A Bologna, la libreria dei sogni – libri gratis per tutti

libri-liberi

Sarebbe stupendo se i libri fossero liberi,  liberi di esporre gratuitamente le loro storie a chiunque. Ebbene, la notizia è che a Bologna esiste un posto dove  chiunque può prendere e portarsi via per sempre qualunque libro, senza pagare un solo centesimo.

Avete letto bene! Non è un sogno. E’ realtà.

La donna che ha creato questo luogo incantato si chiama Anna Hilbe. Da un paio d’anni ha aperto questa particolarissima libreria gratuita in Via San Petronio Vecchio n. 57 “Libri Liberi”.

In questo negozio i libri non si comprano, si portano, si prendono, si riportano o si tengono per sempre, passano di mano in mano da cui li ha letti a chi li vorrebbe leggere o perché no, anche rileggere. Il tutto assolutamente gratis.

E’ un posto dove i libri non si vendono e non si compranoIl suo aspetto è quello classico di una libreria. I libri più belli sono esposti in vetrina, e insieme a tutti gli altri sono  a disposizione di chiunque li voglia, anche nel caso li voglia tenere per sempre. Non c’è alcun obbligo di restituirli.

Il nome di questo posto incantato è LIBRI LIBERI.
Siamo nel centro di Bologna,  in una zona tranquilla, un po’ defilata, accanto alla casa del pittore Giorgio Morandi e affianco ad un antico convento oggi utilizzato dall’Università.

Anna mette a disposizione il suo spazio e il suo tempo per tenere aperta la libreria. La donna è riuscita in questo modo a creare una zona franca, dove la letteratura e il sapere sono liberi da ogni spesa.

Non è una forma di bookcrossing, perché  i libri sono liberi dal vincolo dello scambio. Indubbiamente molte persone portano qualcosa da casa quando prelevano dei libri, ma lo fanno solo se vogliono farlo, senza alcun obbligo. Ognuno è libero di agire come preferisce.

Del resto tutti hanno a casa libri che non hanno amato, da cui gli farebbe piacere separarsi, magari provenienti da un regalo sbagliato. Libri liberi è il posto adatto per alloggiarli, perché sicuramente troveranno il loro lettore ideale.

Come funziona? Quando si consegna un libro, innanzitutto deve essere in ottime condizioni, anche perché non è assolutamente obbligatorio consegnarlo, e quindi lo si fa soltanto se il prodotto è in ottime condizioni. Una volta accettato, alla prima pagina viene apposto un timbro, che attesta che il libro è definitivamente fuori dal mercato, che vuol dire che non si compra e non si vende.

I frequentatori  più assidui sono  giovani studenti, mamme con bambini,  gente che porta libri senza prendere altro, come dono, persone del quartiere che magari non sono mai stati accaniti lettori, ma ora si dedicano di più alla lettura, finalmente gratuitamente.

E’ un’isola felice, dove in piena libertà e gratuitamente ti puoi portare via qualsiasi libro senza pagare e senza alcun obbligo di darne un altro in cambio. Sarebbe davvero stupendo se in tanti seguissero questo prezioso esempio.

Fonte
http://www.michele-grassi.com/a-bologna-la-libreria-dei-sogni-libri-gratis-per-tutti/

Cambiamento ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente 9 marzo 2016 - Eclissi di Sole ci manda un potente messaggio da Jakarta - Sigillo di Salomone creato dal cuore Successivo I tornado che ci portano verso il regno di OZ - una visione o un sogno?

8 commenti su “A Bologna, la libreria dei sogni – libri gratis per tutti

  1. LUnga CAmminata il said:

    La bellezza del dare senza secondo fine, la liberta di scelta senza conseguenza.
    Un idea che funzionando, supporterá l’amore, quello incondizionato che da senza voler in cambio..pur ricevendo, tre volte tanto.
    Una gioia per gl’occhi e l’anima! Il cambiamento avanza!!!
    Grazie mille 🙂 😀 !!!

    • Tanja il said:

      Io credo di si, ma non posso dire con la certezza. Questa foto era allegata al articolo della fonte

  2. Rosalba il said:

    È una cosa meravigliosa e bellissima, soprattutto in un periodo come questo dove può essere oneroso anche comprare un libro. Sicuramente farò visita prossimamente portando con me mia figlia. La cosa più bella è il nn sentirsi obbligati, ne a comprare, ne a portare e ne a restituire. Complimenti davvero all ‘inventrice. Auguroni x tt R9

  3. Trattasi di un monolocale (15 metriquadri, circa), monouso, mappato nei pressi della casa di Giorgio Morandi (e non accanto), la vetrina ha per superficie vetraria la facciata con “a porta d’ingresso”. ogni altra descrizione è ingannavoloe, come l’insieme scaffalato che illustra questo post.

I commenti sono chiusi.