KRYON – 12 Ottobre 2014 – Gestire la nuova normalità

1406736478354

Salve, miei cari,

sono Kryon del Servizio Magnetico.

Coloro che sono di fronte a me oggi e coloro che mi ascoltano lo fanno, perché si rendono conto che qualcosa dentro di loro sta cambiando.

Percepiscono il mutamento e vogliono saperne di più.

Ma c’è dell’altro.

Alcuni, in questa stanza, sono venuti alla ricerca di informazioni, sperando che ne vengano consegnate.

Ed è avvenuto.

Sono presenti altri che sono venuti per una guarigione, sperando che fosse offerta.

E lo è stata.

Quando un’umanità di elevata consapevolezza si unisce al amore di Dio, cambiate molte cose intorno a voi.

E’ un assioma che è sempre esistito.

Quando due o più si riuniscono, amplificano la loro energia.

Quando affrontano qualcosa con saggezza, con preghiera, con meditazione, le cose cambiano.

Allo stesso modo in questo gruppo c’è l’intento di saperne di più.

Lo sentiamo e lo sappiamo. 

 

Passo in rassegna, molto velocemente, le basi del cambiamento.

In questo momento vi trovate in quello che abbiamo denominato l’Anno 1.

Il 2013 non era l’Anno 1.

Era l’anno della ricalibrazione, in cui per voi doveva muoversi ancora molto per poter arrivare all’Anno 1, ovvero il 2014.

E’ un anno sacro 7 (la somma delle singole cifre è 7, ndt) e vi dirò di cosa si tratta.

Il mio partner percepisce cose che stanno accadendo, che gli mostro, a volte ci sono delle pause.

Gli ho mostrato uno di voi, e tu sai chi sei, che ne ha passate molte eppure è ancora qua, la vita del mio partner è facile in confronto alla tua.

Ogni tanto scelgo qualcuno nel gruppo, una vecchia anima, e gli mostro la sua Akasha, e gli incuto timore riverenziale.

Lo faccio apposta, così si rende conto di avere ancora molto da imparare sulla vita.

Le vecchie anime di fronte a me faranno la differenza sul pianeta, ma sono pur sempre umani e funzionano solo a poco più del 33%.

Vi ho detto che il cambiamento che avreste vissuto avrebbe modificato ciò che definite normale. Pertanto ricalibriamo il “normale” e parliamo di cosa possa voler dire adattarsi alla nuova normalità.

E’ stato nel luglio scorso che vi abbiamo dato una canalizzazione a proposito di cosa ciò significasse.

Le vite di molti di voi sono state turbate, alcune per motivi di salute, altre per quanto riguarda le abilità che avete, che chiameremo metafisiche, oltre la fisica.

Parlo dei guaritori, dei lettori, di tutti i sensitivi che stanno ascoltando questo messaggio in qualsiasi contesto temporale.

Sappiamo chi siete.

Nel processo di questo cambiamento ci saranno attributi umani di emozioni.

Quando le cose cambiano ci si aspetta che tornino alla normalità.

La vostra vita è così: quando vi ammalate, vi ammalate per breve tempo e poi tornate alla normalità. Tutti coloro che cercano di riequilibrarvi, tentano di riportarvi a come stavate prima.

E questo è un nuovo paradigma, miei cari, decisamente non più il paradigma del passato.

Questo, cioè il cambiamento, è un nuovo paradigma.

Non c’è più il ritorno alla normalità.

Anzi, quanto vi abbiamo detto in precedenza è che non c’è un mutamento verso una nuova normalità, ma verso il cambiamento stesso.

Il cambiamento proseguirà.

Per questo la nuova normalità inizia dall’abituarsi al cambiamento.

E non è un attributo umano facile da realizzare.

 

Vi abbiamo fatto un esempio, divertente per alcuni:

immaginate che i vostri mobili e la vostra casa siano intelligenti.

Andate a lavoro, tornate a casa e hanno deciso di spostarsi! [Kryon ride]

Tornate a casa ed è cambiato tutto quanto.

Quello che potete fare è dire loro di comportarsi bene e rimettere tutto dove volete voi.

Ma non potete.

Vedete, i mobili adesso sono sintonizzati su una frequenza diversa, vogliono spostarsi e lo fanno. Allora stringete un accordo con i vostri mobili: ok, vedo che volete stare lì, va bene, restate così! Rimettete a posto il resto come più vi piace, ve ne andate a lavoro, tornate a casa ed è cambiato tutto di nuovo!

