Crea sito

domenica dicembre 25, 2016 09:09

Dopo 3 giorni dalla CULLA si manifesta il CRISTallino

Posted by Tanja

25-dicembre-2016

Non buttare via il bambino con l’acqua sporca – dice un vecchio detto.

Mio padre mi diceva- Ricordati che un asino ed un uomo sanno sempre di più di un uomo solo.

Questa sua frase mi insegnava di ascoltare tutti e tutto, imparare da tutto e tutti senza giudicare se qualcosa è vero o non lo è, pechè ogni giudizio è limitato dal momentaneo livello di conoscenza.

Tutto è vero se cambi il punto di vista.

Tutto è utile.

Così sono diventata una “spugna” che assorbiva tutto e usava quello che sapeva dove integrare nella mia verità momentanea.

Parlo di questo argomento, perchè nel articolo precedente ho detto, in modo esplicito che il giorno del vero Natale è il giorno del solstizio d’inverno/l’estate, che ciclicamente arriva ogni anno tra 21 e 23 dicembre e non il 25 dicembre come lo dice Chiesa Cattolica.

Questo dicono i fatti. Ma perchè sento come un “giorno santo” anche il giorno del 25 dicembre? Potevo ignorare il mio sentire, spiegandomi che sento solo agitazione ed atmosfera dal esterno , che sono influenzata da essa e non pensarci più. Ma prima di ignorare un sentire dovevo essere certa.

Il mio sentire insistente e forte, forse vuole dirmi qualcosa di importante?

Perchè la Chiesa ha scelto proprio il 25 dicembre e non il giorno di solstizio, per festeggiare il Natale? La risposta è nascosta nel numero 3.

Ogni neonato ha bisogno di circa 3 giorni ad abituarsi alla vita fuori del utero.

E’ consigliabile isolarlo più possibile dalle presenze delle persone esterne.

Una madre e il suo bambino lasciano l’ospedale appena dopo quel periodo. Un neonato si mostra al mondo appena dopo 3 giorni.

La Chiesa Cattolica non festeggia la nascita di CRISTallino.

Lei festeggia la sua manifestazione al mondo intero.

Periodo di 3 giorni, dalla nascita a manifestazione, possiamo descrivere come 3 giorni di stasi integrativa durante i quali “bambino” deve integrare “massima notte e massimo giorno” dentro di lui – perchè ricordiamoci,  solstizio è proprio questo – notte più lunga al emisfero nord e giorno più lungo al emisfero sud.

Solstizio ci permette di integrare dentro di noi enorme energia, che va molto oltre 100% di qualcosa (se vogliamo usare i termini matematici).

Potete immaginare questa forza energetica?

Possiamo compararlo come un tentativo di mettere in presa di corrente di 360V un apparecchio fatto a funzionare a 220V.

Che cosa succederebbe se lo facciamo?

Si brucerà. Per non bruciare apparecchio, sembra logico che tra apparecchio e la presa di corrente dobbiamo impostare un trasformatore, che “diminuirà” la forza della corrente energetica.

Durante i 3 giorni, da Solstizio d’inverno a Natale e dal Solstizio d’estate a Festa di San Giovanni, essendo  il Sole – ( nostro sole interiore) archetipo del nostro essere incarnato si trova in congiunzione (allineamento) con il Centro Galattico (centro della nostra anima incarnata), Abbiamo opportunità di integrazione di questa enorme quantità di energie, che portano le informazioni della natura del nostro essere e dello scopo della nostra incarnazione. Per non “bruciarsi” e in stesso momento, per ricevere massima quantità di queste informazioni, si attivano i nostri “trasformatori interiori”. Ogni anno, ripetutamente, succede questa cosa, aumentando gradualmente la forza energetica del “nostro apparecchio corporeo” per poter integrare dentro di se sempre di più “energia madre originale”.

Come se durante ogni solstizio stiamo ricreando se stessi, creando sempre nuova sacra trinità dentro di noi. La quantità di nuove informazioni energetiche è definita dalla nostra capacita di elaborare queste informazioni in modo ottimale senza “bruciarci”.

Si tratta della capacità del nostro corpo fisico, mentale ed emotivo seguendo

1. La natura esponenziale di evoluzione umana – Rapporto Aureo – malessere e benessere, 2. I PORTALI PERSONALI – 1° parte – CREAZIONE 

Mi sono fatta la domanda- Se solstizio d’inverno e d’estate hanno la stessa funzione, perchè  si festeggia Natale il 25 dicembre e non il 24 giugno?

La risposta possiamo trovare se conosciamo la geometria sacra e fasi di creazione.

Leggi QUI.

Mese di dicembre è il 12° mese del anno secondo il calendario Gregoriano (introdotto nel 1582). Usando la simbologie degli arcani magiori dei tarocchi, il 12 è carta del Appeso, ma riducendo il 12 è anche il 3 presentato con la carta dell’ Imperatrice. 

tarocchi-appeso-imperatrice

Se avete letto, articolo di geometria sacra, potete comprendere, che il numero 3 è numero passivo, femminile. Numero 3 è la possibilità di creazione accumulata.

Per poter creare, manifestare nella materia deve trovare i 4° punto “d’appoggio”. Questo significa che “bambino” appena nato e che ha assorbito il massimo livello di informazioni dalla “notte e giorno più lungo” si sono manifestati come possibilità nella culla.

Dal suo libero arbitrio dipende se questa possibilità sarà davvero manifestata.

Ma il mese di dicembre è anche il 10° mese secondo il calendario Giuliano,promulgata da Giulio Cesare ed introdotta nel 46 a.C.

