I REGISTRI AKASHICI – La memoria di Creazione

registri-akashici

 

Registro Akashico, introduzione


Esistiamo nell’Akasha, siamo fatti di Akasha.

Akasha, è un termine sanscrito  ( Akash,  Ākāśa, आकाश ) che indica l’etere, è allo stesso tempo il corpo e la mente di DIO. Akasha in induismo è uno dei 5 grandi elementi , oltre Acqua, Aria, Terra, Fuoco ( i Panchamahbhuta ) con la caratteristica principale di Shabda che significa Suono.
 L’Akasha è l’archetipo originale della Creazione sotto forma di frequenze le quali esistono da sempre e per sempre. Realtà onnipresente del tutto.
Possiamo definire l’Akasha, il contenitore di tutto ciò che esiste, che è esistito e che esisterà, sotto forma di onde magnetiche, quindi di vibrazioni, frequenze e quindi Suono.
Ogni, pensiero, azione, intenzione, gesto, ogni foglia che cade, ogni soffio di vento, in pratica in Tutto quello che è successo e succederà, c’è una traccia permanente, indelebile. La registrazione Akashica.
Questa memoria è da sempre nell’Universo, ed è il luogo-non luogo dove tutti noi possiamo attingere. Attingere nella memoria Akashica significa avere a disposizione tutta l’evoluzione dell’Uuniverso. Ogni soluzione già esiste nella memoria Akashica, ogni invenzione o scoperta, non è altro che la connessione ad un informazione che già esiste allo stato latente. Bisogna solo connettersi con quella data frequenza contenente l’informazione di cui abbiamo bisogno. Quando noi comunichiamo con quello che possiamo considerare un enorme computer, accediamo di fatto ad infiniti files, in questi files c’è la fonte di tutto quello di cui abbiamo bisogno per la nostra evoluzione e apprendiamo tutto  secondo quello che il nostro livello di coscienza ci permette di apprendere. Questo significa che il nostro livello di coscienza è anche il nostro limite per la nostra evoluzione. Più frequentemente riusciamo a connetterci con questa infinita Sapienza, e quindi ad attingere sempre di più informazioni da Essa, più abbiamo la possibilità di unirci ed essere parte dell’Uno primordiale.

Akasha è il vuoto prima del BIG BANG ed è il tutto dopo il BIG BANG.
Dall’akasha si è generato il suono primordiale (OM) e da esso tutto è scaturito.
E’ quindi onnipresente e ci siamo dentro, come lo sono i pesci nell’acqua dell’oceano.

Ecco spiegato come è possibile che ogni cosa vi lasci una traccia e che queste tracce siano indelebili.
Memorie e ricordi, di tutto ciò che esiste, per tutti gli esseri, di tutti i mondi, da tutti i tempi.

Il  Registro Akashico è consultabile da tutti.
E di fatto, in modo spontaneo, viene “consultato” sporadicamente, dalle persone (anime).
Ma ci sono anche metodi volontari per consultarlo …

Ma quello che più conta è che “entrando” nel Registro Akashico si “sente” con incredibile intensità l’Amore Divino. Si comprende che Dio è AMORE, che tutto è AMORE.
Si sperimenta la GRAZIA Divina, che può cancellare in un istante qualunque debito Karmico, trasmutare il dolore, risolvere un blocco.
E che è disponibile per tutti. Per tutti coloro che sono pronti a lasciare andare ed a evolvere.

Registro Akashico, il libro della Vita, un breve compendio di informazioni

Akasha, termine sanscrito per indicare l’etere.
Akasha e’ il precursore, il primo, il costituente primordiale di tutti gli elementi (i Panchamahabhuta o “cinque grandi elementi”: akasha, fuoco, aria, acqua, terra).
Da esso tutti scaturiscono e a esso tutti ritornano.
La sua principale caratteristica e’ Shabda, il suono, il VERBO !
Akasha e’ l’essenza base di tutte le cose del mondo materiale, l’elemento più piccolo creato dal mondo astrale.

I registri Akashici sono quindi di natura energetica-vibrazionale e contengono ogni evento, pensiero, sensazione, gesto, parola, credenza, intenzione che che ogni essere ha esperito nella sua storia multidimensionale.
L’Archivio Akashico contiene l’intera storia di ogni anima fin dagli albori della creazione.
I registri Akashici contengono anche tutte le possibilità: una una forma fluida di possibile futuro, il potenziale sempre modificabile, il divenire che sarà determinato dalle nostre scelte.

