ESSERE UN LEADER MULTIDIMENSIONALE – il pensiero multidimensionale

 

148cdp94gg.jpg R

 


CONTINUA DAL ESSERE UN LEADER MULTIDIMENSIONALE

 

Carissimi Esseri in Ascensione, 

Noi, gli Arturiani, vediamo che molti di voi stanno avendo difficoltà con la vostra memoria di terza dimensione.

Vediamo che il continuo stress di un mondo in costante cambiamento può interferire con la memoria, ma avete subito più stress nel passato senza aver perso la memoria a breve termine come ora.

Probabilmente vi siete accorti di dimenticare i dettagli 3D sul tempo e le date.

 

Cos’è il Pensiero Multidimensionale?

Molti di voi, esseri in ascensione, hanno la sensazione che ci sia un volume sempre più grande di informazioni sulla vostra vita quotidiana che sembra non essere disponibile per la mente.

State vivendo questa sfida perché siete nel processo di caricare (uploading) tutto il pensiero di terza e quarta dimensione nel pensiero multidimensionale.

“Cos’è il pensiero multidimensionale?” chiedete voi.

Il pensiero multidimensionale è la capacità di essere consapevoli di più di una versione del proprio SE’ Multidimensionale mentre vi trovate immersi nella vita fisica e quotidiana.

Siete già abituati al multi-tasking nella vostra vita 3D.

Per esempio, potete essere seduti alla scrivania a pagare le bollette, o pensate alla spesa da fare, ricordandovi di ciò che vostro figlio necessita per completare un certo compito in un dato tempo, dovete innaffiare il prato e, ah sì, vi siete dimenticati di chiamare il vostro amico.

Tutti questi diversi pensieri fluiscono dentro e fuori dalla mente così veloci che sembrano essere quasi un unico pensiero.

Con il pensiero multidimensionale, i vostri pensieri non sono limitati solo alla vita fisica.  

Durante una passeggiata potreste pensare al sogno fatto la notte precedente mentre osservate le nuvole in cielo che si muovono come se ci fosse nascosta un’astronave in mezzo.

Allora la mente ricorda il “sogno”, in cui siete in un’enorme stanza con molte persone sconosciute che ascoltano degli strani esseri che parlano.

Poi una macchina lì vicino fa stridere i freni e voi rientrare con un balzo nella realtà fisica. Poiché associate il suono di una frenata ad un avvertimento, tornate alle percezioni fisiche e dimenticate completamente il breve momento di ricordi multidimensionali.
I suoni di allarme sono molto comuni. Anche quando i bambini sono troppo tranquilli sapete di doverci dare un occhio.

Quindi ogni volta che sentite un suono d’allarme o un silenzio allarmante, la vostra attenzione abbandona il pensiero multidimensionale per focalizzarsi sul mondo fisico.

Quel momento di pensiero multidimensionale viene spesso dimenticato perché un livello di paura è entrato nella vostra coscienza.

Quando la coscienza ricade nel “semplice mondo fisico”, il vostro breve incontro con il pensiero multidimensionale viene perso.

Tuttavia, quando ricevete un messaggio proveniente dal Sé Superiore, magari durante la meditazione del mattino, oppure desiderate ricordare qualcosa che non riuscite a mettere a fuoco, accelerate gradualmente il vostro cervello per fargli raggiungere  le onde cerebrali elevate del pensiero multidimensionale.

In questo modo vi spostate dentro e fuori dal pensiero multidimensionale.

Quando siete calmi e sereni, la vostra coscienza si espande verso le onde cerebrali superiori. Allora il pensiero multidimensionale viene chiamato in causa, e voi cominciate a immergervi nei vostri mondi superiori.

Poi all’improvviso arriva un allarme di terza dimensione, come uno sguardo all’orologio che vi dice di dovervi dedicare a qualche attività del mondo fisico, ed ecco che la coscienza ricade nelle onde cerebrali basse della vita 3D.

 

Rendete il Pensiero Multidimensionale la Normalità 

Una parte importante del ritorno alla piena consapevolezza multidimensionale è rendere il pensiero multidimensionale “normale” tanto quanto quello 3D.

Per esempio, se osservate costantemente il cielo cercando di avvistare un’astronave, trascrivete i sogni quando vi svegliate e/o ascoltate la guida interiore del SE’ di dimensione superiore, il pensiero multidimensionale diventa normale come quello di terza dimensione.

Così come il vostro orecchio è sintonizzando per captare il richiamo di un bambino, le richieste del capo o il canto degli uccelli, esso si sintonizza anche su ciò che voi avete deciso essere “importanti messaggi” da parte delle dimensioni superiori.

