Siete pronti ad incontrare il Plutone il 14 luglio 2015?

new-horizons-mission

Vi siete accorti che il vostro mondo è diventato più grande?

Se mondo esteriore è solo proiezione di noi stessi su un grande schermo di un enorme cinema cosmico significa che NOI STIAMO DIVENTANDO SEMPRE PIU’ GRANDI.

Tutta la visione della vita dipende dal personale concetto del causa ed effetto.

Per i millenni di nostra esperienza tridimensionale vedevamo la causa del tutti il nostro vissuto fuori di noi e noi stavamo solo agendo a quello che cosa vedevamo come causa di tutti in bene e tutto il male che ci stava succedendo della vita. Detto in parole povere, per i millenni noi vedevamo se stessi come piccoli esseri che devono sopravvivere in modo migliore possibile ogni cosa che ci stava cadendo sulla testa. Ci vedevamo come vittime della vita, come quelli che subiscono. Concetto di fortuna e sfortuna sono i prodotti di una tale visione della vita. Ci sentivamo fortunati se subivamo qualcosa che ci sembrava il bene per noi e sfortunati se subivamo qualcosa che ci sembrava il male per noi.

Al improvviso questo concetto è cambiato.

Io sono la causa ed la realtà esterna è l’effetto.

Questo rovesciamento del concetto di causa ed effetto ha prodotto la più grande rivoluzione nella storia del umanità che ha il valore simile alla nascita di una specie completamente nuova.

Anni fa, quando ho sentito per prima volta di questo concetto, lo sentito come una verità che risuonava dentro di me

La mia mente ha accettato questa visione.

Ma doveva passare ancora tanto tempo che questo diventa davvero parte di me, che diventa parte del ogni mio pensiero, del ogni mio sentimento e del ogni mia parola.

Da quel momento io non potevo vedere la vita ed eventi in un modo diverso.

Per qualsiasi cosa che succedeva nella mia vita ho iniziato a farmi le domande diverse.

E la risposta che ricevi sempre dipende dalla domanda che fai.

La domanda è una preghiera che rispecchia quello chi sei in quel preciso momento.

Prima mi chiedevo-

Perchè mi succede questa cosa?

Ma che cosa ho fatto di male che deve succedermi questa cosa?

Che cosa ho fatto bene che mi succede questa cosa?

Adesso mi chiedo:

Che cosa sta succedendo dentro di me se vedo questa cosa?

Quale parte di me ha chiamato questa cosa?

Prima osservavo esterno ed agivo verso esterno.

Adesso osservo esterno e agisco interno di me.

Il fare è diventato essere.

Essere è più potente modo di fare.

Se io divento più grande per conseguenza il mio mondo sta diventando più grande.

Ho scritto questa introduzione solo per dare la chiave di lettura di tutti i miei articoli e non solo per leggere questo articolo, ma in stesso modo sono consapevole che ognuno leggerà queste parole nella sua propria chiave di lettura che risponde al suo stato di essere.

Si il mondo sta diventando sempre più grande.

Abbiamo iniziato ad esplorare lo spazio fuori dal nostro pianeta.

Abbiamo scoperto che la Via Lattea in cui si trova anche il nostro pianeta sta facendo solo parte di una struttura ancora più grande e che i confini di qualsiasi tipo non esistono.

Questo è simile a scoprire per la prima volta che la tua città è in realtà parte del paese molto più grande che confina con altre nazioni.” -ha detto il ricercatore R. Brent Tully, un astronomo presso l’Università delle Hawaii a Manoa. 

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=11520

Questo è simile a scoprire per prima volta che tu sei in realtà parte di un organismo vivente molto più grande”-direi io 😀 .

Ogni nuova scoperta di un corpo astronomico è largamente considerato come un segnale dell’emergere di un nuovo stato di coscienza collettivo.

Guardare i primi piani di questi pianeti attraverso le navicelle di alta tecnologia sembrano portare le loro energie, ancora più in risalto rispetto a prima.

