LE FUSA GUARITRICI

fusa_gatto
Non sarà il migliore amico dell’uomo come il cugino cane, ma il gatto è di certo il medico a quattro zampe più quotato per la salute umana. È quanto viene svelato da una recente infografica, un riassunto di tutte le ricerche effettuate sui felini negli ultimi decenni. E, con grande sorpresa, si scopre come le fusa siano di grandissimo beneficio alla salute.
Le fusa sono quel suono emesso dai gatti che gli appassionati tanto apprezzano. Si tratta di una vibrazione dalle frequenze basse che le persone trovano particolarmente rilassante e tranquillizzante. In lingua inglese tale suono viene chiamato “purr”, termine azzeccatissimo dal punto di vista onomatopeico, poiché assomiglia molto al suono emesso dai gatti. Tra i Felidi il gatto non è l’unico ad essere in grado di fare le fusa, ma non tutti, come il gatto, riescono a produrre il suono sia inspirando che espirando. Ma cosa significano le fusa? Come vengono prodotte?

Perché fanno le fusa?

Può sembrare una domanda banale, ma in realtà non lo è. La ragione per la quale i gatti fanno le fusa non è stata ancora del tutto compresa. Per esperienza quotidiana siamo portati a credere che il gatto faccia le fusa quando è tranquillo e rilassato. La gatta fa le fusa mentre allatta i gattini e i gattini fanno le fusa mentre vengono allattati. Alcuni gatti fanno le fusa quando gli si riempie la ciotola e la maggior parte dei gatti fa le fusa mentre li si accarezza e li si coccola. Tuttavia i gatti fanno le fusa anche in momenti decisamente meno piacevoli: le gatte fanno le fusa durante il parto, i gatti possono fare le fusa quando provano dolore o paura, quando sono feriti, convalescenti e addirittura quando stanno per morire.

Secondo un’ipotesi, il gatto non farebbe le fusa per dimostrare il suo relax, ma per dimostrare la sua amicizia e i suoi intenti amichevoli, anche in situazioni di spavento o stress, in modo da comunicare all’altro, gatto o uomo, che lui non rappresenta una minaccia. Insomma, come se volesse dire “vengo in pace” a chi lo spaventa, sperando in una reazione clemente dell’altro. Per questo un gatto dal veterinario, sebbene spaventato, può iniziare a fare le fusa.

Altre teorie invece affermano che mentre il gatto fa le fusa vengono rilasciati nel sangue degli ormoni che inducono la rilassatezza nel gatto e inibiscono la percezione del dolore.

 

Come ci riescono?

I gatti non hanno alcuna struttura anatomica deputata alla produzione delle fusa, tuttavia è stata trovata una specifica area del cervello che sembra essere il centro di regolazione per la produzione delle fusa.
Esistono delle ipotesi diverse sull’origine meccanica del suono, ma la spiegazione definitiva ancora non è stata raggiunta. Alcuni studiosi ritengono che le fusa provengano dalle corde vocali e dai movimenti della glottide nella laringe, che insieme provocano una vibrazione sonora mentre il gatto inspira ed espira. Altri credono che nella vibrazione prodotta giochi un ruolo chiave anche il diaframma, mentre alcuni sono più propensi nel credere che il suono prodotto dalle fusa provenga dal flusso sanguigno nella vena cava.
http://youtu.be/TrZ2o-FF1VE
Qualunque sia la spiegazione sulla produzione meccanica delle fusa, il risultato è un suono con una frequenza compresa tra le 25 e le 150 vibrazioni al secondo. Si tratta di suoni dal tono grave con una frequenza peraltro nota ai compositori di musica perché ritenuta in grado di suscitare emozioni.

