UFO e Bilderberg

1

Titoli a caratteri cubitali apparvero sui giornali statunitensi in quel lontano luglio del 1952. Formazioni di UFO avevano sorvolato più volte la capitale, Washington D.C. Quattro mesi dopo, il generale Dwight Eisenhower, divenuto capo di Stato Maggiore dell’Esercito USA al termine della Seconda Guerra Mondiale (quindi, nel 1951, comandante supremo delle forze alleate della NATO), fu eletto presidente. Era il gennaio 1953 e, in quello stesso mese, all’Ufficio di Intelligence Scientifica (OSI) della CIA fu ordinato di determinare se gli UFO fossero di natura interstellare.
L’OSI riunì la commissione scientifica Robertson (il “Robertson Panel”), che raccomandò tra l’altro l’ampliamento del Progetto “Blue Book”, vale a dire un maggiore studio degli UFO da parte dell’Aeronautica militare. Un anno dopo, nell’aprile 1954 (come documentato da Gerald Light), il Presidente Eisenhower effettuò un viaggio segreto per Muroc Field (l’odierna Base Edwards dell’USAF), situato nel deserto californiano. Il suo seguito comprendeva alcuni generali, il reporter Franklin Allen dell’Hearst Newspapers Group, il vescovo cattolico di Los Angeles James McIntyre, ed altri. Il presidente aveva precedentemente fatto in modo di trovarsi nella vicina Palm Springs, in California, giustificando il suo viaggio con la scusa di una vacanza di golf. Una notte venne portato di nascosto a Muroc, mentre, come copertura, ai reporter fu detto che il Presidente aveva mal di denti ed aveva dovuto consultare un dentista.
La Delegazione
Mentre si trovava al campo di aviazione di Muroc, Eisenhower fu testimone dell’atterraggio di un disco extraterrestre. Diversi visitatori stellari ne uscirono, per conversare con il Presidente e i generali. Gli extraterrestri chiesero che Eisenhower rendesse immediatamente pubblico il contatto tra gli alieni e la Terra. Il Presidente rispose che gli umani non erano ancora pronti, avevano bisogno di tempo per prepararsi a questa stupenda realtà. Alla fine del mese successivo, nel maggio 1954, il direttore della CIA Walter Bedell Smith, il principe Bernhard di Olanda, David Rockefeller e altri magnati della finanza, il futuro segretario di Stato Dean Rusk, il futuro ministro britannico della Difesa Denis Healey e diversi uomini di potere occidentali, presero parte al primo raduno del Bilderberg Group, ovvero “un modo occidentale di gestire l’ordine del mondo”. (H. Sklar, ed. 1981 Trilateranism. Boston: South End Press).
Uno dei primi argomenti all’ordine del giorno di questa “Direzione Mondiale” fu il contatto extraterrestre. I dati che ora esporrò mi sono stati rivelati da un informatore confidenziale che ritengo attendibile, il quale in precedenza aveva lavorato sotto contratto per la “National Security Agency”, e che dispone ancora oggi di contatti all’interno dell’intelligence. Questa informazione è stata confermata da una seconda fonte, il dottor Michael Wolf, il quale ha lavorato nel gruppo di Studi Speciali del MJ-12, un sottocomitato “non ufficiale” del “National Security Council”. Il rapporto che segue non va considerato come una fuga di notizie. Al contrario, l’emergere di queste informazioni fa parte di un “Programma di Acculturamento”, una precisa politica (sebbene non dichiarata dal Governo USA) di un lento “rilascio di informazioni”, come lo chiama il dottor Wolf. (Ogni informazione, inclusa in questo rapporto, da me sviluppata indipendentemente dai miei due informatori governativi, verrà riportata fra parentesi).
Il gruppo Bilderberg
Subito dopo essersi costituito, il Gruppo Bilderberg collaborò con il “Council on Foreign Relations” (CFR), altra unità politica internazionale che gestisce a livello mondiale il problema della preparazione dell’umanità alla presenza extraterrestre. Il gruppo Bilderberg e il CFR decisero di concerto, verso la metà degli anni Cinquanta, di giungere ad un accordo con gli extraterrestri, in base al quale sarebbe stata loro concessa un’isola nella Polinesia Francese come base sulla Terra.
Tale accordo, da un lato rese possibile agli ET il monitorare da vicino la cultura ed il comportamento degli umani; dall’altro consentì ai governi della Terra di fare altrettanto con gli alieni. “Divenne un esperimento continuo”, così disse il mio ex-informatore della NSA. Aggiunse inoltre che quando giungerà il momento di un annuncio pubblico ufficiale sulla presenza degli extraterrestri, essi “saranno presentati ai terrestri” con frasi tipo “Oh, a proposito, diamo il benvenuto ai nostri vicini di casa delle Pleiadi. Sapete, si trovano sulla Terra dall’alba dei tempi e ora vivono qui a casa nostra, nel nostro spazio e nel nostro tempo”. L’informatore aggiunge candidamente: “sono il loro corpo diplomatico”.
Alieni e Retroingegneria
