutti abbiamo malgiudicato ma che operava per il nostro bene? Quello che vi fa credere che la sua funzione e’ di permettervi di apprendere? E lui, quando apprendera’? Quando apprendera’ che non puo’ prendere il posto di Dio, e che solo obbedendogli avra’ tutto il potere che vuole?

 

Presto sara’ il momento di Lucifero di giocare le sue ultime carte. Il suo altro nome e’ l’Anticristo, o il Dio ombra. Non e’ che un nostro fratello, facente parte dell’Unico Figlio di Dio con ne’ piu’ poteri ne’ meno di noi. Pero’ qui grazie alla sua opera di illusionismo ha fatto tanti proseliti, tanta gente che si prostra di fronte al Dio Denaro, al Dio Potere. Egli promette potere, il potere dell’ego, che non e’ nulla di fronte al potere della Liberta’ di vivere nei meravigliosi mondi senza limiti dell’Amore….ma il ricordo di questi mondi e’ sbiadito nei cuori dei piu’…hanno perso la strada di casa.

 

Tu SEI l’intero universo. Ma sei molto di piu’ di cio’ che chiami I cieli, e il cosmo, e l’universo fisico. Questa non e’ che una goccia nell’oceano della creazione, una goccia nell’oceano infinito dell’esperienza che e’ Dio.

 

L’intero universo come lo vedi, la grandezza dei cieli, I corpi della terra, I pianeti, il sole, le stelle, e’ un aspetto infinitesimo di cio’ che sei. Non essere intimorito da cio’.

Solamente apriti alla meraviglia di cio’ che sei, e godine.

 

Tutto cio’ che vedi proviene da un luogo nel piu’ profondo del tuo essere, dove giace il Dio dentro di te.

 

Cos’e’ dunque il Regno di Dio? E’ il tuo stato naturale. E’ cio’ che sei. E’ la tua liberta’, senza restrizioni, di sperimentare qualunque cosa tu possa immaginare, quando vuoi e quanto vuoi.”

 

tratto da Journey Beyond Words a companion to the Course in Miracles book by Brent Haskell.

 

 

 

 

 

UFO DISCLOSURE , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Apparteniamo a una civiltà Extra-Terrestre di Tipo IV? Successivo Perchè Romania non deve rivelare una scoperta che ha cambiato il destino dell’umanità?

11 thoughts on “ANGELI IN ASTRONAVE

  1. Gabriella il said:

    Questa ricostruzione dei fatti mi sembra molto bella e utile, tuttavia non posso fare a meno di pensare a come sia possibile che uno spirito che vive in una dimensione di totale benessere e pienezza, e dove il Male non esiste, possa avere concepito un concetto che non esiste, cioè il Male, e sviluppato il desiderio di sperimentarlo.
    E’ l’eterno dilemma: se Dio ha creato tutto ciò che è – da dove viene il Male?

  2. Anna il said:

    Beh, sembra che il pensiero iniziale non sia stato esattamente di sperimentare il male, ma di sperimentare a vivere senza il nostro Creatore, che ha portato a vivere male. Come spiriti che potevano sperimentare qualunque cosa ci e’ venuta in mente anche questa cosa, essendo creature di un Creatore avevamo bisogno di verificare da noi la validita’ delle sue leggi, come i bambini che vogliono provare a tutto e sfidano i propri genitori…e’ una possibilita’ che Dio ci ha concesso affinche’ fossimo totalmente liberi e autonomi nel pensare…

  3. Gabriella il said:

    Ho stampato e letto Angeli in astronave incuriosita dai brani pubblicati qui. Non valeva la carta che utilizzato per stamparlo.
    Questo racconto è chiaramente un’invenzione dell’autore, il quale, in tutta “umiltà” racconta di aver incontrato i cherubini la Madonna, Gesù ed essere assistito nella lettura della Bibbia nientemeno che da Dio stesso.
    Tutto il libro non è altro che una noiosa e pedissequa citazione di passi della Bibbia e del Vangelo, ed è scritto con lo stesso linguaggio arcaico di questi testi.
    Questi astronauti non fanno altro che invitare a leggere la Bibbia e affermare che “presto” ciò che vi è scritto si compirà. Nel frattempo sono passati 34 anni e non si è visto niente.
    E Biglino ci ha spiegato chiaramente di cosa parli in realtà la Bibbia!