Proprio per la loro natura energetica, i registri Akashici, sono indipendenti dalla lingua e dalla cultura di chi vi accede.
Consultandoli, si acquisisce una maggiore responsabilità di se stessi, del proprio destino.
Attraverso l’amore, senza giudicarsi, e come “alleati di se stessi” si trasformano le vite passate, la esperienze presenti e le possibilità future per poter creare la vita che si desidera.

Il Registro Akashico ci mostra che siamo padroni di noi stessi che abbiamo un ruolo importantissimo sulla nostra vita quotidiana, le nostre relazioni, i nostri sentimenti e i nostri sistemi di credenze, e sulla realtà potenziale che si avvicina a noi (il futuro).

No c’è modo per noi di immaginare appieno l’amore, la sapienza, la forza, la potenza, la memoria o la capacita’ di registrazione del Registro Akashico onnisciente.
L’unica cosa da fare è sperimentarlo !

Questi record ci uniscono, ci interconnettono, ci legano.
Ognuno di noi col Tutto, l’Unità, la Sorgente, Dio, l’Uno.
Essi contengono il significato di ogni simbolo archetipo, racconto mitico, modello del comportamento umano cosi’ come anche tute le esperienze per individuare questi archetipi.
Essi sono stati l’ispirazione per sogni e invenzioni.
Ci mostrano il perché di ogni nostra attrazione o di rifiuto di qualcosa o qualcuno.
Essi racchiudono tutti i livelli conoscenza umana.
Fanno parte della mente divina.
Sono il giudice e la giuria imparziale, la Via che dirige, educa e trasforma ogni individuo per consentirgli di ottenere il meglio.

Ognuno di noi scrive la storia della sua vita attraverso pensieri, fatti, e interazioni con il resto della creazione e questa informazione ha un effetto su di noi nel qui ed ora.
Accedervi, interrogando i Registri Akashici ha quindi un tale impatto su le nostre vite e sulle potenzialita’ e sulle probabilita’ che qualsiasi esplorazione del registro ci fornisce idee sulla nostra natura e sul nostro rapporto con l’universo.
C’e’ molto di piu’ nelle nostre vite, nelle nostre storie, e nella nostra influenza individuale sul nostro domani di quanto forse abbiamo osato immaginare.
Ed e’ molto piu’ sempice accedere ai registri della Akasha di  quanto avessimo mai potuto sperare !

