Sembrava una semplice statua di Buddha e invece…..

Una statua che nasconde un segreto… al quadrato: la storia incredibile di un saggio che dal 1.100 ad oggi è rimasto nella posizione del loto.

chinese-mummy-scan-low-res
La statua del monaco e, a destra, la sua tomografia computerizzata.|DRENTS MUSEUM

Sulle prime sembrerebbe una semplice statua di Buddha. Ma in questa scultura dell’XI-XII secolo dopo Cristo c’è molto di più di quanto possa apparire. Incapsulato al suo interno, come in uno scrigno, si trovano le spoglie di un monaco buddista ancora in meditazione, impegnato nella classica posizione del loto.

 

Nel corpo del religioso non ci sono più organi, ma antichi rotoli di testi in lingua cinese: la scoperta, degna di un film di Indiana Jones, è di un gruppo di ricercatori del Meander Medical Centre di Amersfoort, non lontano da Utrecht, Paesi Bassi.

 

IDENTIKIT DEL SAGGIO. La presenza della mummia all’interno della statua era già nota ai ricercatori: a rivelarla era stata, un anno fa, la tomografia computerizzata della statua, che aveva svelato il profilo di uno scheletro umano nascosto nella scultura. Secondo Erik Bruijn, esperto di arte e cultura buddiste e curatore ospite del World Museum di Rotterdam, il corpo apparterrebbe a un maestro buddista di nome Liuquan della Scuola Cinese di Meditazione, morto intorno al 1100 dopo Cristo.

 

Il religioso pronto per un nuovo esame diagnostico. | JAN VAN ESCH / MEANDER MEDISCH CENTRUM

 

ANCORA IN PREGHIERA. La scoperta segue di pochi giorni quella di un altro monaco buddista morto circa 200 anni fa, il cui corpo mummificato è stato ritrovato, ancora nella posizione del loto, nella provincia di Ulan Bator, in Mongolia. Secondo alcuni devoti buddisti il monaco Liuquan, così come il “collega” di Ulan Bator, non sarebbero morti, ma si troverebbero soltanto in un avanzato stato di meditazione.

RIMPIAZZATI. La preghiera di Liuquan è stata di nuovo “disturbata” a settembre 2014, quando la mummia del religioso è stata sottoposta a un’ulteriore tomografia e ad alcune indagini endoscopiche in cui sono stati prelevati campioni di tessuto dalle cavità toracica e addominale. Si è giunti così a una nuova, incredibile scoperta: al posto dei tessuti degli organi interni sono stati trovati frammenti di carta scritti in caratteri cinesi.

 

Un paziente di riguardo, che non ha fretta. | JAN VAN ESCH / MEANDER MEDISCH CENTRUM

 

POST MORTEM. Gli organi del monaco sono stati probabilmente rimossi durante la mummificazione e sostituiti con rotoli forse considerati sacri. Questo porterebbe a pensare che Liuquan sia stato mummificato dopo morte e non si sia invece automummificato, un raro e antico processo di volontario abbandono del proprio corpo un tempo tentato da alcuni dei più anziani monaci buddisti, ma di cui ci sono giunte finora appena una ventina di testimonianze.

PER POCHI ELETTI. La pratica – una sorta di lungo suicidio rituale – prevedeva alcuni anni di dieta a base prima di noci e semi, poi di infusi velenosi e radici, per eliminare i grassi corporei e preservare i tessuti dalla corruttibilità. Quando il  monaco moriva, in una posizione di preghiera, il suo cadavere non veniva più toccato in alcun modo ed era venerato alla stregua di un santo.

 

INCONTRO CON IL PUBBLICO. Se anche Liuquan fosse morto in questo modo, probabilmente i suoi organi non sarebbero stati rimossi e rimpiazzati dai rotoli. La misteriosa mummia in preghiera, che nel frattempo è stata trasferita in Ungheria, rimarrà esposta al Museo di Storia Naturale di Budapest fino a maggio 2015.

http://www.focus.it/cultura/storia/il-monaco-buddista-che-medita-da-900-anni

 

I SEGRETI SVELATI, STORIA, ARCHEOLOGIA;MITOLOGIA , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Sacerdote morto per 48 minuti incontra Dio, che è una Donna Successivo C'E' UNA SOLA DEA

Un commento su “Sembrava una semplice statua di Buddha e invece…..

  1. renzo il said:

    Ad un più elevato livello di Coscienza, è possibile manifestare nella materia i propri desideri, deduco pertanto che potrebbe essere stato Lui stesso a voler trasformare i Suoi organi in vari scritti durante la meditazione, rimanendo nel luogo del corpo fino alla realizzazione e se questo fosse vero, allora quegli scritti sono di enorme importanza.
    Cari saluti.
    Renzo

I commenti sono chiusi.