Crea sito

lunedì giugno 20, 2016 20:55

Luna Piena del Solstizio 20/21 giugno 2016 – portale magico, quando la Mutabilità diventa Cardinale

Posted by Tanja

portale magico della Luna Piene del Solstizio

Oggi è il 14 giugno 2016.

Mi sono svegliata alle 3:24, da una frase sentita chiaramente

Accetta la tua grandezza.”


Ero sveglia ma tenevo gli occhi chiusi perchè non volevo abbandonare immagine che vedevo.
Stavo immersa nel universo immenso.
Ero un osservatore ma in stesso momento sentivo come mi espando e divento quel universo.
Osservavo me stessa vedendo le pulsazioni di luce che tra i 2 bagliori permettevano anche al buio di mostrare se stesso. Non c’era nessuna gelosia tra di loro. Potrei dire anche come se il buio si stava ritirando permettendo che anche la luce si manifesta. Tutto era così equilibrato, melodico e ritmico, come se luce e buio stavano dando il massimo e minimo di se concordato con unico scopo di un spettacolo più bello.

Al improvviso, tutto si è trasformato in un vortice vertiginoso e tutto questo spettacolo risucchiava se stesso ad in unico punto luccicante e bellissimo come quel enorme universo.
Le pulsazioni seguivano il ritmo dei battiti del mio cuore.
Questo gioco che mi portava al massimo verso il minimo e di nuovo al massimo era ritmico anche.
Il ritmo del cuore piccolo faceva parte del ritmo del cuore grande.
Tutti i 2 cuori erano i miei, ma io osservatore avevo anche il mio terzo cuore che con il suo ritmo trasformava tutto in un accordo ritmico.
Tutto è parte di una musica visiva piena di ritmo.

Era naturale per me seguire quel ritmo.
Nonostante immobile nel mio letto, con gli occhi chiusi, io ballavo seguendo quel ritmo triplo.
Ogni cellula del mio corpo si è trasformata in un sciamano danzante che ballando entrava in trance cosmico che perdendo se stesso diventava tutto.

Non esistono le parole per descrivere le sensazioni che sentivo. Gioia, meraviglia, orgasmo, felicità unite insieme possono solo avvicinarsi ma non raggiungere quella sensazione.

Ero pieno e vuoto contemporaneo.

Ero tutto e nulla uniti.

Ero viva ed ero morta.

“Sei cosi bella”- sentivo le parole dette senza voce.


Ho aperto gli occhi, la visione è sparita, ma quella sensazione è rimasta dentro di me e credo che mi accompagnerà per sempre.

“Segui il ritmo” – sentivo di nuovo.

Il ritmo è tutto.

Mi lascio portare e vedo la Ruota della vita che gira nei suoi ritmi, e sta crescendo e sta diminuendo seguendo stessi ritmi.

Il ritmo segna il ciclo.

Ogni ciclo e lo stesso ma sempre diverso.

Cicli piccoli,cicli grandi, cicli nei cicli.

Tre cuori separati con i ritmi diversi fanno in cuore unico ce segue il ritmo di tutti i t in modo armonico.

Il ritmo mio, il ritmo del pianeta e il ritmo del universo – il ciclo mio, il ciclo del pianeta il ciclo del universo – tutt’uno che rispetta ognuno.

“Stagioni.”

A questo punto ho iniziato a ridere.

Ho compreso che cosa devo fare.

Le mie guide sono fantastiche, così poetiche, romantiche e creative al modo loro.

Potevano solo dirmi – Scrivi di solstizio.
Ma no, mi hanno fatto fare un viaggio meraviglioso attraverso l’arte della vita.

Mi hanno dichiarato l’amore insegnandomi.

E’ un amore reciproco perchè io sono loro e loro sono me.
E non c’è il momento più bello per dichiarare l’amore che durante il solstizio.
L’amore che è seminato durante l’equinozio adesso è al suo culmine.
Eh, si tutti subito pensano al solstizio d’estate – il giorno della vincita della luce.

Ma dimenticano che stesso giorno è anche solstizio d’inverno d’altra parte del mondo.

La danza eterna piena d’amore e di rispetto della luce e del oscurità.

