Nettuno inizia il cammino retrogrado 12 giugno 2015 – Equilibrare 2 emisferi del nostro cervelo

0

 

Avete fatto festa ieri perchè Mercurio ha ritornato a camminare in modo dritto?
Vi sentite esausti di sue sfide?
Allora, se avete festeggiato avete fatto bene, perchè gioia è sempre un fattore che alza la vibrazione del nostro corpo e sta aiutando ad apertura per le informazioni nuove.

Ma se avete fatto festa non pensate che lavoro è finito.
Dobbiamo scoprire se stessi fino al ultima cellula del nostro corpo, fino al ultimo ricordo bloccato nel nostro DNA.

Più è alta vibrazione del nostro corpo più velocemente siamo spinti dal flusso, più velocemente dobbiamo elaborare le informazioni.

Ieri è stato ieri.

E oggi è oggi ed eccoci davanti a nuove sfide.

Oggi 12 giugno 2015 alle 11:08 Il Nettuno ha iniziato il suo cammino retrogrado che durerà fino al 18 novembre 2015.

Mercurio governa il lato sinistro del cervello che controlla le funzioni logiche quali lettura, scrittura e aritmetica così come senso comune e il modo con cui il cervello si connette con le funzioni sensoriali. Nettuno (insieme a Giove) governa il lato destro del cervello avendo a che fare con fantasia, immaginazione, sistemi di credenze, spiritualità, magia ed espansione mentale, come esso altamente sensibilizza e gonfia l’esperienza momentanea e sta creando una tesi e la filosofia su come vivere e interpretare la vita e tutte le sue sottigliezze.

Questi due pianeti sono stati in conflitto dal mese di maggio. I nostri due lati del cervello hanno fatto la garra tra di loro per chi e quando prevaricherà nelle decisioni. In realtà la lezione che doveva essere imparata era di unire, di incorporare i due diversi modi di pensare e di apprendimento in un più coeso processo. Alcuni di noi forse sono riusciti ad apprendere ed iniziare ad esercitare questa unione mentale mentre gli altri non lo hanno ancora fatto o forse non completamente.

C’è ancora tempo per imparare alcune lezioni mancate di questo primo round
iniziando impegnarsi durante il questo, appena iniziato secondo round.
Mercurio in gemelli ci fa diventare più estroversi. Orientati più al esterno nel cercare le risposte concrete alle nostre domande.

Nettuno in pesci ci sta ritornando al passato, facendoci diventare più interni, al fine di definire l’ambito dei nostri sentimenti, pensieri e impressioni più intime. Vuole approfondire il significato della vita attraverso qualche ricerca nel anima. Nettuno ci sta dando diversi mesi a scalfire i suoi regni misteriosi e sottili al fine di trovare qualche magia sotto l’oceano. Così, prendiamo un momento per meditare e portare alla coscienza ciò che si desidera esplorare che giace nel nostro profondo Regno interiore, acquoso di Poseidone. Abbiamo i diversi mesi a disposizione per nuotare e giocare con i delfini e con le sirene!
Il scontro tra Mercurio e Nettuno e stato espresso in un modo più poetico, attraverso i personaggi di Blanche Dubois e Stanley Kowalski in gioco brillante di Tennessee William, “Un tram chiamato desiderio”.

Blanche è intrappolata e vuole fuggire in un mondo di sogno che non esiste più mentre Stanley sta costantemente cercando di frantumare quei sogni persi, illusi del passato di portarla giù per terra con brutale logica e fatti.

Film  completo potete vedere qui

http://www.veoh.com/watch/v36306875RTzdSnkJ?h1=Un+tram+che+si+chiama+Desiderio+(Film+Ita)
Mercurio può combattere su questo e va bene così.

Ha avuto da dire la sua, quindi lasciate che Nettuno domina questo fine settimana.

Perchè a parte questo duello tra Mercurio e Nettuno, oggi il Marte si trova in quadrato con il Chirone.
E’ un opportunità davvero speciale di vedere, rivedere ed rielaborare tutte le cose del passato che abbiamo vissuto con dolore.

