Crea sito

giovedì dicembre 3, 2015 11:40

Quanto è grande multiverso? Quanto grande sei tu? Perchè la simbologia di Vergine è così importante nella nostra mitologia e religione? Giubileo -di nuovo

Posted by Tanja

12036728_764009403721323_1904930777975526400_n

Sto seguendo la mia guida e solo un intuizione ancora non completamente chiara mi sta dicendo verso dove mi sto muovendo.
Non c’è nulla di sicuro.

Non c’è nulla a cui aggrapparsi.

Esiste solo una certezza interiore che devo seguire questa strada.

Esiste la spinta dal interno, fuori ogni logica umana che devo seguire questa traccia.

Seguendo le briciole invisibili per tanti non c’è nessuno con cui confrontare il mio sentire.

Devo fidarmi di me e pubblicando queste briciole di tracce sperando che forse qualcuno aggiungerà una nuova che mi condurrà avanti verso quello che sento ma non vedo ancora.

E io mi fido in questa guida.
I segni sono troppo forti per essere ignorati.

La rivelazione è così vicina che sento il suo profumo ed ogni cellula del mio corpo è sveglia e pronta.
Pronta per che cosa?
Forse per incontrare il volto di Dio che è in me?
E’ passato tantissimo tempo da quando mi vedevo piccola e in balia di onde di un destino incontrollabile.

Scoprendo i piccoli, nascosti pezzi di me ho iniziato a crescere, crescere, crescere sempre di più,

scoprendo gradualmente anche il mio potere di controllare il mio destino.

E quel destino non ha nulla da fare con accomodare la mia esistenza in questa realtà con i piccoli piaceri del ego, che al improvviso sono diventati così superficiali ed senza gusto scoprendo il grande piacere di connessione con il tutto.

Sono qui, adesso, in questa realtà, e qui devo manifestare me stessa che cambia interrottamente.

Mi sono svegliata stamattina alle 3:00, e nel silenzio della notte, spinta con una voce che solo io potevo sentire, ho acceso il pc.

Aprendo la pagina iniziale senza che io consapevolmente facessi qualsiasi cosa si è aperto il youtube con questa canzone

Oh, e buoni amici abbiamo perso lungo la strada

Con questo futuro grandioso, non puoi dimenticare

Il tuo passato

Quindi asciugati le lacrime, dico io

No donna, non piangere

No donna, non piangere

Carina, non versare lacrime

No donna, non piangere

Devo dirvi che canzone ha provocato proprio un vero e proprio diluvio di lacrime?

Ma non erano le lacrime di tristezza. Erano lacrime di commozione.

Erano lacrime di sfogo di un amore così grande che è esploso dentro di me che il corpo fisico quasi non riusciva a trattenere. Se non si sfogava attraverso le lacrime potevo esplodere letteralmente.
Oh beate lacrime.
Svegliarsi e ricevere un regalo d’amore così forte ti da una certezza ancora più intensa che non sei mai solo su questa strada, che solo apparentemente sembra solitaria.
Ma iniziando da questa canzone che non era solo un saluto pieno d’amore ma anche una guida che come se dicesse – Vai verso questa cosa – l’intuito mi ha portato alla Vergine.
Devo ripetere ogni volta, per ragioni di chiarezza, quando io parlo di femminile, di energie femminili, questo non si riferisce al genere sessuale umano donna.
Si riferisce a quella energia femminile che è fonte di ogni idea, di ogni ispirazione, di ogni pensiero creativo che si trova in tutti noi. Ma questa forza femminile creativa del pensiero deve essere unita al principio maschile (di energia maschile – non uomo come genere sessuale umano) dell suono (verbo) per poter creare.
Allora torniamo a nostra Vergine.

Tutti noi conteniamo la Vergine dentro di noi.

Nella tradizione gnostica, essere Vergine non ha niente a che fare con la purezza sessuale, ma con un processo di iniziazione, in preparazione alla nascita del ‘Cristo bambino’.

Un’anima vergine è uno che è diventata libera dalla comprensione condizionata letterale e l’applicazione della parola di Dio; è un’anima che è diventata autosufficiente e indipendente;è un’anima che cerca di servire ma non è schiava; e un’anima che è diventato del tutto il creatore autosufficiente.