Loro non si abbandonano mai.
Un perfetto equilibrio, un perfetto matrimonio.

Il giorno più lungo e la notte più lunga nello stesso giorno.

 

La luce al suo massimo e l’oscurità al suo massimo ci mostrano la nostra piena grandezza, che possiamo vedere solo se ci allontaniamo da quello che pensavamo di essere e vediamo l’immagine più grande.

E facile adorare la luce visibile.

E facile amare se visibile e manifestato, dimenticando che questa luce sarebbe invisibile senza il buio come sua complice.

Solo nella notte la luce si vede.

Solo con incontro con l’oscurità la luce può mostrare tutta la sua bellezza.

Quel complice nascosto, amante modesto desidera solo che la sua amante esplode in maniera assoluta.

E lei, luce innamorata fa lo stesso per lui, ritirandosi nella sua danza.

Solo separati apparentemente possono mostrare la loro massima bellezza.
Dai loro abbracci nascono i colori.

Fondendosi reciprocamente disegnano i mondi.

Luce e buio in tutti noi ci manifestano in migliaia di forme.

Abbracciare tutte le possibilità abbracciando i massimi di luce e i massimi di buio.
Il giorno più lungo e la note più lunga uniti in un giorno unico – impossibile diventa possibile.

Luna Piena in sagittario solo 11 ore prima del Solstizio 2016 sta accentuando quella bellezza ed perfezione creativa. 

Luna piena del 20 giugno 2016 alle 13:02 ci sta mostrando 2 croci celesti che stano formando uno terzo ancora più potente.

20 giugno 2016 1

 

Questa è la croce della unità dei opposti dentro di te e dentro di me.

Questa è la croce della fusione di tutti gli aspetti visibili ed invisibili di te e di me.
Questa è la croce che stiamo portando.
Questo è il nostro destino.

Siamo portatori e manifestatorri del tutto esistente.

Senza abbracciare il buoi siamo parziali e limitati.

Senza abbracciarlo stiamo negando se stessi.
Senza abbracciarlo la nostra creazione è limitata.

E qui durante questa Luna Piena che abbraccia il solstizio abbiamo opportunità di creare l’unità o la separazione.

L’ultima volta avevamo questa opportunità nel 1997 (19 anni fa).
Prossima così potente opportunità avremo nel 2035 (fra 19 anni).

La potenza di questa doppia bomba integrativa energetica del 20/21 giugno 2016 si vede da così tanti aspetti che richiede un analisi in forma di un libro.
Sto provando a sintetizzarla, a dare solo gli appunti, così che ogni lettore potrà approfondire quelli punti che dentro di lui risuonano più forte.

 


1.Queste 3 croci unite stano indicando i 4 punti cardinali di carta natale di coscienza ed ego collettivo di questo specifico territorio

2.Tutto è concentrato sulle cuspidi (sulla confine) dei segni e delle case.

3. I 4 punti indicano tutti i 4 elementi- terra, aria, acqua e fuoco

4.La croce formata somiglia in modo forte alla croce del ordine cavaleresco dei Templari

5.Il Solstizio succede nella data che porta energie dei numeri 369

6.Simboli sabiani con significato molto forte

7.Tutti questi aspetti anche se analizzati separatamente stano indicando stessa cosa.

I Punti Cardinali di un tema natale (o angoli del cielo) sono quelli classici: Est, Nord, Sud, Ovest. Nel tema natale sono però speculari rispetto ai Punti Cardinali di una carta geografica: l’Est è a sinistra e l’Ovest a destra, il Sud è in alto e il Nord in basso. Come vediamo queste 3 croci in uno uniscono precisamente 4 angoli del cielo inteiore che ci definisce.

Il simbolo sabiano per l’ascendente sono

UN UOMO AFFASCINATO DALLE SCIENZE OCCULTE ALLA RICERCA DEI LORO FONDAMENTI IN UNA VECCHIA PERGAMENA

Dopo una crisi si dovrebbe cercare di riallineare la coscienza rinnovata con la rivelazione primordiale della verità dell’uomo.

