Crea sito

sabato aprile 29, 2017 08:59

Pensieri ritrovati

Posted by Tanja

 

Neanche mi ricordo quando ho scritto queste parole.

Ritrovate per caso escono alla luce adesso.

 

Tra i desideri del ego e la paura della propria grandezza, la Divinità del essere sta lottando con il giudizio del fare.

Dire o nascondere fanno streaching dentro la mente e lo spirito, portandoti nel vortice vertiginoso dalle stelle più lontane , verso il più profondo dei mari, riempendo i polmoni con acqua, lasciandoli senza l’aria.

Senza il fiato, in silenzio assoluto del vacuum, tu lo senti e sai.

Sei grande e potente oltre ogni immaginazione umana.

E qui in questo vuoto assoluto, desideri rimanere, perchè questo è casa tanto cercata.

Un complesso di grandezza o realtà ?

Dubbi dell’essere umano piccolo insegnato di deve rimanere il polvere da quale è fatto.

Ma la megalomania sentita urla e strilla, la polvere di stelle e fatta da te no tu dal esso.

E a stelle dico con la testa alta, io vi ho creato dalla polvere mia, e vi sto creando più grandi con la crescita mia.

Rinnegare il Padre e Madre, riconoscere il figlio, eresia massima di tutti i tempi. Il figlio, madre e padre, sono una cosa sola, nessuno più grande e nessuno più piccolo di loro. Si creano, ricreano, reciprocamente al infinito, giocando i ruoli invertiti e dritti.

E tutto in mezzo esiste davvero, nel punto di luce primo ed ultimo che anche il buio contiene dentro.

E quel buio spinge di giocare sempre, volendo rimanere tale e vedersi lo stesso.

Impossibile e possibile, complici ed nemici, girano la vita eterna nel adesso.

Un semplice punto che vedersi vuole, nel nulla e tutto. Io sono, io esisto, ma chi sono e perchè lo sono?

Il potente Dio un bambino diventa, che curiosando può vedersi solo nel se stesso.

Ed io qui in veste di una donna terrestre, che si vede Dea, sono solo un illusione di mente di quel punto bambino.

Sto giocando, per accontentarlo, per consolarlo per renderlo felice, la madre sono di quel punto bambino Dio.

E lui cresce dentro di mio corpo, luccica, ride e piange le mie lacrime stesse.

Sono madre che lo consola e sono padre che lo protegge, e sono bambino Dio che m’unisce.

In 3 siamo, nel 1 sempre più grande e solo.
Tanja

  • Category: IO SONO.......
  • Commenti disabilitati su Pensieri ritrovati

Comments are closed.