Ubriaco alla guida, il giudice lo assolve-“Il test prova nulla, se non si informa il guidatore dei suoi diritti”.

Gli agenti che lo hanno fermato e sottoposto al test alcolemico non lo hanno informato della possibilità di avere un legale. Il giudice lo assolve: “Il test prova nulla, se non si informa il guidatore dei suoi diritti”.

 

Il Gup di Milano Donatella Banci Buonamici ha assolto un giovane automobilista trovato alla guida in stato di ebrezza e positivo all’etilometro, poiché gli agenti che lo hanno fermato non lo hanno avvisato del diritti di nominare un legale prima di essere sottoposto al test.

La sentenza ha quindi stabilito che un guidatore fermato dalle forze dell’ordine e che risulti in stato d’alterazione non può essere sottoposto al test alcolemico senza essere preventivamente informato della possibilità di farsi assistere da un difensore di fiducia.

I legali del giovane Stefano Gallandt e Roberto Enrico Paolini del Foro di Milano, hanno accolto con gioia la sentenza dichiarando: “Finalmente anche il Tribunale di Milano con questa fondamentale sentenza ha messo un argine all’uso indiscriminato dell’etilometro da parte degli agenti ai fini della prova del reato di guida in stato di ebbrezza”.

Troppo spesso infatti gli accertamenti stradali vengono effettuati senza le garanzie previste dalla legge. “Ogni cittadino, ha diritto, prima di eseguire l’alcoltest e non dopo esser risultato positivo, di essere avvisato che è sua facoltà nominare un avvocato di fiducia che possa assisterlo durante l’esecuzione del test etilometrico” hanno aggiunto gli avvocati.

Nella sentenza si legge che è obbligatorio informare il guidatore della possibilità di essere assistito da un legale, altrimenti in caso di positività dell’etilometro, il test diventerebbe nullo e irripetibile: “Una prova senza valore, carta straccia nel processo

fonte http://www.ilnumerozero.com/attualita/legge-giustizia/3330-ubriaco-alla-guida-il-giudice-lo-assolve.html

SOVRANITA' RITROVATA

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Steven Greer - La storia taciuta del Disclosure Project Successivo "Salgo i gradini e tutto diventa chiaro" - CLOUD ATLAS