I cambiamenti che sto vivendo

1468793_497208253728049_1758323875_n

Quando ho aperto questo blog lo aperto per condividere il mio vissuto di cambiamenti vibrazionali in corso. E’ un tipo del mio diario di viaggio personale.

Coscientemente ho detto il mio SI a tutti i cambiamenti che stano succedendo ed ho accettato in piena responsabilità tutto che cosa vivrò come conseguenza di questa decisione.

Ultime 2-3 settimane erano molto intense per me, come al livello fisico così al livello psicologico, mentale ed spirituale.

Sta diventando sempre più difficile classificare che cosa mi sta succedendo un una di queste categorie. Fisico, psicologico, mentale, spirituale sono diventati interconnessi in modo che è impossibile una esperienza mettere in una di queste categorie ed io neanche farò sforzo di provarlo fare.

Prima cosa che mi sono accorta era la mia perdita d’interesse di leggere e sapere che cosa dicevano e che cosa insegnavano antichi maestri spirituali e vecchi libri di storia. Questo mi è sorpreso perchè da sempre ero appassionata per quelli argomenti. Al improvviso tutto questo vecchio sapere non mi portava nessuna risposta. Dopo il primo momento di spaesamento ho realizzato che questo è successo perchè i loro consigli erano dedicati agli umani che vivono in dualità. Io credo che sono uscita dalla visione del mondo vissuto come duale. Si certo, succedono le ricadute occasionali ma in quelli momenti subito rientra la coscienza che sto guardando in modo vecchio e ritorno a vedere il mondo come quello che cosa davvero è. Vedo l’unità di tutto e ogni giudizio sparisce. I vecchi concetti, i vecchi consigli mi sono diventati inutili.

I nuovi non sono ancora scritti e, volendo o non volendo, se voglio muovermi in avanti, per forza devo sperimentare nuove strade, fino adesso inesplorate per me come anima in un corpo fisico che sta passando dalla dualità al unità.

I libri e testi di terapie naturali vedo anche in quel modo.

Preoccuparsi per la salute fisica, benessere fisico utilizzando i rimedi provenienti dalla natura significa di nuovo vedere l’aiuto come qualcosa di esterno e se tutto esterno è solo mia proiezione significa che questi rimedi esistono dentro di me. Cercare fuori è solo un inganno della mente e distrazione dal vero benessere.

 

Camminare tra i due mondi può provocare abbastanza confusione mentale. La nostra mente è abituata elaborare solo i datti dal mondo materiale ed adesso al improvviso hanno cominciato arrivare i datti insoliti ,che la mente automaticamente desidera mettere nei vecchi schemi e non riesce a farlo. Vedo la mia mente come un impiegato che lavorava per anni in un archivio e già a occhi chiusi poteva mettere nel fascicolo giusto,ogni atto arrivato. Adesso vedo quel impiegato con un mucchio di atti nelle mani come si gira, corre dal un fascicolo al altro ma nessuno di quelli è giusto. Quel impiegato è costretto rivedere tutto il suo lavoro precedente perchè è ovvio che non era tutto perfetto come immaginava. Ecco, la mia mente adesso sta riordinando tutto dal inizio ed nel archivio esiste un gran disordine. Questo provoca quella sensazione di confusione.

Mi sono accorta anche che sono inondata dalle sincronicità di tutti i tipi. Vedo significato in tutto. Vedo è sento messaggi indirizzatimi in ogni cosa intorno a me. Tutto ha un senso perfetto e se ho qualche dubbio indicazioni stano arrivando quasi istantaneamente.

Credo che mi sto allontanando da tutto quello che cosa mi legava al vecchio mondo.

Le persone intorno a me che ancora stano funzionando con i vecchi schemi mi sono diventate come un tipo di disturbo. Abbiamo sempre meno cose di condividere, abbiamo sempre di meno argomenti di parlare. Sembra come che usando stesse parole parliamo le lingue diverse. Io riesco capire che cosa mi stano dicendo loro, ma loro non riescono capire me. Allora quelle persone esistono vicino a me, condividiamo stesso spazio ma non ci tocchiamo. Alla loro insistenza di immischiarmi nelle loro drammi mi costringe di allontanarmi da loro o se continuano di farlo con insistenza, mi esprimo con chiarezza a che manca ogni senso di diplomazia. Squilibrio fra le vibrazioni tra noi è così forte che sta provocando anche un disaggio sentito fisicamente.