Piuttosto che l’ideazione Madonna dello Spirito Santo e nascita di un figlio fisico chiamato Gesù, l’Immacolata Concezione è uno stato di coscienza che si prepara a concepire, gestire e dare alla luce un altro archetipo, il Bambino Gesù – Cristo – attraverso un processo di dedicato alla preparazione attraverso la meditazione, la preghiera, la riflessione e l’umiltà, tra le altre discipline.

All’interno della tradizione astrologica occidentale questo processo spirituale è noto come ‘Vergine’ e nonostante fosse ridotto in epoca moderna di preoccuparsi con ordine e la contabilità, il segno della Vergine in ultima analisi, riguarda un processo evolutivo per proteggere, nutrire e rivelare la nostra realtà spirituale sottostante.

Storicamente, la Vergine è l’unico segno dello zodiaco che raffigura una donna ed è stato associato con la maggior parte delle principali divinità femminili – Ishtar, Inanna, Cerere / Demetra, Astrea, Erigone, Iside e Maria.

Ognuna di loro, a modo loro, erano verginali in quanto appartenenti e fedeli a se stesse e non solo ed esclusivamente a un partner maschile. In tre delle divinità VERGINE troviamo Madri la ‘Vergine’ – Eva, Iside e Maria – e simbolicamente serviamo come tre aspetti della personalità attraverso la quale ‘il Gesù Bambino’ deve trovare espressione.

Per ripetere, all’interno delle tradizioni spirituali, questo Gesù Bambino non si riferisce alla nascita fisica di un bambino divino, né è su una figura religiosa. Il Cristo bambino, o la coscienza cristica, si riferisce essenzialmente ad uno stato d’essere che è esente da limiti del mondo materiale e del desiderio fisico; uno stato che è auto-realizzato e pienamente cosciente; o uno stato illuminato, uno stato di perfezione.

Il segno della Vergine è sinonimo di una sintesi di questi tre aspetti femminili -Eva, Iside e Maria. Lei è la Madre ‘Vergine’, che ci sta fornendo con tutto ciò che è necessario per la nostra espressione mentale, emotiva e fisico della vostra divinità nascosta ma sempre presente, proteggendo il germe della vita di Cristo e custodire, coltivare e nutrire la vostra anima.”

Questo è estratto dal articolo http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=14415
Leggendo il titolo del articolo appena nominato, quasi ho iniziato a ridere. I pezzi di puzzle si stano incastrando in modo incredibile.
Quella eclissi solare parziale era in Vergine in data del 13 settembre 2015 (21/3). Le sincronicità sono davvero così ovvie che solo qualcuno chi coscientemente chiude gli occhi non le vede.
Quel 13 settembre 2015 portava stesse energie come il giorno 29 novembre 2015 (21/3) quando il Papa ha aperto la Porta Santa (in anticipo) del Giubileo. Per non ripetermi leggi qui http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=14833

Ma 13 settembre 2015 era anche il fine di shemittah

Allora dove possiamo imparare di più se non alla fonte della fede a cui si riferisce il sito vaticano con la sua storia del Giubileo.
Nel sito 
http://www.chabad.org/library/article_cdo/aid/562077/jewish/What-Is-Shemittah.htm ho trovato questo testo che ho tradotto in italiano

Non appena gli ebrei si stabilirono in Terra Santa, cominciarono a contare ed osservare i cicli di sette anni. Ogni ciclo sarebbe culminato in un anno sabbatico, noto come shemittah, letteralmente: “per rilasciare.”

L’anno successivo la distruzione del secondo Santo Tempio è stato il primo anno di un ciclo sabbatico di sette anni. Nel calendario ebraico, contando dalla Creazione, questo è stato l’anno 3829, 68-69 CE sul calendario secolare. Contando per 7 da allora, vediamo che il prossimo anno shemittah sarà l’anno 5775 dopo la creazione, che si svolgerà dal 25 settembre 2014 – 13 settembre 2015.”
Leggi intero articolo qui http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=14769

E’ iniziato con una semplice canzone come dichiarazione d’amore e non sapendo come e perchè le mie guide mi hanno portato di nuovo a Giubileo.
Ma non è finita qui.

