Papa Benedetto Controversie intorno la data di nascita di Gesù

REUTERS / OSSERVATORE ROMANO
Papa Benedetto XVI contiene una copia del suo libro “L’infanzia di Gesù ‘”, come egli incontra RCS editore Paolo Mieli e il cardinale Gianfranco Ravasi, presidente del Pontificio Consiglio della Cultura, in Vaticano il 20 Novembre

Papa Benedetto XVI ha rivelato nel terzo capitolo della sua trilogia, dedicato alla vita di Cristo, che Gesù possa essere nato prima di quanto si pensasse in precedenza. Il calendario che usiamo oggi, che inizia con la nascita di Cristo, ed è stato creato da un Dionigi il Piccolo, un monaco 6 ° secolo, possono essere confuse. Secondo il Telegraph , il Papa spiega nel suo libro che Exiguus, che è considerato l’inventore del calendario cristiano, “ha commesso un errore nei suoi calcoli da diversi anni. La data effettiva della nascita di Gesù ‘è stato diversi anni prima. “L’idea che Gesù non era in realtà nato il 25 dicembre è stato instancabilmente discusso da teologi, storici e guide spirituali, ma ciò che rende questo caso diverso è che ora è leader del la Chiesa cattolica è quella che chiede le domande.

Libro di Papa Benedetto XVI, Gesù di Nazaret: i racconti dell’infanzia , è stato pubblicato il Martedì. Come i precedenti due rate, è previsto per essere un best seller, e un milione di copie del libro sono già stati stampati. Si prevede che il libro sarà tradotto in altre 20 lingue per la pubblicazione in 72 paesi. i racconti dell’infanzia segue la vita di Gesù, dal concepimento fino alla sua presentazione al tempio a all’età di 12 anni. Il Papa descrive questo terzo libro come una “piccola anticamera” alla trilogia su Gesù di Nazaret, riferisce l’Ufficio Stampa del Vaticano.

( PIU ‘: ! Hashtags Santo Il Papa sarà presto unire le masse Tweeting )

Papa Benedetto XVI fa alcune affermazioni controverse del libro. Egli scrive di come il Vangelo di Matteo afferma che Gesù nacque quando Erode il Grande ha stabilito in Giudea. Tuttavia, dato che Erode morì nel 4 aC, Gesù deve essere nato prima di quanto originariamente Exiguus documentati. Argomenti circostanti data esatta di Gesù ‘di nascita hanno confuso gli studiosi per secoli. Anche il Vangelo di Luca sostiene che la nascita ha avuto luogo quando Quirinio era governatore della Siria nel 6 dC.

L’autore coglie l’occasione non solo di contestare la data di nascita di Gesù ‘, ma anche per riaffermare la dottrina della nascita da una vergine come una verità “inequivocabile” di fede. Reuters scrive che Benedetto XVI ricorda ai suoi lettori che il rapporto sessuale non svolgono un ruolo nel concepimento di Gesù. Egli afferma che la credenza nella nascita verginale di Cristo è una “pietra angolare della fede” e un segno di “potenza creatrice di Dio”. “Se Dio non hanno anche il potere sulla materia, allora semplicemente non è Dio”, il Papa sostiene . “Ma lui ha questo potere, e attraverso la concezione e la risurrezione di Gesù Cristo, che ha inaugurato una nuova creazione”.

Papa Benedetto esamina anche la “questione della storia interpretata”, riferendosi in particolare ai tentativi dei Vangeli, come quelli di Matteo e di Luca, per dare un senso di eventi dopo che si era verificato, osserva Reuters . “Lo scopo degli evangelisti non era quello di produrre un resoconto completo,” il Papa spiega, “ma una registrazione di quello che sembrava importante per la comunità di fede nascente, alla luce della parola. I racconti dell’infanzia sono interpretati storia, condensati e scritto in conformità con l’interpretazione. ”

( PIU ‘: Perché mai Papi Devo chiedere scusa )

Ci sono stati innumerevoli interpretazioni della vita nascita, e la morte di Cristo nel corso della storia. Un interprete di tale Bill Darlison, ex Unitarian Church ministro e vice presidente attuale del Generale Assemblea unitaria e Free Chiese cristiane del Regno Unito. Come altri prima di lui, si chiede se Cristo è nata proprio il 25 dicembre, o se forse è nato “su uno dei circa 150 altre date che sono state proposte nel corso dei secoli. È nato a Nazareth o in Betlemme e, se Betlemme, era Betlemme di Giudea o Betlemme, in Galilea? “Egli sostiene, inoltre, che la nascita spirituale” è sempre una nascita da una vergine, perché non è legato in alcun modo (eccetto simbolicamente) alla nascita fisica. “Nel 2004, TEMPO chiesto la stessa domanda, con Davide Van Biema chiedendosi se “si potrebbe essere tentati di abbandonare tutta la storia della Natività come ‘unhistoric,’ semplice supporto teologico e di riempimento.”

Il revisionismo storico continua con il Papa sollevare la questione della presenza degli animali durante la nascita di Cristo. Egli rivela in Gesù di Nazaret che “non vi è alcuna menzione di animali nei Vangeli.” Questo può venire come uno shock per le migliaia di scuole attualmente preparando i loro giochi Natività. Ma Papa Benedetto rassicura i suoi lettori di non preoccuparsi – che “nessuno darà i buoi e l’asino nei loro presepi”, osserva il Telegraph. , anche se gli animali non figura al momento della nascita, il Vaticano sembra felice di mantenere il mito in quanto presenta un elaborato a grandezza naturale Presepe in Piazza San Pietro, questo Natale.

Gesù di Nazareth: i racconti dell’infanzia è disponibile in inglese e pubblicato da Image Books. Ne consegue i primi due libri, che trattavano con la vita adulta e morte di Cristo.

Questo articolo è stato modificato. La versione originale di cui la concezione di Gesù come “l’Immacolata Concezione.” Il termine si riferisce alla vita di Maria, madre di Gesù.

Read more: http://newsfeed.time.com/2012/11/22/pope-benedict-disputes-jesus-date-of-birth/#ixzz2D56LBPCc

NOTIZIE ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Successivo Una nuova spiritualità per il ventunesimo secolo: non una rivoluzione politica ma una ribellione individuale