Tecnologia “Superman” è diventata la realtà scientifica

 

cristallo

Mentre la maggior parte di noi si sta appena abituando all’idea di stampa 3d, gli scienziati stanno già lavorando su meraviglie tecnologiche che operano con due dimensioni in più.

Avete tutti visto il film di fantascienza in cui ‘Superman’ entra nel Palazzo di Cristallo della Fortezza della Solitudine e inserisce un punto di cristallo di quarzo in un enorme mega computer di cristallo e la storia dell’Universo si rivela e il mondo viene salvato.

O il sci – fi  thriller in cui una razza umanoide che muore su un altro pianeta decodifica il DNA umano nei cristalli e li lancia nello spazio per atterrare infine sulla terra durante il periodo di forte radiazioni di 550 milioni di anni fa e seminando l’evoluzione biologica … salvano l’umanità.

 

 

 

Beh, sembra che fantascienza è ormai sci-realtà.

Anche se probabilmente non salverà il mondo umano, i ricercatori che lavorano sul cristallo di memoria ‘Superman’ dicono che sicuramente è importante per lasciare e condividere una traccia del nostro sviluppo con qualunque essere che scaverà i resti della nostra civiltà.

cristallo1

I ricercatori dell’Università di Southampton sono riusciti a registrare e recuperare i dati digitale cinque dimensionale utilizzando un cristallo di quarzo

Una copia digitale di 300 kb di un file di testo è stato registrato con successo in 5D con laser ultraveloci, producendo impulsi estremamente brevi e intensi di luce.

Il file è scritto in tre strati di punti nanostrutturati separati da cinque micrometri (un milionesimo di metro).

Le nanostrutture autoassemblanti cambiano le luce viaggiando attraverso il vetro, modificando la polarizzazione della luce e che possono essere letti da combinazione di microscopio ottico ed un polarizzatore, simile a quello trovato in occhiali da sole Polaroid.

Il  cristallo memoria ‘Superman’ è una tecnica di memorizzazione futuristica con funzionalità senza precedenti – tra 360 terabyte di capacità di dati del disco e stabilità termica fino a 1000 ° C ed ha una durata praticamente illimitata.
Registrare e recuperare informazioni su nanostrutture di vetro, per una capacità di 360 terabyte per disco, una stabilità termica fino a 1000 gradi e una durata di vita praticamente illimitata. Significa salvare delle informazioni e poterle conservare per sempre.

In sostanza una memoria avanguardistica, che nel giro di pochi anni potrebbe trascinarci in processi di salvataggio da implementare su dei piccoli hard disk di vetro.

E’ stata elaborata dagli scienziatidell’Università di Southampton, che sono dunque riusciti a realizzare un sistema di archiviazione capace di operare nell’ordine dei femtosecondi (milionesimo di miliardesimo di secondo).

Secondo loro il progetto ricorda i cristalli di memoria di Superman, quelli che il supereroe usava nella sua fortezza della solitudine: i dati vengono registrati grazie a nanostrutture auto-assemblanti create nel quarzo fuso, un materiale in grado di memorizzare grandi quantità di informazioni per oltre un milione di anni.

La verà novità, tuttavia, è il meccanismo di decodifica che avviene in “cinque dimensioni”: la grandezza e l’orientamento si aggiungono infatti alla posizione tridimensionale delle nanostrutture.

La nuova tecnica di archiviazione è stata messa alla prova con successo scrivendo un file di testo da 300 kilobyte su tre strati di punti nanostrutturati, separati di 5 micrometri. Le nanostrutture autoassemblanti cambiano il modo in cui la luce viaggia nel vetro, modificando la polarizzazione della luce che, successivamente, può essere letta grazie alla combinazione di un microscopio ottico e un polarizzatore, simile a quello che si trova negli occhiali da sole.

“Stiamo sviluppando una forma molto stabile e sicura di memoria portatile usando il vetro, e questo può essere molto utile alle organizzazioni con grandi archivi, considerando che oggi le aziende devono eseguire backup dei loro dati in un periodo tra cinque e dieci anni perchè gli hard disk hanno vita breve”, ha dichiarato Jingyu Zhang, che ha condotto la ricerca insieme a un team della Eindhoven University of Technology.

“Potrebbero beneficiarne – ha spiegato – i musei che vogliono preservare informazioni o gli archivi nazionali che hanno moltissimi documenti”.

Quindi, si può lasciare un “biglietto” per il vostri pro-pro-nipoti, attraverso i vetri 5D, e caricare il file che contiene la storia di vosra vita.

“È emozionante pensare che abbiamo creato il primo documento che probabilmente sopravviverà la razza umana”, ha detto il professor Peter Kazansky, ricercatore supervisione del progetto. 

“Questa tecnologia può garantire l’ultima prova di civiltà: tutto quello che abbiamo imparato non sarà dimenticato.”

In modo spontaneo mi viene a chiedermi:

Queste scoperte scientifiche non sono la prova che i segretti di teschi di cristallo sono già svelati?

Sapendo tutto questo, qualcuno potrebbe ancora a chiedersi prechè evoluzione del corpo umano sta andando da un corpo basato sul carboni ad un corpo cristallino?
Ma lascio che la vostra intuizione vi guida.

Tanja

Riferimenti
http://inhabitat.com/revolutionary-superman-memory-crystals-can-store-data-virtually-forever/

http://www.nextme.it/tecnologia/materiali/6004-memoria-infinita-superman 

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=9823 

http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=11573

cristallo2

 

 

 

 

SCIENZA , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente L'Amore nel Sentiero verso Casa Successivo FLUSSI DI LUCE DI NOVEMBRE- Breve aggiornamento

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.