Per capirci, io non giudico il loro modo di vivere, solo dico che loro modo e il mio modo sono talmente diversi che la convivenza tra di loro diventa quasi completamente impossibile.

In molti casi loro con insistenza vogliono convincermi che il loro modo di vita è quello giusto e che io sto sbagliando. Mentre io non ho nessun bisogno di convincere nessuno di nulla. Non ho bisogno di dare le prove che il mio modo funziona per me.

Al inizio era molto difficile distaccarsi da tutte quelle persone perchè facevano parte della mia vita, ma adesso in ultimi tempi il distacco è diventato molto facile e senza rimorsi e sensi di colpa.

Trovarmi da sola non porta nessun peso. Al contrario porta un grande piacere e sensazione di pace. In quel spazio di pace io sto continuando sentire presenza di quelle altre persone, sento la compassione per le loro sofferenze vissute, ma sono anche cosciente che loro hanno scelto da soli questa strada e che il mio insistere di spiegargli qualsiasi cosa avrebbe un effetto anche controproducente. Loro se vogliono sentiranno la chiamata interna ed risponderanno a quella chiamata(di nuovo se desiderano), seguendo le guide che arrivano dal intuizione. Provare a costringerli di cambiare la loro vita sarebbe una violenza nei loro confronti.

Mi sono accorta anche che tutte quelle unioni sociali che stano funzionando sui vecchi schemi si stano sgretolando, si stano spaccando. Per una ragione o altra, nelle unioni basate sulle autorità, di qualsiasi tipo, stano succedendo i scontri molto violenti anche se magari solo verbalmente. Ogni uno in quelle unioni sociali vuole provare che proprio lui ha ragione e sta usando i mezzi di scredito personale di concorrente di turno.

La mia spiegazione di tutto questo è che tutti loro sentono flusso di nuove energie ed istintivamente stano iniziando sentire rifiuto di ogni costrizione. Ma in stesso tempo non hanno ancora oltrepassato la soglia di comprensione che proprio loro vogliono costringere altri a qualcosa. Nella loro mente loro si vedono come salvatori, come qualcuno che vuole aiutare gli altri e se loro non gli ascoltano vivono un vero dramma che si manifesta in modi molto aggressivi verso oppositori o contestatori. Sentono che le persone sono ingrate per tutti quelli loro sforzi fatti per aiutare gli altri.

Si vedo questa divisione, la osservo e l’accetto come un processo normale di disintegrazione del vecchio che farà spazio al nuovo.

In queste ultime 3 settimane è aumentata la forza di intuizione. La voce interna è sempre più forte ed diventa sempre più facile a sentirla e seguirla. Già dal momento quando mi sveglio divento cosciente di certi interessi della giornata e come per miracolo le sincronicità mi portano tutte le informazioni legate a quel interesse. Se, per caso, voglio fare qualcos’altro, una marea di imprevisti si abbatte sulla mia strada. ( Il pc si spegne da solo; o, proprio quando volevo concentrarmi su qualche argomento suona telefono o arriva qualche visita in casa; o…. tante altre cose diverse). Alla fine riesco finire quello che cosa ho iniziato ma con uso di tante energie e sforzi. Queste esperienze mi hanno insegnato che è meglio seguire il flusso che sento dentro di me, anche perchè ,in fine si dimostra che proprio questa cosa mi ha portato verso la meta che volevo raggiungere.

Seguire il flusso per me non è una cosa generale. Quel flusso è individuale perchè tutti ci troviamo qui con un diverso scopo della vita che qualche volta ci fa incrociare le strade e qualche volta ci sta facendo separare. Ma importante è seguire quel proprio flusso individuale.

Per oggi mi fermo qui.
Il viaggio continua….

