Fulmine spezza un pollice al Cristo redentore di Rio de Janeiro – che messaggio ci porta

BRAZIL-WEATHER-STORM-LIGHTNING-CHRIST THE REDEEMER
BRAZIL-LIGHTNING-CHRIST THE REDEEMER
751993-43b1e036-7fd0-11e3-89a5-f01a1cd39a6c
751058-2b66195c-7fd0-11e3-89a5-f01a1cd39a6c751114-37b380dc-7fd0-11e3-89a5-f01a1cd39a6c Lightning strikes next to the statue Christ the Redeemer in Rio de Janeiro
Rio de Janeiro, 18 gen. (TMNews) – Un fulmine ha colpito giovedì sera la statua del Cristo redentore di Rio de Janeiro, simbolo della città e del Brasile, spezzandole un pollice. Stando a quanto riportato dai media, il responsabile del santuario, padre Osmar Raposo, ha annunciato ieri che la statua, altra 38 metri e situata alla sommità del monte Corcovado, 710 metri sopra le famose spiagge della città, sarà restaurata all’inizio di febbraio.
Le immagini riprese dagli elicotteri e diffuse da G1 hanno mostrato come il fulmine abbia spezzato metà del pollice destro.
L’istituto nazionale per le ricerche spaziali (Inpe) ha precisato che sono stati oltre 40.000 i fulmini che hanno illuminato il cielo dello Stato di Rio durante le tre ore di tempesta, che ha causato anche la caduta di decine di alberi e l’allagamento delle strade. (fonte Afp)
18 gennaio 2014
http://notizie.tiscali.it/feeds/14/01/18/t_02_20140118_000025.html?ultimora
Ormai i lettori regolari di questo blog mi conoscono abbastanza bene.
Io in tutto cerco e vedo un significato, un messaggio perchè so che nulla
succede per caso e tutto ha un senso.
Subito mi sono chiesta:
Perchè è colpito proprio il pollice di mano destra?
Che cosa dobbiamo vedere?
Vi darò le mie spiegazioni, ma voi dovrete provare a cercare le vostre
perchè tutti i messaggi sono filtrati tramite i nostri personali angoli di
vista.
Nell’iconografia cristiana, Cristo viene definito “la mano destra di Dio”
I mudra dell’India (diverse posizioni delle dita delle mani)  sono noti per i
loro molteplici significati.
Per i mussulmani il numero cinque delle dita simboleggia i pilastri
dell’Islam: la rivelazione della fede, la preghiera, il pellegrinaggio, il
digiuno e la carità.
Una delle simbologie legate al numero cinque delle dita della mano
rimanda anche, secondo alcune tradizioni, agli “elementi” e al loro
ordinamento sul mondo (nell’Alto Medioevo, aveva questo significato
sulle pietre tombali della setta balcanica dei Bogumili)
I dizionari di simbologia definiscono il pollice come un simbolo fallico:
rappresenta la forza creatrice; è lui che conferirebbe alle altre dita della
mano, alla mano intera, la sua potenza di presa.
Il celebre pollice oppositivo, di cui parlano anche i paleontologi e gli
evoluzionisti, proprio dell’uomo.
Il pollice della mano, fra tutte le dita, è quello da cui trarre maggiori
indicazioni sui punti di forza e di debolezza dell’essere umano.
Rivela il bagaglio ereditario e delle funzioni intellettive.
Ogni dito è collegato con un meridiano energetico del nostro corpo e a un elemento del nostro corpo.
Così il pollice rappresenta l’ETERE ed è collegato con il CERVELLO.
La parte destra del nostro corpo è coordinata dal emisfero sinistro del cervello.
Seguendo questa logica
Il pollice di mano destra è colpita per indicarci che dobbiamo usare di
più la forza creatrice del emisfero destro del cervello.
La capacità di percepire in modo globale un quadro, una mappa o un
insieme di immagini, cogliendo i rapporti presenti tra gli elementi che li
compongono, è una dote tipica dell’ emisfero destro.
 
L’ emisfero destro è il “poeta”, più specializzato nell’elaborazione visiva e
nella percezione delle immagini, nella loro organizzazione spaziale e
nell’interpretazione emotiva; più sommariamente, al cervello poeta
spetta la percezione globale e complessiva degli stimoli.
Tanja
Senza categoria , , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Sempre più visibili - Spagna 17.01.2014. Successivo Fare subacqueo come i pesci, senza le bombole d'ossigeno si può?

3 commenti su “Fulmine spezza un pollice al Cristo redentore di Rio de Janeiro – che messaggio ci porta

  1. Rosario Acito il said:

    Ottima Tanja la tua interpretazione mi convince…E’ Tempo di Liberarci dalle illusioni del mentale inferiore,ed Incorporare il Nostri Sé Superiori!!!! Questo evento simbolico Sento che dica proprio questo…!!!! Grazie…

    Pace&Amore

  2. Ciao Tanja, è una ottima deduzione la tua sul possibile significato di tutto ciò. ottima l’esortazione all’uso pieno dell’emisfero destro del cervello (quello creativo/intuitivo). io aggiungerei solo un possibile riferimento riguardo al fatto che il pollice è collegato al simbolo fallico e dell’energia sessuale umana. Non si pensi che se viene colpito indichi che ci si deve astenere dal sesso, ma che bisogna essere padroni di questa energia, esserne armoniosamente e giocosamente, i poetici utilizzatori, non esserne soggiogati. Infatti il linga/fallo è particolarmente sacro anche a Shiva, il propizio (di cui porto anche il nome!) egli in una delle innumerevoli cose che si narra su di lui, mentre era in meditazione ascetica, venne attaccato da Kama, dio della passione e del desiderio, che trafigge con la freccia gli uomini e li trascina con la forza delle passioni. Shiva allora lo distrusse folgorandolo con un fulmine scaturito dal suo terzo occhio, quello Unico della visione divina interiore. Tutto ciò stà a significare che ci dobbiamo impegnare nel cammino spirituale, essendo padroni delle nostre energie dominandole e non facendoci asserviti ad esse. …inoltre ci vedo anche un’altra lettura esoterica illuminante. Il pollice è il dito che si oppone agli altri. Ci suggerisce che è tempo di superare tutte le opposizioni, tutti i conflitti, “”è tempo di Unirsi in favore di una causa””… come è scritto per questo tempo nel libro maya del Chilam Balaam. … nessuna religione deve opporsi alle altre, ma tutte collaborare fra loro per la causa comune! Nessuna fede deve fare “il pollice” contro le altre, tutte servono alla causa unitaria del buon funzionamento della mano! ..questo anche io ci vedo. Ciao! Un abbraccio cosmico a tutti.

I commenti sono chiusi.