La divulgazione ufficiale è sempre più vicina e chiara

175026224-9408ffc9-eaab-4922-85eb-ded5aacb30ba

 

Pubblicato da: La Repubblica.it – Oggi  in rubrica Science 

“Un Ufo mi ha costretto a una manovra d’emergenza”: la storia di un pilota di linea inglese fa il giro del mondo

 

L’Airbus A320 volava a 34000 piedi non lontano da Heathrow. “Sono entrato in picchiata per evitare un oggetto cilindrico color argento che ci veniva addosso”,… …

continua …

Publicato da: La Repubblica.it – Oggi

 

TGcom24

Gb, un pilota di un Airbus: “Ho evitato la collisione con un Ufo”

“Un oggetto ovale mi ha costretto a una manovra d’emergenza”, racconta l’uomo. Peccato che i radar non abbiano rilevato nulla

 – “Un oggetto a forma di palla da rugby mi ha costretto a una manovra d’emergenza”. Non è l’inizio di un racconto di fantascienza, ma la testimonianza di un pilota inglese dell’Airbus A320 che si legge in un rapporto risalente al 13 luglio 2013. L’uomo ha infatti denunciato che un Ufo ha sfiorato il suo velivolo a 32 km ad ovest di Heathrow. I radar non hanno rilevato nulla. L’aereo si trovava a un’altitudine di 11 km.

Gb, un pilota di un Airbus: "Ho evitato la collisione con un Ufo"

“Ho pensato che la collisione fosse inevitabile“, ha detto il pilota al Telegraph, “perché non c’era il tempo di far cambiare direzione all’aereo”. La sua reazione è stata quella di far picchiare il bireattore verso destra. Il tutto senza poter avvisare né i passeggeri né l’equipaggio. Un hostess sarebbe rimasta ferita.

Subito dopo la manovra d’emergenza, il comandante ha segnalato l’evento ai controllori di volo ma i radar non hanno trovato traccia di alcun oggetto. Le autorità britanniche hanno anche escluso che si trattasse di un pallone meteorologico

http://www.tgcom24.mediaset.it/magazine/2014/notizia/gb-airbus-evita-collisione-con-un-ufo_2019425.shtml

 

UFO DISCLOSURE

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Rischiare tutto per amore della Verità Successivo Blackfish - storia di un'orca

Un commento su “La divulgazione ufficiale è sempre più vicina e chiara

  1. Rosario Acito il said:

    Siamo Pronti ad Aprirci alla Infinita Varietà della Vita Extraterrestre…Siamo Pronti ad Accogliere I Nostri Amati Fratelli dello Spazio…Ora!!!! Grazie…

    Pace&Amore

I commenti sono chiusi.