Ad esempio, durante il periodo quando la sonda Voyager 2 sorvolava l’Urano, nel gennaio del 1986, ci sono stati fatti di cronaca che sottolineano le sfide di alta tecnologia e l’eredità della rivoluzione industriale, compresa la tragica esplosione della navetta spaziale Challenger stesso fine settimana del sorvolo (la tragedia è avvenuta letteralmente poche ore dopo che le foto del fly-by sono state elaborate) e il disastro di Chernobyl (si è verificato poco dopo il fly-by, del 26 aprile dello stesso anno).

E quando la sonda Voyager 2 volò passava accanto il Nettuno, le media esplodevano con il crescente senso di paura per la crisi riguardo la droga che si svolgeva sia in Nord America e sia in quella del Sud America, perchè i signori della droga apertamente hanno dichiarato guerra al governo colombiano lo stesso giorno del sorvolo , mentre il presidente George W. Bush ha chiesto nelle reti televisive americane il tempo per poter esprimere in che modo affronterà la crisi crescente.

Su un fronte più artistico, questo era anche il periodo in cui campione d’incassi di James Cameron “The Abyss” era stato appena rilasciato, con una trama, immersa nel mare.

Film completo in streaming

http://www.tantifilm.net/guarda/the-abyss-1989-streaming/

Con questo in mente, vale la pena di prendere un momento per speculare su ciò che ci si può aspettare questo mese di luglio, forse anche per tutta l’estate, quando avremo il nostro primo sguardo da vicino al lontano pianeta Plutone, per mezzo di veicolo spaziale “New Horizon” della NASA (prevista per il massimo avvicinamento il 14 luglio).

Possiamo aspettarci un simile raffica di eventi sincronici di cronaca in connessione con la presenza di questo pianeta? 

Vediamo brevemente alcune possibilità.

Io terrei d’occhio le ultime notizie su importanti scoperte da scienziati o storici, perchè la natura energetica di Plutone ha la tendenza di “scoprire” e rivelare ciò che era stato precedentemente nascosto.

Archeologicamente, potrebbe essere inaugurati importanti risultati per quanto riguarda la nostra storia come la specie o come civiltà, o potrebbero essere pubblicate importanti scoperte scientifiche nel campo della fisica e astronomia.

E ‘possibile che potremo vedere la scoperta di qualche specie di animali precedentemente sconosciute in regioni remote del nostro pianeta, o le riscoperte di presunti estinti “fossili viventi”, come il celacanto trovato dai pescatori nel 1938.

Poiché Plutone è così lontana dalla Terra, possiamo anche chiederci se c’è anche una possibilità che il suo primo piano potrebbe simboleggiare un importante passo avanti da parte degli scienziati di trovare la vita intelligente lontano nello spazio. 

(Curiosamente, il 5 maggio e stata una conferenza stampa con lo scopo di mostrare diapositive recentemente scoperte da Roswell, New Mexico, che dimostrerebbero il corpo di un alieno morto. Non mi va di discutere se in quella conferenza sono state esposte le verità o no perchè la verità è un concetto soggettivo, ma mi risuona questa sincronicità e il simbolismo della manifestazione che è certamente adatta, considerando che il Plutone si associa con la morte, ma anche con la rinascita)

Plutone risveglia anche turbolente forze profonde nella psiche collettiva, per cui nei giorni e nelle settimane intorno al sorvolo forse potremo vedere una drammatica escalation di sfogo proprio di quella parte di nostra psiche nascosta.

E, naturalmente, dal momento che Plutone in Capricorno, non stupitevi se vediamo più scandali sessuali nelle notizie riguardanti le celebrità di primo piano o dei politici!

Qualunque sia il risultato, io suggerirei concentrando l’attenzione sul 10-20 Luglio periodo in particolare. 

Restate sintonizzati e centrati perchè, come ho scritto al inizio, ogni cosa che vediamo nel nostro esterno è solo indicatore verso dove dobbiamo guardare interno di noi.

Dopo oltre 9 anni e quasi 5 miliardi di km percorsi, la sonda New Horizons si prepara al grande incontro con Plutone, con il flyby confermato per il 14 luglio.