Come va per ora?

L’essere umano deve imparare ad andare a lavoro e sapere che quando tornerà le cose saranno cambiate.

Prima o poi l’essere umano deve riconoscere che i mobili sono intelligenti e dire: ho dei mobili fantastici, si risistemano da soli, non vedo l’ora di vedere quale sarà la loro prossima mossa! [Kryon ride]

Entrate in casa e siate pieni di gioia!

Per i cambiamenti! 

 

Questo atteggiamento richiede un tipo particolare di essere umano, che riconosce il mutamento dentro di sé.

Ci sono certe caratteristiche insite nell’essere umano: non gli piace il cambiamento e desidera ardentemente la normalità.

La prima qualità è abituarsi, imparare ad apprezzarlo e ad aspettarselo.

Come funzionerebbe se vi interessassero ciò che chiamiamo le caratteristiche dell’energia?  

E se foste una persona che ha vissuto un cambiamento della sua salute fisica?

E te?

Quando dico che è impossibile tornare alla normalità, cosa significa per te?

Posso chiederti: eri contento di come stavano le cose?

E se “tornassi” a uno stato di salute migliore di com’era prima che ti ammalassi?

Sarebbe possibile?

La risposta è sì!

Non sarebbe un ritorno alla normalità, vero?

Vedete cosa intendo?

E’ un ritorno ad uno stato consapevole più elevato, a uno stato di salute che non vi aspettavate.

Vi può andar bene?

Se siete un Operatore di Luce nel pubblico: alcuni di voi si sono sentiti presi in giro.

Avete reagito con frustrazione e rabbia, perché sembrava che aveste perso ciò che avevate.

E forse ciò che avevate era la capacità di essere sensitivi e aiutare gli altri in molti modi.

Sono presenti degli intuitivi medici.

Sono presenti persone che per lavoro aiutano gli altri.

E vi ho sentito lamentarvi e chiedere: A cosa serve?

A quale scopo di bene potrà mai servire togliermi ciò che avevo?

Ci sono persone ad ascoltare questo messaggio che piangono di notte, perché non riescono a capire cosa sia successo.

Sanno di essere vecchie anime e hanno perso ciò che avevano.

Ripeteremo quanto vi abbiamo già detto.

La trasmissione che avete finora percepito e ricevuto, che concede questi doni, ha cambiato frequenza e adesso si trova più in alto.

Il ricevitore dentro di voi, che voi chiamate la pineale, deve sintonizzarsi sulla frequenza trasmessa più in alto, affinché voi possiate recuperare ciò che avevate.

Ma vi abbiamo appena detto che non è possibile riacquistare quanto avevate.

Per cui quello che farete è recuperare ciò che avevate più altro ancora.

Siete pronti?

 

Riscriverete chi siete!

Un essere umano, un essere umano dotato che è un lettore e un aiuto per gli altri, riscriverà il proprio programma, in modo che i suoi doni saranno amplificati e ve ne accorgerete quando inizieranno a tornare.

Dovete sapere alcune cose.

Non avrete le stesse sensazioni.

E quindi eccovi qua, seduti, ad aspettare che ritornino.

Ho delle novità per voi: adesso dovete fare qualcosa di cui non abbiamo mai parlato finora.

La reazione normale a un problema di salute è “dare tempo al tempo”.

E se aspettate abbastanza a lungo recuperate ciò che avevate.

L’idea di attendere per riacquistare alcune di quelle cose ora non è più il paradigma.

Dovete aspettare o agire?

Nel 2013 vi abbiamo detto di non fare niente.

Il 2013 era un anno di attesa.

Dal 2014 in poi sono anni destinati all’agire.

Vi sto chiedendo di passare all’azione.

Alzatevi e aprite la porta e vi dirò alcuni degli attributi necessari.

Alcuni non vi piaceranno!

Perché non vorreste farlo.

Voi volete soltanto recuperare ciò che avevate, giusto?

Eppure vi abbiamo appena detto che non succederà.

Ci sono persone qui presenti nel pubblico che non sono contenti di sentirlo dire.

Se aspettate abbastanza a lungo tornerà.

No, non tornerà.

Non tornerà e basta.

L’attesa non è un’opzione.

L’attesa è un vuoto, la vecchia energia NON tornerà più!

 

Come si impara a gestire il nuovo?

 

Iniziamo la preparazione.

