Crea sito

mercoledì agosto 2, 2017 14:48

Le stagioni e la croce della vita – Busola ed orologio cosmica per scoprire qui ed ora

Posted by Tanja

 

Continua da Tra PORNOGRAFIA ASTROLOGICA ed ASTROLOGIA SACRA

Per ogni cosa c’è il suo momento, il suo tempo per ogni faccenda sotto il cielo.
C’è un tempo per nascere e un tempo per morire,
un tempo per piantare e un tempo per sradicare le piante.
Un tempo per uccidere e un tempo per guarire,
un tempo per demolire e un tempo per costruire.
Un tempo per piangere e un tempo per ridere,
un tempo per gemere e un tempo per ballare.
Un tempo per gettare sassi e un tempo per raccoglierli,
un tempo per abbracciare e un tempo per astenersi dagli abbracci.
Un tempo per cercare e un tempo per perdere,
Un tempo per serbare e un tempo per buttar via.
Un tempo per stracciare e un tempo per cucire,
Un tempo per tacere e un tempo per parlare.
Un tempo per amare e un tempo per odiare,
Un tempo per la guerra e un tempo per la pace.
Che vantaggio ha chi si dà da fare con fatica?
Ho considerato l’occupazione che Dio ha dato agli uomini, perché si occupino in essa.

Egli ha fatto bella ogni cosa a suo tempo, ma egli ha messo la nozione dell’eternità nel loro cuore, senza però che gli uomini possano capire l’opera compiuta da Dio dal principio alla fine.

Ho concluso che non c’è nulla di meglio per essi, che godere e agire bene nella loro vita;

ma che un uomo mangi, beva e goda del suo lavoro è un dono di Dio.

Riconosco che qualunque cosa Dio fa è immutabile; non c’è nulla da aggiungere, nulla da togliere. Dio agisce così perché si abbia timore (rispetto) di lui.

Ciò che è, già è stato;

ciò che sarà, già è;

Dio ricerca ciò che è già passato.

Ecclesiaste (Qoèlet)3

 

L’esistenza è un eterno movimento.

E in ogni movimento dobbiamo avere i punti di orientamento.

Senza di essi il movimento sarebbe caotico e senza senso.

Non importa se ci muoviamo attraverso lo spazio o attraverso il tempo, per arrivare ad una meta dobbiamo avere i punti fissi che ci segnalano dove ci troviamo proprio adesso.
Est, nord, ovest, sud – sono i punti cardinali (fondamentali) dello spazio,di quali abbiamo bisogno vivendo in mondo terrestre basato sul numero 4, sulle 4 dimensioni dello spaziotempo.

 

Primavera , estate, autunno, inverno punti cardinali del tempo, trasformano lo spazio in un campo di giochi magico dei specchi che ci indicano e ci indicavano da sempre la vera natura- la vera natura della nostra realtà.

Punti cardinali delle stagioni sono i punti di unione della conoscenza esoterica ed exsoterica.

Sono i punti dove si incontrano “io credo” (dei pesci) ed “io so” (del acquario).

Importanza di questi punti è rimasta nella memoria collettiva, attraverso tutte le credenze e attraverso tutte le religioni, attraverso “io credo” (ma non solo religioni)

Credevamo e inconsciamente sapevamo, che raggiungimento dei punti cardinali dello spaziotempo sono i punti di svolta.

Ed ogni anno il Sole viaggiando attraverso il cielo e le sue costellazioni ci ripeteva sempre stessa storia – la storia di un Eroe e di sue avventure durante il viaggio, nel tentativo di trovare la strada verso la casa compiendo le missioni eroiche.

Tutte le religioni parlano di questa storia.
Astrologia parla di queste storie.
Anche la scienza parla di queste storie.

E adesso in pieno di questa meravigliosa Apocalisse (rivelazione) anche ognuno di noi in modo consapevole comprende queste storie.
La verità delle leggi dello spaziotempo di terra 4 dimensionale è rivelata.

Io credo ed io so si sono uniti.

La luce e la notte hanno rivelato la sua funzione necessaria nel ciclo della vita.

Questi punti cardinali possono essere chiamati in modi più diversi, ma il loro senso è sempre unico.