Qualsiasi movimento rivoluzionario, una volta che è riuscito a sovra- venendo l’inerzia del passato e a rovesciare strutture obsolete, ha bisogno di toccare le realtà più importanti di ciò che l’uomo rappresenta e significa in ordine universale;altrimenti solo incarna nuovamente in maniera superficialmente modificato proprio le cose che ha distrutto. Questo è il momento cruciale. Nell’occultismo il “Modello di Man” è un potere archetipo che può essere contattato. Si deve essere ricercata con inflessibile determinazione. Dopo ogni crisi rivoluzionaria questo modello e questo potere può essere contattato – sempre la stessa, ma ad ogni nuovo ciclo percepibile in una luce diversa.

Questo simbolo indica la tecnica necessaria per “raggiungere l’altra sponda”. Ma ogni individuo e ogni gruppo o unità razziale, devono venire a suo modo alla conoscenza delle proprie vere radici che fornisce l’unica base sicura per la rinascita.

 

NELLA VETRINA DI UN MUSEO UNA BELLISSIMA FARFALLA, IL CORPO TRAFITTO DA UN DARDO

La realtà rivela l’archetipo immortale e perfetto, di una forma e vita vita perfetta.

Dal indifferenziato “Oceano di potenzialità” si rivela alla coscienza intuitiva il carattere essenziale del secondo dell’emiciclo .

La spinta verso l’individualizzazione e di autoaffermazione ha perso molto del suo slancio, mentre una nuova tendenza sta con successo e in modo dinamico sfidando la sua egemonia – la tendenza verso la formazione di collettività di individui. Ma questa nuova tendenza può essere frainteso se visto solo superficialmente come la mera raccolta delle singole persone.

Il processo ha un significato molto più profondo, e in effetti una fonte interna di alimentazione, per quello che è in gioco non è semplicemente un aggregato di unità distinte (semplici o complessi, come nel caso di “famiglie”).

Al centro di questo “incontro”, la “discesa” o esternalizzazione delle realtà archetipiche sta gradualmente avvenendo. Il simbolo per questo grado descrive quindi una “forma perfetta” – il risultato della metamorfosi del “verme” in farfalla, un processo e il simbolismo, spesso usato per indicare all’uomo la possibilità del suo essere trasformato in “l’uomo più alto” ,l’essere transumana, il vero iniziato, l’Adepto, il Perfetto. La farfalla perfetta è trafitto da un dardo; il simbolo di “dardo di saggezza” è stato utilizzato nel corso ciclostilato di Marc Jones, mentre la notazione originale di ciò che la veggente aveva visto indicato “una farfalla reso perfetto da un dardo attraverso di essa”, suggerendo un processo di perfezione attraverso il sacrificio.

Il dardo non ha fatto la farfalla perfetta, ma mantiene perfetto uccidendo l’organismo vivente precedente. La farfalla trafitta è conservata dal dardo che la “fissa” in perfezione per un intero ciclo, vale a dire che fa un archetipo di esso. Sfuggendo così il normale processo di morte e di degrado, la forma a farfalla (la “perfezione”) viene mantenuta .Essa è conservato nel Shamballah mistica, dove si dice che è tenuto quel modello di uomo.

La farfalla perfetta rappresenta quindi l’esito del processo di discepolato occulto simboleggiato dal segno della Vergine. Da allora in poi, un nuovo processo inizia, quella della collettivizzazione; al centro stesso di quel nuovo processo la forma perfetta del Uomo deve rimanere come uno standard di valore se questo processo è quello di essere valida e significativa.

Questa è la prima istruzione del grande dramma rituale. Si tratta di una fase di Attivazione perché in essa è rivelata ed immortalata la perfezione di attività individuale. Questa è la trasfigurazione simbolica; al Monte della Trasfigurazione, Gesù, il Figlio dell’uomo, è stato “impalato” dal raggio di luce divina, facendo di lui un figlio di Dio. E ‘stato in questo momento che ha visto la Crocifissione che lo attende. Così l’individuo semplicemente umano è reso sacro , diventando l’incarnazione pura di un archetipo.

Questa è la risposta alla domanda CHI SONO IO.
Giove e nodo nord congiunti al Logos accentuano questo aspetto di noi al ennesima potenza.

