Come esercitare il diritto all’obiezione vaccinale

L’avvocato Saverio Crea, autore dell’articolo, è Mediatore Civile professionista, ai sensi del D.Lgs. 28 del 2010 e del D.M. Ministero della Giustizia 180 del 2010, accreditato presso l’Organismo di Mediazione Pronti a Conciliare S.r.l. e presso l’Organismo di Mediazione della Curia Mercatorum di Treviso. È specializzato in assistenza ai danneggiati da vaccinazioni obbligatorie e/o da somministrazione di sangue e/o emoderivati (Legge 210/92) e nell’assistenza giudiziaria per tutti i casi di malasanità.

vac

Mentre incalza a Rimini la guerra per aumentare a forza la copertura vaccinale della popolazione, con lauti premi in denaro ai medici pediatri “virtuosi”, che moltiplicano le vendite del “prodotto”, sono numerose le famiglie che mi scrivono ultimamente per avere ragguagli su come manifestare alle autorità sanitarie il dissenso alle vaccinazioni pediatriche per i propri figli.

Premesso che tale pratica è ormai del tutto legittima, in forza della mutata sensibilità collettiva (e legislativa!) nei confronti di tale tematica (leggi qui per i dettagli; anche l’obbligo scolastico può essere tranquillamente assolto dai non vaccinati), eccovi un vademecum per poter esercitare il diritto all’obiezione vaccinale in modo corretto, e senza conseguenze giuridiche di rilievo (a parte una possibile mini-multa, che molte regioni ormai nemmeno applicano o hanno abolito…).

Prima di tutto, è necessario che il dissenso alle vaccinazioni (prima vaccinazione o richiamo) sia scritto (raccomandata con ricevuta di ritorno) e motivato. Quando arriva la comunicazione dell’incontro fissato per le vaccinazioni, potreste rispondere al mittente dichiarando, entrambi i genitori, la volontà di non voler vaccinare i propri figli, per le ragioni che seguono:

1) Mancata allegazione dei foglietti illustrativi (c.d. bugiardini) dei vaccini, oltre che mancata precisa indicazione dei lotti vaccinali completi di tutti i dati identificativi dei farmaci che si intenderebbero utilizzare;

2) Come conseguenza di 1), mancata indicazione precisa dei rischi alla salute e delle comuni reazioni indesiderate legati ai vaccini, e mancata promozione della conoscenza della Legge 210 del 1992 in materia di danno da vaccino, che deve essere obbligatoriamente portata a conoscenza delle famiglie prima della profilassi vaccinali;

3) Impossibilità oggettiva per la ASL di adempiere alla normativa nazionale sulle vaccinazioni obbligatorie, perché sprovvista delle dosi monovalenti degli unici vaccini obbligatori nel nostro Paese, ossia antipolio, antiepatite B antidifterica ed antitetanica;

4) Mancata effettuazione di test preventivi di tipo genetico, immunitario, allergologico e di ricerca di intolleranze alimentari su genitori e bambino, indispensabili per verificare una possibile idiosincrasia ai vaccini dell’organismo del soggetto ricevente (cliccate qui per maggiori informazioni a riguardo);

5) mancata garanzia scritta, da parte della ASL, dell’assoluta innocuità ed assenza di controindicazioni dei lotti vaccinali che si intendono utilizzare.

Ovviamente, non dovete presentarvi all’incontro indicato nella comunicazione della ASL, né firmare alcun modulo o prestampato, ma limitarvi a spedire la vostra lettera raccomandata. Attendete una risposta formale scritta (se vi sarà), e considerate che ogni eventuale minaccia e indebita pressione che potrà esservi rivoltanon può costituire in alcun modo pretesto per un intervento coattivo della autorità sanitaria, poiché tale opzione non è prevista nel nostro ordinamento giuridico.

Non vaccinare i figli é possibile, e senza conseguenze penali sui genitori!

In alcune Regioni ed Enti territoriali ci sono specifiche normative a tutela degli obiettori, ma questa procedura ha valore per tutto il territorio nazionale.

Fino al 1994 gli obiettori potevano essere deferiti al Tribunale dei Minori affinchè venisse affievolita la potestà parentale, per consentire la vaccinazione obbligatoria anche con l’ausilio della forza pubblica. Con il Decreto Legge 273 del 6 Maggio 1994, convertito con Legge 490 del 20 Novembre 1995, é stato stabilito che: “l’esecuzione delle vaccinazioni obbligatorie su minori non può essere coercitivamente imposta con intervento della forza pubblica”.