  4. Anna Flores il said:

    E perche’ mai qualcuno dovrebbe inventarsi di avere incontrato la Madonna e Gesu’ su una astronave? Se voleva farsi bello fingendo di averli incontrati avrebbe semplicemente detto che gli erano apparsi su una collina, o mentre meditava…perche’ tirarsi addosso l’incredulita’ della gente tirando in ballo gli extraterrestri?

    Ed e’ proprio la traduzione di Biglino della Bibbia che da’ conferma del coinvolgimento extraterrestre nella nostra genesi e storia antica.

    E a conferma di cio’ gli scheletri dei nephilim o giganti sono stati ritrovati nella base extraterrestre dei monti Bugeci, che abbiamo pubblicato in questo articolo:

    http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=8551

    Per la stessa ragione per cui e’ stata vietata la divulgazione ufficiale della notizia dei Bugeci, cosi’ la bibbia e’ stata tradotta in modo da occultare questi fatti.

    “Biglino si occupa in particolar modo delle conoscenze tecnologiche degli Elohim come i sistemi di comunicazione, l’Arca dell’Alleanza e i cherubini che la Bibbia descrive come macchine volanti.”

    Descrizione di Il Dio Alieno della Bibbia – Libro

    Questa pubblicazione rappresenta la prosecuzione naturale del precedente lavoro di Mauro Biglino dal titolo: Il libro che cambierà per sempre le nostre idee sulla Bibbia – Gli dèi che giunsero dallo spazio?

    Sono stati scritti molti testi che affrontano il tema della possibilità di contatti con civiltà extraterrestri; libri che hanno formulato l’ipotesi che tali civiltà siano all’origine della nostra nascita e della nostra evoluzione sia fisica che culturale. Questa ricchissima produzione libraria affronta l’argomento citando e analizzando alcuni passi dell’Antico Testamento sulla base delle traduzioni conosciute, di quelle versioni della Bibbia che tutti possediamo. Ma c’è la possibilità di saperne di più, di andare più a fondo, di trasformare le ipotesi in certezze confermate, di avere riscontri precisi?

    Partendo dall’Antico Testamento queste pagine proseguono il racconto di ciò che ancora non era stato evidenziato o, ancora peggio, era stato volutamente dimenticato o variamente interpretato allo scopo di celarne i potenziali effetti dirompenti.

    I temi affrontati nel presente libro ci hanno portati a formulare sorprendenti risposte a domande come:

    I due racconti della creazione dell’uomo contengono riferimenti al DNA alieno e umano?
    Che cosa è veramente successo nell’Eden?
    Da dove sono giunti i Nefilìm (i giganti)?
    Cosa era il [ruàch] degli Elohìm?
    Chi erano veramente gli angeli?
    I Cherubini erano angeli o macchine volanti chiaramente descritte?
    Satana e Lucifero sono veramente esisti o sono una invenzione teologica?
    Yahwèh comunicava con Mosè attraverso un sistema radio?

    http://www.macrolibrarsi.it/libri/__il-dio-alieno-della-bibbia-libro-mauro-biglino-libro.php

    Per quanto riguarda l’avverarsi di quanto predetto non siamo lontani, per come si stanno evolvendo le cose.

    La Madonna continua ogni mese a dare un messaggio a Medjugore. Ha detto che quando i messaggi termineranno sara’ l’ora zero. Per rimanere aggiornati sui suoi messaggi e vedere quando termineranno:

    http://profezie3m.altervista.org/ptm_cap4.htm#Medjugorje

    Per sapere qualcosa dei dieci segreti:

    http://medjugorje.altervista.org/doc/10segreti/mirjana.html

  5. Anna Flores il said:

    Nell’ apparizione di Fatima la Madonna produsse il miracolo del doppio sole: il secondo sole altro non era che una astronave sferica di luce, come tante ne sono state fotografate.

    E la tecnologia usata a bordo dell’astronave nel libro Angeli in Astronave per mostrare ai terrestri la conformazione del corpo umano, e la scena della famigliola, e’ la stessa ritrovata all’interno della piramide dei monti Bugeci che racconta la vera storia dell’umanita’, quella che non ci vogliono rivelare: la tecnologia forma degli ologrammi nella stanza in tre dimensioni con accadimenti del passato, o del presente, o del futuro, con oggetti e persone che sembrano essere veramente presenti.

    Nel libro poi ci sono altre spiegazioni affascinanti, che per brevita’ non ho riportato, sul funzionamento dell’evoluzione nelle varie dimensioni, che si complementa perfettamente con la esperienza di premorte (la NDE) che ho citato e che si trova pubblicata in questo blog.