 

Le fusa terapeutiche

Il Fauna Communication Research Institute ha condotto e sta conducendo degli studi sulle virtù terapeutiche che avrebbero le fusa, in particolare per quanto riguarda l’apparato scheletrico e quello muscolare. Si ritiene infatti che la frequenza del suono delle fusa sia in grado di incrementare la densità delle ossa e di promuovere la guarigione. Rispetto al cane, in effetti, il gatto soffre in maniera decisamente minore di problemi articolari e ossei e la sua convalescenza per problemi a carico delle ossa è solitamente rapida. Le statistiche sottolineano inoltre che in generale i gatti, rispetto ai cani, hanno meno conseguenze post-operatorie e un recupero più rapido, noto da tempo ai veterinari.
Tutto merito delle fusa? Gli studi continuano, ma su un paio di punti possiamo avere la certezza: i gatti convalescenti spesso fanno le fusa e i veterinari conoscono da tempo la capacità di ripresa rapida che hanno i gatti, tanto che si sono guadagnati la credenza popolare di avere nove vite.
Oltre le spiegazioni tradizionali
La Fauna Communications Research Institute di Hillsborough (North Carolina), associazione non-profit, presieduta dalla dr.ssa Elizabeth von Muggenthaler, si dedica allo studio della comunicazione animale. I ricercatori di questo team ritengono che molti animali (ad esempio i delfini, i rinoceronti, gli elefanti ed alcune giraffe) abbiano un linguaggio strutturato che sia possibile la comunicazione interspecie e che si possano perfino stabilire delle relazioni terapeutiche fra animali e umani.
Nel caso specifico delle fusa, hanno ipotizzato una finalita’ particolarissima: l’autoguarigione.
Hanno registrato le fusa di piccoli felini, trovando che le loro frequenze dominanti erano nel range di 23-30 Hz per i gatti e di 20-140 Hz per gli altri felini. Più in particolare la frequenza dominante per le fusa del gatto domestico sarebbe di 25 Hz con una forte presenza dell’armonica a 50 Hz. Ebbene, tali frequenze sarebbero efficaci, nelle terapie fisiche a base di vibrazioni, contro il dolore e le patologie muscolo-tendinee e di  accelerazione nei processi di cicatrizzazione di nuovi tessuti.
I ricercatori, quindi, associando questa evidenza alla straordinaria capacità attribuita al gatto di sopravvivere alle cadute, guarendo rapidamente dalle fratture ossee e dalle altre lesioni riportate, sembrerebbero accreditare alle fusa un meccanismo naturale di guarigione.
Altre numerose ricerche hanno inoltre dimostrato che oltre ai notevoli benefici che la compagnia di un gatto può apportare al benessere fisico, ci siano concreti risvolti positivi anche sul piano psicologico. Uno studio condotto dal Baker Medical Research Institute di Melbourne, Australia,  ha dedotto che avere un gatto sia un valido supporto nelle patologie dell’umore perché combatte stress e solitudine, ma addirittura un valido supporto contro malattie degenerative quali l’Alzheimer, specialmente per quanto riguarda i problemi del linguaggio. Anche i bambini trarrebbero beneficio dalla presenza di un animale tra le mura domestiche: uno studio dell’allergologo statunitense Dennis Ownby evidenzia come i bambini con un gatto in casa siano meno soggetti ad allergie e malattie asmatiche rispetto ai loro coetanei che invece non hanno mai avuto un amico a quattro zampe.
ll gatto è anche un valido rimedio contro l’ansia, lo stress, la depressione e l’insonnia. Lo conferma un ulteriore studio durato cinque anni: i gatti migliorano la salute psicofisica dei loro proprietari. Inoltre, giocare con un micio risulta estremamente efficace per la cura delle cefalee nei bambini e negli adolescenti e per concludere… I gatti sono in grado di riconoscere i sintomi di una crisi epilettica alcune ore prima che questa si manifesti!
Ma del resto, secondo una fiaba popolare tedesca, le fusa dei gatti hanno origini magiche: sarebbero il dono fatto loro da una principessa per averla aiutata a filare diecimila matasse per salvare il suo amato. Le “fusa” riprodurrebbero dunque il rumore dei fusi del filatoio. Nel mondo misterioso delle fusa feline anche questo può avere un senso.

Fonti
http://en.wikipedia.org/wiki/Purr
http://www.scientificamerican.com/article.cfm?id=why-do-cats-purr
http://www.effervesciences.com/accueil-ronron%20-usa.html
http://www.animalvoice.com/catpurrP.htm

Fonte: http://www.pets-life.net/2012/07/perche-i-gatti-fanno-le-fusa.html#ixzz2fneo9QDn

I SEGRETI SVELATI, SALUTE

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente LA DATA DI NASCITA: I 5 SIGNIFICATI NASCOSTI Successivo Fisica e scienze - Kryon

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.