Congiunzione di grande Giove amplificatore con il Nodo Nord (destino del anima incarnata) con il Logos sul ascendente, sta indicando un significato enorme del nostro inconscio (la nostra oscurità) connessa con la mente universale.
La cuspide del ascendente 12°/1° casa unisce i nostri archetipi interiori della vergine e della bilancia.
Questa cuspide è chiamata con il nome

La cuspide della bellezza.

 

Il punto opposto del ascendente, il discendente definisce il nostro rapporto con gli altri.

Il simbolo sabiano per il discendente è

ATTRAVERSO UN PRISMA, UN RAGGIO DI LUCE SI DIFFONDE IN NUMEROSI COLORI

La potenza analitica della mente necessarie per l’elaborazione dei processi vitali nei loro molteplici aspetti.

Cicli di esistenza iniziano in unità e finisce a  “multi-unità”. Nella fase di consumazione delle molte differenze individuali sono sommate; costituiscono una somma. All’interno di tale somma – per un totale unitario – l’inevitabilità del futuro processo di differenziazione è implicita, perché ogni ciclo lascia una massa di prodotti di scarto tornando lentamente alla stato di incoscienza della materia chimica, di “humus”. Quello che il simbolo ci dice è che l’unità si sempre rompera di nuovo in molteplicità. Il “prisma” è sempre lì. Non c’è unità assoluta; se qualcosa potrebbe essere chiamato “assoluto” è il rapporto tra l’Uno e il Molteplice.

Questo simbolo  indica il tipo fondamentale di funzionamento in tutte le modalità di esistenza. La più bella e apparentemente eterna esperienza di unità verrà nel tempo sostituita dalla necessità di assistere ad una molteplicità di dettagli. L’esistenza implica DIFFERENZIAZIONE .

 

UNA DONNA EMERGE DALL’OCEANO. UNA FOCA L’ABBRACCIA

Emergere di nuove forme e della potenzialità della coscienza.

Questo è il primo dei 360 gradi di un processo ciclico universale e multilivello che mira alla realizzazione di un particolare insieme di potenzialità. Queste potenzialità, nei simboli Sabiani, si riferiscono allo sviluppo della coscienza individualizzata dell’uomo – la consapevolezza di essere un individuo con un luogo e funzione ( “destino”) nell’organismo planetario della Terra, e in un particolare tipo di umana società e della cultura.

Essere coscienti significa individualmente emergere dal mare di coscienza generica e collettiva – che alla mente emersa sembra essere stato di incoscienza. Tale emergenza è l’evento primaria. E ‘il risultato di qualche azione di base: un lasciando dietro di sé, un emergente da un utero o matrice, qui simboleggiato dal mare.

Tale azione non deve essere considerato un potente, dichiarazione positiva di essere individuale. In principio è la legge; ma è spesso un impercettibile atto insicuro. Il piccolo germe sboccia fuori del seme e ad alta voce proclama la sua esistenza.  Con i resti della crosta passata (seme). Qui tutto è potenzialità e un minimo di presenza effettiva.

Nel simbolo, quindi, l’entità emergente è una donna; simbolicamente parlando, una forma di esistenza ancora vicino alle profondità inconsce della natura biologica generica, riempita con il desiderio di essere auto-affermata. La donna è vista abbracciato da una foca, perché lafoca è un mammifero che un tempo aveva vissuto un emergenza biologica, evolutiva ma relativamente priva di sensi, ma che ha ripercorso i suoi passi “restituiti al seno” del mare. La foca, quindi, rappresenta un passo indietro. Essa abbraccia la donna che è emersa, perché ogni processo emergente in un primo momento è suscettibile di fallimento. Questo processo è infatti circondato dalla memoria, i fantasmi di fallimenti passati durante i cicli precedenti. L’impulso verso l’alto è frenato dalla paura regressiva o insicurezza;e il conflitto è tra il passato e il futuro.

La possibilità di successo e che di fallimento è implicita durante l’intero processo di realizzazione. Ogni potenzialità contiene questa possibilità duplice. Si aprono inevitabilmente i due percorsi: uno porta alla “perfezione” nella coscienza, l’altra di “disgregazione” – il ritorno allo stato indifferenziato (lo stato di humus, letame, polvere cosmica – cio è al simbolico “grandi acque dello spazio, “al caos) 

Questa fase rappresenta la dichiarazione iniziale, o il tema, della serie di cinque volte che si riferisce al primo livello: IMPULSO DI ESSERE.

