STRANE “COINCIDENZE”?????

59736_212673618872891_1777113205_n

 

 

Abdica il Papa Benedetto XVI
La stessa sera un fulmine colpisce la cupola del Vaticano.

 

Il significato

La Torre del XVI arcano è la Torre di Babele (in accadico porta del cielo) costruita per egoismo e per l’ambizione di raggiungere il regno divino. Questo era infatti lo scopo dello ziggurat babilonese, una costruzione a diversi piani, alla cui sommità troneggiava il tempio, il più possibile vicino al cielo. I Qui il sacerdote, attraverso la celebrazione del rito, cercava una più stretta comunicazione con Dio, da cui, probabilmente, la didascalia dell’arcano: maison de Dieu, ovvero casa di Dio, cui l’uomo, nella sua smisurata sete di potere, tenta di dar la scalata. Non a caso la Torre ci appare come una costruzione vivente, sensibile, ma scoperchiata dalla folgore divina, intervenuta a punire l’arroganza, la presunzione, la smodata ricerca di perfezione esteriore. Eppure, direttamente colpita nella parte alta merlata dalla folgore che fuoriesce dal Sole (la ragione divina), dà l’impressione di reggere bene all’ attacco, grazie alla solidità delle fondamenta. Il crollo non è totale ma ha il sapore dell’ avvertimento: ‘Costruisci, elevati: hai il diritto e il dovere di farlo; ma non sognarti neppure di voler eguagliare il Creatore. Inutile, dunque, attaccarsi con le unghie e con i denti alle certezze della materia o alla rigidità delle proprie strutture mentali, per tentare di trattenere ciò che è destinato alla fine e al mutamento. L’arcano della Torre, uno dei peggiori del mazzo, più drastico diritto che capovolto, rappresenta il perno filosofico della necessità del male come aspetto complementare del bene o come la condizione che lo precede. È il necessario cambiamento di stato, doloroso ma indispensabile, per l’evoluzione interiore. Se le energie incontrollate rappresentano un pericolo contro cui non rimanere passivi, innegabile è la loro fecondità, il potere germinativo del nuovo che sorge dal vecchio, il mutevole figlio della condizione statica e cristallizzata della pietra.

 

 

Le dimissioni del Papa e numerologia!

 

rat
Le dimissioni di Papa Ratzinger, tutti i media ne parlano e non possiamo esimerci da una breve riflessione sul valore, dal punto di vista metafisico e numerologico di questo avvenimento storico.

L’energia della Luce sta invadendo sempre più la nostra dimensione, proprio in questa settimana è arrivata una bell’onda energetica per darci una mano ed oggi è l’11.2.2013, ormai tutti sappiamo che l’11 è un numero maestro ed un portale energetico, energie nuove dunque e lo conferma la somma di questa data: 1+1+2+2+0+1+3=10 = 1 un nuovo ciclo ha inizio. scomponendo la data 11 22 013 abbiamo anche il 22 energia del Creatore e il 13 energia dell’Alchimista, giorno magico, la chiesa sceglie date appropriate per i concistori ed eventi che la riguardano. Il 28.2.2013 il papa uscirà di scena e guarda caso la somma di questa data è: 2+8+2+2+0+1+3=18 =9, il nove rappresenta la fine di un ciclo… archetipo del Liberatore…  non dico altro!

Ormai l’energia si muove velocemente, gli avvenimenti si susseguono incalzanti, lasciandoci a volte scioccati, tranquilli, tutto è come dev’essere, ringraziamo e chiediamo al Creatore per mezzo della nostra forza Divina che i cambiamenti a venire siano liberi dalla sofferenza come quello avvenuto oggi, una libera scelta, che la vecchia energia si dimetta tutta e pian piano lasci il posto alla Nuova Terra!

Namaste a tutti Noi Esseri della Nuova Era!

Patrizia di Visione Alchemica

SPIRITUALITA'

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Ma Benedetto XVI si è dimesso o è stato licenziato? Successivo MISSIONE COMPIUTA - MUOS di Niscemi, i documenti di revoca spediti ai militari americani

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.