Crea sito

giovedì maggio 28, 2015 15:59

FINE DEI TEMPI – Legge di Libero Arbitrio – scelta si basa sulla consapevolezza

Posted by Tanja

CDNCB4JWIAAMcts

Il nostro pianeta è un logo unico.

E’ un unico pianeta dove ogni anima ha il libero arbitrio.

Altrove, il libero arbitrio esiste, ma è un libero arbitrio collettivo.

Proprio questa peculiarità della Terra ne fa un logo privilegiato per le diverse sperimentazioni riguardo la fisicità e spiritualità, ed ogni anima desidera incarnarsi proprio qui.

CONTINUA DA 

SATURNO – FINE DEI TEMPI – Pentecoste – Attivazione del 6° chakra (ghiandola pineale e terzo occhio) – riflesso nella realtà esterna

La legge del libero arbitrio è la scelta che si basa sulla consapevolezza .

 La consapevolezza è il potere perché la consapevolezza ti dà la scelta. 

La scelta è un’illusione quando è creata da chi detiene il controllo per coloro che non sono al potere. 

Per essere in controllo è necessario conoscere.

È necessario capire come funzionano le cose e sapere cosa sta succedendo. 

È necessaria la consapevolezza di fare scelte consapevoli .

La consapevolezza è ciò che àncora il libero arbitrio su una cosa particolare

Se non si è consapevoli di qualcosa, con il libero arbitrio non lo si rivendicherà mai.

E quindi diventa facilmente modificabile (manipolabile) da quelli che sanno molto bene che non possono violare una delle leggi universali -la Legge del Libero arbitrio.
Quando si è a conoscenza di qualcosa che nessun altro sa, La realtà visibile si può presentare facilmente diversa di quello che è usando le diverse tecniche di manifestazione, le dichiarazioni delle intenzioni, e attraverso l’azione fisica diretta. 

Queste possibilità seguono anche le conseguenze macroscopiche delle leggi della meccanica quantistica.

Tutti gli esseri hanno effettivamente libero arbitrio completo dalla fonte, ma è necessaria la consapevolezza per il pieno accesso al libero arbitrio, quindi è logico a considerare che reale quantità del libero arbitrio è relativamente diversa in base alla quantità di consapevolezza che ognuno possiede.

Esseri con la consapevolezza spirituale superiore sono quelli che hanno il meglio quando si tratta di sovranità metafisica e che arriva a controllare la realtà manifestata. 

Esseri di una maggiore consapevolezza hanno un maggiore potere.

Ci sono due posti dove ci si sente felice.

Uno è il punto di non consapevolezza, in cui si sguazza nella beatitudine ignorante, e il secondo punto è di totale consapevolezza, in cui si capisce che non c’è nulla di cui preoccuparsi in quanto sono stati fatti tutti i preparativi e le lezioni sono apprese.

Accedendo a più libero arbitrio che viene da più consapevolezza, da evoluzione spirituale, e dalle lezioni apprese, si vive quindi una maggiore libertà, con maggiore responsabilità, aumenta il potere e la saggezza.

Più è sviluppato un essere, più diventa consapevole che il suo mondo esteriore è perfetto riflesso del suo stato interiore.

Alcune persone pensano che La Sorgente (Fonte, Dio – potete chiamarlo come desiderate) non ha il libero arbitrio perché sembra incapace di agire indipendentemente dalla sua natura.

Ma la verità è che Dio in realtà ha e manifesta il suo libero libero arbitrio.

La scelta si basa sulla consapevolezza e perché Dio ha la consapevolezza perfetta e totale, lui sempre sceglie in base alla sua conoscenza perfetta e totale.

Perciò egli ha la perfetta volontà e perfetta volontà è come non avere il libero arbitrio, perché perfetta volontà non agisce al di là delle norme perfette.

Dio ha il più libero arbitrio rispetto a tutti gli altri esseri perchè dentro di lui si unisce tutta la sapienza e tutta la consapevolezza.

Sembra come se perfetta volontà sia libera e non libera al tempo stesso.

Un paradosso, proprio come tutti gli estremi.

Luminosità Complete è altrettanto accecante come completa oscurità.

