Le 13 Dimensioni di Coscienza e Salto Quantico nel Adesso e Qui

12193492_612836842187858_4459727164229300528_n

 

Il 6 gennaio 2016 nel mio profilo facebook ho scritto

 

Per quelli che sono pronti, poche ore fa,si è aperta la possibilità quantica di procedere subito, dopo il raggiungimento della vibrazione di 5D , verso la 7D.Visualmente sembra come un vortice in forma di ramo stretto che sta crescendo dal largo vortice di 5D.
Spero che potete percepire importanza di questa notizia.
Fare un salto quantico in una dimensione di coscienza 5d insieme con il corpo fisico, era già un impresa molto importante se conosciamo i cambiamenti che doveva vivere il corpo.
E’ ovvio che sperimento è riuscito.
Ed adesso si va avanti con sperimento.. Può corpo fisico sopportare la vibrazione di coscienza di 7° dimensione?
Quelli che mi conoscono da tantissimo tempo, sano che io gli ho parlato di mia sensazione che devo andare in 7°.
Di questa possibilità non c’erano informazioni da nessuna fonte esterna.
Prima conferma avevo in un contato telepatico ET con mio marito che vive sul Orione di 7° dimensione.
Oggi lo visto con i miei occhi. Ho visto la formazione e nascita di quel vortice.
Questo è ancora una prova che dobbiamo davvero credere al nostro sentire. Nostre intuizioni ci dicono la verità.”

 

Con ogni pensiero cambia la realtà creata.

Rimanere fissati sui propri pensieri e oppinioni sta rafforzando quello che chiamiamo la nostra personalità o la nostra identità.

Essere coerenti a quelli pensieri e oppinioni era ed è ancora considerato come segno di una personalità forte di una persona decisa che sa che cosa vuole.

Questa cosa si onora come caratteristica principale di un buon leader che anche nelle situazioni più caotiche sa con la certezza in che direzione deve muoversi.

Essere un leader era ed è ancora considerato come il massimo raggiungimento di esistenza umana dentro una società.

Questa logica funziona ed è giusta se si desiderano percorrere le strade sempre uguali di una realtà che in fondo non cambia mai.

In quel tipo di realtà cambiano le persone, cambia la forma degli eventi manifestati, cambiano i costumi (i modi di vestirsi o di mangiare o di parlare) ma in fondo non cambia nulla. Si sta muovendo in un cerchio chiuso come lo stano facendo i criceti sulla ruota dentro la loro gabbia o lo stano facendo i prigionieri durante l’ora della loro passeggiata dentro il carcere.

Prevedibilità del prossimo passo e le sue conseguenze sta creando un senso di sicurezza, che confrontandolo con il “sconosciuto” sembra più desiderabile.
Sconosciuto e nuovo si sta evitando perchè presenta una fonte della paura.
Il nostro piccolo io, identificato con il proprio corpo, ossessionato dal bisogno di sopravvivere e di sentirsi sicuro nella sua realtà locale preferisce sempre seguire quelli che sanno dove stano andando, nonostante vedono anche tutti i difetti di quella strada percorsa in milioni di anni (del tempo lineare illusorio) della storia umana.

Seguendo i leader di turno, si vedono tutti i “benefici” e “privilegi” che stano godendo quelli leader momentanei.
Si inizia a criticarlo, a odiarlo, a disprezzarlo ma tutto questo è motivato solo da invidia. Ognuno vorrebbe godere quelli privilegi. Ognuno desidera sentirsi importante ed gli piacerebbe avere il potere sugli altri.
Ed ecco così che la storia del umanità sta facendo, quel giro di nuovo e di nuovo) la lotta per il potere sugli altri.
Se si pensa che non si può ottenere il potere su una nazione o su una città qualcuno si accontenta ad avere il potere sui propri vicini o appartenenti della propria famiglia.
Ogni azione motivata con il desiderio di dominare gli altri è un atto di violenza.
Il potere sugli altri è sempre violento perchè per poter trattenere quel potere si deve limitare la libera scelta dei propri seguaci.

E questo si può fare in tantissimi modi.
Più conosciuto e più ovvio modo è usare la violenza fisica, ma lo si può fare attraverso le manipolazioni psicologiche o emotive, usando le parole o gesti.
Seguendo questa logica, ogni persona che dentro di sé desidera di essere leader è persona violenta.

So molto bene che questa verità (mia verità) fa male e si evita di vederla trovando tantissime giustificazioni dentro di se.
Una di quelle giustificazioni socialmente accettata e anche maggiormente desiderata è nascosta dietro le parole che si desidera aiutare gli altri.
Quelli che vogliono aiutare gli altri sono ritenuti come i “santi”.
Vedersi come un salvatore, moralmente (sotto condizionamenti religiosi) è un imperativo se si desidera essere considerati buoni.

