14 settembre 2015 – La missione diplomatica della Luna Crescente

341297f17d49521ac4f4fd8ba56bfc56

Le sfide e spinta verso il vedere se stessi in una luce chiarissima continua.
Il Mago Bianco per poter creare la realtà in modo consapevole deve conoscere tutto di se stesso. Ogni piccola parte nascosta può influenzare la sua scelta e la sua creazione.
Ieri con la Luna Nuova ed Eclissi parziale del Sole abbiamo iniziato il reset della nostra creazione.
La Luna ha oscurato per un po la nostra parte conscia per esaltare quella inconscia.
Ma dopo di questo Luna dentro di noi non riposa.

Abbiamo tante cose ancora da fare.

Dobbiamo vedere TUTTO fino al ultima particela nascosta in ombra.
L’agenda lunare è davvero piena.

Poco dopo il suo incontro con il Sole, come il suo primo impegno Luna aveva un appuntamento con la Giunone o Era, la Dea del impegno e fedeltà nei raporti di coppia, spesso chiamata la Dea delle mogli! Si parlava di quello che riguarda tutti gli aspetti di fedeltà. Che cos’è la fedeltà in un rapporto di copia? Perchè la fedeltà è vissuta come una limitazione della libertà? Possono trovare l’equilibrio la fedeltà ed libertà? Che cos’è la libertà in un rapporto di coppia? E credetemi La Giunone aveva tanto da dire. Suo marito Giove, è conosciuto come un marito molto potente ma anche infedele in stessa misura. Come tutti due si sono ritrovati, dopo tanto tempo insieme in casa della Vergine, molto severa riguardo l’ordine domestico e della salute ( fisico, emotivo, mentale, sociale) mi sa che questa volta hanno deciso seriamente rivedere tutte quelle regole che riguardano i rapporti di coppia (non solo i matrimoni).

Subito, meno di un’ora dopo l’incontro con Giunone, Luna ha cambiato il segno e verso le 7:00 di questa mattina è entrata nella Bilancia ( segno di relazioni), dove resterà per il prossimi un paio di giorni.

Qui la Luna è diventata Luna degli artisti e degli innamorati. Romantica, sensibile nell’animo e ai complimenti, si distingue dagli altri per il buon gusto e la diplomazia. La famiglia è il suo rifugio ideale

Nel segno della Bilancia la Luna si trova nel regno governato da Venere, l’altro pianeta che si occupa dei sentimenti. Questi due astri rappresentano la sfera femminile e le emozioni a questa dedicate. Hanno la stessa valenza nell’uomo e nella donna. Riguardano, per ognuno di noi, i due aspetti dell’amore: quello sentimentale ed emotivo per la Luna, quello sensuale, erotico, per Venere.
La Bilancia si occupa del rapporto con gli altri e più in particolare della relazione di coppia. Appartenendo all’elemento aria, lascia filtrare le sue sensazioni emotive attraverso il raziocino, appunto per questo, in tale segno, la Luna può trovarsi a disagio, perché non solo è fuori del suo elemento, che è l’acqua, ma si trova in una dimensione per lei inusuale. Tuttavia la Luna è duttile e assorbe facilmente l’atmosfera del segno nel quale si trova, per cui non sarà difficile per lei lasciarsi assorbire dalla sfera mentale, che in Bilancia è meno dominante rispetto agli altri segni d’aria. La utilizzerà nella sfera creativa e nelle relazioni.
Qui, nel segno di Venere, ciò che più domina è il rapporto affettivo, perché, come previsto dal compito karmico affidato alla Bilancia, e tramite esso che entra in comunione con l’altro. La Luna in questo segno facilita l’empatia e rende più facile la comprensione tra due persone.
L’immagine che distingue la Bilancia mostra due piatti perfettamente allineati, ma sappiamo bene che potrebbero perdere il loro equilibrio se un qualsiasi oggetto fosse posato sulla loro superficie, altrettanto può accadere alla Luna, in questa sua posizione, che tenderà a perdere il suo allineamento al primo peso emotivo che dovesse sopportare.

In casa della Bilancia stano succedendo riordinamenti seri dopo il ritiro retrogrado della padrona di casa (Venere) e del sua riflessione dei veri valori nella vita. Ma Venere è anche Dea del abbondanza e la sua visione del abbondanza ha subito un cambiamento radicale in quelli 44 giorni di ritiro.

Da sempre unioni di coppia erano vissute come base di una sicurezza del abbondanza materiale e presentavano una fonte del senso di sicurezza, della sopravvivenza. Molto spesso, l’amore vero e abbondanza in un rapporto di coppia era quasi impossibile da raggiungere.