 

Numero uno: aspettatevi il cambiamento.

L’abbiamo detto.

Comprendete che il vecchio non tornerà più.

Comprendete che dovrete essere proattivi, bussare metaforicamente a varie energie e varie porte per riattivare il ricevitore per captare i nuovi segnali.

Non ci vorrà molto.

Ma dovrete lavorarci su.

Vi aspettavate davvero di potervene stare lì seduti, tranquilli, e che tutto sarebbe tornato com’era da sé?  

E che l’energia di cui vi abbiamo parlato fosse adeguata alla magnificenza del vostro cambiamento? Pensavate che tornasse tutto com’era prima?

Non accadrà.

Dovrete muovervi, e intendo energeticamente.

Alzatevi e muovete un po’ l’energia.

Ognuno di voi sa cosa significa, perché siete indipendenti e anche specifici e unici.

Ognuno di voi ha il suo proprio puzzle.

E questo non si riferisce a tutti coloro che mi stanno ascoltando o a tutti coloro che sono presenti, riguarda tutti coloro per i quali è valido.

E voi sapete con chi sto parlando.

 

Numero due: voglio che vi sia chiaro che avete assistenza.

Il mio partner vi ha spiegato di una parte del corpo, la pineale.

Vi ha spiegato anche di una parte dentro di voi, che è un concetto, chiamata innato.

E’ stata chiamata la consapevolezza intelligente del corpo.

E’ quella a cui parlate con i test muscolari (kinesiologici, ndt).

E’ quella che inizierete a risvegliare, con processi che vi dicono cosa fare.

E’ associata all’intuizione.

Ma lasciate che vi dica una cosa che dovreste sapere: il vostro corpo vi ascolta.

Si aspetta che gli parliate, in qualsiasi modo voi consideriate appropriato: tramite l’intento, la consapevolezza, la verbalizzazione.

E’ pronto a trovare la nuova frequenza.

La vostra struttura cellulare sta vibrando di aspettativa.

Non dovrete spingere una roccia su per una montagna, tutto ciò che dovete fare è iniziare ad attivare quella parte di voi a trovare la nuova frequenza e rivitalizzare ciò che avevate.

E altro ancora. Kryon, stai parlando per enigmi, dacci dei dettagli!

Lo farò.

Ci sono alcune vecchie cose che dovete rivedere.

Parliamo delle affermazioni.

[Kryon ride]

Funzionano?

E la risposta è: molto bene! Molto bene.

Quando pronunciate una cosa ad alta voce con consapevolezza di intento, la sentite voi stessi fisicamente con le orecchie, le cellule capiscono cosa state facendo.

Vi ricordate?

Ho detto che il corpo vi ascolta.

Le affermazioni sono la maniera più veloce per cambiare la vostra realtà in questo momento. Funziona?

Parliamo di cosa non funziona.

Quanti di voi conoscono degli ipocondriaci?

Che si sono lamentati di quanto fossero inquieti per cosa potevano prendersi, ripetendoselo sempre, verbalizzando ad altra voce come potevano ammalarsi e quali fossero le loro preoccupazioni di cosa poteva andare storto.

Poi, con loro grande shock e orrore, le hanno prese tutte.

Quella è un’affermazione!

[Kryon ride]

Funziona!

Qualsiasi cosa diciate al vostro corpo, vi ascolta e cerca di cooperare, capite?

Dovreste ideare voi le vostre affermazioni.

Potete prenderle dai libri, probabilmente funzioneranno, ma è meglio se le pensate voi.

Lasciate che vi dia dei suggerimenti al riguardo.

E’ nella natura umana verbalizzare le cose in un certo modo.

Desidero amore nella mia vita!

La mia affermazione, il mio desiderio è che le cose succedano in uno scenario perfetto per me.

Desidero questo, desidero quello.

Desidero lavorare con Dio nel modo migliore.

Desidero, desidero.

Sapete cosa coglierà il vostro corpo?

Che qualcuno ha un sacco di desideri!

E’ tutto ciò che il corpo comprenderà!

E’ un pessimo design per l’affermazione di un essere umano magnifico.

L’affermazione dovrebbe esprimere ciò che avete, non il vostro desiderio di riceverlo, capite

L’affermazione è: io sono amore, io sono in salute, io sono questo, io sono quello, l’IO SONO è ciò che siete!

E mentre ripetete queste cose quotidianamente ad alta voce si instaura un processo.

