MEDITAZIONE E’ …

561099_483070105043989_412838469_n

 

La meditazione è un semplice processo
Di osservazione della propria mente.
Senza combattere con la mente
E senza cercare di controllarla.
Resti lì, presente, come un testimone che non sceglie.
Prendi nota di tutto ciò che passa
Senza alcun pregiudizio a favore o contro.
Non attribuire nomi
Non dire: questo non dovrebbe venire nella mia mente
Questo è un pensiero brutto e
Questo è un pensiero bello e virtuoso.
Non devi giudicare
Devi rimanere senza giudizi
Perché nel momento in cui giudichi, perdi la meditazione.
Diventi identificato.
Diventi un amico o diventi un nemico.
Crei delle relazioni.
Meditazione vuol dire
Non avere alcuna relazione con il tuo processo di pensiero
Rimanere del tutto scollegato, calmo, distaccato
Osservando tutto ciò che passa.
E allora accade il miracolo:
A poco a poco diventi consapevole del fatto
Che passano sempre meno pensieri.
Più sei consapevole e meno pensieri passano
Meno sei consapevole e più pensieri passano.
Il traffico dipende dalla tua consapevolezza.
Quando la consapevolezza è perfetta
Anche se solo per un istante, tutti i pensieri si fermano.
Subito, d’improvviso, si fermano.
E la strada è vuota, non c’è traffico.
Quel momento è meditazione.

Piano piano questi momenti diventano sempre più numerosi
Questi spazi vuoti si ripresentano
E rimangono più a lungo.
E diventi capace di muoverti con facilità
In quegli spazi vuoti, senza alcuno sforzo.
Allora tutte le volte che vuoi puoi entrare
In quegli spazi vuoti senza alcuno sforzo.
Ti ringiovaniscono, ti danno nuova freschezza
E ti fanno diventare consapevole di chi sei.
Quando sei libero dalla mente, sei libero
Da tutte le idee riguardo a te stesso.
Adesso puoi vedere chi sei senza alcun pregiudizio.
E conoscere te stesso
Vuol dire conoscere tutto ciò che vale la pena di conoscere.
E non avere conoscenza di se stessi vuol dire non avere nulla.
Un individuo può sapere tutto
Ma se non conosce se stesso
È assolutamente ignorante
È solo un’Enciclopedia Britannica ambulante.

Libertà senza consapevolezza è un’idea vuota.
Non contiene nulla.
Non si può essere veramente liberi senza essere consapevoli
Perché l’inconscio continua a dominarti
L’inconscio è quello che tira i fili.
Puoi pensare, puoi credere di essere libero
Ma non lo sei, sei solo una vittima
Di forze naturali, di forze cieche.

Ci sono quindi due tipi di persone. La maggioranza
Segue le tradizioni, la società, lo stato.
Le persone ortodosse, convenzionali
I conformisti – seguono la folla
Non sono liberi.
E poi ci sono alcuni spiriti ribelli
Emarginati, artisti
Pittori, musicisti, poeti;
Questi pensano di vivere nella libertà
Ma lo pensano solamente. Solo ribellandoti
Contro le tradizioni non diventi libero.
Sei ancora dominato dagli istinti naturali.
Sei posseduto dalla lussuria, dall’avidità, dall’ambizione.
Tu non sei il padrone di queste cose.
Sei uno schiavo. Per questo dico
Che la libertà è possibile solo con la consapevolezza.
Se non trasformi l’inconsapevolezza in consapevolezza, non c’è libertà.

E in questo solo pochissimi
Hanno avuto successo: un Gesù, un Lao Tzu
Uno Zarathustra, un Buddha
Pochissimi.
Si possono contare sulle dita di una mano.
Questi hanno vissuto veramente nella libertà
Perché hanno vissuto consapevolmente.

Questo dev’essere il compito di ogni ricercatore:
Creare sempre più consapevolezza.
Allora la libertà accade da sola.
La libertà è la fragranza del fiore della consapevolezza.

Osho: Eighty Four Thousand Poems, #5

Tratto da: http://www.osho.com/

 

SPIRITUALITA' ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Brasile, Mato Grosso: gli indios stano occupano proprietà terriera Successivo BREAKING NEWS - Elicottero alimentato con il pensiero decolla - BBC