Così sembra che, al fine di sperimentare la perfezione della vita, dobbiamo rinunciare libera volontà per seguire perfetta volontà.

Questo è ciò che significa espressione “Cedere la nostra volontà a Dio”. 

Acquisire consapevolezza è la chiave per fare le scelte perfette.

Sentire la voce della sorgente e seguirla con la fiducia è la strada maestra per vivere la vita di abbondanza.

Libero arbitrio non è il libero arbitrio se non si è in grado a prendere una decisione e se la Sorgente non esegue il backup con essa, almeno temporaneamente in modo che siete in grado di passare attraverso una certa esperienza.

È per questo che si è in grado di avere successo con qualcosa per un momento in cui si vuole veramente, ma se la decisione non è nel piano supremo, mostrerà nel tempo risultati decrescenti. 

In questo modo si è in grado di confrontare e cambiare ogni decisione nel ambiente di libero arbitrio e imparare che cosa sono veramente le vie della Sorgente.
Il libero arbitrio si rispetta nel nostro “piccolo” (nella vita quotidiana personale) e nel “grande” ( società collettiva).
Che cosa succede se qualche essere non rispetta la legge del libero arbitrio?

Per rispondere a questa domanda dobbiamo, per primo, essere consapevoli che nostra esistenza fisica è solo un ologramma che ha una certa funzione. Ma questo non diminuisce il valore di nostra esistenza. Attraverso di noi tutta la coscienza collettiva multidimensionale (la Sorgente) si sta arricchendo di una specifica esperienza unica. E noi abbiamo deciso, usando il nostro libero arbitrio completo (in stato di completa consapevolezza) di fare questa certa esperienza attraverso il nostro ologramma.

La legge del Libero arbitrio è sacro, è universale ed deve essere rispettato da tutti gli esseri nel multiverso conosciuto.
Questa legge è impiantata nel nostro DNA e al livello subconscio tutti noi sentiamo la sua violazione come l’ingiustizia e in modo spontaneo tutto il nostro essere si ribella se questo succede.

Tutti più grandi movimenti e gli eventi, nella storia conosciuta fino oggi ,si basavano sulla lotta per la LIBERTA’.

La lotta per la libertà esplodeva nei momenti quando succedevano i salti di consapevolezza di una massa critica di quelli che sentivano che loro libero arbitrio era violato.

Attraverso la “violazione” del libero arbitrio la consapevolezza cresceva.

Una cosa “negativa” stimolava la cosa “positiva”.

Queste erano le regole del gioco nella dualità di terza dimensione di esistenza.
Quando i rivoluzionari che lottavano per la libertà vincevano (e dovevano vincere perchè così era previsto dalla Fonte), molto presto succedeva che anche loro iniziavano a limitare le libertà degli altri.
E il processo si ripeteva durante tutta la nostra storia.

Ma proviamo adesso scendere al piano concreto.

Abbiamo detto che la legge del libero arbitrio è garantito a tutti gli esseri viventi e che nessuno ha diritto a violarla.
Abbiamo detto che il libero arbitrio può essere rispettato al livello formale manipolando quelli che sono al livello più basso di consapevolezza usando i diversi metodi di manipolazione.

Nel momento presente, l’umanità sta prendendo la consapevolezza di metodi in cui sono stati manipolati da quelli che erano in possesso di “informazioni importanti”. Come conseguenza, in tutto il globo terrestre stano esplodendo le “rivoluzioni” spinte dalla rabbia e dal desiderio di “essere liberi”.

Dal globale scendiamo al più basso, verso quello che è nominato come cellula di nostra società – la famiglia.

Tutti i membri di una famiglia sono nati (incarnati) sotto la legge del libero arbitrio.

Anche i bambini appena nati hanno il diritto che il loro libero arbitrio deve essere rispettato.

Noi, come genitori, lo stiamo rispettando?

Immaginate un piccolo bambino che non vuole dormire quando i genitori pensano che dovrebbe farlo.

La legge del libero arbitrio dice che il bambino ha il diritto di rimanere sveglio se lo desidera.