In realtà la nostra Anima, la nostra Essenza, il nostro Io Sono si connette continuamente con questa Energia, attraverso il sogno, la meditazione, e in certi momenti magici nei quali ci sentiamo avvolti in un vortice di Amore infinito, dove in quel momento sfuggente tutto ci è chiaro, in quel momento eravamo connessi con la fonte dell’Akashica, dove tutto è quello che deve essere. Ma purtroppo si ritorna presto nella trappola delle frequenze dissonanti e dense, che  rallentano per vite intere il nostro processo evolutivo.
Quello che non ci permette di fluire nell’armonia di queste frequenze, sono tutte le strutture che da secoli ci siamo creati da noi stessi, dovute a Paure ed  Ego; La mancanza di coraggio, e quindi la continua fuga da ciò che doveva essere, ci  ha indebolito a tal punto da aver formato enormi barricate tra noi e il Vero. Abbiamo perso così di vista la  vera ragione del nostro, dei nostri passaggi su questo pianeta, ci siamo avviticchiati nel nostro piccolo mondo apparentemente sicuro, per vite intere, facendo solo dei passi di formica, entrando così in una disarmonia che appesantisce ogni nostro passo, pensiero, azione, che ci fa sentire malati, deboli, e ci fa essere aggressivi, egoisti, superficiali. Tutto questo è andato e andrà a far parte della memoria Akashica la quale, essendo Essa l’essenza dell’Universo stesso, tenderà a far rispettare la legge dell’equilibrio. Vale a dire che farà in modo che tutte le frequenze dovranno per forza di cose tendere all’armonia, che è appunto l’equilibrio. Quindi, l’universo si predisporrà verso di noi in modo da compensare in armonia, tutto quello che nelle vite passate e in quella attuale abbiamo creato di disarmonico. Questa secondo me è il modo con il quale l’Universo ha programmato la legge del Karma.
Ognuno di noi, quindi, è responsabile dell’equilibrio dell’universo intero, per questo siamo così importanti nella nostra  Divina unicità.
In questo momento particolare della nostra esistenza, dove è in atto un cambiamento vibratorio su scala planetaria, abbiamo l’opportunità di
ri-compensare l’equilibrio di cui l’Universo ha bisogno in questo momento. Siamo chiamati a connetterci con l’Akasha sempre più spesso in forma armonica, con coraggio, consapevolezza e Amore, attraverso gli strumenti che ( non a caso ) in questo momento storico, sono sempre più a nostra disposizione. Questi strumenti sono delle “password” per accedere ai files personali di cui abbiamo necessità per noi e quindi per il Tutto del quale facciamo parte. Queste chiavi di accesso, oltre la meditazione, il respiro consapevole, l’annullamento dell’ego, sono sotto forma di frequenze di varia natura. Possono essere sotto forma di Geometrie archetipiche ( Geometria Sacra) le quali emettono delle vibrazione di forma pensiero che vanno ad interagire direttamente  sulle stesse forme arhetipiche presenti nella nostra essenza, e quindi comunicano con noi attraverso di esse, facendoci connettere con le identiche forme che esistono nell’Universo. In pratica esistono le stesse forme a tutti i livelli dimensionali, dal micro al macro cosmo, queste forme ( in pratica i talismani ) mettono in comunicazione noi con l’Akasha tramite vibrazioni e quindi si ha una risonanza vera e propria con l’Universo. Certo queste sono risonanze molto sottili, non percepibili dai nostri sensi limitati ma vanno ad agire sempre con la nostra consapevolezza.
La consapevolezza è lo stato in cui sappiamo cosa sta accadendo, e quindi possiamo, attraverso il nostro intento, condurre le vibrazioni attraverso di esso. Siamo coloro che sintonizzano la frequenza   ( Forma archetipica) del canale ( Talismano ) della radio ( Akasha ) attraverso la manopola ( Azione consapevole, Intento ).
Il Suono essendo la natura stessa della memoria Akashica, è il mezzo con il quale possiamo comunicare con più facilità e velocità, con tutti i nostri corpi (fisico, mentale, etereo, spirituale).
Vi voglio raccontare una storia.
Qualche anno fa, un mio amico venne a trovarmi a casa con una piccola ciotolina di metallo color ottone. Lui cacciò dalla tasca un bastoncino di legno e cominciò a farlo girare a contatto della superficie del bordo esterno della ciotola. Come per incanto, uscì inaspettatamente, un suono mai sentito prima, melodioso e persistente che si propagò immediatamente in tutta la stanza.
C’era qualcosa di “magico” in quel suono, era qualcosa di più, le vibrazione riuscivo a sentirle oltre il senso dell’udito, era come se ogni cellula del mio corpo  risuonasse all’unisono con lei. Qualcosa in me aveva riconosciuto quello che poi avrei scoperto come il suono primordiale dell’ OM. Le infinite vibrazioni dell’Akasha formano la sacra  parola – suono  OM ( AUM ).