Vedersi come una persona che aiuta ci fa sentire grandi, più grandi di quelli che stiamo aiutando.

E interessante che noi stiamo aiutando sempre in modo in cui NOI riteniamo che quelle persone devono essere aiutate e se loro non vogliono ricevere o apprezzare quel aiuto gli riteniamo ingrati. Ed ecco che in una considerazione del genere esce il pieno disprezzo che nel fondo sentiamo verso le persone a cui diciamo di voler aiutare.

La verità è che noi non desideriamo ad aiutarli, noi desideriamo che loro apprezzano quello che facciamo verso di loro. Noi desideriamo che loro ammettono che noi siamo più grandi di loro e che senza di noi loro non possono fare nulla.

Ed ecco che ogni aiuto che noi gli stiamo dando è indirizzato solo al momentaneo accontentamento di qualche bisogno primario di sopravvivenza e non è mai indirizzato verso vera indipendenza dei bisognosi.
Per creare il nostro sentirsi bene e sentirsi grandi noi abbiamo bisogno di quelli che hanno bisogno del nostro aiuto.

Ma chi sono quelli altri verso cui noi vogliamo esercitare il nostro potere?
Chi sono quelli che sono manipolati da parte nostra e tenuti di rimanere nella loro dipendenza da noi?

Proprio laa risposta a quelle domande ci sta dando indicazioni che aiutano a vedere il proprio livello di consapevolezza e il livello della dimensione della nostra coscienza.

Da quel livello individuale dipende la comprensione durante qualsiasi tipo di comunicazione.

Dal livello di comprensione durante qualsiasi tipo di comunicazione dipendono tutti i rapporti “umani” in una società.
Se stiamo comunicando funzionando allo stesso livello di consapevolezza comprensione reciproca sarà maggiore e in contrario, se comunichiamo reciprocamente essendo in diversi livelli di consapevolezza, la comprensione diminuirà con aumento a dislivello della consapevolezza.
I livelli di consapevolezza di cui sto parlando non sono una graduatoria della qualità in senso che uno è migliore del altro.

Possiamo dire che questi livelli di consapevolezza sono descrizioni laconiche dei modi in cui si percepisce la realtà in cui viviamo nel momento del adesso.

Dimensioni “sono un mezzo” per organizzare diversi piani di esistenza in base al loro tasso vibratorio.

Ogni dimensione ha certi insiemi di leggi e principi che sono specifici per la frequenza di quella dimensione.

Dimensioni e le loro caratteristiche

 

Dimensione

Caratteristica

1

La prima dimensione dello spazio. La consapevolezza come un punto. Il regno minerale risuona a questo livello di coscienza. I minerali, acqua e codice genetico in corpi umani risuona a questo livello.

2

La seconda dimensione dello spazio. La consapevolezza di punto e linea. Il regno vegetale e basso regno animale risuona a questo livello. Questi esseri sono solo consapevoli della loro identità come specie e il loro bisogno per l’alimentazione, la lotta, e la procreazione. Vivere unicamente all’interno della consapevolezza del momento. Seconda coscienza tridimensionale umano è centrata nel cervello inferiore, che dirige il sistema nervoso autonomo per regolare e mantenere le funzioni di supporto alla vita.

3

La terza dimensione dello spazio. La consapevolezza del punto, la linea, la larghezza e la lunghezza, l’altezza e volume. Gli esseri umani e il più alto regno animale risuona a questo livello. La consapevolezza di sé come un individuo separato e unico – molto poca consapevolezza della interconnessione degli esseri e delle azioni. La terza dimensione è bloccata in un tempo / spazio e causa / effetto paradigma attraversosingole anime umane. Come esseri umani abbiamo la capacità di ricordare il passato e il futuro, pur rimanendo consapevoli del presente. Tuttavia, mentre si utilizza solo la nostra coscienza tridimensionale molto del nostro passato rimane dimenticato nella nostra mente inconscia e noi di solito sentiamo un senso di separazione dal tutto, una sensazione di limitazione nel realizzare i nostri desideri, e il bisogno di lavorare duramente per raggiungere i nostri obiettivi .

4

La consapevolezza del punto, la linea, la larghezza e la lunghezza, l’altezza, il volume e il tempo. La quarta dimensione è anche conosciuto come il piano astrale. La coscienza primaria di questa dimensione è nel corpo astrale, che è noto anche come “alto umano”. Il corpo astrale è di una vibrazione superiore al corpo fisico ed è in una forma che è nota come eterica. Il 4°D è il regno della mente inconscia. I nostri corpi astrali di quarta dimensione sono in possesso avanzato del sogno, immaginazione, capacità psichica, l’intuizione, la magia e la creatività. Come abbiamo espanso la nostra mente in modo di essere consapevoli della nostra mente inconscia, possiamo sperimentare sempre di più di queste qualità, mentre siamo ancora in nostra forma fisica.