La ripetizione, mio caro, non è solo uno svago per Dio.

Perché alcuni la vedono così.

Ripetete e ripetete, chi c’è all’ascolto?

Non capiscono.

L’innato vi ascolta!

Il ponte che dovete formare tra il vostro corpo e il vostro innato si costruisce così! Iniziate a parlare alle vostre cellule e al vostro innato.

Io sono amore!  

Io sono un lettore! 

Tra i migliori al mondo!

Io sono un intuitivo medico che aiuta le persone sul pianeta!

Io sono uno che Dio usa ogni giorno per aiutare l’umanità!

Io sono amore!

Io sono gentile, io sono premuroso, io sono paziente!

[Kryon ride]

Io amo i miei parenti!

[Kryon ride]

IO SONO!

Il vostro corpo sentirà le vostre parole, continuamente.

Okay Kryon, mi piace!

Quante volte lo ripeto e a voce alta quanto?

[Kryon ride]

Ci diverte la vostra ignoranza.

[Kryon ride] Ormai dovreste saperlo.

Quando avete a che fare con voi stessi, soltanto voi avete le risposte, miei cari.

Quante volte dovete ripeterlo?

Alcuni di voi devono ripeterselo mentre vanno in macchina da una parte all’altra, giusto per ricordarsi chi sono.

Altri di voi, una volta al giorno.

Altri due volte al giorno.

Qual è il punto?

Cosa state cercando di ottenere?

L’avete già sentito prima, non provate, siate!

E’ questo il vero, reale inizio del cambiamento.

Io mi sono sintonizzato sulla nuova frequenza e ci lavoro!

Tutte le qualità per cui ero preoccupato sono tornate e sono sotto controllo!

Io sono un guaritore!

Non è un pio desiderio.

L’affermazione è una dichiarazione del vero.

Lasciate che definisca ancora una volta qualcosa che dovreste sapere.

La natura umana lavora con un cervello umano.

Le cose di cui stiamo parlando ora come ora sono del tutto lineari per voi.

Ma hanno un aspetto multidimensionale che non capite ancora veramente.

Le parole nell’aria sono frequenze, le dichiarazioni d’intento sono energie, non riuscite né a vederle nè a misurarle.

Ma sono assolutamente potenti.

La preghiera funzionano.

La meditazione funziona.

E’ fisica quantistica.

I numeri delle energie che riuscite a creare semplicemente dichiarando cose per aria a voi stessi vi stupirebbero. Kryon, devo dirle per forza a voce alta?

Sapete una cosa?

Ve la dirò: è meglio ripeterle a voce alta.

Hanno un approccio più concreto al vostro sistema, se il vostro sistema le sente in 3D attraverso l’aria, uscire dalla vostra bocca.

Sì, potete farle anche senza parlare, se preferite.

Non tutti possono, miei cari.

State osservando un cambiamento vibratorio, non state guardando le cose come erano prima.

Cosa lo ostacola?

Voglio dirvelo, voglio chiarirvi le idee con un esempio.

Se per esempio foste un mastro falegname, se veramente il vostro talento di carpentiere fosse talmente grande che per anni potevate prendere un chiodo e brandire un martello molto grosso in modo tanto bello ed elegante da poter piantare il chiodo con un unico colpo.

Entrava tutto nel legno, sapevate esattamente come fare.

La vostra mira era perfetta, sapevate quali tipi di legno avrebbero accolto il chiodo che avevate, non sbagliavate mai.

Eravate rapidi, eravate abili, gli altri vi guardavano e dicevano: ecco un maestro.

C’è soddisfazione in questo, vero?

Anno dopo anno?

Presto ci sono persone che vengono da voi, presto vi mettete perfino a insegnare.

Un colpo, mira perfetta.

Il martello nella vostra mano è elegante, è bilanciato apposta per voi, ve lo siete fatto fare su misura.

Vi è chiaro il quadro?

Un giorno vi svegliate e mancate perfino il pezzo di legno!

[Kryon ride]

E’ sparito il talento!

E voi provate a recuperarlo: chiodo dopo chiodo, si piega, finite per schiacciarvi il pollice alcune volte, quindi diventate più cauti.

Come reagite a questo?

Qual è la vostra reazione umana?

Voglio che la osserviamo insieme passo per passo.

Rabbia, sì, frustrazione, sì… e cosa ne concludete?

Avete perso il vostro talento.