Questa esperienza, è stata per me il punto di svolta di un processo evolutivo che in qualche modo sentivo di condurre da sempre, ma con molta lentezza e con periodi di buio.
Anche se non mi resi subito conto di questo, continuai la mia vita di sempre con la sensazione però che era accaduto qualcosa in me da quel momento, e tutto quello che stavo facendo, e che avevo fatto  stava in qualche modo traballando. Il mio lavoro che conducevo da quasi venti anni e che era anche ben retribuito, aveva sempre meno importanza e qualcosa mi impediva di continuare serenamente su quella strada. Passato del tempo, con sempre più conflitti interiori che si ripercuotevano negativamente anche sulla mia salute e con i miei rapporti sociali, capii ma soprattutto sentii che la mia strada doveva essere un altra. Mi imbattei così in una enorme ciotola Tibetana che trovai in uno stand tibetano, la comprai ricordandomi l’effetto che mi fece la prima volta, e la portai a casa. Con mia delusione, non riuscivo a farla suonare, ero talmente “chiuso” in quel periodo che non riuscivo a connettermi con quella ciotola e quindi la usai per un pò come complemento di arredo in quanto esteticamente la trovavo bellissima. Man mano che passava il tempo, mi allontanavo sempre di più dal mio lavoro, facendomi terra bruciata intorno a me, perchè ormai non potevo più accettare ingiustizie e compromessi che in quel momento di mia trasformazione, trovavo ormai insopportabili.
Cominciai così a lavorare con degli stand nei mercatini, vendendo cianfrusaglie varie. Un giorno portai , senza intenzione di venderla, la mia bella Campana Tibetana, così, solo per abbellire il mio stand. Dal momento che la esposi, capii che stava succedendo qualcosa di importante, le persone erano attratte da quella ciotola così spartana e, cosa incredibile, finalmente suonava! La gente si commuoveva, si sorprendeva, alcuni piansero. Ci fu una vera e propria trasformazione in me, capii che le persone avevano bisogno di connettersi con quel suono misterioso con la facoltà di aprire il cuore. Dal momento che  decisi di avere a che fare con il suono e le vibrazioni in generale, tutto si predispose in modo perfetto, come se l’Universo stesse aspettando che io me ne rendessi conto ( consapevolezza ) e che facessi questa scelta che aiutasse me come crescita personale (e anche in termini economici , ahimè tocca ancora campare con il denaro ! ), e gli altri. Quindi la netta sensazione di essere chiamato ad un servizio dell’evoluzione, che cerco di svolgere con la massima onestà, coerenza e gioia.
Ecco vi ho sintetizzato questa mia storia personale, perchè sono convinto che quello che sto facendo e la trasformazione che ho avuto, sia frutto di una connessione con l’Akasha, la quale ha risvegliato, attraverso delle vibrazioni, il mio intuito, togliendomi il velo e rendendomi consapevole del mio compito su questo pianeta. Questo è il risveglio che auguro a tutti noi. Coraggio! Apriamo il Cuore e uniamoci nell’Amore Infinito dell’ Energia Akashica!

I registro Akashico nella tradizione

Per le scuole filosofiche Hindu Nyaya e Vaisheshika l’Akasha e’ la quintessenza, il substrato della qualita’ del suono, un elemento eterno, impercettibile e che tutto pervade.

Registri Akashici e’ il termine usato nella Teosofia (e nella Antroposofia) per descrivere il compendio della conoscienza mistica impresso nel piano non fisico dell’esistenza.

Questi registri sono descritti come contenenti tutta la conoscenza dell’umana esperienza e della storia del cosmo.
Sono a volte, metaforicamente descritti come: “una libreria”, il “supercomputer universale”, “la mente di Dio”.
Le persone che hanno descritto i registri, affermano che essi sono aggiornati costantemene e automaticamente.
Vi si puo’ accedere in vari modi: con le proiezioni astrali, in meditazione, col metodo dell’invocazione (quello che utilizzo), etc.

Nella Bibbia sono chiamati “Il libro della Vita” o “Il Libro” (alcuni riferimenti: Esodo 32:32, Salmi 56:8-9, 40:7-8, 139:16, Rivelazioni 20:12, etc).
Ma molte altre culture ne hanno parlato, e le Informazioni sui registri Akashici si possono trovare nel folklore, nel mito, e in tutti i testi sacri, dei popoli Germanici, Celti, Arabi, Sumeri, Assiri, Fenici, Babilonesi, gli Ebrei, i Maya, solo per citarne alcuni.
In tutti questi popoli esisteva la conoscenza dell’esistenza di una’piano celeste’ contenente la storia di tutto il genere umano e di tutte le informazioni spirituali.

Recentemente anche la scienza se ne sta occupando, postulando l’esistenza di un campo energetico che connette ogni cosa nell’universo (rif. Ervin Laszlo, “Science and the Akashic Field”, 2004).

Original caption: Genetics research, conceptual computer artwork. Human eye surrounded by molecules of DNA (deoxyribonucleic acid). --- Image by © E.M. Pasieka/Science Photo Library/Corbis
Original caption: Genetics research, conceptual computer artwork. Human eye surrounded by molecules of DNA (deoxyribonucleic acid). — Image by © E.M. Pasieka/Science Photo Library/Corbis

Alcuni dei maestri che hanno avuto accesso ed hanno parlato del Registro Akashico

Nostradamus – Michel de Notre-Dame (1503-1566), dichiarò di aver avuto accesso ai registri grazie ad un metodo derivato dali oracoli Greci.

