HALLOWEEN – parte 2- una commemorazione della caduta di Lemuria

p090_0_00_02
Continua da La notte di Halloween –1. parte- le origini

HALLOWEEN una commemorazzione della 
caduta di Lemuria

 

Halloween

 

 

 

Halloween è spesso considerata più antica celebrazione umana del mondo e le sue trace possiamo risalire fino alle tradizioni celtiche qualche migliaio di anni fa. Ma una tradizione orale di leggende colloca le origini di Halloween molto più indietro, alla caduta di Lemuria che molte leggende stano datando a quanto più 25.000 anni fa o anche di più.Questo articolo sta riunendo queste antiche leggende.  

 

Le leggende iniziano con Lemuria, la grande civiltà antica che risiedeva in un continente che si trovava nel bel mezzo di quella che oggi è l’Oceano Pacifico. Le leggende dicono che Lemuria era direttamente o indirettamente, la civiltà madre di tutte le civiltà di oggi.Conosciuto come Mu nei tempi antichi, le leggende ci dicono Lemuria fu la civiltà diretta  controllante di Atlantide. Infatti, Atlantide nei suoi primi giorni era poco più che una colonia di Lemuria, anche se Atlantide sopravvisse per molte migliaia di anni dopo che Lemuria fu distrutta. La leggenda attribuisce ad Atlantide la visione di una società high-tech e metafisicamente abile.

Lemuria tramonto

Lemuria d’altra parte, nonostante metafisicamente avanzata in forma,nel contenuto, e nella governance, è stata decisamente low-tech sul piano terrestre ed è stata più rilassata rispetto al sua più aggressiva prole coloniale, Atlantide.

Lemuria stessa è stata gestita da un gruppo elitario di anime spiritualmente illuminate che consideravano la costellazione conosciuta oggi come le Pleiadi ad essere la loro casa. Queste anime erano anche consapevolmente reincarnate per preservare il loro status di élite Terrestre. A proposito, reincarnazione cosciente per preservare il proprio stato d’elite sul pianeta Terra non è così insolito. Centinaia di anziani monaci tibetani, chiamati tulku, lo fanno ancora oggi. Il Dalai Lama, ad esempio, è il più noto di questi monaci.

I Lemuriani praticavano anche negromanzia, una forma di divinazione che coinvolge la comunicazione con i morti. L’equivalente moderno è conosciuta come una seduta spiritica. Ma per i Lemuriani questa era una pratica sacra in cui la leadership incarnata comunicava con le anime dei defunti di leadership che si trovavano fra le incarnazioni, in cerca di consigli da queste anime disincarnate.

distruzione di Lemuria

La leggenda non registra ciò di che tipo di consigli stavano dati, ma qualunque tipo di  consigli avrebbero potuto ad  essere, quelli  non hanno impedito a Lemuria di sparire in mare in una notte d’autunno e di distruggere l’intero continente e la sua civiltà per sempre in un colpo solo. Le leggende suggeriscono che l’improvviso cataclisma è successa perché Lemuria era fossilizzata ed non era in grado di cambiare con i tempi e non riusciva a seguire i cambiamenti di Terra.

Nonostante ardenti smentite dai moderni archeologi tradizionali i cui ideologia vieta l’esistenza di qualsiasi civiltà avanzata più vecchia di Egitto, il bacino del Pacifico, fino ad oggi è disseminato di rovine di questa antica civiltà.una volta Con diffusione di queste informazioni, è sorta una piccola industria di archeologi alternativi nei recenti anni per documentare questi siti prediluviani.

Indipendentemente dalla polemica moderna, le antiche leggende raccontano che la caduta di Lemuria fu predetta dai loro veggenti e pochi individui sono riusciti a sopravvivere a questo grande cataclisma. Loro sono riusciti ad arrivare nelle isole adiacenti, tra cui quelle che oggi si trovano nel Nord e nel Sud di America. I sopravvissuti sudamericani conservano la storia della distruzione dicendo che si è verificato durante la notte, quando la costellazione delle Pleiadi si trovava direttamente sopra la testa.

Le leggende ci dicono, inoltre, che un anno più tardi in autunno, quando le Pleiadi erano esattamente in posizione, di nuovo, sopra la  testa che segnava il primo anniversario della distruzione di Lemuria, i sopravvissuti hanno chiamato indietro i loro anziani dall’altra parte con la loro solita negromanzia per chiedere i consigli.

Le Pleiadi
La costellazione delle Pleiadi

Dal momento che gli anziani di elite non potevano più incarnarsi consapevolmente in una civiltà che non esisteva più (reincarnazione cosciente è un po ‘più complicato di quanto sembri), è diventato un rito annuale per i sopravvissuti, quando le Pleiadi erano esattamente sopra la testa, per evocare gli spiriti di loro anziani morti per un consiglio.

E così è iniziata la tradizione che i morti scendono sulla faccia della Terra per  parlare con gli esseri umani, quando le Pleiadi sono esattamente sopra la testa in ogni autunno.

La tradizione si è trasformato nel corso degli 25 mila anni, e ogni  cultura e civiltà l’adeguata e la modificata per i propri scopi, ma il nucleo rimane, che i morti possono parlare con i vivi per una sola notte in autunno.

Il nome moderno, Lemuria, risale all’antica Roma, circa 2.000 anni fa, e si riferisce ad una festa romana annuale chiamato Lemuriae si tiene ogni maggio appena prima che il sole ha fatto la sua congiunzione annuale delle Pleiadi. Lo scopo della celebrazione romana è stato quello di scacciare gli spiriti maligni.

Ma qui stiamo parlando di ottobre, così mentre ti troverai fuori con dolcetto o scherzetto di Halloween, guarda in alto verso il cielo, se si tratta di una notte chiara, e osserva la costellazione delle Pleiadi (che si trova in un angolo del segno zodiacale del Toro). Fermati per da ricordare per un momento che si sta commemorando la caduta di una civiltà grande e antica che come dicono le leggende fu distrutta circa 25.000 anni fa.

http://astrology.richardbrown.com/halloween.shtml

 

CONTINUA IN

Halloween, Tutti i Santi, Nuovo Anno Celtico, Lemuria – 3.parte – ruolo dei sacerdoti Lemuriani

STORIA, ARCHEOLOGIA;MITOLOGIA

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Tutti gli Imperi finiscono - Aggiornamento dal White Hat John – 29/10/2013 Successivo I 4 mantra del amore