FARE ORIGAMI CON DNA

1

 

VIDEO   Paul Rothemund fa magie con il DNA.

 

 

Esite un’antica credenza universale per cui le parole hanno potere, e gli incantesimi esistono, e se solo pronunciassimo le parole giuste, allora, whooosh!

Arriverebbe una valanga a spazzare via gli hobbit, giusto?

E’ un’idea molto seducente perché noi siamo molto pigri, come l’apprendista stregone, o il miglior programmatore di computer del mondo.

E questa idea esercita su di noi una forte attrazione.

Amiamo l’idea che le parole, una volta pronunciate — siano un po’ più di mera informazione, ma evochino un’azione concreta nel mondo reale e ci aiutino nel lavoro.

Ovviamente, con la quantità di computer e di robotprogrammabili, questa è una cosa facile da immaginare.

Quanti di voi sanno di cosa sto parlando? Alzate la mano destra. OK.

Quanti di voi non sanno di cosa sto parlando?

Alzate la sinistra.

OK.

Bene.

Favoloso.

Fin troppo facile.

Voi avete dei computer molto insicuri!

Ora, questo è un tipo di magia differente.

E’ un programma per computer fatto di zero e uno.

Può essere “pronunciato” su un computer.

Così.

E possiamo scriverlo in un linguaggio di programmazione ad alto livello.

Un mago del computer può scrivere questa cosa.

Può essere compilata in una sequenza di zero e uno — e ‘pronunciata’ da un computer.

Questo rende i computer così potenti, questi linguaggi di alto livello che si possono compilare.

Io voglio dirvi che non c’è bisogno di un computer per fare un incantesimo.

Quello che si può fare a livello molecolare è che, codificando delle informazioni- si codifica una magia, un programma, in molecole – poi la fisica interpreta direttamente tali informazioni ed eseguire un programma.

Ed è quello che succede nelle proteine.

Quando la sequenza di aminoacidi viene ‘pronunciata’ in atomi, queste lettere si attaccano l’una all’altra.

Il tutto collassa in una forma tridimensionale che la trasforma in una nanomacchina che taglia il DNA.

E la cosa interessante è che cambiando la sequenza, si modifica anche il ripiegamento tridimensionale.

Ottenete una graffettatrice di DNA.

Questi sono i programmi molecolari che vogliamo poter scrivere, ma non conosciamo il linguaggio della macchina delle proteine; non abbiamo un compilatore per proteine.

Perciò mi sono unito a un gruppo che prova a faremagie molecolari con il DNA.

Usiamo il DNA perché costa meno.

E’ più facile da maneggiare.

E lo capiamo molto bene.

Lo capiamo così bene che pensiamo di poter scrivere linguaggi di programmazione per il DNA e avere compilatori molecolari. Pensiamo di poterci riuscire.

E la mia prima domanda nel fare questo una delle domande – fu :

Come si può creare una forma arbitraria o un modello dal DNA? E ho deciso di usare un tipo di origami di DNA, dove si prende un lungo spezzone di DNA e lo si ripiega in qualsiasi forma o nel pattern desiderato.

Ecco una forma.

Ho passato circa un anno in casa, in mutande, a scviere codici, come Linus [Torvalds] nella foto di prima.

E il programma prende una forma, sputa fuori 250 sequenze di DNA.

Queste brevi sequenze di DNA ripiegheranno gli spezzoninella forma che vogliamo.

Quindi, scrivete un’email con queste sequenze a un’azienda, e l’azienda le pronuncia su un sintetizzatore di DNA.

E’ una macchina grande come una fotocopiatrice.

Prendono l’ email e sostituiscono ogni lettera del vostro messaggio, con degli insiemi di 30 atomi, uno per ogni lettera, A,T,C e G nel DNA.

Li ordinano nella sequenza corretta, e ve li rispediscono via FedEx.

Poi riceverete per posta 250 di questi in piccole provette.

Li mischio, aggiungo un po’ di acqua salata, e poi aggiungo lo spezzone di cui vi parlavo, che ho rubato da un virus.

E poi portate il tutto a ebollizione.

Lasciate raffreddare fino a temperatura ambiente, e mentre lo fate questi piccoli spezzoni fanno quanto segue:ognuno si lega allo spezzone lungo in un punto, e poi c’e` una seconda metà che si lega allo spezzone in un punto lontano e avvicina i due punti dello spezzone in modo che questi si uniscano.

L’effetto macroscopico dei 250 spezzoni è di ripiegare lo spezzone nella forma ricercata; simile a questa forma.

Lo facciamo sul serio nella provetta.

In ogni goccia d’acqua avete 50 miliardi di questi.

Se guardate al microscopio li vedete su una superficie.

E il bello è che se cambiate la sequenza e cambiate la magia, cambiate solo la sequenza delle graffette.

Potete creare una molecola come questa, e sapete, a lui piace stare con gli amici.

Molti di loro sono venuti davvero bene.

Se cambiate ancora la magia, cambiate di nuovo la sequenza.

Ottenete dei bei triangoli di 130 nanometri.

Se lo fate di nuovo ottenete dei pattern arbitrari.

Su un rettangolo potete dipingere pattern di Nord e Sud America, o la parola “DNA” E’ origami con il DNA, ed è uno dei molti modi di fare magie molecolari utilizzando il DNA.

Alla fine vogliamo capire come programmare l’auto assemblaggio per poter costruire qualsiasi cosa.

Vogliamo poter costruire artefatti tecnologici che possano essere utili al mondo.

Vogliamo imparare a costruire artefatti biologici, come persone, balene e alberi.

E se riuscissimo a raggiungere un tale livello di complessità, se la nostra abilità di programmare molecole diventasse così grande, allora quello sarebbe veramente magico.

Grazie mille.

Scienze e tecnologia

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Struttura societaria di UNICREDIT e Regole di UCC Successivo IL TREDICESIMO EMENDAMENTO RITORNA DOPO 142 ANNI

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.