Il discendente si trova sulla cuspide tra 6°/7° casa unendo i nostri archetipi pesci/ariete.
Questa cuspide è chiamata

La cuspide della rinascita

L’altra asse sta connettendo Imum coeli con Medium coeli.

Imum coeli segna i nostri condizionamenti nella crescita attraverso i contati con quello che credevamo la nostra famiglia. quelli rapporti hanno segnato e segnano tutta la nostra vita.

Imum coeli sono quello che definisce le nostre radici.

Imum coeli ci mostra anche i nostri limiti prodotti dal condizionamento sociale.

Da dove provengo?

Questo è punto dove si trova questa Luna piena Blu così potente.
Il simbolo sabiano per questo punto della croce sono

IL PAPA CHE BENEDICE LA FOLLA

La necessità di rendere omaggio ai valori tradizionali su cui è costruita l’Invisibile Comunità dello spirito.

L’integrazione concreta di una miriade di individui umani all’interno di una grande istituzione religiosa con una lunga tradizione , oltre ad aver prodotto secolo dopo secolo, un invisibile comunità spirituale. Il “portabandiera” è ormai diventato il “Papa”, che assume il ruolo di rappresentante di Dio sulla terra. Si tratta di un ruolo, ma la cultura si basa su incarnazione delle grandi immagini e simboli profondamente commoventi nella realtà fisica. 

Il simbolo chiede dell’individuo: “Sei disposto a vivere una vita transpersonale

come un simbolo”

Una collettività di esseri umani è vista di aver “trasferito” il loro senso di valore spirituale di un uomo che è diventato l’incarnazione di loro ideale comune. Parole chiave: CULTO PERSONALIZZATO .Può essere una benedizione o in alcuni casi, una maledizione.

UN GUERRIERO VALOROSO DOMANDA I POTERI DI UN CAPO ALLA SUA TRIBÙ RADUNATA

Il potere e la responsabilità implicita in ogni richiesta di leadership.

L’ideale religioso implicito nel simbolo precedente ora è materializzato e cristallizzato in potenza pura – il potere di guidare la comunità e per garantire il suo benessere o addirittura la sua sopravvivenza fisica. Le energie liberate attraverso la cooperazione di gruppo, approfondite ed emotivamente vissute come forze di grande potenza, e dato significato e lo scopo cosciente sono ora sono stabilizzate e gerarchizzate. La forza del gruppo è trasformata in un misurabile e accuratamente gestito “capitale”. Le parole “capo” e “capitale” provengono dalla stessa parola latina, caput , che significa “testa”.

Molti individui si ritrovano in una situazione che gli permette di assumere potere sui suoi compagni, tuttavia questo potere può essere limitato. E ‘ pronto a fare questo in modo efficace e responsabile? Questa è la prova suprema dell’uomo nella società. Essa si riferisce alla accettazione da parte dell’individuo di un nuovo tipo di fedeltà come base per l’integrazione della sua personalità matura. Tale fondazione può, ma non è necessario, fare riferimento alla creazione di una casa, o famiglia.

Questo si riferisce alla capacità latente in ogni individuo di rivendicare e assumere AUTHORITA’ in un gruppo o situazione della vita.

Imum coeli si trova al cuspide 3°/4° casa integrando gli archetipi sagittario/capricorno.

Questa cuspide è chiamata

La cuspide della profezia

Il Medium coeli segna le nostre ambizioni, quello che cosa desideriamo realizzare per poterci ritenere come esseri di successo. Inquesto punto si trova il Sole durante questa Luna piena. Il Sole presenta il nostro ego manifestato e in questo punto del grafico astrale segna le ambizioni del ego.

I simboli sabiani per questo punto sono

POSATO SU UN RAMO, UN MERLO GIOCOSO ANNUNCIA LA PRIMAVERA

L’esuberanza creativa dell’anima umana in risposta alle esperienze di vita di base.