Purtroppo, il cervello di terza dimensione e la coscienza hanno un limite rispetto alla quantità di informazioni che possono riconoscere in modo consapevole.

Quando siete impegnati nei doveri di terza dimensione, siete calibrati innanzitutto sulla ricezione di informazioni fisiche e poi sul mettere da parte il pensiero di dimensione superiore un momento successivo.

Quando la coscienza si espande su quella frequenza, voi potete “leggere i file” che avete archiviato nella vostra “mente multidimensionale” invisibile.

Così come riuscite a leggere Internet solo quando siete online con il computer, potete “leggere” la mente multidimensionale solo quando siete “online” con il pensiero multidimensionale.

Quando siete collegati al SE’ Multidimensionale, potete ricordate quello che la vostra voce interiore vi ha detto.

Potreste anche ricordarvi le onde di luce quasi invisibile che sono avvistato velocemente con la cosa dell’occhio, oppure un sogno importante che in realtà era una realtà alternata.

Se leggete il giornale al mattino, calibrate le vostre percezioni ed il pensiero sulla 3D.

Invece, se meditate alla mattina, trascrivete i sogni o immaginate che il Sé Superiore vi è vicino, calibrate il pensiero e le percezioni alla quarta dimensione ed oltre.

Ovviamente, non avete bisogno di leggere il giornale ogni giorno per tenervi aggiornati sulle notizie, e neanche dovete meditare quotidianamente per rimanere in contatto con il SE’.

Ma le abitudini che stabilite nella vita determinano cosa sia “normale” e cosa sia “unico”.

Quindi se pensate solo a ciò che accade nella vita fisica, non è normale pensare al sé interiore.

Invece, quando iniziate a fare attenzione alle sensazioni interiori, alle percezioni sfuggenti e ai messaggi interiori dal mondo multidimensionale, le dimensioni superiori diventano la norma.

In altre parole, “normale” è qualunque cosa avete in mente in modo regolare.

E, ciò che pensate è ciò che vivete.

Perciò se pensate solo a ciò che leggete nel giornale, ai doveri quotidiani, quali conti dovete pagare e cosa si aspettano da voi la famiglia o il lavoro, avete limitato il vostro sé al solo pensiero di terza dimensione.

Poiché indossate una tuta terrestre e vivete nella realtà di terza dimensione, il pensiero di terza dimensione è necessario.

Invece, quando vivete anche i sogni di quarta dimensione e seguite un filone creativo, ascoltate la guida interiore e ricordate di collegarvi con le espressioni superiori del SE’ mentre siete dietro alla vita quotidiana, state pensando a livello multidimensionale.

 

Stati di Coscienza

Il pensiero multidimensionale non è limitato all’ascolto o alla lettura di parole, perché è una forma di “linguaggio della luce”. Il linguaggio della luce viene trasmesso e compreso attraverso le emozioni, l’immaginazione, le sensazioni tattili, suoni e colori che entrano all’improvviso nella coscienza. Ponendo l’attenzione su questi “messaggi della luce”, voi espandete il pensiero di terza dimensione verso quello multidimensionale.

E’ importante rendersi conto che:

il pensiero conscio detta lo stato di coscienza
lo stato di coscienza detta le percezioni consce
le percezioni a cui date attenzione consapevolmente dettano la visione che avete della vita. 

Allo stesso modo, le emozioni influiscono lo stato di coscienza.
Se vi sentite “di cattivo umore”, vedete ciò che è negativo nella vostra vita e la coscienza vi si abbassa verso il pensiero di terza dimensione,
Quando vi sentite “di buon umore”, vedete ciò che è positivo nella vostra vita e la coscienza vi si espande nel pensiero multidimensionale.

 

Il cattivo umore arriva di solito perché la paura ha invaso i vostri pensieri. A causa di questa frequenza inferiore di pensiero, contattate principalmente le aree della vita di terza dimensione che riguardano i “dovrei” e “devo”.
Il buon umore di solito arriva perché la vostra coscienza è riuscita a focalizzarsi sull’amore, soprattutto quello incondizionato. Allora il pensiero si calibra su uno stato superiore della coscienza, in cui vi potete ricordare di porre attenzione al legame innato con il SE’ Multidimensionale.

 

Onde cerebrali

Le onde cerebrali determinano lo stato di coscienza.

Lo stato di coscienza determina i pensieri.
I pensieri determinano la frequenza delle vostre percezioni.

