NUOVE SCOPERTE – Le piante comunicano utilizzando la telepatia?

plants

 

Alcuni studi suggeriscono che le piante comunicano tra loro attraverso le vibrazioni. (Foto Shutterstock)

 

Si conoscono già tante cose riguardo le piante.

Leggi LE PIANTE HANNO MEMORIA E POSSIEDONO ABILITA’ EXTRASENSORIALI

Ma ci sono ancora tante cose da scoprire.

Le piante comunicano utilizzando la telepatia?

Questa domanda interessante è stata sollevata da una recente ricerca pubblicata sulla rivista australiana “BMC Ecology”, suggerendo che le piante sembrano reagire a lievi rumori – generati all’interno della cellula – per parlare con l’altre. E che cosa significa questo per gli esseri umani?

Coloro che credono in fenomeni parapsicologici, come la telepatia tra gli esseri umani, non sono stati in grado di fornire la prova assoluta che l’invio e la ricezione di segnali mentali ed emotivi chiamato telepatia inconscia o cosciente è effettivamente possibile – ma anche se lo è, non abbiamo un accenno di ciò con che meccanismi  spiegarlo.

Senior Scientist presso l’Istituto di Scienze Noetiche, Dean Radin, ha suggerito che la meccanica quantistica fornirà una spiegazione di come funziona la telepatia. Forse scavare più a fondo il modo in cui altri organismi comunicano ci aiuterà anche a risolvere il mistero della telepatia tra gli esseri umani.

Le piante comunicano attraverso le onde sonore

 

sound-waves

Uno studio recente ha trovato prove per sostenere l’idea che le piante comunicano tra loro tramite onde sonore. (Foto Shutterstock)

Dopo aver osservato come le piante influenzano la crescita reciproca, Monica Gagliano e Michael Renton dalla University of Western Australia ha proposto che le piante comunicano attraverso onde sonore (non udibile per l’uomo) o oscillazioni nanomeccaniche, che sono appunto nel regno della meccanica quantistica.

Oscillazioni nanomeccaniche sono vibrazioni sulla più piccola scala atomica o molecolare.

I ricercatori hanno notato che i semi di peperoncino ( Capsicum annuum ) sono cresciuti meglio in un contenitore chiuso in presenza di basilico ( Ocimum basilicum ), ma sono stati ostacolati dalla presenza di finocchio Foeniculum vulgare) , il che suggerisce che l’ambiente di crescita ha avuto meno effetto sullo sviluppo dal modo in cui i semi interagiscono tra loro.

Gagliano e Renton ha detto che “la germinazione dei semi è stato positivamente rafforzata dalla presenza di un vicino ‘buono’, anche quando le note modalità di segnalazione sono stati bloccati, il che indica che i segnali luminosi, tattili o chimici non possono essere indispensabili per le diverse specie di piante a percepire ogni altro presenza. ”

Gagliano aveva già pubblicato i risultati dello scorso anno di radici di mais che producono ticchettii nel rango 220-Hertz. L’articolo è apparso in “Trends in Plant Science”. Ha anche scoperto che, quando sospeso in acqua, le radici di mais tendono a inclinarsi verso vibrazioni della stessa gamma di frequenze.

Siamo tutti interconnessi?

 

earth-day

Alcuni studi suggeriscono che le piante comunicano tra loro attraverso le vibrazioni.(Foto Shutterstock)

La meccanica quantistica ci insegna che la Terra è un mare di vibrazioni. Gli esseri umani e gli animali rispondono a diverse frequenze. Anche i batteri possono segnalare uno  al altro con le vibrazioni.

Nel 2011, i ricercatori Allan Widom e colleghi della Northeastern University di Boston pubblicato i risultati mostrano che i batteri unicellulari come E-Coli possono comunicare tra loro utilizzando onde radio. Hanno calcolato che le frequenze di transizione tra questi livelli di energia corrispondono ai segnali di trasmissione radio a 0,5, 1 e 1,5 kilohertz, stesse frequenze come quelli utilizzati nelle trasmissioni radio AM e FM.