Il Merlo è in grado di imitare i suoni che sente, ma in realtà fa molto di più che solo di imitare, perché intreccia tutti questi suoni in melodie che a volte possono avere ampiezza di gioia e la spontaneità d’istinto creativo. Il simbolo si riferisce alla capacità di cui l’individuo di talento deve prendere materiali collettivi e trasformarli spinta della produttività biologica e l’amore istintivo. La canzone si alza, alimentata da queste grandi unità naturali, come le cosiddette canzoni popolari salgono dall’anima giovanile in risposta alle profonde emozioni personali e sociali.

Ciò che ci viene presentato simbolicamente è la reazione del singolo che è diventato sensibile a molte correnti di vita nel suo ambiente e che è in grado di esteriorizzare questa risposta ,come un dono per la sua la società, mostrando VIRTUOSISMO

IN PIENO MARE I MARINAI DI UNA NAVE AMMAINANO LE VELE E CAMBIANO BANDIERA

Un cambiamento radicale di fedeltà esteriorizzata in un atto simbolico: un punto di non ritorno.

Ora abbiamo raggiunto un quadrato (angolo) del inizio del processo ciclico. Questo è un momento di crisi, un punto di svolta tagliente. Nel ciclo zodiacale, al solstizio d’estate il movimento verso nord del sole (in “decimazione”) si ferma; il sole sorge e tramonta più a nord di est e ad ovest precisa come si può durante l’anno-ciclo. Il suo moto è ora invertito. Lentamente i punti di tramonto si muovono sud sull’orizzonte occidentale, e la lunghezza del giorno diminuisce.Sul “nave” che simboleggia l’ego-coscienza fluttuante, per così dire, sul mare del vasto inconscio, la volontà individuale prende una decisione di base. La dominante Yang forza permette la forza Yin a iniziare la sua ascesa al potere lungo sei mesi . Il “collettivo” supererà gradualmente “individuale”, fino alla allo stato di sopraffare la persona. Ora, però, la singola persona gode la sua più gloriosa ora; egli esulta nella sua capacità di fare una “decisione libera” – cioè di agire come un individuo che sceglie il suo obiettivo di vita e la sua fedeltà.

Questa è uno di simboli di laurea. In un atto decisivo con le conseguenze pesanti. I giovani potrebbero rendersi conto che avrebbero dovuto portare a termine la loro ricerca del compagno ideale ed entrare in matrimonio. Egli acconsente la possibilità di prole, di una casa e di responsabilità. O potrebbe prendere qualsiasi altra decisione che radicalmente cambia la sua vita portandogli le responsabilità più alte. La sua coscienza accetta un processo di fondamentale riorientamento , che implica la stabilizzazione delle sue energie.

Questo quarto punto della croce si trova al cuspide 9°/10° casa integrando gli archetipi gemelli/cancro.

Questa cuspide è chiamata

La cuspide della magia

 

Questa Luna Piena Blu unita col Solstizio fa parte di un processo di auto-responsabilizzazione di un essere sovrano.
La contemporaneità di estremamente forte presenza della croce mutabile e della croce cardinale indicano la fase finale di un grande ciclo ed inizio di uno nuovo che durerà per tantissimo tempo.

La figura formata da queste 2 croci invoca il simbolo dei Cavalieri Templari.
Il grande mistero legato a loro, non è affatto nessun mistero.

Quello dei Pauperes commilitones Christi templique Salomonis

(“poveri compagni d’armi di Cristo e del tempio di Salomone),

meglio noti come cavalieri templari o semplicemente templari, fu uno dei primi[1] e più noti ordini religiosi cavallereschi cristiani medievali.

Come tutte altre cose il loro ruolo può essere visto in modi diversi.

Nel subconscio collettivo, attraverso le leggende, gli conosciamo come quelli che cercavano il Santo Graal e il tesoro di Re Salomone.

Quel tesoro può essere cercato al esterno e al interno di sè.

Quando sarà trovato nel interno si manifesterà anche nel esterno.

Quello che è poco conosciuto riguardo a loro è che loro hanno postato le prime basi di un sistema bancario, basato sulle loro proprietà che dovevano depositare prima di andare in Guerre Sante.

Con una altissima probabilità di esattezza, si presume che quella loro ricchezza accumulata era causa della loro fine, e su questa ricchezza è iniziata costruzione di un sistema sociale, economico, legale ed politico che è ancora in funzione.

