Ecco la prima fotografia che documenta la doppia natura della luce

È sia un’onda sia una particella:

per la prima volta un’immagine mostra

entrambi gli aspetti simultaneamente

 

Questa notizia parla di luce, che per prima volta è catturata nella foto la natura quantica, la natura multidimensionale della luce.
Ma questa notizia parla anche di NOI, esseri umani, perchè, se vi ricordate, ho già pubblicato articoli che dicono:

Biofotoni: Il corpo umano gli emette, comunica con essi, ed è composto da Luce

TU SEI UN OPERATORE DI LUCE – nuova scoperta scientifica

e molti altri che parlano di scoperte scientifiche che finalmente possono togliere il velo di misticismo e di fede religiosa dalla nostra natura umana e dalla natura di realtà che viviamo.

Se non c’è nulla di mistico, se non c’è nulla di sopranaturale, significa che è disponibile a tutti.

In quel caso rimane solo una scelta da fare.

Vogliamo conoscere quelle leggi naturali ed iniziare ad usarli consapevolmente o rifiuteremo a conoscere se stessi e continueremo  a seguire quelli che conoscono la verità, da tanto tempo velata, e la usavano per il loro bene esclusivo?

Ancora una volta si conferma che non c’è bisogno di lottare contro di nessuno, che non c’è bisogno di cercare i colpevoli per la propria vita.

Basta solo usare quello che sei.

Tu sei la Luce del tuo universo.

Tu sei la Sorgente del tuo universo.

Ti sei incarnato in un corpo fisico che è energia che vibra in una certa frequenza. Cambiando questa frequenza tu stai cambiando la TUA materia (tuo corpo).
Tu stai comunicando attraverso le onde e particele di luce che sei.

Tu sei illimitato.

Tu sei un essere multidimensionale.

Tu stai cambiando il tuo mondo con la sola tua presenza.

Cambiando se stesso stai cambiando il tuo mondo.

Perchè, il tuo mondo è quello che tu sei, non quello che tu fai o vorresti essere.

Tu sei la luce se lo vuoi o no!

Ma leggiamo la notizia che è ricevuta per pubblicazione 24 aprile 2014 (Durante l’influenza di Grande Croce Cardinale – Potenziale Quantico ) e pubblicata 2 marzo 2015 sotto influenza di ( Energie di marzo 2015 )

E’ articolo numero 6407 – influenza energetica del numero 8 (2015 – Numero 8 e infinito che cambia) (2015 anno di manifestazione

nature

Tanja

Si può fotografare la luce? Prima di rispondere alla domanda bisogna porne un’altra più specifica: che cos’è la luce? Filosofi e scienziati se lo sono chiesto dagli albori della civiltà e le ipotesi avanzate nel corso della storia sono state spesso contraddittorie l’una con l’altra. Perché la sua vera essenza non è unica.

 

Già nel XVII secolo Isaac Newton e l’astronomo Christiaan Huygens dibattevano sulla sua natura: il primo sosteneva che fosse composta da particelle, il secondo da onde. Chi aveva ragione? Entrambi.

Dopo quasi più di duecento anni, grazie al progresso tecnologico che ha reso possibile esperimenti sempre più complessi, si è scoperto che la luce è proprio un’entità dalla doppia personalità: secondo la meccanica quantistica si comporta infatti simultaneamente sia come un’onda sia come un fascio di particelle.

In altre parole, in certi esperimenti si rileva come un’onda elettromagnetica, in altri come un flusso di particelle, i fotoni. Ma mai i due aspetti si osservano contemporaneamente, fenomeno noto in fisica come dualismo onda-particella.

Come poter dunque fotografare qualcosa che si manifesta in due modi così diversi? All’Ecole Polytechnique Fédérale di Losanna (EPFL) un team guidato dal ricercatore Fabrizio Carbone ci è riuscito usando uno speciale microscopio elettronico e il risultato, riportato sul numero del 2 marzo di Nature Communications, è l’immagine che vedete sopra: mostra entrambi gli aspetti, quello corpuscolare e quello ondulatorio, di un raggio di luce.

Spiegazione tecnica semplificata: gli scienziati hanno sparato un raggio laser su un nanotubo metallico (cioè dal diametro migliaia di volte più piccolo di un capello) innescando così onde di luce che si muovono avanti e indietro nei due versi, come le auto sulle due carreggiate dell’autostrada.

Quando onde che si muovono in direzioni opposte si scontrano allora si genera un’altra onda, che sta però ferma (stazionaria), cioè appare come fosse immobile se osservata al microscopio elettronico. Questo strumento utilizza infatti un fascio di elettroni per visualizzare gli oggetti.

Gli elettroni che passano vicino ai raggi di luce intrappolati nel nanotubo rallentano o aumentano la propria velocità perché interagiscono con questi ultimi. Mappando quindi la posizione degli elettroni i ricercatori sono riusciti a “vedere” l’onda di luce stazionaria.

Non solo: la variazione di velocità degli elettroni del microscopio è dovuta anche allo scambio di pacchetti di energia coi fotoni emessi dal nanotubo. Misurando questi “quanti energetici” è stato così possibile “osservare” simultaneamente anche le particelle della luce.

http://www.panorama.it/scienza/prima-fotografia-svela-doppia-natura-luce/#gallery-0=slide-3

SCIENZA ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Spostamento dalla 3° alla 5° dimensione - che cosa significa? Successivo IL RESPIRO DELLA MENTE - MESSAGGIO DA PARTE DEL SE' SUPERIORE