E’ stato bello finché è durato, ma adesso è sparito.

Questa è quella che io definisco la definitività della 3D.

L’umano che salta subito alla conclusione che sia tutto finito. 

Il motivo è perché non avete mai vissuto un’esperienza come questa in precedenza.

Non sapete cosa sta per accadere, non conoscete ciò che non conoscete, di conseguenza frustrazione, rabbia, mollo tutto, è tutto finito.

Alcuni volteranno le spalle perfino a Dio.

Ecco quanto è profonda questa esperienza.

Cosa vi è stato dato in questa vita che non potete gestire?

E’ così terribile che abbandonereste Dio.

Qualsiasi cosa mi direte, è veramente umano da parte vostra.

E’ al di sotto della vostra magnificenza.

Non è logico.

Con il Dio dentro di voi.

Cosa vi sto dicendo?

Vi sto dicendo di superare voi stessi.

Tornerà, maestri artigiani, avete passato talmente tanti anni a lavorare così, cosa credete, di essere diventati tutto a un tratto scoordinati?

No, vi spiego, il martello è cambiato.

E il chiodo continua a muoversi.

Come risolvete il problema?

Imparate come si muove il chiodo, perché sapete dove si sposterà.

Adesso non martellate più su chiodi statici, date colpi a chiodi mobili, è molto meglio!

Avete un talento ancora maggiore, un falegname che sa conficcare chiodi mobili! 

E’ un ipotesi buffa, non è vero, ma è proprio ciò che sta accadendo.

Un talento che aumenta, ma avete notato come si sono spostati i parametri?

E se vi dicessi che il vostro martello è diverso?

Ok, cosa fate se il vostro martello ha un peso differente ed è bilanciato in maniera insolita?

Quello che fate, preparatevi a sentirlo, è fare pratica! Ricominciare è al di sotto della posizione di alcuni di voi.

Tornate all’inizio.

Cosa faceste quando iniziarono i processi nei quali siete diventati bravi, miei cari?

Forse il processo nel quale vi siete distinti era la salute.

Voglio che riflettiate su questo.

Cosa faceste?

Esaminaste la vostra alimentazione, esaminaste l’energia, esaminaste tutto intorno a voi, in modo da trovare una combinazione che funzionasse per voi.

Avete questa idea che qualsiasi cosa abbiate trovato, dovesse andare bene per sempre.

E’ appena cambiata!

Iniziate di nuovo, trovatene un’altra.

Coloro tra voi che sono lettori e sensitivi e tutti voi Operatori di Luce, se la frequenza è cambiata, trovate una nuova frequenza! 

Come?

Fate pratica!

Bussate alle porte, accogliete pazienti disposti a far pratica con voi.

Vi ricordate quando lo faceste per la prima volta?

Canalizzatori!

Vi ricordate della prima volta?

Parlo con il mio partner qui, è stato terribile!

Chiedete a me! Orribile!

Una parola sì e una no non riuscivo a farmi capire, anche meno.

[Kryon ride]

Finché non si è rilassato.

Più faceva esercizio, più migliorava.

Ormai è diventata la sua seconda natura: ha imparato a farsi da parte.

Non è una marionetta per Kryon, sto usando il suo Sé superiore.

Lo sapete questo, vero?

La coscienza del mio partner, la sua voce, il suo intelletto, la sua cultura, la sua lingua, quello non è Kryon, è lui.

Sta traducendo Kryon.

Stiamo lavorando insieme.

Si fa da parte con la sua coscienza, ma sta lavorando.

Tramite la pratica.

Non volete ricominciare da capo, vero?

Lasciate che vi dica una cosa.

Non c’è bisogno che lo facciate.

Quando iniziate a bussare alle porte e a ritornare alle basi, arriverete velocemente alla realizzazione.

Afferrerete come funziona, vi ricorderete.

Farete qualche piccola modifica e si espanderà.

Questo sarà come vi adatterete alla nuova normalità, incrementando ciò che avevate fino a farlo diventare qualcosa di più grande, di magnifico e di maestoso!

Riderete di come i chiodi continuano a muoversi, perché avrete il martello che li centra ogni volta!

Di fatto diventerà un gioco.

I chiodi vogliono entrare nel legno, ma vogliono danzare un pochino prima di farlo!

Capite che cosa sto dicendo?

