VERSO UNA SACERDOTESSA INTEGRA – LILITH – IL PRINCIPIO FEMMININO GUERRIERO

lilith

La forza identificata sotto il nome Lilith, o Luna Nera, non corrisponde ad alcun pianeta nè ad un corpo fisico astrale, bensì al lato oscuro della Luna. Per capire dove si trovi astronomicamente, bisogna immaginare l’orbita ellittica della Luna. Un po’ spostata dal centro di quest’orbita si trova la Terra, ed ugualmente decentrata e al punto opposto dalla Terra, si trova Lilith.   Secondo la Bibbia, Lilith è la prima moglie di Adamo, creata con sangue e saliva, da cui le deriva l’accostamento al lato viscerale e sensuale insito nell’essere umano. Durante l’amplesso amoroso Lilith chiede ad Adamo: “Perchè, se io sono uguale a te, non posso giacere sopra di te?” E Adamo, per paura di perdere il proprio potere, rifiuta. Lei, pur di non sottostare, si esilia volontariamente, fugge dall’Eden, e va sulle rive del Mar Rosso, dove si accoppia con tutti i demoni.   L’opinione comune su Lilith è che simboleggia l’aspetto oscuro del femminilità, la manipolazione e la seduzione. Ho voluto però approfondire l’aspetto archetipico di questa configurazione astrologiche, così ricca di sfaccettature e la voglio condividere con voi.   Essa è il principio dell’indipendenza e dell’uguaglianza, dell’autonomia e dell’equilibrio delle parti, soprattutto inscritti al interno di una relazione sentimentale.   

Poichè ci ritroviamo in un periodo in cui la Terra sta riassestando l’equilibrio maschile/femminile, dopo eoni di dominio patriarcale, è importante che le donne diventino consapevoli di questa forza che possiamo definire oscura, visto che essendo il lato invisibile della Luna, difficilmente ne siamo consapevoli. Ma rappresenta anche il nostro potere personale, da cui da sempre l’educazione e il retaggio culturale ci tengono lontane.   La sua posizione natale ci illustra il processo di apprendimento interiore per arrivare alla saggezza antica, depositata sotto strati di desideri frustrati dai condizionamenti sociali. E’ un processo difficile, innanzitutto perchè si tratta di guardare un lato che di noi non ci piace, non è socialmente accettabile, ma se teniamo in mente come questo processo ci possa portare al autonomia e al autoriconoscimento, investendoci dell’essenza femminea intrinseca (che significa sentire una forte radice nel presente, conoscere il proprio valore – avete idea di quanti compiti ardui contemporaneamente una donna svolge ogni giorno?) – dicevo, se teniamo a mente l’obiettivo, saremo ampiamente ricompensate, perchè saremo riuscite ad accettarci in una visione totale.   Lilith si muove molto velocemente, come la Luna, per cui è difficile stabilirne la posizione, a meno che non abbiate una carta astrale già stilata.

 Se non conosci la sua posizione nella tua carta natale puoi calcolarla on-line

 

Illustrando la forma che Lilith assume all’interno dei segni, in modo che ognuna di voi potrà scoprire come questa forza vi ha accompagnato finora e che ruolo ha giocato nella vostra vita. In questo modo la porterete a consapevolezza e vi sarà possibile usarla a vostro vantaggio, e non più subirla.    Subire Lilith significa essere iperreattività agli stimoli esterni (se qualcuno vi vuole imporre qualcosa in campo sentimentale, voi fuggite, ma prima assestate anche una bella zampata perchè hanno osato prevaricarvi!).   Utilizzare consapevolmente lo spirito di Lilith significa che in un’occasione come quella sopra descritta, voi guardate dritto l’interlocutore negli occhi e con la forza del potere che scaturisce da dentro, gli dite: se tu vuoi che io faccia questo per te, sei altrettanto pronto a fare lo stesso per me? E in caso di risposta negativa, avete la prontezza di girargli le spalle, sentendovi subito libera perchè lui non è in risonanza con voi….   Questa è la libertà dagli trascichi di relazioni basate sulle ferite emotive. Se soffrite di crisi di abbandono o mancanza di attenzione, pretendete che l’uomo supplisca al vuoto interiore. Ma nessun uomo è in grado di farlo. Non per carenza, ma perchè non è lui preposto a ciò. Il vuoto di ogni donna è il suo punto di forza, perchè noi siamo vuote, in quanto contenitrici (solitamente di piccoli esseri). il vuoto deve essere vissuto come dono e non riempito di palliativi, bensì del nostro amore verso noi stesse e il nostro ruolo nel Universo.   

http://ashtalan.blogspot.it/2014/04/lilith-in-leone-la-sacerdotessa-integra.html

Cro Magnon: odissea nella preistoria”

  è un film del 1986 diretto da Michael Chapman, tratto dal romanzo Ayla – figlia della Terra (The Clan of the Cave Bear) di Jean M. Auel.In una tribú di uomini preistorici, una giovane del clan manifesta speciali poteri mentali e, per questo, viene cacciata comincia per la sventurata un lungo viaggio fra i mille pericoli di un mondo ancora incivile e selvaggio.

 

Guarda in streaming 

http://streamingdb.co/cro-magnon-odissea-nella-preistoria/#

 

http://www.nowvideo.at/video/dc665397b6766

   1334000372714_rovi_2x1_Overlay_1280_640_1280x640_20484153 

 

SPIRITUALITA' , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Luna Piena in Vergine - 5 marzo 2015 - discernimento e saggezza Successivo Spostamento dalla 3° alla 5° dimensione - che cosa significa?