Durante il suo ritiro, Venere è cambiata. Ha iniziato a farsi le domande. Che cosa è sicurezza? Da dove viene il vero e profondo senso di sicurezza? Sicurezza di che cosa? Questo bisogno di sicurezza non è forse la paura sotto la maschera? Ma come lei che è dea del amore può dare supporto alla Paura?

E così, in sua missione diplomatica, Luna incontra il Nodo nord che si trova subito al confine tra Vergine e Bilancia.

Lei sa molto bene che il Nodo nord e il Nodo sud sono strettamente legati alla storia dell’anima attraverso le incarnazioni: essi sono gli estremi del nostro cammino evolutivo.

Dal Nodo Sud arriviamo: è il luogo in cui ci sentiamo a casa, dove risiedono caratteristiche, talenti, idee e abitudini che l’anima ha conservato dalle esistenze passate. In analogia con il principio lunare, rappresenta gli impulsi inconsci: anche se non è funzionale alla nostra evoluzione e provoca sofferenza, automaticamente è lì che torniamo, perché ciò che si conosce è comunque più rassicurante. E proprio per questo è anche il punto più debole del nostro oroscopo, poiché rischia di trattenerci in luoghi già noti all’anima, laddove abbiamo contratto i debiti karmici che in questa vita siamo chiamati a saldare.

Al Nodo Nord dobbiamo giungere: è la direzione di questa vita, quello che l’anima vuole imparare e le esperienze che ha scelto di fare. In analogia con l’energia solare, spinge verso il futuro, chiedendoci il coraggio di percorrere strade mai battute e di fare scelte consapevoli, seppure difficili e dolorose. Se riusciremo a integrare i princìpi espressi dal Nodo Nord, avremo come ricompensa forza interiore e un profondo senso di pace.

Deve però esserci un equilibrio tra i due estremi, poiché sarebbe sbagliato rinunciare completamente alle lezioni acquisite nelle vite passate. Lungo il cammino già percorso dall’anima, sono state fatte conquiste e raggiunti obiettivi che non devono andare perduti. Al Nodo Sud sono associati princìpi negativi, che vanno superati e abbandonati, e princìpi positivi, che vanno conservati e perfezionati, integrandoli con i princìpi espressi dal Nodo Nord.

Nodo Nord in Bilancia – Nodo Sud in Ariete

In tutte le incarnazioni fino a questo momento ci siamo dedicati a costruire la nostra autostima. Oggi è il tempo dei sacrifici e del riconoscimento delle necessità altrui. Le energie arietine dovranno essere messe al servizio degli altri, lasciando da parte le tendenze egoiche che ci hanno contraddistinto. Dobbiamo ad imparare a stare dietro le quinte, a offrire al gruppo le nostre scoperte e i nostri talenti  e a dividere i successi. Non siamo più soli sul palcoscenico e non saremo noi a ricevere l’applauso. Questo può causare la frustrazione fino a quando non capiamo che la principale lezione che abbiamo scelto è la condivisione, e impareremo allora a gioire dei successi altrui, consapevoli di esserne stati come minimo ispiratori se non addirittura autori! Osservatevi con gli occhi degli altri e scoprirete che non esiste solo la competizione. Si può combattere fianco a fianco per poi condividere la gioia della vittoria, come in un vero gioco di squadra. La chiave del nostro sviluppo spirituale è l’arte del compromesso.

La nostra meta è trovare il giusto equilibrio tra Io e gli altri anche nel rapporto di coppia.

Qui, vicinissimo al Nodo nord (in congiunzione) la Luna ha incontrato Lilith (Luna Nera) che chiede in modo deciso la sua riabilitazione. Per tantissimo tempo era diffamata pubblicamente e in nascosto adorata. La sua colpa era che voleva essere libera, che si vedeva uguale al Adamo, che voleva esprimere tutte le sue parti in modo trasparente. Le davano tanti nomi in pubblico- puttana, squallida, strega,…. e in nascosto venivano da lei. E’ stufa di questa ipocrisia di questa paura delle persone di esprimere quello che cosa sono. Si, ha fatto anche le cose che non rifarebbe più, ma non vuole più vivere nascosta. Lei è viva e vuole essere riconosciuta. Che cosa è la moralità sessuale? Che cosa è lecito? Chi lo decide?

Questa Lilith vive in tutti noi, uomini e donne.

L’età di repressione sta arrivando al termine in modo inarrestabile.

Tutte le parti di noi vogliono esprimersi e creare.

E se qualcuno o qualcosa vuole fermare questo processo avrà da fare con la Dea Pele Dea hawaiana dei vulcani, sta esplodendo da dentro.

Ribollente, vulcanica, traboccante, devastante – è sorprendente come il linguaggio del fuoco somigli agli aggettivi che utilizziamo per descrivere la rabbia. Come la lava di un vulcano o l’incendio che scoppia all’interno di un bosco, la rabbia, se incontrollata, è altamente distruttiva.
Nondimeno Pele, dea hawaiana del fuoco, ci svela in che modo possiamo utilizzare la rabbia per creare il cambiamento.