A questo punto mi faccio la domanda a quale ho già risposta quasi sicura.

Nella mia esperienza personale già da tempo scrivendo questi articoli mi accorgo che tutto di che cosa scrivo ho già sperimentato circa una settimana fa.
In questo caso concreto nominerei mio articolo pubblicato 10 giugno e che descrive la mia esperienza del 7 giugno. Potete leggerla qui Il gioco di luci ed ombre che apre il vaso di Pandora

Per me questa “coincidenza” (una delle tantissime) mi sta dando la prova Mercuriana (concreta, mentale, manifestata nella materia) che siamo noi che stiamo influenzando posizionamenti dei pianeti.
La frase : ”Dio non ti da mai un peso più grande di quello che puoi portare” inizia ad essere chiara e compresa in un modo davvero reale.
Certo che Dio non ti chiede nulla di più di quello che puoi portare, perchè sei tu che stai decidendo di che cosa hai bisogno e stai mettendo anche le stelle in posizione tale che ti disegnano il tuo bisogno.
Allora andiamo avanti, noi sapiamo che possiamo farcela e lo faremo.

Lo Facciamo, e come che lo facciamo.

Dipingi il cielo con le stelle

Improvvisamente davanti ai miei occhi
Nascono sfumature di indaco
Dipingi il cielo con le stelle
Solo la notte saprà mai
Perché i cieli non mostrano
Tutti i sogni che ci sono da conoscere
Dipingi il cielo con le stelle
Chi ha percorso il cielo della mezzanotte?
Così uno spirito deve volare
Così i cieli sembrano così lontani
Ora chi dipingerà la stella della mezzanotte?
La notte ha portato a coloro che dormono
Solo sogni che loro non possono raggiungere
Io ho leggende nel profondo
Dipingi il cielo con le stelle
Chi ha percorso il cielo della mezzanotte?
Così uno spirito deve volare
Così i cieli sembrano così lontani
Ora chi dipingerà la stella della mezzanotte?
Poni un nome sulla notte
Uno per incastonarvi il tuo cuore acceso
E per rendere l’oscurità luminosa
Dipingi il cielo con le stelle 

Numerologia, astrologia, tarocchi , , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Luna Nuova del 16 giugno 2015 - Stiamo cambiando la realtà - ognuno di noi Successivo Malala Yousafzay - emozionante discorso durante la cerimonia di consegna del premio Nobel per la pace.

2 commenti su “Nettuno inizia il cammino retrogrado 12 giugno 2015 – Equilibrare 2 emisferi del nostro cervelo

  1. Renzo il said:

    Non mi piace pensare al peso datoci da Dio in quantità tollerabile, perché fa pensare che Dio ci voglia in un certo senso mettere sempre sotto sforzo, questo è modo cattolico di vedere; preferisco pensare che io e Dio, abbiamo fatto un patto che va oltre la spportabilità, bensì che quanto più può sembrare pesante il carico, tanto più è grande la possibilità di un salto di qualità.
    Come dire, un bravo atleta che desidera superarsi, apprezza ostacoli sempre più alti per il Suo beneficio.
    Cari saluti.
    Renzo

    • Tanja il said:

      Renzo, Io vedo sempre tutto come DIO SONO IO, Non c’è altro Dio esterno oltre questo a parte quello che ho modellato, disegnato ed inventato io ascoltando i miei bisogni animici. Allora Se Dio/Dea sono io, io ho deciso il peso che posso o voglio portare. Se penserei ad un Dio esterno che decide per me allora io mi vedrei come uno che subisce, chi è impotente e sempre sotto l’esame ed giudizio di qualcuno. Questa cosa non risuona con me. E per essere completamente chiara quando dico IO, penso Al IO MULTIDIMENSIONALE- unite tutte le manifestazioni in una che stano comunicando in modo interrotto.

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.