PAPA FRANCESCO

ANGELUS

Piazza San Pietro
Domenica, 13 settembre 2015

Estratti
«Ma voi, chi dite che io sia?» (v. 29). Ecco la domanda più importante, con cui Gesù si rivolge direttamente a quelli che lo hanno seguito, per verificare la loro fede. Pietro, a nome di tutti, esclama con schiettezza: «Tu sei il Cristo» (v. 29). Gesù rimane colpito dalla fede di Pietro, riconosce che essa è frutto di una grazia, di una grazia speciale di Dio Padre. E allora rivela apertamente ai discepoli quello che lo attende a Gerusalemme, cioè che «il Figlio dell’uomo doveva soffrire molto … venire ucciso e, dopo tre giorni, risorgere» (v. 31).

…..

Per questo, rivolgendosi a tutta la folla che era lì, dichiara che chi vuole essere suo discepolo deve accettare di essere servo, come Lui si è fatto servo, e avverte: «Se qualcuno vuol venire dietro a me, rinneghi sé stesso, prenda la sua croce e mi segua» (v. 35).

Mettersi alla sequela di Gesù significa prendere la propria croce – tutti l’abbiamo… – per accompagnarlo nel suo cammino, un cammino scomodo che non è quello del successo, della gloria passeggera, ma quello che conduce alla vera libertà, quella che ci libera dall’egoismo e dal peccato. Si tratta di operare un netto rifiuto di quella mentalità mondana che pone il proprio “io” e i propri interessi al centro dell’esistenza: questo non è ciò che Gesù vuole da noi! Invece, Gesù ci invita a perdere la propria vita per Lui, per il Vangelo, per riceverla rinnovata, realizzata e autentica. Siamo certi, grazie a Gesù, che questa strada conduce alla fine alla risurrezione, alla vita piena e definitiva con Dio. 

….

Ci sono giovani qui in piazza: ragazzi e ragazze. Io vi domando: avete sentito la voglia di seguire Gesù più da vicino? Pensate. Pregate. E lasciate che il Signore vi parli.

La Vergine Maria, che ha seguito Gesù fino al Calvario, ci aiuti a purificare sempre la nostra fede da false immagini di Dio, per aderire pienamente a Cristo e al suo Vangelo.”
https://w2.vatican.va/content/francesco/it/angelus/2015/documents/papa-francesco_angelus_20150913.html
Sono consapevole che ognuno dei lettori legge nella propria chiave di lettura e non voglio interferire con le credenze di nessuno.
Per comprendere la mia chiave di lettura potete leggere questo
http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=12991
E adesso vi porto a un viaggio spaziale e lascio a vostra intuizione di guidarvi verso il senso di importanza della visione di Vergine.

terra

terra1

terra2

terra3

terra4

terra5

terra6

terra7

Queste foto sono prese ed adattate per utilizzarle nel blog dal https://upload.wikimedia.org/wikipedia/commons/b/b6/Earth%27s_Location_in_the_Universe_%28JPEG%29.jpg

Se Vergine si trova dentro di ognuno di noi, riuscite a vedere la nostra immensità?
E qui è presentato solo 1 universo conosciuto.
Sapendo che questa realtà è solo 1 da tantissime realtà paralleli che viviamo adesso in questo stesso momento (tempo non esiste) solo in questa 3° dimensione, moltiplicate con qualsiasi numero la vostra esistenza e sentirete come state crescendo.
E in tutte le altre dimensioni esistono anche tantissime realtà paralleli e ognuno di noi esiste in tutte quelle realtà.
Tutte le nostre parti di tutte quelle realtà parallele multidimensionali sono in connessione tra loro ed in continua comunicazione attraverso il DNA
Leggi Stargate creati nel DNA attivano connessione con la Ragnatela Cosmica dell’Universo
Immaginate con quanta sapienza, attraverso così tante esperienze, state disponendo.
Pensate a questa cosa ogni volta quando vi sentite piccoli ed impotenti o vittima di qualche abuso o ingiustizia.