Il suo nome ancora ritiene queste tracce. Il 10° arcano dei tarocchi maggiori è la Ruota della Fortuna.  

 

la-rueda-de-la-fortuna

Unendo tutti i 2 significati, è credo che lasciando antico nome del mese nel nuovo calendario gli “gregoriani vaticani” ci sfidavano di vedere questa unione), possiamo concludere che il

NATALE E’ LA FESTA DELLA NASCITA DELLA POSSIBILITA’ DI CAMBIO DEL DESTINO ATTRAVERSO LA DELLA LEGGE DEL LIBERO ARBITRIO E LA LEGGE DEL KARMA.

NATALE ci sta dicendo:

Adesso hai tutte le possibilità, che riesci a vedere, a tua disposizione.

Sei libero di agire scegliendole.

Ma ogni tua scelta di azione avrà una reazione.

Quello che semini dovrai raccogliere.

E forse mai come quest anno, che era  ella prova del 9, il quadro degli astri, ci sta indicando proprio questa cosa. La culla del “Diamante” è creata da SATURNO e GIUNONE (signore del tempo e del Karma; e Dea dei legami sociali), dalla VENERE (Dea del piacere e del abbondanza nella vita incarnata), da URANO/ERIS/CERERE uniti (che parlano della comprensione più alta e rivoluzionaria dei “modi di nutrimento” è in fine da grande Giove che tutti i loro doni sta amplificando in una misura inimmaginabile.

Tutti i doni più grandi sono a nostra disposizione, come in una slitta di Babbi Natale Piena di regali più preziosi. che si è fermata proprio nella nostra casa.

Marte, dentro di noi, unito con il Nettuno, sta osservando il proprio ego manifestato e condiviso (Sole), vede la possibilità di cambiare il proprio modo di essere (asteroide Anastasia) e vede il proprio scopo. Questo è il Diamante possibile che brilla dentro di noi. Ma solo dalla volontà personale dipende se seguiremo l’illusione o il vero scopo di vita.

Quello che semina raccoglierà.

Questo messaggio è importantissimo perchè ci sta introducendo nel Nuovo anno che porterà proprio energie della RUOTA DELLA FORTUNA.  

Ma permettetemi di ritornare ancora al significato del solstizio e di perchè Natale non è in Giugno, durante solstizio d’estate.

Il Giugno è il 6° mese del anno secondo il calendario gregoriano.

Il 6° arcano dei tarocchi sono gli Amanti.

E’ la carta della scelta.

E il momento quando la luce è più lunga, si vede chiaro e ogni scelta è consapevole ed è ben visibile al occhio sveglio del angelo (nostro sè multidimensionale).

tarocchi-innamorati

E’ il momento quando CRISTO fu battezzato da Giovanni.

E’ il momento quando Cristo ha fatto la sua scelta di manifestare a tutti che cosa ha scelto da tutte quelle possibilità quando è nato.

E’ il momento quando ha scelto di manifestarsi come il Re del suo Regno.

E qui subentra bellissima sincronicità, perchè secondo il Calendario giuliano , Giugno è il 4° mese del anno.

Universal Waite Tarot - U.S. Games

4° mese è il 4° punto d’appoggio che mancava al imperatrice (3) durante il natale di dicembre. Imperatore è presentante della manifestazione nella materia, solidità della forma della materia. I cicli, cicli nei cicli, cicli frattali, i cicli che si ripetono ma sono sempre diversi. Questo è il segreto di questa favola infinita chiamata vita universale e miltidimensionale.

Dicembre con il suo 12/3, Marzo con il suo 3/1, Giugno con il 6/4, Settembre con il 9/7 ci mostrano in modo chiaro i cicli, e cicli dei cicli e i cicli frattali che si ripetono ma sono sempre diversi, e ci ricordano le parole di grande Nicola Tesla

Se tu sapessi la magnificenza della 3, 6 e 9,

allora si dovrebbe avere una chiave per l’universo.”

E quando sai, vedi che mistero è magia sono solo inganni della mente ignorante. Quando sai, tu scegli di usare e in che mondo usare la tua sapienza. Quando sai, sei tu quello che preme l’interruttore di energie e non aspetti “quelli che sano” di farlo per te. La vera spiritualità sa, la religione spera e aspetta i salvatori, le energie che arriveranno o chiamatelo come volete. Quando sai, il tuo dicembre, marzi, giugno e settembre posso succedere ADESSO.

Se scegli di sapere, tu diventi il RE del TUO REGNO, e Dio del tuo multiverso.

NATALE E’ POSSIBILITA’ DI SCEGLIERE

DI CHI VUOI ESSERE.

BUON NATALE!

Tanja

 

Comments are closed.

Risveglio di una Dea sui Social Network

Commenti recenti

Archivi

Categorie

IO SONO….

Chi sono io?
La domanda eterna di ogni persona da sempre.
Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda
In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo.
Io credo che questa ricerca non finirà mai.
Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione.
Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la saggezza e la potenza.
Una volta ho scritto:
Fu una volta un popolo divino........
che dimenticò di esserlo..
dimenticò
realtà parallele
frequenze divine
connessione divina
libera connesione divina.

Un giorno pieno di luce hanno cominciato......

In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi.
Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei.
Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome.
Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando.
Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo.
Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere.
Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso.
Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci.
Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione.
Che l’amore ci guida.
Tanja

aprile: 2017
L M M G V S D
« Mar    
 12
3456789
10111213141516
17181920212223
24252627282930