MOSTRATO AL MONDO IL REATTORE KESHE

Brescia, Italy 21 Aprile 2013

Un nuovo capitolo della scienza ha preso inizio.

Alle ore 17,00 del 21 Aprile 2013, presso il Centro Congressi del Fenaroli Palace Hotel, alla presenza di un pubblico proveniente da ogni parte del mondo, in collegamento streaming con 102 nazioni, Mehran T. Keshe, fisico nucleare, direttore della Keshe Foundation, ha aperto i lavori della Conferenza del Trattato di Pace Mondiale.

Nel corso della conferenza l’Ing. Keshe ha ricordato come la Keshe Foundation ha sempre avuto come missione la pace nel mondo e come, al contrario di ogni altra organizzazione, attraverso le conquiste tecnologiche della scienza, intende rendere possibili le condizioni perché la pace mondiale diventi realtà.

Come già in altre occasioni aveva sottolineato, l’attuale traguardo raggiunto dalle tecnologie Magravs di cui la Fondazione è titolare, da una parte rende di fatto obsolete le armi di qualunque genere attualmente impiegate nei conflitti ancora in corso in varie zone del pianeta, dall’altra per la possibilità di dare soluzioni rivoluzionarie ai problemi di carenze di acqua, cibo e materie prime, per i quali le dinamiche dei conflitti prendono avvio, rende insensata la lotta che si fonda sulla scarsità.

Ha concluso quindi dicendo che in queste ultime settimane molto è cambiato negli equilibri internazionali reali, che i leader mondiali – alcuni dei quali hanno già firmato il trattato in quanto individui – stanno predisponendosi a firmarlo in quanto capi delle rispettive nazioni, per poi dare annunci congiunti in merito.

Per questo motivo ha detto di ritenere che ora il momento è giunto perché l’umanità possa accedere ad una tecnologia in grado di cambiare la vita di ogni abitante del pianeta.

Un reattore da Malta

Al termine della presentazione del Trattato di Pace e del suo significato, l’ing. Keshe ha presentato, come esempio dell’iniziativa della popolazione, il progetto MICSPI di reattore al plasma realizzato dal Gruppo di Studio Keshe Foundation Malta guidato dall’Ing Joseph Micallef, sulla base delle indicazioni ricavate dai brevetti rilasciati pubblicamente sul web dal sito della Fondazione Keshe.

Nelle intenzioni di Keshe infatti, il raggiungimento corretto della situazione propizia all’implementazione pratica della nuova tecnologia doveva essere effettuato mettendo a disposizione dei governi, da una parte, i piani progettuali attraverso la consegna ufficiale degli stessi alle varie ambasciate, e della popolazione, dall’altra, dei disegni di progetto allegati ai brevetti attraverso il sito web della Fondazione, in modo che sia dal basso che dall’alto si prendesse familiarità e consapevolezza del significato profondo di questa nuova possibilità offerta dalla scienza.

Così è stato ed ora la situazione consente il rilascio completo delle tecnologie.

L’intervento dell’On. Fabio Meroni

Ad introdurre il discorso dell’Ing. Keshe è intervenuto l’On. Fabio Meroni, che nella scorsa legislatura, sedendo in Parlamento tra le fila della Lega Nord, dopo la consegna dei piani progettuali delle tecnologie Keshe al governo italiano dell’ottobre 2012, presentò una duplice interrogazione parlamentare – tuttora inevasa – per conoscere l’esito della presa in consegna delle tecnologie da parte del Governo Italiano.

Meroni ha sottolineato nel suo intervento come la necessità di aprirsi alle possibilità offerte dalle tecnologie più avanzate sia ormai ineludibile da parte delle istituzioni di ogni livello, per poter dare ai cittadini una risposta ad una situazione che diviene ogni giorno più critica.

E come l’obiettivo della pace, indipendentemente dagli schieramenti politici, sia da conseguire come indispensabile presupposto sociale per il passaggio evolutivo ad un nuovo grado di civiltà planetaria

L’On. Meroni si è complimentato infine con Joseph Micallef, il cittadino maltese che ha realizzato con il suo gruppo di studio la tecnologia Keshe, mettendo in gioco le proprie conoscenze ed abilità laddove gli organi pubblici sono lenti a recepire le istanze del nuovo.

Lo stato dell’arte della Tecnologia Keshe

In chiusura dei lavori l’ing. Keshe ha quindi annunciato la presentazione in anteprima mondiale del risultato di trent’anni di studi e sperimentazioni da parte della Keshe Foundation.

Appena giunto dai laboratori, ancora nella cassa da trasporto, è stato svelato l’aspetto dello stato dell’arte dei Keshe Power Reactor: un apparato delle dimensioni tali da poter stare su un tavolino che è in grado di produrre tanta energia quanta ne occorre per una città, produrre campi gravitazionali in grado di sollevare migliaia di tonnellate, e consentire tutte le altre applicazioni della tecnologia Magrav nei diversi campi.