Tanja

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

IO SONO....... ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Indonesia, il vulcano Kawah Ijen e il mistero della lava blu Successivo Straordinaria scoperta: gli scienziati trovano un secondo codice nascosto all’interno del DNA

14 commenti su “I cambiamenti che sto vivendo

  1. paolo fanzaga il said:

    ..è molto bello ciò che hai scritto Tanja, anch’io a volte mi ritrovo in quello che dici, anche se la mia mente è ancora molto spesso simile a quell’impiegato che lavora ad occhi chiusi, ma so il tempo per ognuno arriva quando deve arrivare..
    un caro saluto
    Paolo

  2. Paolo il said:

    E’ molto emozionante leggere queste “analisi personali” avendo a disposizione strumenti (esperienza personale) che permettono di tracciare una linea comune, soprattutto per quanto riguarda il relazionarsi con gli altri. Cercherò di essere riassuntivo il più possibile nel raccontarvi cosa ho vissuto io negli ultimi anni. Tutto è iniziato perchè giudato dalla voglia di conoscermi (chi sono io e perchè sono presente ora sulla terra), per questo mi sono avvicinato alle tecniche meditative. Da subito ho notato che la mia mente era un autentico diavolo (non riuscivo a farla star zitta per più di 10 secondi consecutivi), ma con tanta buona volontà ho cominciato a lavorare su di me e incredibilmente, dopo pochissimo “lavoro”, ho cominciato a controllarla e subito a vedere “cose dell’altro mondo”… occhi verdi ben delineati che mi fissavano, forme geometriche tanto belle quanto assurde e addirittura una immagine di un alieno (struttura fisica assai simile alla nostra con capelli lunghi) con al suo fianco un’altro essere gigante del quale però riuscivo solo a vederne i contorni. Una volta mi si presentò un’immagine di un ufo inseguito da 2 caccia militari, un’altra volta una ragazza sdraiata su un prato che mi indicava una zona al di la di una recinzione. Dopo questo eventi ho passato un brutto momento fisico (parecchie settimane) dove non solo non riuscivo più a meditare, ma ero indebolito, senza voglia di far nulla, oserei dire quasi vuoto. Ora so cosa ho vissuto in quei momenti, ho chiamato energie che prima mi hanno destabilizzato perchè nuove, ma poi piano piano capendole e accettandole ho cominciato a farle mie. Dopo un periodo di acclimatazione sono arrivato altri “aggiornamenti” e durante una serie di sogni ho avuto alcune rivelazione che per ora preferisco tenere per me. Un pomeriggio dopo aver meditato per ore e dopo aver raggiunto un livello di pace interiore assai rara (almeno per me) ho ricevuto una visione … con gli occhi chiusi sdraiato sul letto ho visto me stesso risvegliarsi all’interno di un essere di luce enorme come se io fossi una piccola parte di quell’essere. Questo essere (ora posso dire con sicurezza che si trattava del mio Se Superiore) è composto da un’infinità di altre “entità” che vivono nel suo corpo come in una danza di luce continua. Non so come altro descrivervelo… ora so che io sono parte di un’entità enorme, lucente, che manda noi (sue sfaccettature) in giro per universi e mondi a far esperienza per poi tornare da lui e arricchire la nostra essenza, per diventare sempre più saggi e proseguire nella giostra dell’evoluzione. Nel 2013 è accaduta una cosa che mi ha davvero destabilizzato per tanti giorni, ho cominciato a sentire bisbigli ovunque. I bisbigli sono diventate parole e alla fine ho cominciato a comprendere cosa mi veniva detto… per ora so che devo fortificare il corpo, far arrivare il respiro in ogni mia cellula e soprattutto devo sempre respirare in modo cosciente senza apnee (c’è una frase che vi viene sempre ripetuta, alcune volte anche con tono forte perchè magari ancora cado nella trappola dei pensieri inutili…questa voce mi dice: “respira… bene ora rilassati”, solo il sentire il suono di quella voce mi tranquillizza all’istante. Ora dopo conversazioni e conferme ora si di aver fatto un accordo prima di arrivare, “trattare male” il mio corpo (fumo, alcool e….) per poi riprendere il controllo, ancorare energie di guarigione e portarle a terra per poterle condividere con gli altri. Mi viene detto che nulla accadrà magicamente, chi vuole cambiare “piano” deve lavorare, pulirsi, osservarsi, perchè nessuno può fare il lavoro per gli altri. Chiudo con un consiglio (credo di poterlo dare perchè ho sbagliato approccio e penso di potervi semplificare il percorso) .. all’inizio non siate troppo curiosi, non entrate in meditazione solo con lo scopo di sapere, perchè così facendo si rischia di attrarre a se entità compatibili con la vostra vibrazione del momento, e se la vibrazione del momento è bassa, be allora sapete che tipo di entità potrebbero presentarsi (io sono stato invitato a lasciare mia moglie oppure tra le primissime meditazioni ho sentito nitidamente la parola “spavento” che mi ha provocato quasi un’infarto visto che ero totalmente immerso nel nulla). Non voglio spaventare nessuno, ma il lavoro va fatto in maniera cosciente e quindi prima di tutto ci si deve osservare, cancellare in noi tutti gli atteggiamenti e i pensieri “cattivi” e chiedere che vengano sostituiti con amore, pure amore… quello vero e non quello arcontico. Spero di esservi stato utile… buon risveglio a tutti.