Ma i genitori che possiedono più “informazioni importanti” hanno deciso che per il bambino è meglio se dorme un certo numero di ore e in orari prestabiliti e per costringerlo stano usando i diversi metodi di manipolazione.

I metodi di manipolazione dipendono dall’immaginazione dei genitori-dondolare, dare il ciuccio, cantare le Nina-nane,o lasciando il bambino da solo in suo lettino lasciandolo piangere fino che non si stanca di pianto e si addormenta.
O se quel bambino non vuole mangiare quello che i genitori hanno preparato per il pasto, lo lasceranno che non mangia, prepareremo solo quello che il bambino vuole mangiare o lo costringeremo di mangiare quello che loro pensano che è meglio per il bambino.
Tutta la educazione dei bambini è piena di esempi di questo tipo.

Se pensiamo meglio, ogni passo di educazione è una manipolazione e il condizionamento che limita la libertà, garantita dalla nascita, di quel bambino.

E i genitori lo fanno per “l’amore”, per il bene dei loro figli.
Decidono loro che cosa è meglio per loro figli perchè sanno di più.

Questa manipolazione (“violazione”) del libero arbitrio è logica, socialmente accettabile da tutti.
Nessuno dalla società dirà a quelli genitori che sono i tiranni, dittatori o criminali.

Nessuno si ribellerà…. a parte il bambino che crescendo sta prendendo la coscienza sentendo dal interno quel richiamo della libertà. Ed ecco che in adolescenza scoppia la “rivoluzione” se i genitori non cambiano il modo di “manipolazione” per soffocare la “ribellione”.

Tutta la nostra vita terrestre è piena di questi esempi di manipolazione e “violazione” del libero arbitrio.
Tutti i nostri rapporti interpersonali sono basati su questo.
Le bugie in fin di bene, le bugie per ottenere qualcosa, le bugie per trattenere le persone, sono le manipolazioni “legalizzate” che limitano il libero arbitrio.

Ma se ci chiediamo e analizziamo perchè succedono queste manipolazioni, la prima cosa che ci viene in mente è che tutto questo è giustificato con quello che NOI RITENIAMO AMORE, ma dietro quella maschera si nasconde il suo opposto – PAURA.
Abbiamo paura, siamo preoccupati che bambino non sopravviverà e lo costringiamo a fare quello che NOI RITENIAMO MEGLIO PER LUI.

Abbiamo paura che nostro bambino non sarà accettato dalla società se è troppo originale e lo stiamo condizionando di comportarsi in modo che si aspetta da lui.

Abbiamo paura di perdere lavoro e al nostro capo diciamo quello che non pensiamo davvero.
Abbiamo paura di perdere una certa persona e ci presentiamo come non siamo davvero per trattenerla.

Al inizio di questo articolo ho detto che il nostro pianeta è unico che sta sperimentando il libero arbitrio individuale.

Durante la nostra storia multidimensionale, galattica ed oltre, tutti noi abbiamo passato esperienze di risveglio di coscienza. Ma la nostra esperienza era basata sul libero arbitrio di coscienza collettiva.

Queste esperienze sono rimaste registrate dentro la nostra akasha e dentro il nostro DNA.
Con rialzamento di frequenza vibratoria delle cellule del nostro corpo, il strati del nostro DNA si attivano e queste esperienze in forma di ricordi stano uscendo al superficie della nostra coscienza.

Al inizio questi ricordi arrivano in forma di intuizioni che si manifestano nel desiderio di unirsi con altre persone, in convinzione che individualmente non siamo in grado creare una società “migliore”.
Per chiarire questo punto, vi invito a leggere
http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=11717

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=11761

Io non voglio dire che unirsi con altre persone con lo scopo di creazione e realizzazione di qualche progetto è sbagliato. Mio desiderio è solo di attirare attenzione a possibile fonte di quella spinta di stare nei gruppi o nelle organizzazioni.

Io personalmente sento (e quello è FORSE legato a mia missione personale) che il libero arbitrio individuale può essere completamente rispettato solo senza organizzazioni più o meno ufficiali.

Sopra ho scritto che con il risveglio di coscienza ad un certo punto diventiamo consapevoli che:
“Sembra come se perfetta volontà sia libera e non libera al tempo stesso.

