Giuliana Conforto – Illusioni Copernicane – Lo spazio “vuoto” è pieno di cristalli liquidi – Siamo in una TV olografica, in un canale che infine possiamo cambiare…

ologrammi

 

Dati recenti confermano ciò che gli astronomi tolemaici avevano detto millenni fa. Lo spazio “vuoto” è pieno di cristalli liquidi, come quelli dei nostri schermi TV. Siamo in una TV olografica, in un canale che infine possiamo cambiare…

 

Siamo senza risorse e lontani dalla nostra fonte prima di energia il “sole”?

No, siamo afflitti da una gigantesca illusione ottica.

Dati recenti confermano quello che gli astronomi tolemaici avevano suggerito millenni fa.

Lo spazio “vuoto” è come una sala di specchi, pieno di plasma liquido e di energia oscura, è multidimensionale e ripiegato su se stesso, composto cioè di strutture frattali che ripetono le stesse forme su molte diverse scale e sono simili alle “sfere cristalline” di cui parlavano gli antichi astronomi. Insomma lo spazio “vuoto” è pieno di cristalli liquidi, simili a quelli che usiamo nei nostri schermi TV.

Così lo spazio “vuoto” può assumere innumerevoli strutture diverse e dare l’illusione di uno spazio infinito che in realtà non esiste.

Queste strutture invisibili smentiscono il principio copernicano, con cui l’astronomia contemporanea oggi calcola le distanze.

Non solo: queste strutture possono aver subito bruschi cambiamenti che hanno modificato le leggi fisiche e le dimensioni dei corpi, inclusi quelli umani.

Così possiamo spiegare perché Atlantide era un grande civilizzazione “scomparsa” a causa di un brusco cambiamento di stato, una solidificazione del “vuoto” che è anche dentro gli atomi, anche quelli che compongono i corpi umani.

Questo cambiamento ha accresciuto la gravità, reso più abbagliante la luce elettromagnetica e più debole quella debole…

Fonte
http://www.giulianaconforto.it/?p=136

ologrammi1

Ologrammi solidi che si possono toccare

La nuova tecnologia che rende toccabile ogni olgramma 3d, può spiegare perchè ci sembra così reale questa nostra realtà olografica

Questa tecnologia si chiama  Airborne Ultrasound Tactile Display e consiste in uno speciale proiettore in grado di produrre una sensazione tattile sulle mani di un individuo, allo scopo di rendere touch un ologramma.

L’esperimento è stato condotto da un team di ricercatori dell’Università di Tokyo, guidati dal professor Takayuki Hoshi, che hanno pensato di introdurre una tecnologia di feedback tattile attraverso un proiettore che sfrutta un fenomeno fisico chiamato pressione di radiazione acustica. La sensazione è proprio quella di toccare con mano un ologramma, che, come è noto, è fatto solo di luce.

L’Airborne Ultrasound Tactile Display non prevede alcun contatto fra la persona e l’ologramma e, di conseguenza, non altera la qualità della proiezione olografica. Semplificando, si potrebbe dire che la tecnologia sviluppata a Tokyo permette all’ologramma di librarsi nello spazio 3D. Nel dettaglio, un marker retroriflettente viene attaccato alla punta del dito medio dell’individuo, i LED a infrarossi illuminano il marker e due telecomandi della Wii di Nintendo rilevano la posizione del dito nello spazio 3D.

L’Airborne Ultrasound Tactile Display è stato testato su piccoli e semplici oggetti, come una pallina virtuale, ma il team di scienziati giapponesi vorrebbe sfruttare la tecnologia per applicazioni utili in ambito sanitario, come, per esempio, l’introduzione di interruttori virtuali che impediscano eventuali contaminazioni da germi, oppure per sostituire gli oggetti fisici con ologrammi touch. Si pensa, in particolare, ai PC, alle tastiere, ai mouse, che apparirebbero solo in caso di necessità, eliminando al contempo il problema dei rifiuti.

 

http://www.masteringlandingpages.com/web-marketing/3143/ologrammi-solidi-che-si-possono-toccare-video-dimostrazione.php

SCIENZA , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente COME HO SBLOCCATO IL MIO CHAKRA DEL CUORE? COME HO RI-PROGRAMMATO IL MIO SUBCONSCIO? Successivo Oggi, 11 febbraio 2016 alle 16:30, l'annuncio del secolo: osservate le onde gravitazionali- come seguire l'annuncio in diretta?