    • Tanja il said:

      Grazie Paolo. Ho letto la tua testimonianza con grande interesse. Anche tu mi hai confermato quello che sentivo anch’io. La meta è una ma le strade esperienze per arrivare lì sono diverse talmente diverse che esistono una separata per ogni uno di noi. E bello poter apertamente scambiare le nostre diverse esperienze. Grazie dal profondo del mio cuore.

  3. Grazie Tania,… ho riletto più volte il tuo articolo cercando spunti utili sulla sincronicità. Mi ci ritrovo abbastanza. Non conosco le motivazioni che ti hannno spinto a questa ricerca così intima…posso dirti che io l’ho percorsa attraverso la preghiera in quanto vessata da anni di tribolazioni che mi hanno colpita e per la mancanza di lavoro e per le malattie che hanno caratterizzato la vita dei miei genitori. Situazioni che si sono manifestate contestualmente facendomi vivere l’inferno procurandomi paure e stress prolungati. Ho sperimentato più o meno tutti i passaggi da te descritti….l’allontanamento di persone inutili, discorsi vacui o pieni di pregiudizi, disinteresse per passioni che non conducevano a nulla, confusione mentale ed ambientale, disagio per tutte le notizie dei media,…..Ho chiesto aiuto a Dio accettando la vita che mi si preannunciava per essere di sostegno a chi più di me ne aveva bisogno. Non l’ho capito subito ma piano piano…. Parlavo a me stessa come se fossi stata un’altra, ed agivo in armonia, (lo faccio tuttora) senza tensioni, per nulla preoccupata anche dell’ ennesima bolletta in scadenza. Ho visto come l’impegno, l’amore, l’accettazione, il rinunciare in un certo senso ad imposizioni precostituite, hanno prodotto piccoli miracoli di sincronicità inaspettati, tali da avere quel di cui avevo bisogno nel momento appropriato. Ciò mi ha reso più fiduciosa e mi ha aperto verso il mondo in modo più giusto e compassionevole. Devo ammettere che pure la mia salute ne ha giovato in modo significativo e che l’intuito è divenuto mio prezioso alleato. Il punto è….parliamo della stessa cosà?… Sono ammesse strade diverse per arrivare ai cambiamenti che sto vivendo, per capire che sto vibrando oppure no? Ma soprattutto, è possibile ch’io prenda decisioni che implichino altri, (come la mia anziana mamma) per questioni che riguardano la salute semplicemente intuendo quale sia la cosa migliore da fare pe Lei. Mi rendo conto che una domanda del genere, nel mondo terreno, scatenerebbe giudizi impietosi…. Ma vorrei sinceramente un tuo spassionato parere oltreché capire se questa, chiamiamola “ribellione al preconfezionato o irrazionalità”, possa davvero contenere la chiave per liberarci la mente?