Un paradosso, proprio come tutti gli estremi.

Luminosità Complete è altrettanto accecante come completa oscurità.

Così sembra che, al fine di sperimentare la perfezione della vita, dobbiamo rinunciare libera volontà per seguire perfetta volontà.

Questo è ciò che significa espressione “Cedere la nostra volontà a Dio”.”

Sintonizzandosi con il proprio sé multidimensionale, stiamo scoprendo la nostra vera missione in questa incarnazione e in quel momento le nostre scelte di vita possono drasticamente cambiare dopo una “lotta” interiore, qualche volta molto drammatica.
Nostro libero arbitrio sarà rispettato in ogni caso.

Ma se vogliamo “cedere la nostra volontà a volontà della fonte e rispettare la nostra scelta prima di incarnarsi su questo piano, dobbiamo forse a rinunciare da scelte che nostro “piccolo IO” vorrebbe prendere.

Nostro “piccolo io” è pieno di condizionamenti e giudizi di bene e male, di giusto e sbagliato.
L’IO multidimensionale è libero di questi giudizi e esso desidera svolgere compito per quale siamo qui.

Se per caso le scelte del piccolo e grande io combaciano e non si scontrano con i giudizi del piccolo io, non incontriamo nessun problema.
Ma che cosa succede se il nostro IO multidimensionale ci dice che dobbiamo fare qualcosa che per il giudizio del piccolo io è sbagliato o forse ancora in contrario con tutto quello che lui vede come morale, buono o desiderabile?

Quale scelta faremo?

Quella del piccolo IO o quella del IO multidimensionale?

In questo punto mi viene in mente Giuda.
Credo che tutti avete sentito di Lui e di quello che cosa ha fatto.

Per colpa sua il Cristo è stato arrestato ed ucciso.

Così ci hanno insegnato a vedere questa storia.
Le nuove scoperte dicono che Giuda era più fedele e più vicino apostolo di Cristo. Il Cristo sapeva che deve passare il suo calvario per poter realizzare il suo scopo di vita.

Per poterla passare il Giuda doveva tradirlo.

Se non lo faceva, il messaggio di Cristo, la Pasqua, La Resurrezione, non sarebbero possibili.
Il cristianesimo non esisterebbe.

Giuda ha seguito la volontà della fonte contro la volontà del piccolo Giuda.

In questo gioco di dualità qualcuno per forza deve fare il “cattivo”.

Come detto sopra, limitando libero arbitrio (con le manipolazioni), si spinge il risveglio della coscienza.

State intuendo verso che cosa sto provando a guidare il vostro pensiero?
CONTINUA 

FINE DEI TEMPI – Sarajevo,al Papa si é rotto il pastorale nel giorno di 668

2 Responses to FINE DEI TEMPI – Legge di Libero Arbitrio – scelta si basa sulla consapevolezza

Avatar

andrea

maggio 28th, 2015 at 16:33

Leggendo mi e venuto in mente questo: fusione completa del grande e del piccolo io in un nuovo migliore essere nel quale c’ e sia il bene che il male questo mi viene in mente.Dopo che Giuda contribui alla’ arresto del suo amico e maestro si allontanò completamente dall’io multidimensionale sentendosi in colpa per la morte Del Messia( più che normale) si suicidò non portando a termine cio che la fonte aveva per lui: se avesse soppartato la morte momentanea di Yeshua avrebbe potuto completare la sua evoluzione ( non e un giudizio sulla’ uomo ma un opinione sulla situazione )

Avatar

Elleki

maggio 29th, 2015 at 07:11

Infatti nella Realtà vera non c’è dualismo: Luce (dorata) e Ombra (scura) si mescolano meravigliosamente in un Tutto completo che si può “vedere” come una Luce diamantina paragonabile al Suono in essa che è contemporaneamente Silenzio e concerto di tutti i suoni (chi è uscito dal corpo può averlo notato!). Che il velo che separa la realtà comune dalla Realtà… cada! Insieme tutti noi “congiuriamo” in tal senso… E grazie Tanja per la spinta illuminante che dai.