I ricercatori hanno anche scoperto che i batteri possono comunicare utilizzando un linguaggio chimico chiamato “quorum sensing”, che permette loro di agire come un gruppo sincronizzato.

L’idea che le piante comunicano non è del tutto nuova. Nel 1973, l’esploratore Lyall Watson ha pubblicato “Soprannatura: A Natural History di Supernatural”, dove ha suggerito che, le piante hanno risposto con simpatia quando un gambero vivo è stato gettato in acqua bollente.

La gente ha parlato di piante da sempre. Fitoterapia di nativi americani , per esempio, si basa su una qualche forma di comunicazione con le piante. Fiori di Bach si basano anche sulla capacità di un guaritore di comunicare con i fiori e chiedere loro di rendere le loro proprietà curative.

MythBusters Belleci Tory, Kari Byron e Scottie Chapmen di Discovery Channel  hanno studiato l’effetto di lode o crudeli insulti su serre separate durante l’utilizzo di un altro serra come controllo sperimentale per due mesi. Con loro grande sorpresa, la serra silenziosa prodotta inferiore biomasse e piccoli baccelli di piselli rispetto agli altri due. Le parole gentili o insulti non sembra fare una differenza, che sembra dimostrare che è le piante rispondono a suono.

Comunicazione tra piante mediati da luce, chimici

 

plants-light

Gli studi suggeriscono che le piante comunicano. (Foto Shutterstock)

Le piante possono anche reagire alla luce, e un certo usano  allelopatia a comunicare tra loro.

La prima volta nel 1937 dal professore austriaco Hans Molisch, descrive il termine l’ allelopatia come un meccanismo biologico attraverso il quale un organismo produce sostanze chimiche che influenzano la crescita, la sopravvivenza e la riproduzione di un altro organismo. Sostanze chimiche rilasciate nel suolo o dell’aria di radici o foglie possono avvisare gli altri alberi che è stato mangiato in modo che gli altri possano accelerare la produzione di difese chimiche. Allelopatia si trova non solo tra le piante, ma anche tra i batteri e funghi.

Università di Bielefeld Prof. Dr. Olaf Kruse e il suo team ha pubblicato, lo scorso anno, in “Nature Communications” che le alghe verdi possono trarre energia dalla fotosintesi e da altre piante.

Se questo tipo di comunicazione attraverso la luce, sostanze chimiche o onde sonore non può essere chiamato telepatia, allora forse sarà ancora stimolare l’immaginazione di chi crede che siamo tutti collegati in più o meno allo stesso modo come il cervello planetario raffigurato nel “Avatar “movie. In Pandora, la luna conquistato, esiste una vasta rete neurale attraverso il quale l’umanoidi Na’vi e gli altri esseri in grado di connettersi. Si potrebbe ricordare di aver visto l’immagine delle radici delle piante interconnessi che scambiano rapidamente informazioni.

Nel pianeta Terra, come ora sappiamo, intere foreste sono infatti collegati da reti di funghi sotterranei ( micorrize ). Sarebbe sembrare troppo fuori di immaginare che le piante potrebbero utilizzare i segnali acustici per la trasmissione di informazioni tramite questo sito?

Psicologo ed energia guaritore Dr. Olivia Bader-Lee pensa che il risultato di questi esperimenti con piante anche confermano che gli esseri umani possono condividere una qualche forma di energia.

“L’organismo umano è molto simile ad una pianta,” ha detto. “Essa trae energia necessaria per alimentare gli stati emotivi, e questo può essenzialmente eccitare le cellule o causare aumenti di cortisolo e catabolizzare le cellule a seconda del grilletto emotivo.”

 

 

Traduzione Tanja per il Risveglio di una Dea

Read more: http://www.voxxi.com/telepathy-how-plants-communicate/#ixzz2XsWhaUPB

I SEGRETI SVELATI, PIANTE, SCIENZA ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente ACCESSO AL VALORE Successivo Nuovo Crop Circle a Robella, Italia, dà Formula per l'energia?