    Quando la realta’ e’ troppo differente dalle nostre idee consolidate e piu’ facile rigettarla come fantasia, invece di aggiornare la nostra idea della realta’…

  6. Renzo il said:

    Io leggo volentieri molte cose rivolte al personale progresso, ma infine trovo sempre più rafforzata la convinzione che i Veda sono conoscenza.
    Nei Veda è spiegato che esistono nell’Universo 8.400.000 specie di esseri, tra cui 400.000 sono esseri Umani, per cui se in questo pianeta ne possiamo vedere (a caso) una ventina, dove sono gli altri? è chiaro che sono sparsi nell’Universo.
    Dai pianeti superiori possono venire quì e manifestarsi se lo desiderano in quanto più evoluti e con corpi più eterici.
    Nel sole hanno corpi di fuoco, il corpo è la manifestazione materiale della coscienza, pertanto ci si può elevare a pianeti superiori come pure tornare nel regno animale o vegetale dove non è più possibile nuocere come invece può fare l’uomo, che a differenza delle altre specie, dispone di intelligenza che gli permette di fare “il salto finale” o di regredire a spece inferiori.
    Nei Veda c’è insomma ogni cosa utile o meglio essenziale per la Nostra comprensione intesa a condurci al Puro Amore per il Supremo, che è lo stadio finale dell’evoluzione dove non ci saranno più corpi fisici, bensì solo l’originale corpo Spirituale Eterno.
    Tanti cari saluti ad ogni ricercatore del Sè Spirituale.

  7. Ciao Renzo,
    è sempre piacevole leggerti.
    La tua Coscienza è ampia ed elevata.
    mi daresti ulteriori dettagli su dove approfondire la questione Veda.

    un caro saluto

  8. emy il said:

    La stessa cosa che stavo pensando prima di leggere Divine A. Piacerebbe anche a me approfondire qualcosa sui Veda !

    saluti a tutti

  9. Renzo il said:

    Caro Divine, mi fa molto piacere questa domanda perché mi permette di offrirti un contatto assolutamente superiore ed affidabile ed è: http://www.marcoferrini.net/
    Lui è un puro Devoto del Signore ed ogni Sua parola ci da da riflettere e comprendere per il Nostro Beneficio Supremo.
    Te lo consiglio di Cuore, ogni Tua possibile domanda può avere da Lui una risposta esauriente.
    Tiene Conferenze e Seminari di aggiornamento a psicologi, psichiatri, medici e chiunque lo voglia.
    Potrai ampliare il Tuo blog con grande beneficio citando frasi di comune interesse.
    Ti do anche il mio ind.mail: [email protected]
    Ma il Suo è molto più importante ed affidabile.
    Cari saluti.
    Renzo

  10. Renzo il said:

    Cara Emy, Ti ringrazio molto, mi sei molto Cara e Ti rispondo volentieri, sperando non approfittare della bontà della bravissima Tanja, che è una sorta di Angelo in Terra.
    Un link: http://www.c-s-b.org/it/
    Entrambi i link citati sono Di Marco Ferrini, il quale nelle Sue preziose spiegazioni fa sempre riferimento ai Veda e dai quali è possibile ottenere i libri.
    Cosiglio però, di partecipare ad una conferenza, o chiedere comunque via scritto quel particolare libro dove trovare ciò che ci sta maggiormente a Cuore in questo momento.
    Alla fine Conferenza, è possibile parlare con Lui od uno del Suoi bravissimi Studenti e chiedere a Loro che ci possono aiutare alla scelta più adatta.
    Io ho difficoltà nel solo scrivere la mia storia, Lui tiene una Conferenza o Seminario e così come parlato diventa testo di studio.
    Tanti cari saluti a Tutti.
    Renzo

  11. emy il said:

    Grazie Renzo ,della tua disponibilità ,
    magari ,potessi partecipare a qualche sua conferenza ma sto
    in Calabria ,non mi è facile e possibile allontanarmi per vari motivi
    e qua ,purtroppo non ci stanno quasi mai congressi su certe tematiche ,ma grazie davvero tanto per i consigli e siti consigliati ,proverò magari a scrivergli …ho sempre sentito la curiosità di approfondire sui Veda ma si trova poco .Grazie anche a Tanya ! Renzo anche tu mi sei caro ,si sente che sei un Anima buona e desiderosa di aiutare gli altri al progresso Spirituale!

    Un abbraccio a tutti

I commenti sono chiusi.