Diventerà un’esperienza di gioia, qualcosa che adesso al solo pensiero vi sembra orribile, perché è stato un cambiamento atroce per voi, cose che si muovevano, energia che mutava, non eravate più gli stessi; avete tanto la capacità di seguirne il flusso che diventerà una danza.

Benvenuti al nuovo umano!

Raggiunge una consapevolezza più alta e diventa quantico.

Questo è quanto vogliamo insegnarvi, questo è quanto vogliamo trasmettervi.

Ora ci saranno coloro che ascolteranno questa canalizzazione e più tardi diranno: non ho la minima idea di cosa Kryon abbia detto, non proprio.

Può darsi che dobbiate ascoltare questo messaggio un certo numero di volte, può darsi che dobbiate riascoltarlo più tardi per capire appieno ciò che stiamo dicendo.

Può darsi che ancora non vi riguardi.

Può darsi che più avanti vi ricordiate di questa canalizzazione e che diciate, meglio che la ascolti adesso, perché sta succedendo qualcosa.

In questo momento, insieme, voglio che vediate la vostra magnificenza.

I potenziali sono realtà.

C’è malattia qui?

Voglio dirvi che avete un tale controllo sulla vostra chimica personale.

Sta ascoltando voi.

Vuole sapere cosa avete da dire.

Quali sono le affermazioni che direste al vostro corpo?

A parte io sono sano, entrate nei dettagli. Io non provo dolore!

Io non farò mai più esperienza di certi tipi di cose!

Non ne ho più bisogno.

Non c’è più motivo.

Vi renderete conto di avere molto più controllo sul vostro corpo di quanto abbiate mai pensato di averne, perfino su quelle cose che la medicina sostiene che non possiate fare.

Il mio sangue è pulito!

Il mio sangue è in equilibrio!

Ve lo sto dicendo: voi, esseri umani in questa nuova energia, in questa nuova energia, avete molto più potere nelle parole di quanto pensiate.

Le affermazioni, sì: l’energia che muovono, non avete mai visto niente di simile. Ecco cosa porterà la nuova energia!

Ricominciare da capo, sì, ma non con lo stesso numero di anni di pratica, solo un po’.

Tornate agli inizi, spingete, smettete di attendere.

E’ tempo di agire.

Abituarsi alla nuova normalità riguarda molti di voi in questo momento e alcuni più avanti, e poi ci sono ovviamente coloro che hanno già compreso.  

Questo è il nostro messaggio per oggi.

Restate con me per un minuto, solo per un attimo.

Vi rendete conto di chi siete?

Per ricevere questo messaggio, sapete chi siete?

Lemuriani.

Voi avete aiutato la civiltà con il frammento di Dio dentro di sé a partire.

Molti di voi sono i loro stessi antenati, hanno vissuto la storia di questa Terra.

Così tanti tra voi.

Non è un caso che il mio partner si sposti sul globo, che parli solo alle vecchie anime.

Voglio che ci riflettiate.

Meritate di essere liberi dal dolore?

Meritate di recuperare tutte le altre cose che forse pensavate di aver perduto?

Sto parlando a persone specifiche che sono qui ad ascoltare.

Membri della famiglia specifici che conosco così bene, proprio ora, e voi sapete a chi mi sto rivolgendo.

Affermazione: mi sto rimettendo! Non va bene.

Affermazione: mi sono rimesso dal mio dolore!

[Kryon ride]

Sia benedetto il Signore, mio Dio, che vive dentro di me.

Mi sono appena rivolto a qualcuno che aveva bisogno di sentire queste parole.

Va bene?

Voglio che vi prepariate alla maestria, perché è lì che stiamo andando.

Tutti voi.

A un qualche livello, in un qualche momento, nelle vite future e in questa stessa.

Preparatevi al nuovo essere umano.

E così è.

Kryon

bimba-sottacqua-ridotto

Fonte traduzione

http://www.entourage-di-kryon.it/index.php

Audio originale

 

Kryon

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Se scegli di amare una donna sulla via del risveglio.... Successivo Per Alice - Il cuore, dov'é?.

2 commenti su “KRYON – 12 Ottobre 2014 – Gestire la nuova normalità

  1. Renzo il said:

    Grazie Tanja,
    sempre al momento giusto, ho sempre più sicronicità, o che prima mi sfuggivano maggiormente, non saprei, ma vedo sempre più radioso e perfino i sogni sono cambiati, da confusi a premonitori od indicazioni da seguire.
    Un abbraccio a Tutte/i.
    Renzo

I commenti sono chiusi.