BH.P. Blavatsky (1831-1891), fondatrice della Societa’ Theosofica, per cui i registri Akashici sono molto di piu’ che una semplice raccolta di dati statici che possono essere raggiunti da un essere sensibile, i registri hanno una interazione creativa sul presente, sulla nostra esistenza, e lavorare con loro ci permette di trasformare il nostro presente, il nostro passato e il nostro futuro. L’Akasha e’ uno dei principi cosmici e’ la sostanza, il materiale plastico, creativo, nella natura di formazione fisica, immutabile nei suoi principi piu’ alti. E’ la quintessenza di tutte le possibili forme di energia, materiale, psichica, o spirituale, e contiene in in essa i germi della creazione universale, che scorrono sotto l’impulso dello Spirito Divino.

Rudolf Steiner (1861-1925), insegnava che la capacita’ di percepire questo “altro” mondo, accedendo a quello che, nella gnosi e nella teosofia viene chiamato “Registro Akashico”, poteva essere sviluppata, consentendo all’individuo che vi presta attenzione di: “… entrare nelle origini eterne delle cose… Un uomo allarga il suo potere di cognizione in questo modo… Cosi’ si pu’ vedere negli eventi cio’ che non e’ percepibile ai sensi, quella parte che il tempo non puo’ distruggere…Egli penetra, temporaneamente, nella storia non transitoria…”

Edgar Cayce (1877-1945), possedeva la straordinaria capacita’ di sedere su una sedia, chiudere gli occhi, piegare le mani sullo stomaco, e porsi in uno stato di trance in cui praticamente qualsiasi tipo di informazione gli era accessibile. Quando gli e’ stato chiesto circa la fonte delle sue informazioni, Cayce rispose che ne aveva essenzialmente due: “Il primo e’ la mente inconscia della persona a cui ho letto, e la seconda e’ il Registro Akashico”. Parlando del Registro Akashico/Libro della Vita, ha detto e’ il registro di Dio, di Te, della Tua anima e la conoscenza di Te stessa. ”

Anne Givaudan e Daniel Meruois nei loro libri – (di cui uno, di Meruois, proprio dedicato all’Akasha) – hanno descritto per filo e per segno i loroviaggi e l’accesso ai Registri Akashici e le informazioni che ne hanno tratto, non solo su di se’, ma anche sulla storia del genere umano. Indimenticabili sono le cronache della vita di Gesu’.

Leggi anche Incremento dell’Energia Umana

 

Riferimenti

https://adonai17.wordpress.com/registri-akasha/
http://www.akashica.it/index.php?option=com_content&view=article&id=14&Itemid=145

SPIRITUALITA' ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente 5 ottobre 2015 - Tutti i chakra in piena attività - VENERE in chiacchierata con il Centro Galattico sta ricevendo informazioni importanti Successivo Anche i Dei vogliono essere amati - Comprendere l'astrologia

2 commenti su “I REGISTRI AKASHICI – La memoria di Creazione

  1. Piemme il said:

    Ciao Tanja

    puoi dirmi qualcosa di più sul “metodo dell’invocazione” da te usato per accedere ai Registri Akashici?

    Esistono, inoltre, altri metodi? Perché in rete c’è ben poco…

    • Tanja il said:

      Piemme, io non uso nessun rituale, nessuna invocazione. Secondo me noi siamo sempre connessi con il campo quantico (altro nome di akasha, più moderno e libero di preconcetti “religiosi”). Stiamo ricevendo sempre ed ovunque tutte le informazioni che ci servono e per quali siamo pronti a ricevere. Essendo più possibilmente nel presente e completamente aperti a tutto possiamo riconoscere queste informazioni. Esse arrivano in forma di flash di immagini, in forma di intuizioni, in forma di pensieri improvvisi e non provocati da nulla di esterno, in forma di sincronicità. Secondo me non è problema invocare informazioni, ma imparare ad riconoscerle. di fidarsi a quello che cosa si sente e seguire con fiducia quello che cosa ci arriva.
      Ripeto, secondo me, rituali, invocazioni e cose simili, sono cose di vecchia energia. Connessione con il campo quantico è un processo naturalissimo e disponibile a tutti.

I commenti sono chiusi.