Disobbedienza: non è reato il rifiuto di eseguire un ordine scarsamente sensato

 

cerimoni9

 

La mera inosservanza di un ordine, solo perchè provenga da militare più alto in grado, non per ciò costituisce reato.

La giurisprudenza militare di merito, più attenta alle esigenze di tutela effettiva del servizio militare, piuttosto che del grado, ha recentemente confermato che la disobbedienza di cui all’art. 173 c.p.m.p. è necessariamente attinente ad un atteggiamento di ribellione del reo rispetto ad un ordine che oggettivamente sia funzionale alle esigenze della disciplina e /o del servizio.

E’ pertanto ineludibile un’ indagine da parte del giudice penale circa la ragionevole percezione di legittimità che l’imputato abbia avuto dell’ordine impartitogli: nel caso sia dimostrato, o comunque residui il dubbio, che l’imputato ebbe a riconoscere l’ordine come scarsamente sensato, si impone la sentenza di assoluzione.

Nel caso di specie, per maggiore chiarezza, il sottoufficiale si era trovato ad opporre un fermo diniego all’ufficiale che gli imponeva, contro la sua qualifica, compiti esecutivi di scrivano.

Allo stesso modo deve andare assolto, per difetto del dolo, il sottoufficiale che nella sua qualifica di ufficiale di p.g. (palesata al superiore) non obbedisca ad un ordine che ritenga illegittimo  provvedendo ad un sequestro contro la volontà del superiore.

 

Fonte http://avvocatomilitare.wordpress.com/2010/03/11/disobbedienza-non-e-reato-il-rifiuto-di-eseguire-un-ordine-scarsamente-sensato/

Cambiamento , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente One People radio show - 18 Giugno: "Siamo sulla soglia di una esplosione di creazione" Successivo BRASILE - CHE COSA STA SUCCEDENDO???

Un commento su “Disobbedienza: non è reato il rifiuto di eseguire un ordine scarsamente sensato

  1. Speriamo sia l’inizio della fine del ‘nonnismo’ che in passato ha fatto danni esagerati e che ancora serpeggia in modo più o meno importante all’interno di molte caserme.
    Intendiamoci: il rispetto delle regole è importante. E l’obbedienza, soprattutto in campo militare, ad un superiore lo è altrettanto. Ma dare qualsiasi tipo di ordine e pretendere obbedienza solo perchè più alti in grado o perchè più anziani.. è gravissimo!

I commenti sono chiusi.