Il mio informatore ex-NSA mi ha detto che gli Stati Uniti hanno condotto lunghi negoziati in merito a diverse concessioni prima di accettare il compromesso. Non mi ha specificato quali fossero queste concessioni, ma la storia seguente il 1954 suggerisce che gli Stati Uniti fecero la parte del leone. Sembra infatti che gli USA ottennero il pieno appoggio degli alieni, i quali aiutarono gli scienziati americani a capire come adattare ai loro bisogni l’insolita tecnologia extraterrestre. Il risultato di questa interazione è ciò che adesso conosciamo come i chip per computer, fibre ottiche, laser, clonazione, visori notturni, fibre super resistenti (come il Kevlar dei giubbotti antiproiettili), ceramica aerospaziale antifrizione, tecnologia Stealth, apparecchi a raggi di particelle e voli con controllo di gravità.
MICHAEL WOLF: “IL PRIMO UFO CADDE NEL 1941”
Il dottor Michael Wolf del NSC, nel suo libro “The Catchers of Heaven”, ha rivelato che tra i suoi compiti governativi c’era quello di collaborare con gli alieni. Wolf riferisce testualmente: “Nel mio lavoro incontravo extraterrestri ogni giorno e condividevo i loro settori abitativi” nel corso di ricerche in laboratori governativi sotterranei super-classificati. E specifica: “Gli Zetas lavorano in queste strutture sotterranee, come richiesto dal governo americano.
Gli ET rispettano il trattato fra gli Stati Uniti e gli Zetas, ma il governo americano invece ha più volte infranto i patti, maltrattando diversi extraterrestri e provando ad aprire il fuoco sugli UFO”. Il dottor Wolf ha descritto anche il suo lavoro con razze molto simili agli umani, detti Nordici o Semitici. “I Semitici ed i Nordici vengono dalle stelle 4 e 5 di Altair (costellazione dell’Aquila, ndr.) e dal sistema stellare delle Pleiadi”. Wolf ha inoltre dichiarato che nel 1954 gli Stati Uniti custodivano quattro cadaveri di alieni nella “Blue Room”, all’interno dell’Hangar 18 della base USAF di Wright-Patterson, a Dayton, Ohio.
I corpi provenivano da una serie di recuperi di UFO precipitati. “Il primo UFO cadde nel 1941, nell’oceano a ovest di San Diego e fu recuperato dalla Marina”. Da allora la Marina ha mantenuto la leadership in fatto di UFO. Tra quell’incidente ed il primo crash annunciato pubblicamente, quello a nord-ovest di Roswell del 1947, Wolf afferma che se ne verificò un altro nel 1946, oltre ad altri due crash avvenuti sempre nel 1947, nei pressi di Roswell.
Il Gotha politico
C’è una frattura all’interno del Gruppo Bilderberg, che si rispecchia anche in altre strutture politiche di rilievo mondiale, come il Council on Foreign Relations, il Royal Institute of International Studies e la Commissione Trilaterale, e all’interno del Dipartimento della Difesa e le agenzie di Intelligence degli USA e degli stati NATO.
Il contrasto è tra due schieramenti, o fazioni: uno (la “Minoranza Illuminata”) crede sia tempo ormai di rendere pubblica la realtà del contatto extraterrestre e presentare l’esperienza generale con gli alieni come non-ostile; l’altro (la “Maggioranza Ottenebrata”) trama invece per nascondere gli avvenuti contatti con gli ET mentre li studia per individuare i loro punti deboli e mettere a punto armi che possano respingerli, visto che la presenza aliena minaccia il monopolio dell’apparato finanziario, del potere e dello status quo. Il Bilderberg, il CFR, il TLC, etc, nacquero per servire i padroni dell’élite sociale e finanziaria.
Mentre i progressisti auspicano una direzione verso la chiarezza e l’illuminazione del mondo, devono tenere conto di una maggioranza che potrebbe non essere d’accordo con tale politica. La maggioranza pensa solo a se stessa e non può capire, ad esempio, come sia possibile che la famiglia reale olandese possieda una compagnia petrolifera (la Royal Dutch Shell Petroleum Ltd.) mentre si parla di distribuzione di energia non inquinante di possibile origine extraterrestre. Sono convinto che il dottor Michael Wolf, la mia fonte ex NSA (e altri, come lo scomparso colonnello Steve Wilson dell’USAF, il colonnello Donald Ware, sempre dell’USAF, il sergente maggiore Robert Dean dell’Esercito USA, etc.) facciano parte della “Minoranza Illuminata” all’interno delle organizzazioni militari e dell’Intelligence che credono sia ora che la realtà UFO venga alla luce. Non aspettano che la “Maggioranza Ottenebrata” dia il permesso.
Eppure, ci sono state fornite rivelazioni straordinarie su UFO ed ET, provenienti da fonti autorevoli. Coloro che non accettano la realtà della presenza extraterrestre se non rivelata dalle labbra dello stesso Presidente degli Stati Uniti, dovranno aspettare ancora un po’. Chi invece voglia aggiornarsi e capacitarsi della situazione può usufruire di documentazioni ormai incontrovertibili sulla realtà degli UFO e del contatto con gli alieni.
1
I SEGRETI SVELATI, UFO DISCLOSURE , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente SOVRANITA' INDIVIDUALE Successivo Per indebolire i Media alternativi indipendenti online, l'UE si appresta a "regolamentare" i motori di ricerca Internet

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.