La scoperta del nuovo pianeta, Plutone, è stato annunciata al mondo il 13 marzo 1930.

plutone baby

Questo è stato il compleanno di Percival Lowell (suo scopritore), ed è anche considerato come il compleanno del pianeta Urano che ha rotto i confini del nostro sistema solare nel 1781.

È interessante notare che l’annuncio della scoperta di Plutone è stata fatta 84 anni dopo la scoperta di Nettuno nel 1846 ( un ciclo di Urano è di 84 anni).

Ma Lowell non ha scoperto Plutone in quella data, Lowell Observatory ha fotografia Plutone in marzo e aprile 15 anni prima, nel 1915, senza sapere al momento di che cosa si tratta..

 Con il Plutone dobbiamo sempre scavare più a fondo per trovare il tesoro.

Dopo la scoperta di Plutone molte polemiche si sono fatte circa la denominazione del nuovo pianeta. I candidati principali per i nomi per il pianeta erano Minerva, Zeus, Atlas o Persefone come la logica era che la maggior parte dei pianeti sono stati già nominati con i nomi di Dei Romani, così la tradizione dovrebbe continuare. Eppure all’osservatorio, insieme a molte congratulazioni, arrivò un telegramma da una ragazza 11ene inglese, Venetia Burney che ha suggerito la denominazione del pianeta come un “luogo oscuro e tenebroso”, così come lo era il lontano pianeta, e ha suggerito nome di Plutone, del Dio degli inferi . 

A quanto pare lei conosceva abbastanza bene la mitologia greca. 

E’ stato deciso di accettare questa proposta, come Giove ed Nettuno i fratelli del mito) i governanti del Cielo e dei mari, hanno già avuto i pianeti chiamato con il loro nome, quindi perché non Pluto per la malavita oscura e cupa. 

L’idoneità del nome è stata confermata da quello che sarebbe diventato la sigla per il pianeta PL, rendendo omaggio a Percival Lowell.

Quando guardiamo il grafico astrologico di Percival Lowell, vediamo Plutone in un posto più in vista, che sorge sul suo Ascendente. Un stellium di pianeti in Pesci in 12 ° Casa, mostra la sua fede e la ricerca nel grande al di là, così come Urano, pianeta della scoperta congiunto suo Nodo Nord in Toro.

Veicolo spaziale NewHorizons , ha lasciato il nostro pianeta il 19 gennaio 2006 alle 02:00 pm. EST .

Già in questo dato notiamo Interessante significato numerologico -19+ 1+2006 = 19=10=1.
Commentando il significato attraverso le carte tarocchi (il Sole, La ruota della fortuna e in fine mago) possiamo dire che attraverso esposizione alla vista il ciclo cosmico si compie e il mago può manifestarsi.

mago

Maggiore detto il Mago o Bagatto, è un personaggio molto particolare, definito anche “Arcano degli Arcani”, poiché ci rivela cosa occorre sapere e potere, per entrare alla Scuola degli Esercizi Spirituali degli Arcani Maggiori.

Questa figura , ci porge il metodo di approccio alla psicologia degli Arcani, attingendo al procedimento adottato dalla Scuola Pitagorica : “TACERE, SAPERE, POTERE E OSARE”.Arcano Maggiore n°1 Il Mago

Queste sono le quattro fasi determinanti per l’apprendimento.

TACERE , perché solo nel silenzio dell’animo e della meditazione troviamo la Via.

SAPERE , perché è attraverso la conoscenza, lo studio che otteniamo i mezzi per proseguire, dalla

cultura traiamo i modelli per interpretare gli eventi.

POTERE , perché la Conoscenza ci libera dalle nubi dell’ignoranza e ci dà la forza d’animo e la

possibilità di decodificare le nostre azioni.

OSARE ,perché dopo aver attraversato il Deserto , l’anima ha raccolto in sé tutta la forza e la Conoscenza e può aspirare ad esercitare il suo potere . La carta ci mostra il Mago in piedi, vestito con un abito lussuoso di colore rosso. Ha in testa un cappello con la tesa rivolta a formare un “otto”: il simbolo dell’Infinito. Questo simbolo riporta alla ciclicità di ogni evento , introduce il concetto di ritmo, della respirazione, della circolazione, è il simbolo del ritmo eterno o, se vogliamo , dell’ eternità del ritmo.