L’aspetto apparentemente semplice che appare nel video nasconde, all’interno del globo di rame delle dimensioni di un cranio umano, una infinita complessità di componenti che sono deputati a replicare in piccolo le strutture e le dinamiche di un intero universo.

Nell’assordante silenzio dei media ufficiali il mondo ha comunque potuto sapere che il futuro è arrivato.

Jervé

 

Fonte http://www.iconicon.it/blog/2013/04/presentato-al-mondo-il-reattore-keshe/

Scienze e tecnologia

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Stanza cosmica: Conversazione di 20 Aprile 2013 Successivo SWISSINDO & OPPT - COMUNICAZIONE DI AMERICAN KABUKI

17 commenti su “MOSTRATO AL MONDO IL REATTORE KESHE

    • Paolo Sanna il said:

      Karuna, in base a cosa fai un’affermazione di questo tipo, perché secondo te si tratterebbe di una bufala, hai dei dati che possano confutare quanto affermi? In caso affermativo rendicene dotti, grazie!!!

  1. alberto il said:

    e’ una bufala perche’ non ha nessuna base scientifica, non mostra nulla, non accende nulla, continua a prendere tempo da un anno, spara mostruosita’ in continuazione… .e la gente continua a bersi quello che dice….

  2. alberto il said:

    Riccardo, tu credi a quel truffatore? ci hai mai creduto? su quali basi? E’ ovvio che sta spillando soldi a chi compra i libri e dona alla sua “fondazione”…. lo e’ sempre stato!

  3. Anna il said:

    Quando qualcuno si accanisce cosi’ tanto a dire che e’ una bufala mi viene da pensare che sia uno dei tanti pagati dal sistema per impedire che l’umanita’ sia libera. Fai ancora in tempo a cambiare “padrone”, prendere quattro soldi in cambio di vendere l’anima non vale la pena…vale solo una tegola in testa che ti cadra’ quando meno te l’aspetti…

  4. alberto il said:

    siete senza speranze… se aveste un minimo di istruzione scientifica vi rendereste conto delle baggianate che questo tizio di propina. ma non cambierere mai idea. Vedrete pero’ che non verra’ mai fuori nulla da questo tizio. Ma voi avrete sempre la scusa di poteri oscuri che tramano contro di lui. Io non prendo nessun soldo da nessuno, ho solo un cervello e lo faccio funzionare…. So che ora mi tirero’ addosso pessimi commenti, ma vedere quante gente abbocca a questo truffatore e’ disarmante…

  5. alberto il said:

    aggiungo una cosa su cui vi prego di riflettere, e di dirmi cosa ne pensate. Ammesso che questo tizio abbia davvero inventato cio’ che sostiene (che cura i malati, che crea cibo dal nulla, che permette di andare su marte in poche ore, eccetera, eccetera), e siccome dice di volerlo dare al mondo intero, perche’ cacchio dopo anni non ha ancora dato un piffero? Se fosse vero’, sarebbe crudele e insensibile, pensando a quante persone avrebbe potuto salvare da morte per fame… ridicolo…

  6. christian il said:

    Sara’ ragazzi ma io ho provato a scaricare i files e non ci riesco.Addirittura uno che son riuscito a trovare in formato iso non mi viene aperto dicendo file corrotto.Che ci sia qualcosa dietro?

  7. alberto il said:

    certo che c’e’ qualcosa dietro… una truffa! Ma possibile che non salti all’occhio da tutte le enormi panzane che spara? Cibo gratis? Guarigioni miracolose?

  8. Amon il said:

    Ci sono degli iso che non funzionano e quelli che si scaricano…io sono riuscito a scaricarlo potete farlo anche voi ma non nei primi due link che vi forniscono, il file pesa 1gb circa, se lo cercate lo trovate sicuramente.Alberto la scienza ufficiale sono 100 anni che prende in giro l’essere umano io se fossi in te visto che millanti di avere un cervello mi premunirei di pazienza senza dogmi o preconcetti e studierei il materiale fornito, Certo se parti prevenuto fin dall’inizio è meglio che vai sul forum di quei coglioni del cicap o di stupidissimo, lì ti daranno tutti ragione tranquillo.

  9. alberto il said:

    mi spiace, ma la Scienza e’ una cosa, le cazzate sono un’altra. scommettiamo un euro che non verra’mai fuori nulla da questo tizio? ci sentiamo tra due anni, e vedrete che non avra’ ancora fatto NULLA e avra’ continuato a raccontarvi balle e panzane. Adios, e’ inutile parlarne….

  10. albert il said:

    alberto non hai ancora capito che nella scienza non tradizionale non hanno capito
    ancora la energia libera purtroppo e tu fai parte delle vecchie pecore

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.