Sono rimaste in vigore le sole sanzioni pecuniarie, in verità piuttosto modeste, per chi non intende dare seguito alle richieste della Amministrazione sanitaria. È possibile inoltre chiedere l’esonero dalle vaccinazioni, ai sensi del comma 4 dell’articolo 9 del citato Decreto, con certificato del pediatra di base o di medico specialista privato, non sindacabile da parte delle ASL.

Sono previste a livello regionale ulteriori modifiche in melius della normativa statale in Piemonte, nella Provincia autonoma di Trento, nel Veneto, nella Emilia Romagna ed in Toscana.

Sperando di avervi reso un servizio utile, porgo un saluto cordiale, a tutti!
Avv. Saverio Crea

 

VIDEO   Avv. Saverio Crea – un caso riconosciuto di autismo provocato da vaccinazione

 

http://www.visionealchemica.com/come-esercitare-il-diritto-allobiezione-vaccinale/

 

Leggi anche     Il vaccino MPR causa l’autismo, dimostrato con una sentenza di tribunale italiano

NOTIZIE, SALUTE, SOVRANITA' RITROVATA

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Il vaccino MPR causa l'autismo, dimostrato con una sentenza di tribunale italiano Successivo La Rinascita si fonda su Libertà e Maturità individuali

7 commenti su “Come esercitare il diritto all’obiezione vaccinale

  1. Ugo La Rosa il said:

    Se la speranza di vita è arrivata a livelli mai prima raggiunti, se tante malattie sono state cancellate e molte combattute efficacemente, lo si deve ai progressi della medicina: dalla scoperta dei vaccini all’impiego di antibiotici, antitumorali, antivirali ….
    C’è anche chi, purtroppo, dimentica o ignora che tutto ciò è avvenuto e, ovviamente, immagina una spectre (industria-governi-medici) tutta protesa a ingannare e speculare sulla salute della gente. Purtroppo da sempre la battaglia è tra un progresso, difficile e macchiato da episodi di malcostume e disonestà, e l’oscurantismo.

    • Tanja il said:

      Ugo, certo tu puoi continuare vedere nel modo in quale hai deciso, ma le proveche confermano i danni dei vaccini sono veramente tantissime. tu hai deciso di ignorare queste prove e questo è il tuo diritto sacro santo. Io non desidero convincere nessuno di nulla.

      Nessun medico ha firmato questo. Ripeto neanche uno. Non pensi che è un fatto molto interessante?

      http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=5563

  2. Ugo La Rosa il said:

    Io sono un medico in pensione. Ho studiato i milioni di morti per vaiolo, poliomite, difterire, pesti varie, tbc, hiv, epatiti, febbri puerperali… Oggi i malati di leucemie o neoplasie possono guarire o avere lunghissime remissioni. Tutto ciò SOLO grazie alla medicina, di cui i vaccini sono uno tra gli strumenti più efficaci.
    Qualsiasi attività umana comporta dei rischi, dalle più semplici e primitive (mangiare, cacciare, nuotare) alle più nuove ed evolute (andare in aereo, treno o automobile, usare la corrente elettrica…). Anche i vaccini comportano dei rischi, come qualsiasi altro “farmaco”, ma il rapporto costi/benefici è enormemente a favore dei secondi.
    Questa è la medicina ed il progresso. Io sto con essa. Ognuno va secondo le sue idee, la sua cultura e la sua competenza. Saluti, Ugo

  3. Ugo La Rosa il said:

    Penso che il nostro sia un dialogo tra sordi.
    Io ho convenuto che i vaccini, così come gli antibiotici, gli antitumorali, la semplice aspirina, comportino dei rischi.
    La cosa sulla quale non ho dubbi è che questi stessi farmaci, che certamente hanno causato disagi anche seri a diversi pazienti, hanno guarito e giovato a MILIONI di persone.
    Non c’è bisogno di letteratura e pubblicazioni più o meno scientifiche a dirlo o a negarlo; basta conoscere la storia dell’umanità, da qualche millennio ad oggi. Non volerlo vedere per me, scusami ancora, è oscurantismo. Senza offesa, Ugo.

    • Tanja il said:

      Nessuna offesa Ugo. No, non è dialogo tra i sordi. Io ho “sentito” le tue parole e te lo commentato. Se tu hai scelto di non indagare avanti la tua scelta è legittima come lo è la mia. Sei sicuro che storia di umanità “ufficiale” e davvero storia del umanità?
      Buon viaggio collega.

I commenti sono chiusi.