TROVARE IL TESORO AL FINE DEL ARCOBALENO – un nuovo modo di guardare alla psicologia energetica

3

 

La leggenda racconta che dove finisce un arcobaleno è posto un pentolone pieno d’oro.
La leggenda narra anche che a guardia del calderone colmo d’oro, uno gnomo cattivo sia posto alla sua guardia per impedire ai non meritevoli di appropriarsi del tesoro.

 

Dal punto di vista mitologico l’arcobaleno è sempre stato un segno di speranza, un collegamento tra il Cielo e la Terra, un segno di armonia e di pace. Un tempo si credeva che le divinità, gli spiriti e i mortali attraversassero le sue fasce di colore sia durante che dopo la vita, proteggendo l’invisibilità del Cielo e della Terra. Nella mitologia norrena il Ponte dell’Arcobaleno collegava gli esseri umani agli dei e costituiva il tramite con il Valhalla, il palazzo celeste dove avevano la loro dimora gli dei.
L’arcobaleno, come simbolo archetipico, compare in molte mitologie di ogni parte del mondo. Nella mitologia hindu la dea Maya creò il mondo da sette veli dei colori dell’arcobaleno. Nel mito egiziano sono le sette stole di Iside, nel mondo cristiano i sette veli di Salomè, per i Babilonesi era la collana di Ishtar tempestata di pietre iridate e per i Greci Iride alata, che portava sulla terra i messaggi degli dei agli esseri umani
Nel mito celtico l’orcio d’oro alla fine dell’arcobaleno rappre senta una sorta di Santo Graal, la coppa perduta del rinnova mento e della pienezza spirituale. Jung si riferiva all’oro come al prodotto simbolico finale della trasformazione alchemica interiore, quindi un fattore “mentale e spirituale”….

 

 

 

 

 

 

 

 

 

anima

Non è il senso della vita che cerchiamo, ma la nostra vitalità.Una volta che abbiamo scoperto il senso della vita questo diventa evidente.

In questi giorni tutti parlano di psicologia energetica . 

Ci sembra di aver finalmente capito che solo la mente non guarisce, e che il corpo è una componente essenziale della salute mentale.

Sappiamo anche che la medicina allopatica, pur capace di tante meraviglie, non riesce ad affrontare il ruolo psicologico nella perpetuazione di malattie. Abbiamo disperatamente bisogno di modelli che affrontano questa integrazione al fine di diventare completa.

L’ energia è l’interfaccia tra mente e corpo. 

Proprio come l’elettricità del computer consente al’hardware e al software di interfacciarsi, la forza vitale che scorre attraverso di voi sta collegando il corpo con la mente. 

Quella forza vitale è conosciuto con molti nomi: Yogi la chiamano prana ; medicina orientale la chiama  chi , i film di Star Wars la definisce come “la Forza”.

Bioenergetica è lo studio della personalità umana in termini di processi energetici del corpo. 

Nella terapia bioenergetica, chiamiamo questa  forza “carica”. 

Con qualunque nome si voglia chiamare, la software interno della mente – i nostri pensieri e le credenze – indica a questa energia dove andare nel corpo – e dove non andare. Ci dice di tenerla nella pancia , oppure tenere la nostra voce in schiena, di agire o di arrestare. Come distribuiamo questa energia attraverso il corpo può farci sentire ansiosi o depressi, vivi e vibranti, o piena di blocchi. Bloccando la nostra carica abbiamo chiuso i nostri chakra, i nostri sentimenti, e il nostro senso di vitalità.

Mi piace pensare che la parola “CHARGE- carica”, sta per:  Consciousness – cosciente  H aving – avere una  R eally – reale G enuine – genuina E Xperience- esperienza.

Se siamo pieni di carica siamo intensamente vivi, a prescindere dal fatto che la carica si sente piacevole o dolorosa. Ci sentiamo particolarmente vivi quando siamo caricati di eccitazione o di piacere. Ma anche quando siamo arrabbiati o impauriti – almeno ci sentiamo reali e presenti. Questo perché stiamo avendo davvero una vera e propria esperienza!

Cerchiamo  carica perché cerchiamo vitalità . 

L’esperienza di una forte carica – positiva o negativa – ha molti
significati. Se riduciamo al minimo la nostra carica, riduciamo al minimo la nostra vitalità e
cominciamo a sentire la vita come insignificante.

 

Il corpo / mente / spirito umano mantiene un equilibrio o “economia” _ di carica per tutta la vita effettuando il  carico e lo scarico. Ci carichiamo impegnandosi nelle sfide, divertendoci, o ricevendo amore e l’affetto, nonché attraverso attività più biologiche come mangiare e dormire. Ci scarichiamo attraverso il rilascio delle emozioni , come il pianto o urlando, così come attraverso il lavoro e l’attività fisica.

Tuttavia, la nostra “economia” della di carica potrebbe rimanere bloccata a un elevato livello di carica, che noi chiamiamo l’ansia, o a un basso livello di carica, che noi sperimentiamo come la depressione. Questo è dovuto alla regolazione difettosa del ciclo di carica / scarica, dove la carica è invece legato nella corazza del corpo, come ad esempio l’eccesso di peso o tensione muscolare cronica. Questa forma di corazza puo’ essere rotta solo  contattando l’energia vitale associata. Non importa quanta comprensione abbiamo, non importa quante posizioni “cobra” noi facciamo, è la carca che è il collante di tutti i nostri complessi, modelli e comportamenti.

Integrazione mente-corpo ci insegna a connettersi con la “carica” ​​di base o con la forza di vita, imparando a seguirlo in profondità nel nucleo, e permettendo di muoversi attraverso il corpo. Energia poi risveglia i chakra, cancella i blocchi, porta la visione, e si dissolve giubbotti antiproiettile. Questo processo di guarigione profonda è un arte, ma può essere appresa. Trasformerà la vostra comprensione di voi stessi, e le vostre relazioni .

 

Benedizioni,
Anodea Judith

http://sacredcenters.com/do-you-want-to-feel-more-alive/#

Traduzione Tanja per il Risveglio di una Dea

CHAKRA

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Super respiro Successivo VOLETE PACE NEL MONDO??? ALLORA MEDITATE CON NOI!!!

Un commento su “TROVARE IL TESORO AL FINE DEL ARCOBALENO – un nuovo modo di guardare alla psicologia energetica

  1. Pingback: Corrispondenze | Ricerca mistica - Blog di Santi Russo

I commenti sono chiusi.