I punti cardinali, segnano i ritmi dei cambi naturali.

Più vediamo fuori, più vediamo dentro.

Osservando con attenzione vediamo chiaramente la natura frattale di tutti i cicli.

Luna con le sue 4 fasi, ogni mese ci parla di quelli ritmi:

Luna Nuova parla di Primavera,

Primo quarto di Luna ci ricorda di Estate,

Luna Piena celebra Autunno

Ultimo quarto di Luna descrive l’inverno.

E non esiste più neanche uno dei scienziati che vorrebbe negare l’esistenza di connessione tra i ritmi della vita su questo pianeta con i ritmi della Luna o del Sole.

Tutto è connesso.

Neanche più duri materialisti possono negare questa connessione.

La legge del spaziotempo si rivela da sola.

Basta osservare.

Sorgere del sole, mezzogiorno, sera, tramonto del sole.

E’ sempre lo stesso schema che si ripete in un infinito frattale che ci mostra chiaramente anche la realtà di dualità illusoria su questo pianeta 4 dimensionale.

La soma della quantità di luce e quantità di oscurità è sempre uguale.

Questa soma non cambia mai.
Quando su una parte della Terra è la luce più forte , da parte opposta della terra la oscurità raggiunge il suo massimo, quando da una parte della terra c’è equilibrio tra luce e oscurità, da parte opposta della terra vale questo stesso equilibrio in versione del immagine dello specchio.

Non ci sono più segreti per quelli che vogliono vedere.

Non c’è più paura del oscurità ne dalla luce.

Perchè luce e oscurità stano fluendo seguendo i ritmi regolari che segnano la vita intera.

Sole governatore della luce e Luna governatore della notte danzano con la terra questo ballo ritmico in modo sincrono, senza stancarsi mai.

I ritmi del giorno.

I ritmi del mese.
I ritmi del anno.

Si ripetevano e ripetevano senza sosta fino al momento in quale abbiamo potuto comprendere che anche il sole segue la danza ritmica del SUO SOLE, NEL CENTRO GALATTICO che danzava nei ritmo di ANNO GALATTICO, con i giorni e mesi galattici- primavera galattica, estate galattica, autunno galattico, inverno galattico.

E centro galattico segue anche ritmo di ANNO SUPERGALATTICO che ripete il ritmo di suoi giorni mesi, stagioni ed anni.

E così via, e così via verso più grande e verso più lontano.

E cosi via verso il più piccolo e verso più vicino al vero sole dentro di te, e dentro di me, e dentro di tutti noi.

Quel Sole intorno quale gira la nostra esistenza terrena, esterna ed interna.

Sole interiore che gira intorno al suo sole interno ed esterno,segnando le stagioni di esistenza raggiungendo i nostri punti cardinali – raggiungendo primavera (ascendente), l’estate (imum coeli), autunno (discendente) ed inverno (medium coeli).

Ognuno porta con se questa propria croce unica – ognuno segue la propria “ruota della fortuna”, disegnata intorno a questa croce delle stagioni.

Ed ognuno sa quando è tempo per svegliarsi, quando è tempo di crescere, quando è tempo di raccogliere e quando è il tempo per impiantare i propri semi.

Non c’è nessun misticismo, non c’è nessuna occultazione ne cospirazione, esiste solo l’onda sinusoidale del cambiamento segnata con i suoi apici e punti di equilibrio tra la luce ed oscurità.

Osservate bene questa croce perchè ci mostra la nostra natura del imagine olografica nello spechio.

L’estate si trova al punto di nostra profondità (nel buio) e l’inverno si trova nel punto di luce più forte.

Nord e sud, est è ovest (punti cardinali) della carta natale e i punti cardinali della realtà che percepiamo con i nostri sensi sono stessa immagine vista nello specchio.

La particela e l’onda esistono contemporaneamente. Ogni particella e anche onda.

Noi vediamo in modo inverso- luce in alto, oscurità in basso.
Nulla è come sembra.

L’estate ed inverno esistono contemporenaemente- emisfero nord del pianeta estate/emisfero sud inverno.