    • Tanja il said:

      Patrizia,grazie per la condivisione. Io non so per quale motivo e perchè ho cominciato il mio viaggio verso me stessa. ma quello che cosa posso dire è che da quando ero piccolissima sentivo che qualcosa non quadra nel immagine che vedevo intorno a me. Come sono da sempre molto testarda e non mi accontento con le risposte servite sul piatto d’argento, ho cominciato cercare da sola. Possiamo definire che mia ricerca è cominciata per mia testardaggine e presunzione che nessuno sa nulla intorno a me? In una ricerca così solitaria non puoi avere indicazioni da fuori, così molto presto ho imparato a fidarmi nella guida di mie intuizioni. E così il viaggio continua già da tanto tempo.
      Fra tantissime cose che ho imparato era che non devo mai dare i consigli. Posso esprimere la mia opinione o raccontare la mia esperienza, ma mai dire devi fare così, questo è unica soluzione.

      Si,parliamo di stesse cose.
      Se sono ammesse le strade diverse?
      Come lo vedo io le strade per forza devono essere diverse perchè ogni uno di noi deve giocare la propria parte in quel enorme organismo chiamato creazione. Che strada sceglieremo o faremo dipende solo di noi. Libero arbitrio è sacro in tutta la creazione.
      Riguardo la tua domanda se è possibile prendere decisioni riguardo salute di tua madre.
      Certo che puoi prendere decisioni. Sei libera di fare quello che cosa vuoi. Ma sei sicura che tua decisione non sara contraria alla decisione di tua madre o della decisione animica di tua madre? Spesso per non perdere le persone care facciamo di tutto per trattenerle vicino a noi. Ma prima di incarnarci qui ogni uno per se ha deciso che esperienze desidera vivere e quando e in che modo vuole abbandonare questo piano di esistenza.Certo, quando vedo che qualcuno sta soffrendo primo istinto è aiutarlo. Ma se quella persona non vuole essere aiutata? La costringeremo?
      Io personalmente preferisco apertamente parlare con la persona che sta soffrendo,l’ascolto, osservo le sue reazioni e mi lascio guidare dalla mia voce interiore. Ogni cosa che faccio per gli altri io chiedo il permesso alla sua anima. Non posso darti un altro consiglio, a parte di ascoltare te stessa e la risposta ti arriverà. Tu già conosci tutti i modi in cui stano arrivando le risposte- sincronicità, la voce interiore, intuizione.

      Non posso darti un mio spassionato parere di nulla perchè io sono appassionata di vita e di questa nostra ricerca avventurosa, ma quello che sento profondo dentro di me è che errori non esistono e che nessuno ci giudicherà un giorno quando ritorniamo alla fonte. Tutti noi siamo talmente amati in modo incondizionato che un qualsiasi giudizio non può esistere.
      Spero che ho risposto alle tue domande in modo a te utile.
      Grazie a tua partecipazione alla discussione e per le tue vibrazioni che ci hanno collegato anche qui.

  4. Giacomo il said:

    Ciao a leggervi mi sento tanto indietro. Io sono come dire.. all’inizio di questo viaggio, mi sento spinto al cambiamento e sto prendendo un sacco di decisioni che lasciano gli altri un po interdetti. Mi fa molto bene leggere le vostre esperienze perché mi sento un po’ meno solo. Lo so che è un viaggio solitario ma quando trovo qualcuno che è sulla mia stessa barca, anche se lo trovo solo sul web, mi prende un brivido di felicità. Sento che voglio vivere nell’amore e vorrei essere utile in questo mondo in evoluzione. In questo momento sto facendo gli esercizi di Bashar ma apparte un anno di buddismo fatto molto tempo fa sono completamente astemio di pratica. C’è un tipo di meditazione che mi potete consigliare da fare e inparare in solitudine? Grazie per le vostre esperienze. Giacomo.

    • Tanja il said:

      Giacomo, non essere influenzati con qualche religione o pratica spirituale può anche agevolarti. Sei libero di una parte di condizionamenti e puoi davvero creare TUA vera via personale.
      A me piacciono le cose semplici che si svolgono con naturalezza e senza inutili rituali. Per me la meditazione è il respiro. E’ semplice come respiro e si può praticare ovunque ed in ogni momento. Proprio cosi, io respiro, ma respiro coscientemente. Seguo il corso del aria quando entra nel mio naso, la sento come scorre verso i polmoni e immagino come va in ogni cellula del mio corpo, ed seguo l’aria nel suo viaggio verso l’uscita dal corpo. Questa cosa faccio ogni volta quando mi sento agitata e voglio scoprire perchè mi sento così.
      Non ci sono modi peggiori o migliori. Esiste solo un modo adatto o non adatto a te e sono sicura che lo troverai.

