Lo strano caso di Dottor Equitalia e Mister Equitas

Equitalia, il mistero si infittisce.

Qualche giorno fa una notizia davvero singolare ha fatto il giro del web, rimbalzando vorticosamente da un blog all’altro:

Nell’archivio digitale ufficiale della Camera di Commercio del Delaware, un piccolo stato degli USA ormai noto per essere il paradiso fiscale perfetto, dove pagare zero tasse, risultava iscritta una società privata con nome “Equitalia SpA”.

Abbiamo ripreso naturalmente anche noi il post dato l’inevitabile interesse che poteva avere l’approfondimento di una simile evidenza per conoscere quale potesse essere la spiegazione.

Le reazioni ad una notizia del genere sui social network hanno attraversato tutta la tavolozza emotiva che va dall’incredulità allo sdegno, passando per lo sconcerto, ma il risultato è che centinaia di migliaia di italiani hanno potuto provare loro stessi a cliccare sul link indicato nell’articolo, collegarsi al database ufficiale del Delaware e vedere uscire dall’inquiry elettronico la famigerata ragione sociale che turba le notti, ma anche i giorni, di molti connazionali: Equitalia SpA.

Mentre nel fine settimana montava l’interesse dei lettori, la strana notizia si spargeva anche al di fuori del web e in successione accadevano tre fatti:

  1. Lunedi’ le prime smentite da parte di Equitalia con una nota generica comparsa su testate comeWallStreetItalia, in cui la società di riscossione faceva sapere di non avere alcuna sede in Delaware.
  2. Martedì un articolo del Sole24ore rimarcava, attraverso una comunicazione del responsabile Attilio Befera, diffusa attraverso l’ufficio stampa della società di riscossione, che Equitalia proprio non aveva nulla a che fare con la corporation “no-profit/religious” registrata in Delaware, ipotizzando che si trattasse di una società “avatar” di quella italiana.
  3. Mercoledì, come per incanto, la società che tutti avevano ben visto chiamarsi Equitalia SpAcambia nome in Equitas SpA.

Pertanto se adesso andate a vedere al link che ben chiaramente il più famoso quotidiano economico italiano ha pubblicato, quasi a spingere noi tutti a fare il gioco del “vediamo chi c’è nel paradiso fiscale” ossia https://delecorp.delaware.gov/tin/GINameSearch.jsp e digitiamo il codice numerico 5315638, ora troviamo una SpA che in modo benaugurante per il futuro ha deciso di rinominarsi “Equitas”.

Certo, ormai moltissimi incuriositi lettori hanno fatto la visura della situazione e del nome precedente, per la modica cifra di 20 dollari richiesta dal sito, la schermata con i dati estesi e il nome Equitalia SpA con data di registrazione e termine nel database, che alleghiamo in calce al post circola ormai sui social network e quindi il nome precedente non potrà certo essere dimenticato solo per questo tempestivo “cambio in corsa”.

Insomma il mistero di questa presenza bifronte, come letterariamente suggerisce proprio il Sole24ore a proposito dell’omonimìa, parlando di “opposti che convivono e si completano”, come lo Yin e lo Yang – o come il dottor Jekyll e Mister Hyde, diciamo noi – diviene ancora più intricato.

Chi delle due sarà la parte insondabile, Il Dott. Equitalia o Mister Equitas?

Jervé

 

 

http://www.iconicon.it/blog/2013/06/dottor-mister/

I SEGRETI SVELATI, POLITICA, ECONOMIA E LEGGE , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Frequenze del solfeggio antico dimenticate nel tempo Successivo DELAWARE QUIZ- prima puntata- CHI E' IL MAGGIOR AZIONISTA???

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.