L’Arcano Maggiore n°1 dei Tarocchi,Il Mago, rappresenta dunque, lo stato di concentrazione senza sforzo, lo vediamo dal suo sguardo che si perde nel lontano e che ritroveremo in altre lame più avanti, come prerogativa della meditazione. Il fatto che egli agisca senza nessuna difficoltà, vuole sottolineare che questo sereno distacco, lo porta a trasformare il proprio lavoro in gioco.

Ecco il primo insegnamento pratico: portare leggerezza in ogni cosa, privandola così dell’aspetto grave e condizionante di prova, giudizio, metro, schematizzazione e, di conseguenza, “Limite”.

Esaminando la carta del Bagatto come Numero 1, secondo l’alfabeto ebraico, vediamo che è associata alla lettera “Alef” che significa “Unione degli opposti”. lettera aleph-arcano maggiore il mago

Come n°1 l’Alef rappresenta l’unità e l’unicità del Principio creatore.

aleph

Si riferisce anche alla individualità realizzata: ogni persona è un essere unico e irripetibile e ognuno di noi deve scoprire queste qualità individuali, attraverso un “lavoro” che sembra un “gioco”, con leggerezza, permettendo ai propri talenti di affacciarsi alla coscienza, unendo così le due parti della personalità in un unico formidabile e portentoso concetto: “Io sono”.

Ma quella data può essere scritta anche così

19 1 2006

10 1 8

1 1 8

che ha lo stesso significato energetico della data del 1 gennaio 2015 (1 1 8)

Interessante, vero?

La missione della New Horisons è che passando da Giove arriva al Plutone

Nel momento di lancio , il Plutone era a 25 ° di Sagittario con uno stellium di pianeti in 9 ° casa di esplorazione, che ha incluso il Sole, Nettuno e Chirone. Il Sole che rappresenta lo scopo della missione, Nettuno il collegamento con la grande oltre, e Chirone nostro ponte simbolico per i pianeti esterni. Venere era retrogrado in Capricorno, una vera impresa verso avanti, con Mercurio il sovrano del ascendente, Mercurio il nostro rappresentante di raccolta di informazioni tra i mondi, sia nelle profondità della 8° casa. 8° casa, come sappiamo è governata proprio da Plutone e Scorpione e rappresenta la profondità, la rinascita e impegno.  Ascendente del lancio era congiunto a Giove in Acquaro – scoperta nel futuro e non solo, in modo appropriato segnato il MC, con Urano – scoperta- nel 10 ° casa ed essendo transitata anche dal Nodo Nord in Ariete, questa navicella spaziale davvero significa i NUOVI ORIZZONTI.

Con il Plutone arriva una storia infinita, quella che sembra continuare ai bordi dell’universo. 

Pluto ha avuto un paio di trasformazioni se stesso, come nel 2006 è stato retrocesso a pianeta nano, come la scoperta di Eris rimescolato un paio di cose nella gerarchia planetaria. 

Per gli astrologi Pluto non è mai andato via, o perso la sua potenza. 

Mentre il pianeta lontano e distante è cresciuto a rappresentare per noi i cicli eterni della vita, morte e rinascita, ci si collega alla fine e all’inizio tutto in una volta, ad una profondità quasi insondabile, per sondare la comprensione della nostra natura umana, della nostra evoluzione personale ed collettiva, la nostra situazione, ci si collega al potere del più piccolo atomo e il più grande supernova e al potere detenuto all’interno di ognuno di noi, questo naturalmente non morirà mai !.

Come Il New Horisons comincia a darci un quadro più chiaro di questo pianeta buio, cupo e lontano, si può anche prendere in considerazione una migliore comprensione di noi stessi nel grande schema delle cose, e che i nostri sforzi possono e fare una tale differenza in un mondo che può sembrano più scuro e cupo di Plutone stesso.

Plutone rappresenta la psiche di massa, così come Nettuno in un modo diverso, sia in relazione con la nostra evoluzione collettiva. 