La passione della rabbia ha una pulsione tale da aiutarci a migliorare la nostra vita. La capacità di Pele di presentarsi ora come una vecchia grinzosa ora come una donna ammaliatrice ci rivela lo sconvolgimento che la rabbia può suscitare nell’animo femminile. Esso evidenzia il disagio e il raccapriccio che proviamo quando siamo in preda all’ira – disagio e raccapriccio che dobbiamo affrontare.
Troppo spesso la nostra società giudica la donna che dà voce alla rabbia. Fra i due sessi esiste un duplice parametro di valutazione quanto mai atroce: se un uomo alza la voce o perde le staffe è «autoritario», mentre una donna è «emotiva» – o peggio. La vicenda di Pele fornisce un antidoto a siffatte credenze Essa ci spiega che la nostra rabbia non è solo degna di essere manifestata, bensì è anche divina. Essa ci spiega che la nostra rabbia ci sta comunicando qualcosa, qualcosa che dobbiamo ascoltare.

Pele in Bilancia parlerà con la Luna di che cosa del vecchio si deve bruciare e che cosa nuovo si deve creare dalla sua lava, nei rapporti di coppia.

Viviamo in un momento di enorme cambiamento che si sta svolgendo in modo velocissimo.

Possiamo permettere che quel cambiamento fluisce attraverso di noi, cambiandoci internamente seguendo la Passione Divina creatrice di nuova vita, o possiamo fare la resistenza aggrappandoci al vecchio modo di essere rimanendo incatenati dalla paura.

Paradiso o inferno non sono la fuori da qualche parte dove si arriva dopo la morte.

Paradiso o inferno sono adesso qui dentro di noi e in quale di loro viviamo dipende da ogni nostra scelta.

La pressione energetica sta aumentando.

Tutti questi incontri si sono svolti in ultima 12° casa dello zodiaco.

Stiamo per entrare in un nuovo ciclo.
La prima casa e casa della nostra nuova manifestazione.

Da questa casa partirà la nuova realtà per quelli che hanno abbracciato i nuovi se stessi.

Dopo questa missione di Luna stiamo pronti a grande entrata del severo Saturno in Sagittario del 17 settembre.

Le chiacchiere spaziali continuano.

Ascolta te stesso.

Il cielo è dentro di te.

Pele (1)

Senza categoria , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente 13 settembre 2015 - Impostare le intenzioni con la Luna Nuova ed Eclissi Solare parziale Successivo Perchè in ultimi tempi scrivo tanto di astrologia? – Non sono più un Acquario con l'ascendente Ariete!

6 commenti su “14 settembre 2015 – La missione diplomatica della Luna Crescente

  1. Renzo il said:

    Il classico umorismo di Esseri evoluti, hahahahah.
    170+54=224=46=10=1
    è l’Uno che parla per bocca di Tanja? forse sì.
    Quando crescerò, forse sarò anch’io un pò più umoristico, o magari cominciare con l’umorismo per crescere?, magari non mi verrà bene all’inizio, ma con la pratica ed il perfezionamento consapevole; già mi vedo così.
    Un abbraccio a Tutte/i.

    • Tanja il said:

      Renzoooooo, grazieeeeee, ma hai sbagliato i contiiiiii!!!!!
      170+54=17 =8 😛

      Scherzando, scherzando stiamo arrivandoooo. Dove? a booooo, da qualche parte, hahahaha

  2. Renzo il said:

    Scusa e grazie Cara Tanja, ma a modo mio non ho sbagliato i conti, hahahah

    170+54=224 224
    46
    10
    1
    E’ il modo piramidale.
    Comunque sia, l’Uno parla sempre per bocca dei Saggi ed anche in infiniti altri modi.

    Molto di ciò che scrivi, lo vivo e lo perfezioni, me lo fai comprendere meglio, ma anche molto altro non vissuto, o che mi sfugge, Ti credo e ci rifletto e cerco di adeguarmi.
    Bo? in veneto è il Bue, marito della Mucca, sempre mite, umile, virtuosa, ma l’uomo la uccide, pertanto uccide la Virtù.
    Dove arriveremo? di sicuro gli Animali non saranno più sfruttati ed uccisi, ma amati e protetti ed i pasti saranno solo un assaggio per gustare e glorificare l’Uno.
    Io forse no, ma molti saranno luminosi, trasparenti, quasi invisibili e soprattutto molto impegnati ad illuminare altri un pò più scuri e molto altro come ognuno sente in Cuore.
    Un abbraccio fraterno.
    Renzo

I commenti sono chiusi.