Modificato DNA equino attraverso l’intenzione focalizzata a distanza

Il gruppo Hayden ha “srotolato” la catena del DNA equino interagendo a distanza.

Il gruppo Hayden dell’Istituto Ricerca della Coscienza ha ottenuto risultanti importanti attraverso l’intenzione focalizzata su un DNA equino.

L’esperimento è avvenuto lo scorso 10 giugno alle ore 17.00 con la coordinazione di Umberto Di Grazia, Presidente dell’I.R.C., e del dott. Prof. Gagliardi, specialista in Genetica Medica e Scienza dell’Alimentazione.

Il gruppo ha interagito a distanza denaturando (srotolando) la struttura del DNA contenuto in una cuvetta collocata nella cella frigo a t=4°C all’interno della sezione di Biologia Molecolare del laboratorio Alimentazione e Ambiente di Roma.

I risultati, messi a confronto con quelli del DNA contenuto all’interno della cuvetta non trattata, hanno evidenziato uno srotolamento significativo del DNA e la tecnica messa a punto risulta altamente ripetitiva; poiché il DNA è contenuto in qualsiasi cellula, il gruppo con questa tecnica può produrre potenzialmente modificazioni anche sulle cellule e/o tessuti umani.

Il gruppo composto da 150 persone i cui componenti (Lombardia, Emilia Romagna, Toscana, Campania, Puglia e Sicilia) attivi singolarmente, rilassati e in piena sintonia cuore/cervello, attraverso le tecniche di focalizzazione e/o meditazione, hanno interagito positivamente con la struttura del DNA (con l’intenzione di srotolarlo) determinando sostanziali modifiche altamente significative dal punto di vista statistico.

Si è dimostrato l’effetto “non locale”, cioè non dovuto a forze o leggi fisiche normalmente conosciute; il gruppo infatti era dislocato in diverse regioni del’Italia.

L’effetto di denaturazione del DNA (srotolamento) è stato rilevato già alle 16:50 dieci minuti prima dell’inizio dell’esperimento avvenuto alle ore 17:00 e ha ottenuto il picco alle ore 18.00, trenta minuti dopo la fine del test.. L’effetto denaturante è risultato stabile per almeno 24 ore.

I risultati sono paragonabili a quelli ottenuti in data 4.12.2014 con un gruppo di 50 persone che agivano separatamente a distanza.

Il Gruppo Hayden ha dimostrato che la tecnica da remoto con effetti “non locali” risulta non solo ripetibile ma con effetti simili sul DNA. Non è importante, quindi, “agire” tutti nella medesima ora che viene indicata; nel momento stesso in cui prendiamo conoscenza dell’esperimento, qualcosa in noi inizia a muoversi e questo elemento non è facilmente rintracciabile, allo stato attuale della ricerca se non per la sua azione sull’obbiettivo dei test.

Questo è l’ultimo di una serie di esperimenti iniziati circa 3 anni fa; lo scopo del lavoro è quello di evidenziare un possibile effetto a distanza su matrice biologica (biological nonlocality).

Attualmente si possono distinguere due generi di non località: una legata alla non località della meccanica quantistica e degli stati delle particelle subatomiche “entangled” (Schrӧedinger 1983) e l’altra sull’utilizzazione biologica della non località quantica (Josephson and Pallikari-Viras 1991).

Diversi sono stati gli esperimenti effettuati sulla non località biologica (Duam and Behremdt 1965, Grimberg-Zyberbaum at all 1994) utilizzando la fotostimolazione e gli effetti non locali sull’elettroencefalogramma.

Tutti i nostri test (n°8 in circa 2 anni) hanno evidenziato:

  • Una stretta correlazione tra l’intenzione espressa dai componenti dei gruppi e gli effetti prodotti a distanza sul DNA;

  • Gli effetti sul DNA si sono evidenziati generalmente prima che i gruppi esprimessero la loro intenzione;

  • L’ultimo test è stato il più completo sia per le modalità di esecuzione che per i dati prodotti.

  • Si è dimostrato ampiamente la non località biologica tra l’intenzione e la modificazione prodotta sul DNA;

  • Precedentemente l’Istituto Heart-Math (2003) ha effettuato uno studio simile su singoli individui che utilizzando una tecnica di focalizzazione sul cuore (Institute of Heart-Math Publication n°03-008 Boulder Creek Ca 2003) ha evidenziato effetti simili confrontando gli spettri di assorbimento del DNA precedentemente denaturato e subito dopo l’intenzione;

  • La tecnica messa a punto da Umberto Di Grazia (Visualizzazione/focalizzazione/non mente) nella formulazione dell’intenzione potrebbe essere utilizzata a fini salutistici.

Umberto di GraziaL’Istituto Ricerca della Coscienza
L’Istituto di Ricerca della Coscienza fondato da Umberto di Grazia è il centro di indagine multidimensionale, dove si sperimentano e promuovono le Tecniche dell’Unione e del Risveglio®, la Ricerca Psichica e quella per una migliore qualità della vita.
Nasce per trovare un punto di incontro tra tecniche, terapie energetiche, fenomeni inconsueti e la ricerca scientifica; costituire quindi una base dalla quale partire per esplorare, attraverso un viaggio comune, chi e come siamo realmente e quale fine dare alla nostra esistenza in evoluzione.

coscienza.org

Attraverso

http://www.altrogiornale.org/modificato-dna-equino-intenzione-focalizzata-a-distanza/

SCIENZA ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente La porta del Tempo è aperta - esperienza diretta del 1 luglio 2015 Successivo Tesori nascosti di una sapienza antichissima-Gli assiomi ermetici del «Kybalion»