Per saperne di più potete leggere

8 dicembre 2015 inizio di CAMPAGNA ELETTORALE STRAORDINARIA DI ELOHIM – GIUBILEO – ANNO SANTO 

Qualche tempo fa avevo un intuizione “pazzesca”.

L’italia geograficamente ha la forma di un stivale. Non è che questo significa che dal Italia inizieranno tutti i grandi cambiamenti del mondo moderno?

Italia farà i primi passi verso di essi (stivale)?

Il grafico astrale con queste 3 croci unite in uno, proprio sui punti cardinali è valida solo per questo spazio tempo locale, e nessun altro al mondo.

C’è ancora una sincronicità interessante.

Si tratta dlinea sacra di San Michele 

Via_Francigena

 

Se seguite il percorso dei Templari nei giorni nostri potete notare che i principali eventi che riguardano Unione Europea succedono proprio su questa linea. Per esempio – Referendum in Inghiltera, Referendum in Svizzera, Attentati in Francia.

Questa linea sta collegando le chakra del cuore e chakra della gola di questo pianeta.

I “templari” resuscitati si faranno vivi per rivendicare i loro tesori? 

Come ho detto al inizio di questo articolo, si potrebbero scrivere i libri di tutte le cose energetiche che stano succedendo proprio adesso.

E meno male che ho promesso a scrivere solo appunti di tutto questo 😀 .

Continuate le vostre ricerche da soli se qualche punto vi sembra interessante.

Io forse nei prossimi giorni pubblicherò ancora qualcosa di tutto questo.

Non preoccupatevi perchè pubblico questo articolo con un po di ritardo.

Potete essere certi che sentirete queste energie per tanto tempo, non solo nei giorni 20/21 giugno 2016.

Tutta questa forza energetica sta succedendo proprio in mezzo tra 2 cicli di eclisse e nel 11 mese del ANNO DEL MAGO BIANCO PLANETARIO .

La bellezza, la profezia, la rinascita e la magia del MAGO BIANCO PLANETARIO stano iniziando a manifestarsi.

Immergetevi completamente in queste energie ed incorporatele tutte dentro di se in questo giorno che celebra amore tra giorno e notte e tra luce e oscurità.
Siate incarnazione pura di loro forze unite.
Accettate la vostra grandezza senza paura.
Siete qui per questo.

la tua grandezza 1

 

Leggi anche

Le croci spirituali

 

 

2 Responses to Luna Piena del Solstizio 20/21 giugno 2016 – portale magico, quando la Mutabilità diventa Cardinale

Avatar

luca

giugno 21st, 2016 at 14:21

14\06/89
questo messaggio mi riverbera dapprima come sorprendente poi come entusiasmante ed ora come presente, grazie mille tu non lo sapevi ma mi hai fatto un regalo magnifico ed azzeccatissimo 🙂

Un abbraccio splendida

Avatar

Delia

giugno 26th, 2016 at 18:22

ieri ero in campagna…affaccendata all’improvviso sono stata spinta a guardare in un punto del cielo dove si erano radunate nuvole nere che lasciavano libero uno spazio a forma perfetta dell’ITALIA, la forma esatta del suo stivale con la Sicilia…ho pensato cosa volesse dire che avesse alla sua dx in alto un’altra nuvola a forma di drago…ho pensato che la sarà protagonista presto…di forte evoluzione…e il pensiero non mi ha spaventata affatto anzi…e poi leggo questa tua…grazie tanya

Risveglio di una Dea sui Social Network

ARCHIVIO ARTICOLI

CATEGORIE ARTICOLI

IO SONO….

Chi sono io?
La domanda eterna di ogni persona da sempre.
Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda
In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo.
Io credo che questa ricerca non finirà mai.
Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione.
Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la saggezza e la potenza.
Una volta ho scritto:
Fu una volta un popolo divino……..
che dimenticò di esserlo..
dimenticò
realtà parallele
frequenze divine
connessione divina
libera connesione divina.

Un giorno pieno di luce hanno cominciato……

In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi.
Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei.
Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome.
Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando.
Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo.
Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere.
Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso.
Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci.
Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione.
Che l’amore ci guida.
Tanja