Festa di San Giovanni e festa di Natale si incontrano nei punti di solstizio. La nascita e resurrezione si inconrano durante gli equinozi.

Ogni movimento circolare è anche un movimento ondulare

 

 

 

Ma il nostro Sole sta viaggiando intorno al Centro Galattico attraversando il piano galattico segnando le stagioni galattiche

21 dicembre 2012 il Sole ha  raggiunto punto di primavera galattica.

13 000 anni fa, il Sistema solare si trovava al punto di Equinozio d’autuno galattico e quantità del oscurità ha iniziato a crescere e diminuiva sempre di più la luce. Come se noi gradualmente scendiamo sempre di più sotto la terra. Più profondamente scendevamo sotto il piano galattico i nostri ricordi del epoca della luce sbiadivano. Per non sbiadire e sparire del tutto, abbiamo iniziato a registrare i nostri ricordi in tantissimi modi diversi.
Il buio più profondo abbiamo ragiunto circa 6500 anni fa, raggiungendo il punto di solstizio d’inverno galattico – punto del Unità delle feste di San Giovanni e Natale Galattici.

Solo nella notte più profonda le stelle brillano più forte.

Dopo di quale ha iniziato a crescere la quantità di luce e diminuiva l’ocurità.

Con la luce crescente hanno iniziato arrivare i ricordi e le comprensioni di antichi testi.

In momento di adesso, dal 21 dicembre 2012, siamo usciti al superfice della terra insieme con la primavera galattica.

Sono passati quasi 5 anni da quel momento, la luce sta crescendo sempre di più e tra 6500 anni raggiungerà il punto d’estate galattica quando tutti i ricordi sarano completaente risvegliati. Da quel punto in poi la luce inizierà a diminuire di nuovo e dopo l’autuno galattico, i ricordi inizierano a sbiadire di nuovo.

Nessun misticismo, nessuna cospirazione, e solo ciclo naturale del Sole.

E un ciclo naturale del essere umano che si identifica con il Sole e tutte le sue divinità identifica con il sole.

La croce come simbolo non ha nulla da fare con le religioni. La croce con i sui punti cardinali sta segnando le stagioni e le stagioni sono definite con il raporto tra la luce ed oscurità. Ogni punto cardinale è un punto di rinascita. Ogni punto cardinale significa una svolta, ogni punto cardinale significa un cambiamento, ogni punto cardinale significa una sfida.
Nella carta natale ogni aspetto di quadrato o di opposizione è un raggio di uno dei infinuti croci che dobbiamo portare.

E sapiamo che portare la croce è molto pesante per il nostro ego che deve morire per poter rinascere.
Tutte le feste religiose, troviamo in cuore della croce, dove si uniscono tutte le staggioni.

Dichiariamo la nostra identità astrologica dicendo io sono Aquario o io sono Saggitario, riferendosi alla nostra identità Solare.

Ma noi abbiamo tantissime altre identità.

Siamo un vero accumulo di personalità moltiple.

E ognuna di queste personalità ha le sue croci da portare, i cicli da seguire.

Ognuna di queste croci segna un specifico spazio tempo in cui viviamo.

Queste croci sono la nostra bussola e nostri orologi che ci mostrano dove/quando siamo e verso dove/quando dobbiamo andare.

Quando le croci di nosre diverse identità si congiungono in modo perfetto, nasce sempre una nostra nuova personalità.

Cè un tempo per tutto…..

CONTINUA

Tanja

 

 

Comment Form

*

Risveglio di una Dea sui Social Network

ARCHIVIO ARTICOLI

CATEGORIE ARTICOLI

IO SONO….

Chi sono io?
La domanda eterna di ogni persona da sempre.
Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda
In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo.
Io credo che questa ricerca non finirà mai.
Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione.
Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la saggezza e la potenza.
Una volta ho scritto:
Fu una volta un popolo divino……..
che dimenticò di esserlo..
dimenticò
realtà parallele
frequenze divine
connessione divina
libera connesione divina.

Un giorno pieno di luce hanno cominciato……

In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi.
Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei.
Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome.
Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando.
Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo.
Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere.
Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso.
Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci.
Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione.
Che l’amore ci guida.
Tanja