Immaginate quanto potere state portando dentro di voi.

E ogni volta quando cambiate intero questo multiverso, creato dalla  proiezione della vostra mente sta cambiando.

Voi state influenzando in modo significativo ogni altra manifestazione di voi stessi.
E quando pensate che solo il vostro “sè superiore” è importante ricordatevi che anche voi siete sè superiore di tutti te, in stessa misura in cui sono le altre manifestazioni di voi stessi.
Senti quanto sei grande?
Senti quanto sei importante?
Hai bisogno di seguire qualsiasi altro essere umano o non umano?
Hai bisogno di delegare il tuo potere?
Rifletti!
Decidi!

Con amore Divino di tutte Noi
Tanja


Oh! Per favore, non scuotere la mia barca

Perché non voglio che la mia barca venga scossa

Non scuotere la mia barca

Perché non voglio che la mia barca venga scossa

Non scuotere la mia barca

Ti sto dicendo che, oh, whooh – whooh 

Mi piace così com’è, mi piace così com’è

E tu dovresti sapere, ora dovresti sapere

Che mi piace, mi piace così, mi piace così com’è

Sì! Tu appaga la mia anima, appaga la mia anima

Appagami l’anima, appagami l’anima

Ogni pur piccola azione comporta una reazione

Oh, non vedi quel che hai fatto per me

Sono felice dentro, per tutto, per tutto il tempo

Quando svoltiamo un nuovo angolo

Mi sento come il vincitore di una lotteria

Quando ti incontro oltre l’angolo

Tu mi fai sentire come il vincitore di una lotteria

Oh piccola, non capisci, devi credermi

Oh cara, cara, sto chiamando, chiamando

Quando ti incontro oltre l’angolo

Oh ti ho detto piccola, non lasciarmi mai solo

E poi mi tieni stretto, mi fai sentire bene

Sì, quando mi hai stretto,

Mi hai fatto sentir bene

Whoa dolcezza non puoi capire, non mi credi

Oh cara, cara, sto chiamando, chiamando

Non puoi capire perché non mi credi

Oh cara, cara, sto chiamando, chiamando

Appaga la mia anima, appaga la mia anima, appaga

La mia anima

E’ tutto quel che voglio da te, è tutto quel che avrò

Da te

Appagami l’anima, appagami l’anima

3 Responses to Quanto è grande multiverso? Quanto grande sei tu? Perchè la simbologia di Vergine è così importante nella nostra mitologia e religione? Giubileo -di nuovo

Avatar

valentina

dicembre 14th, 2015 at 09:47

Ma Gesu duemila anni fa e’ nato capricorno

Avatar

Tanja

dicembre 14th, 2015 at 09:47

Valentina, Non ci sono prove che Gesù è nato il 25 dicembre. Ci sono sempre più prove che non poteva essere nato neanche in questo periodo del anno. Ma questo è una lunga storia e sono certa che in rete puoi trovare tantissimi articoli, specialmente se parli anche inglese.

Avatar

valentina

dicembre 14th, 2015 at 09:47

In realta’ ho letto altro che provano che quella poteva essere veramente la data esatta… e su internet si trovera’ che il capricorno e’ la porta degli Dei e il risorgere del sole dopo il solstizio. Poi certo rimane teoria, ma te che sarai sicuramente vergine sei di parte

Risveglio di una Dea sui Social Network

ARCHIVIO ARTICOLI

CATEGORIE ARTICOLI

IO SONO….

Chi sono io?
La domanda eterna di ogni persona da sempre.
Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda
In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo.
Io credo che questa ricerca non finirà mai.
Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione.
Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la saggezza e la potenza.
Una volta ho scritto:
Fu una volta un popolo divino……..
che dimenticò di esserlo..
dimenticò
realtà parallele
frequenze divine
connessione divina
libera connesione divina.

Un giorno pieno di luce hanno cominciato……

In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi.
Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei.
Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome.
Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando.
Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo.
Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere.
Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso.
Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci.
Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione.
Che l’amore ci guida.
Tanja