‘TAVOLA DI LEGNO ARTIFICIALE’ TROVATA SU MARTE

 

7 dicembre 2012 – Qualcuno della NASA ha rilasciato una foto che non dovrebbero avere, una foto di un pezzo di legno delle dimensioni di una trava di ferrovia, una foto che potrebbe arrivare da qualcuno  ucciso. Non ci sono dubbi che l’oggetto nella foto di sotto è un pezzo di legno. La NASA dichiara che Marte è un pianeta deserto senza nessun segno di vita . NASA non dice la verità, ripetutamente. Da dove un pezzo di legno di queste dimensioni viene? Ci sono vaste foreste su Marte, quelle che vengono tenute nascoste  dal pubblico. Questo pezzo di legno sembra che galleggiava nella sede attuale, essendo parzialmente affondata nel terreno. Il terreno intorno è molto interessante. Si nota la formazione di roccie piatte del suolo e le fessure tra di loro. Non vi sembrano già visteSembra essere il fondo di un lago essiccato. Ci doveva essere una notevole quantità di acqua in questo campo, l’acqua sufficiente a sollevare quel  pezzo di legno e portarlo  forse per diversi chilometri. Il Mars Reconnaissance Orbiter ha mostrato che vaste regioni del pianeta rosso sono state alterate dalle inondazioni. Questo effetto di stagno secco non dovrebbe essere nessuna sorpresa. Questa inondazione doveva essere accaduto negli ultimi trenta o quaranta anni, perché il legno è intatto, anche se questo è giudicare il tasso di decadimento per gli standard terrestri. Alcuni possono dire che Marte ha avuto l’acqua su di esso molto tempo fa e che aveva anche un ambiente, che è vero, ma un pezzo di legno non ha intenzione di sopravvivere per migliaia di anni. Entrambe le sonde orbitali vichinghe hanno filmato vaste foreste su Marte , anche se  la sonda del pianeta rossonon ha sparato un singolo fotogramma del film che mostra un albero. Questo è stato di progettazione. Le fotografie scatate da Viching mostrano  più di  semplici pochi alberi, ma piuttosto migliaia e migliaia di loro. Questi alberi sembrano essere molto più grande di alberi della Terra, con un sistema di foglia e il ramo che è unico per Marte. Il fogliame si estende molto più ampio rispetto a impianti simili sulla Terra , che salgono a chissà quali altezze. La spaziatura tra loro potrebbe essere il risultato dell’atmosfera morente di Marte. Fitte foreste più che probabile riempivanno ampie zone di Marte indietro ai tempi in cui si aveva un ambiente traspirante. Ci sono stati indubbiamente diverse specie di alberi, e diverse varietà di sottobosco, che ora sono  estinte. NASA può continuare a dire le bugie, ma le foto sono scivolato fuori e ci raccontano una storia. NASA ha pensato che il Rover Opportunity ha scattato una foto della zona di fronte ad essa, ma onestamente si aspettano da noi a dimenticare il pezzo di legno dimensioni di ferrovia  in primo piano? E ‘tempo per la NASA di essere chiara con il pubblico. E ‘tempo che  aterranno una di quelle rover in Cydonia, la città Inca, o in una delle foreste. L’immagine presentata è ad alta risoluzione, che proviene da qui

site_B115_navcam_180_cyl_L-B118R1.jpg

Traduzione – Tanja

Read more: http://www.disclose.tv/news/Artificial_Wooden_Plank_Found_On_Mars/87199#ixzz2EXepGGh1

I SEGRETI SVELATI, Scienze e tecnologia, SPAZIO

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente MONTI accelera le dimissioni Successivo PERDONARE?