  5. Grazie per questa condivisione, mi hai fatto da specchio. Hai dato conferma al mio sentire. Nulla di ciò che era è in risonanza con il presente eccetto le esperienze che mi hanno portato ad essere cio che sono in questo momento.
    Grazie.
    Ti abbraccio fraternamente.
    Ivan

  6. Rosario Acito il said:

    Il Lavoro che Compie Tanja o che Compiono in questa Ultima Incarnazione 3D tutti i cosiddetti Operatori di Luce, Serve Essenzialmente ad Aprire la Via ad altri Fratelli che Aspirano all’Ascensione Finale in 5D…è un Lavoro molto difficile…Dare senza farsi trascinare Giù da Vecchie energie o da basse vibrazioni egoiche…ma Chi Ha Accettato questa Missione Finale E’ Stato Scelto Accuratamente dal Cielo…!!!! Grazie a te Tanja…e Grazie a Tutti i Fratelli/Amici Apripista della Luce…

    Pace&Amore

  7. Grazie ancora Tanja,….mi hai risposto in modo utile e dato una ulteriore spinta ad esplorare la mia vita.
    La mia ultima domanda era mal posta e tu senza saperlo hai risposto proprio nel modo in cui io percepisco il corpo animico di mia madre attraverso le sue esternazioni. In realtà ho già deciso che non sottoporrò più il suo fisico provato a nuovi esami o ricoveri, e con il medico curante limiteremo tutto a cure basiche. Non provo senso di colpa per questa scelta, me lo dice l’amore che provo per lei e la leggerezza della mia voce interiore.
    Ti ringrazio anche per il modo in cui mi hai salutata….cito testualmente “Grazie a tua partecipazione alla discussione e per le tue vibrazioni che ci hanno collegato anche qui”.
    Mi ha colpita quel “…vibrazioni che ci hanno collegato anche qui”. Che dire!!! Bellissimo sapere, o anche solo pensare, che ci sono luoghi dove già interagiamo…..
    A risentirci presto.

  8. Francesco ninivaggi il said:

    Ciao Tanja! Il articolo tuo è illuminante.condivido quello che hai scritto. Un caro saluto fra

  9. Prosit55 il said:

    Noi siamo Atomi che vivono nel seno di un Dio universale. Più grande è il nostro livello vibratorio e più facilmente ci riconosciamo in sincronicità con gli altri Atomi, o meglio Monadi a noi affini, che dividono i nostri stessi sogni. E a un certo punto inizia in noi l’esigenza della caccia al tesoro, il segreto dei segreti incomunicabile: la Materia pensante.
    Sottopongo ai lettori del Blog, quanto afferma Elifas Levi:
    E’ ben risaputo dalle persone colte e intelligenti, che i Saggi egiziani non adoravano né i cani, né i gatti. Il dogma segreto degli Iniziati era quello di Mosè come quello di Orfeo: un solo Dio universale immutabile come la Legge, fecondo come la vita, manifestato in tutta la Natura, pensante in tutte le Intelligenze, amante in tutti i cuori, causa e principio dell’Essere e degli Esseri. Invisibile, incomprensibile, ma esistente certamente perché nulla potrebbe esistere senza di Lui.
    Non potendolo vedere gli uomini l’hanno sognato, e la diversità degli dei non è altra cosa che la diversità dei loro sogni.
    Il RISVEGLIO è il riconoscimento dell’Unità Assoluta.

  10. Mi piace molto ciò che hai scritto.. pure a me sta capitando tutto ciò..
    Fa un po’ di paura perchè comunque fai anche fatica a riconoscerti, ti guardi allo specchio ed è come se non fossi più te..
    E’ solo un periodo che poi passa e si diventa migliori…

I commenti sono chiusi.