Qualcuno è tornato – Paola Giovetti – libro

4

Paola Giovetti, scrittrice e giornalista, dopo la laurea in lettere conseguita presso l’università di Bologna, si è dedicata per qualche tempo all’insegnamento, coltivando al tempo stesso l’interesse per le tematiche esoteriche e spirituali; da alcuni anni si dedica esclusivamente alla ricerca e alla divulgazione in questi campi. Ha pubblicato una trentina di saggi sulle tematiche sopracitate, dei quali parecchi sono stati tradotti anche all’estero.
Collabora a testate nazionali (periodici Rizzoli, il mensile Astra e il settimanale Visto) e al mensile Il Giornale dei Misteri. E’ redattrice di “Luce e Ombra”, la più antica rivista italiana di parapsicologia. Ha partecipato a programmi radiofonici e televisivi e a numerosi congressi, sia in Italia che all’estero.

 

 

Questo libro di Paola Giovetti s’inserisce in un vasto movimento d’idee edi costume, che ha avuto inizio da alcuni anni, e che continua a svilupparsie ad espandersi. Si potrebbe definirlo “il riscatto della morte”, ossia larivalutazione di un’esperienza intorno alla quale, per moltissimo tempo, siera creata una sorta di congiura del silenzio, un’emarginazione, un’intesad’oblio tra il pavido e il furbesco. Riconsiderare la morte dai più vari punti di vista – medico, scientifico, filosofico, psicologico, psicoanalitico, parapsicologico, iniziatico… sonoquesti i principali approcci di quel processo, a cui bene si addice il titolodato da Fausto Gianfranceschi a un suo libro (che Paola Giovetti non manca di menzionare):Svelare la morte.

Il contributo dell’Autrice all’attuale, sempre più deciso e articolato sforzo,inteso a “svelare la morte”, si svolge lungo tre linee principali. La prima è quella della raccolta e della comparazione dei dati, ossia dellevere o presunte “visioni dei morenti”. La seconda consiste nell’esame deidati stessi alla luce della psicologia e – occorrendo – dell’antropologiaculturale. La terza è la loro valutazione sulla base di ciò che pertiene allaricerca parapsicologica. Data la natura dell’indagine – che riguarda esperienze al confine tra lavita e la morte – erano inoltre inevitabili certe riflessioni filosofiche,escatologiche e religiose.Uno dei meriti del libro di Paola Giovetti è dunque il suo prender  posizione nell’attuale indirizzo, volto a conciliare il vivere dell’uomo con ilsuo morire. Ma più specificatamente, esso ha vari altri punti d’interesse, il primo dei quali è ovviamente quello di aver stimolato molte persone,specialmente italiane, a riferire fatti ed episodi che di solito sono tenutinascosti perché di natura delicata ed intima – carichi come essi sono diaspetti altamente emotivi, di patetica affettività, di tenere memorie.
Leggi il libro qui   QUALCUNO E’ TORNATO
Scienze e tecnologia, SPIRITUALITA'

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente UFO divulgazione da parte della Russia Successivo Le corde di flusso magnetico esistono: parola di SDO !

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.