Conversazioni con Dio

1

Conversazioni con Dio (2006)

[Conversations with God, USA 2006, Drammatico, durata 109′]

Regia di Stephen Deutsch

Con
 Henry Czerny, Vilma Silva, T. Bruce Page, Ingrid Boulting, Zillah Glory, Abdul Salaam El Razzac, Jerry McGill, Michael A. Goorjian, Michelle Merring, Brenna Haukedahl

La trama

La storia (vera) di Neale Donald Walsch, che in seguito a un incidente perse il lavoro, scivolando nell’indigenza e finendo per diventare un homeless. E che poi, nel tentativo di risollevarsi dal baratro in cui era caduto ha finito per diventare una sorta di  “messaggero spirituale”, autore di un bestseller venduto in tutto il mondo.

Neale Donald Walsch è un messaggero spirituale dei nostri giorni le cui parole continuano a toccare il mondo in maniera molto profonda.

Vive ad Ashland nell’Oregon (USA) con la moglie Nancy assieme alla quale ha fondato ReCreation, un’organizzazione non-profit il cui scopo è diffondere il messaggio di pace e serenità contenuto nei suoi scritti.

Walsch da diversi anni conduce una popolarissima trasmissione radiofonica dell’ Oregon ed è diventato famosissimo con la trilogia di “Conversazioni con Dio” diventata un caso editoriale mondiale.

“Qualche anno fa iniziai a ricevere delle risposte alle mie domande sull’abbondanza, sul denaro e su ciò che molti chiamano il giusto modo di vivere. Credo che provenissero direttamente da Dio. Ricevendole, ne restai così impressionato che decisi di scriverle”

Neale Donald Walsch

Il risultato è un best seller internazionale. I tre libri in cui sono stati raccolti i suoi “Dialoghi con Dio” sono stati tradotti in ben 27 lingue riscuotendo grande successo ovunque.

Neale Donald Walsch afferma anche che non è necessario credere nella provenienza delle sue risposte per poterne ricevere beneficio. E’ necessario soltanto restare aperti alla possibilità che possa esistere qualcosa che molti umani non comprendono bene, riguardo all’abbondanza. Qualcosa che potrebbe cambiare tutto…

Innumerevoli sono state finora le conferenze in giro per il mondo e incontri con il pubblico nelle librerie per autografare copie del libro. Ma il risultato più importante è che adesso milioni di persone in tutto il mondo si stanno svegliando e ricordando il loro collegamento con Dio.

Ciò che fa presa sul pubblico di tutto il mondo è il bel messaggio di amore universale contenuto nei suoi libri.

Walsch è anche uno dei maestri che hanno partecipato al fenomeno editoriale di “The secret”.

“Dio non ha scelto me. Dio sceglie chiunque. Dio parla ad ognuno di noi, continuamente. La domanda non è “A chi parla Dio?” La domanda è “Chi lo ascolta?”

Neale Donald Walsh

 

conv ndw

Neal Donald Walsch

Il film racconta la storia vera dello scrittore Neale Donald Walsch, un uomo che conduce un’esistenza senza scopi ben precisi.

In un momento particolare della propria vita, a causa di un incidente, perde il lavoro e si ritrova solo, senza un tetto sopra la testa: per un periodo di tempo, fa parte di una comunità di barboni che diventeranno suoi amici. Distrutto dalla frustrazione per la propria vita, inizia pian piano a rialzarsi per ricominciare a vivere…

Senza mai abbattersi del tutto, Neale riesce a trovare un nuovo lavoro in una radio locale, trova anche una piccola casa dove vivere ma, dopo pochissimo tempo, la radio per la quale lavora va in fallimento e Neale ricade nello sconforto più totale, anche con momenti di rabbia.

Tuttavia, questa volta qualcuno risponderà ai suoi perchè: Dio in persona inizia a comunicare con lui e da queste conversazioni Neale inizierà a trascrivere dei libri per risvegliare la coscienza nelle persone. Anche se questo film può sembrare un po’ sconclusionato nella tecnica e nella forma con la quale è stato girato, quello che a noi interessa è il contenuto: il messaggio che viene inviato – ancora una volta – è che l’Amore è la chiave per tutto.

Con l’aiuto dell’amica Leora, Neale scriverà ciò che Dio gli comunica. I suoi libri sono amati da moltissime persone, che lo ammirano e lo seguono, riaprirà i cuori degli altri al perdono, aiutando gli altri riscatterà la vita che aveva avuto fino a quel momento.

Vi lascio ad un dialogo, estratto dal film, che illustra sapientemente i modi in cui le scelte che facciamo durante la nostra vita possono portarci alla disperazione senza sapere che siamo stati noi stessi a farli avvenire. Solo guardando gli avvenimenti da una prospettiva più ampia ci rendiamo conto del vero significato delle nostre azioni.

DONNA: Sono stata ai suoi incontri, Signor Walsch, e ho letto il suo libro, un libro che parla di un Dio amichevole e di un Universo altrettanto amichevole…

NEALE: Ma lei non ci crede, vero?

D: Io credo che il suo Dio sia un Dio vendicativo, adottai mio figlio quando aveva sei mesi, perché mi dissero che non potevo avere figli, non dicemmo a Jimmy che era stato adottato finchè non fu abbastanza grande da poter capire, a 14 anni decidemmo che era il momento giusto. I suoi voti peggiorarono, il suo atteggiamento cambio, iniziò ad avere problemi a scuola, era diventato intrattabile, ce l’aveva con sua madre perché l’aveva abbandonato e con noi perché glielo avevamo detto, era arrabbiato con il mondo intero. L’unico modo per riuscire a calmarlo, fu promettergli che quando avrebbe compiuto 18 anni avremmo trovato sua madre, l’avremmo trovata a qualsiasi costo, gli promettemmo che avrebbe conosciuto sua madre.

N: E dopo questo il suo atteggiamento cambiò?

D: Solo marginalmente, il figlio che conoscevamo, il figlio che amavamo tanto teneramente, non c’era più e non volle più chiamarmi mamma. E quando Jimmy compì 18 anni, fu investito da una motocicletta, un conducente ubriaco, uccise il mio Jimmy. Quindi la prego di illuminarmi circa la sua definizione di un Dio amichevole, perché non capisco come possa un Dio amichevole permettere che dei genitori che amano il loro figlio incondizionatamente, passino un simile inferno. Che cosa dice ora il suo Dio, Signor Walsch?

N: Come ti chiami?

D: Georgia.

N: Georgia, tuo figlio è morto perché tu potessi mantenere la promessa fattagli: sua madre morì alcuni anni fa, morire per Jimmy era l’unico modo per stare insieme a lei. Capisci?

Questo film potrebbe benissimo rappresentare il periodo che sta vivendo la nostra umanità in questi anni: un sonno apparente, da cui ci stiamo pian piano risvegliando, prendendo coscienza di ciò che è veramente la vita. A volte servono scossoni e sofferenze per capire quale sia davvero la strada, ma solo scoprendo il nostro cammino, capiamo qual è la nostra via.

Dobbiamo imparare a sentire con il cuore e con l’amore che è dentro di noi, e non smettere mai di amare.

 

FILM COMPLETO IN STREAMING

http://www.cineblog01.net/conversazioni-con-dio-2006/

I MIEI FILM , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Deva Premal and Miten - All is welcome here - TUTTO è benvenuto qui Successivo LA PAPESSA