Plutone con la trasformazione inevitabile a cui stiamo partecipando sempre, anche se lo sappiamo o no, e Nettuno in più di un senso guidato ispirato e la fede.

Ora con questo nuovo sguardo al nostro pianeta lontano e distante, forse possiamo dare uno sguardo migliore a noi stessi, riscoperto sotto una nuova luce, ripensato, come Plutone non rimane più così buio e lontano. E forse capiremo che inferno non è un posto dove stano andando i “cattivi” ma presenta quello che non conosciamo di noi stessi e sconosciuto sempre sta provocando la paura. Arrivando a questi posti di profondità massima di noi stessi il sconosciuto si illuminerà con la vista chiara aprendoci i nuovi orizzonti di vista.

Vi sembra un caso che la luna più grande di Plutone, che in questi giorni accompagna quasi ogni immagine del nostro Baby Pianeta, porta nome di Caronte (in greco Χάρων=”ferocia illuminata”,) Caronte era il traghettatore dell’Ade. Come psicopompo trasportava i nuovi morti da una riva all’altra del fiume Acheronte, ma solo se i loro cadaveri avevano ricevuto i rituali onori funebri (o, in un’altra versione, se disponevano di un obolo per pagare il viaggio); chi non li aveva ricevuti (o non aveva l’obolo) era costretto a errare in eterno senza pace tra le nebbie del fiume (o, secondo alcuni autori, per cento anni).

Per trascendere da una vita al altra dobbiamo passare un iniziazione, dobbiamo pagare con il nostro vero valore che possiamo trovare nei nostri ambissi più profondi. E quale è quel valore ci ha detto il Plutone stesso mostrandoci il suo viso nella immagine arrivata i 778 (7 luglio 2015).

plutone 1

Potete leggere qui http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=13933

Tutti i maesti antichi ci dicevano quale è il nostro nucleo, adesso ce lo sta dicendo anche Plutone il Dio del vita oltre la vita.

Ma quello che cosa è importante è che adesso abbiamo opportunità di vedere quel nucleo anche da soli e solo in quel caso questo diventerà la nostra verità su quale si baserà la nostra nuova creazione di una completamente nuova realtà.

Screen-Shot-2015-06-28-at-9.58.33-PM-672x372

Leggendo l’epitaffio sul mausoleo di Lowell, parole scritte da lui, provocano la pelle d’oca. Se solo lui sapesse che cosa sarebbe venuto fuori da questo pianeta e che significato ha nel nostro mondo nel nostro contesto astrologico. 

“Tutto intorno a questa Terra che vediamo è soggetto a un ciclo inevitabile di nascita, della crescita, del decadimento … .. niente comincia ma viene finalmente alla fine …… oggi quello che già sappiamo è che ciò che ci aiuta a comprendere un altro mondo in un futuro non troppo lontano e saremo ripagati con interessi e ciò che l’altro mondo avrà ad insegnarci sarà rimbalzo ad una migliore conoscenza di noi e del nostro cosmo, di cui quelli 2 fanno parte del disegno”

llowell

E ‘questo tipo di sincronicità che ti fa sentire in una connessione potente con il cosmo dove tutti presentiamo un unico infinito organismo vivente creato e costruito dal amore.

FELICE APERTURA DEI NUOVI ORIZZONTI!

Potete seguire completa copertura di FLUBY PLUTONE  cliccando questo link

 http://www.space.com/29850-new-horizons-pluto-flyby-complete-coverage.html

Riferimenti

http://mountainastrologer.com/tma/ready-for-your-close-up-pluto

http://www.significatodeitarocchi.it/arcani-maggiori-dei-tarocchi/arcano-maggiore-il-mago/&gws_rd=cr&ei=vFOiVZiUAYWKsAH7up6AAw 

http://www.cosmicintelligenceagency.com/2015/07/mission-to-pluto-a-rediscovery/#prettyphoto[15117]/0/

Numerologia, astrologia, tarocchi, SPAZIO, SPIRITUALITA' , , , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Con la LUNA NUOVA DEL 16/7/2015 (778) si aprono i NUOVI ORIZZONTI Successivo Anche i nostri computer sognano! Adesso potete vedere in che modo.