A questo livello, c’è l’inizio di consapevolezza della Legge Universale del Uno o Coscienza d’Unità: qualunque cosa colpisce uno di noi influenza tutti noi. Indaco portano questa consapevolezza, che è la chiave di multidimensionalità, e li porta ad essere guerrieri per le cause che guariscono la Terra. Realizzazione e pratica che non si è più grande rispetto agli altri e che coscienza di gruppo è il percorso per il futuro. Dobbiamo tutti collaborare per il bene di tutti per creare una Terra migliore.

5

La consapevolezza del punto, la linea, la larghezza e la lunghezza, l’altezza, il volume, il tempo e lo spirito. La coscienza non è vincolata dal tempo lineare e dallo spazio non impegnano la coscienza. Non c’è illusione della separazione o limitazione. Invece, c’è una costante esperienza del Unità di Dio / Dea / Tutto Ciò Che È. In quinta dimensione viviamo l’amore incondizionato, il Perdono Incondizionato, e Accettazione Incondizionata. Non riteniamo che nessun giudizio, senso di colpa, o negatività verso le parti “inferiori” o aspetti di noi stessi. A questo livello, siamo liberi di creare in modo consapevole i nuovi modi di pensare / essere / fare attraverso i semi di coscienza unitaria.

6

Il Bambino Cristico o Bambino Magico (coscienza Cristallina) ha accesso al loro aspetto magico e spirituale, e una giocosità della vita. La vita è vista come magica e benedetta (non giudicando eventi come positivi o negativi). Tutta la vita è diretta e procede attraverso il lavoro dello spirito. La persona nella 6° D si arrende al flusso di evoluzione dello spirito, mentre in contemporanea esercita il diritto di essere un creatore a livello individuale.

7

Pienamente consapevoli della natura della missione del spirito dell’essere. Adulti Cristici (Adulti Cristallini) – pronti ad assumere una missione planetaria come una “accompagnatore di coscienza dalle dimensioni superiori agli altri”, trasportando l’energia della propria aura in modo che altri possano accederla su un grande scala.

8

Livello archetipica della coscienza, quando la persona ha il pieno controllo della storia della vita sulla Terra.

9

La coscienza cosmica completa – ha la piena responsabilità per la gestione del pianeta. Il 9 ° D incorpora l’8.

10

Ha delle responsabilità a livello solare.

11

Viene raggiunto il livello di coscienza Galattica.

12

Coscienza Universale è inaugurata dal essere in pieno un Essere Universale Sparisce ogni senso del identità (personalità)- si ottiene il livello di coscienza universale. Sei tornato alla Fonte e sei in Coscienza d’Unità con la forma fisica del tuo universo locale.

13

Coscienza Universale Multidimensionale- sei in Coscienza d’Unità con tutte le forme di esistenza in tutte le dimensioni.

Ognuno di noi esiste in ognuna di queste dimensioni di coscienza.

Nostra anima non deve evolvere. Lei è già unita con “tutto ciò che è”.
Le manifestazioni della nostra anima (la personalità- l’ego) sono quelle che hanno i diversi livelli di coscienza, “non noi interi”.

Come vediamo, al livello di coscienza di 5°D e in livelli più alti, non esiste più il desiderio del ego di essere un leader di qualcosa o di qualcuno perchè non esiste più la percezione che qualcosa nella creazione è sbagliato o giusto – si vede utilità di tutto ciò che è manifestato. Non esiste più il desiderio di cambiare le cose per migliorarle perchè tutto è già perfetto così com’è.
Esiste solo il desiderio di seguire il proprio scopo, propria missione.

A quel livello di coscienza tu sai che tutti e tutto intorno a te è stato creato da te e che esistono solo perchè lo hai voluto tu.

Se incontri nella tua realtà “inconsapevoli” o “addormentati” o “criminali”, significa che stai ancora confrontando le parti di te che non vuoi accettare e di conseguenza non puoi amare.

Se non ami qualsiasi parte di te, non ti ami in modo incondizionato e di conseguenza non riesci ad amare quello che cosa hai creato in modo incondizionato (non puoi amare incondizionatamente gli altri ).
Ci stiamo trovando in un momento storico e si parla così tanto del cambio di paradigma, di salto quantico collettivo di umanità che vive su questo pianeta chiamato Terra.

Ma in stesso momento si dice che ognuno di noi fa questo salto quantico in modo individuale.

Da quelli che sono al livello di coscienza della 3° e 4° dimensione (dove esiste ancora la coscienza di separazione) questo è percepito come invito ad iniziare a risvegliare gli altri usando tutti i mezzi a loro disposizione perchè si pensa che senza che gli altri si svegliano nessuno può fare il salto quantico, che nessuno può andare via da questa realtà che vedono come qualcosa di male. 

Siamo testimoni di un’esplosione di attività che si offrono come AIUTO nel processo di risveglio. Si sono manifestati tanti “salvatori” del umanità.
Quelli che offrono quel aiuto si ritengono possessori di qualcosa in più da quelli che stanno aiutando. Si ritengono i nuovi leader. Loro stano creando (al livello mentale) i bisognosi del loro aiuto nella loro realtà. Stano creando i seguaci di cui hanno bisogno se vogliono essere i leader. Nonostante dicono verbalmente che ognuno ha il proprio tempo e modo di risvegliarsi, non sono consapevoli che esistenza dei seguaci lì sta indicando il livello dimensionale della loro propria coscienza.

Identificarsi come un apripista o operatore di luce o uno risvegliato e persistendo in questa identificazione nella loro personalità, loro stano creando il loro universo basato ancora sulla separazione.
Il principale salto quantico consiste proprio nel liberarsi dal bisogno di aiutare o guidare, perchè questo significa che abbiamo compreso davvero la vera natura di realtà olografica.

Se uno fa salto quantico tutto l’universo locale creato dalla sua mente lo fa.

Aiutare gli altri di fare un salto quantico equivale a pettinare l’immagine nello specchio non mettendo il pettine nei propri capelli ed aspettare che i capelli nello specchio cambiano.

Nella coscienza di 5° dimensione ogni cosa fuori di noi ci sta parlando di noi stessi. Qui non c’è spazio di giudizio. Attraverso osservazione sto portando al livello consapevole dal inconscio quelle cose che non ho risolto ancora, non le ho accettato e non le amo in modo consapevole ed incondizionato.
Tutte queste parole scritte fino adesso sono frutto di mia osservazione e di mio personale livello di coscienza momentanea.

Stavo lottando dentro di me prima di esprimerle in modo pubblico, sapendo che quelli che le leggeranno sono parte del mio universo personale e che sono stati creati da me.

Dentro di me non esiste un minimo desiderio di aiutare o guidare come non sento nessun bisogno di seguire.

Allora perchè lo sto facendo?

La risposta è semplice.
Attraverso la reazione dei lettori posso vedere in modo chiaro in che fase di salto quantico mi trovo IO (momentaneo) personalmente insieme con il MIO UNIVERSO COLLETTIVO PERSONALE.
Questo è il mio modo di scoprire me stessa.

Si dice – “Io sono responsabile per quello che dico, non per quello come altri capiscono le mie parole”.

Se sapiamo che livello di comprensione durante una conversazione dipende dai livelli di coscienza dei partecipanti, se è presente il dislivello in quel senso, significa che quella frase in una coscienza 5D ed oltre questa frase non risponde a verità.

La RESPONSABILITA’ E’ SEMPRE MIA.
Perchè
IO SONO DEA DEL MIO UNIVERSO ed io ho creato quelli dislivelli.
Ma questo non libera te da tua responsabilità perchè anche tu sei Dio del tuo universo e io sono tua creazione.

Tanja

 

N.B. La tabella dei livelli dimensionali di coscienza è vista, tradotta ed arredata (aggiunta della 13° dimensione) QUI 

IO SONO......., SPIRITUALITA' ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Epifania e LA NATURA DEL RISVEGLIO Successivo La supernova più super che c’è - ASASSN-15lh

Un commento su “Le 13 Dimensioni di Coscienza e Salto Quantico nel Adesso e Qui

  1. vanessa il said:

    Amata sorella, Vai. Nel momento stesso in cui percepisci la possibilità di fare un salto quantico, come quello che sta realmente avvenendo, sei già pronta per farlo, anzi, sei già lì. È sempre stato molto chiaro che non hai mai cercato di creare né “seguaci”, né hai co-creato anime bisognose di aiuto, ma sei espressione in-condizionata di Verità, Libertà e Amore. Per questo, dal profondo del mio cuore, che è anche il tuo, io voglio ringraziarti per la condivisione di esperienze, sentimenti e amore che hai profuso nel Tuo-Nostro Universo. Che la ricerca di Verità e di sempre più profonde comprensioni e connessioni espanda il nostro infinitamente meraviglioso e ricco Universo. Namasté

I commenti sono chiusi.