Il SE’ Multidimensionale è in collegamento costante con tutte le vostre onde cerebrali, stati della coscienza, nell’ADESSO dell’UNO.

Tuttavia, il sé fisico può essere limitato ad un solo stato di coscienza alla “volta”.

Le onde cerebrali beta sono allineate alle percezioni dello stato di coscienza, dei pensieri e sensazioni di terza dimensione.

Le onde cerebrali alfa sono allineate allo stato di coscienza di quarta dimensione, al pensiero creativo e alle percezioni della vita di terza dimensione superiore e di quarta dimensione.

Le onde cerebrali theta sono allineate agli stati di coscienza di quarta dimensione superiore e di quinta dimensione inferiore, al pensiero spirituale e sciamanico, alle prime percezioni consce e al riconoscimento delle espressioni del SE’ multidimensionale.

Le onde cerebrali delta sono allineate alla coscienza del Corpo di Luce di quinta dimensione, ed anche ai pensieri e alle percezioni multidimensionali che risuonano all’ADESSO dell’UNO.

http://www.multidimensions.com/the-conscious/physical-body-door/states-of-consciousness/

 

Le onde cerebrali sono i vostri “muscoli mentali”.

Più le attivate, più acquisiscono forza.

Se non le usate, si indeboliscono.

In altre parole, quando vi sintonizzate coscientemente su un’onda cerebrale alta e al conseguente stato di coscienza, si apre un portale tra il cervello fisico e la Mente Multidimensionale.

Ogni volta che attraversate questo portale tra la mente multidimensionale e il cervello fisico, si attiva sempre più il portale/sentiero neuronale.

Questa attivazione assomiglia all’attivazione di nuovi sentieri neuronali che si creano quando imparate una nuova competenza.

Quando vi impegnate in quella competenza o stato di coscienza, il sentiero neuronale, portale, si espande da “stradina” a “strada”, fino a diventare un’ “autostrada”. 

Così, più attivate consapevolmente uno stato elevato della coscienza, più potete integrare quelle onde cerebrali nella vita quotidiana.

Invece, se scegliete di non sintonizzarvi alle onde cerebrali superiori, è più difficile integrare quegli stati superiori della coscienza nella vita quotidiana.

Allora, penserete a percepire e vivere nel mondo fisico con poca consapevolezza del vostro innato SE’ Multidimensionale.

 

Diverse onde cerebrali e stati di coscienza determinano anche ciò che sentite sulla vostra vita a livello emozionale, ed anche come agite, reagite e/o rispondete alla vita quotidiana a livello emozionale.

 

Le onde e gli stati di coscienza Beta sono una chiamata al dovere e spesso portano stress, ansia o depressione.

Le onde e gli stati di coscienza Alfa donano sensazioni di creatività, divertimento e gioia.

Le onde e gli stati di coscienza Theta donano sensazioni di profonda riflessione e spiritualità. 

Le onde e gli stati di coscienza Delta sono fortemente “di un altro mondo”. Quindi è difficile accedervi quando si è svegli nel mondo fisico. 

 

Così come le onde cerebrali e i conseguenti stati di coscienza influenzano le emozioni, così le emozioni influenzano le onde cerebrali/stati di coscienza.

 

La paura abbassa istantaneamente la coscienza verso le onde Beta fatte di compiti, doveri, pericoli e responsabilità di terza dimensione.

La felicità innalza la coscienza alla quarta dimensione in cui si attiva la creatività.

La gioia espande la coscienza verso il desiderio di quinta dimensione di unirsi al SE’ Multidimensionale.

L’amore incondizionato è il biglietto per i viaggi inter-dimensionali.

 

La resa, che è il lasciar andare tutte le emozioni reattive, vi collega con le tante espressione del SE’ Multidimensionale.

Attraverso le sensazioni di gioia, amore incondizionato e resa voi cominciate a sperimentare il SE’ Multidimensionale nella vita quotidiana.

Gradualmente sentirete l’aiuto costante che il SE’ vi offre in ogni momento dell’ADESSO.

Alla fine saprete di essere guidati.

Aprendovi a questa guida nella vita quotidiana, essa diventa sempre più forte e voi vi rendete conto di non essere mai soli.

Allora voi SAPETE di essere SEMPRE guidati, istruiti, consolati e protetti.

Diventate consapevoli di poter emettere una richiesta di aiuto per qualsiasi settore della vostra vita.

Tuttavia, così come è necessario accendere il telefono o il computer per ricevere informazioni, dovete “accendere” la coscienza superiore per ricevere i messaggi delle dimensioni superiori.

E’ importante documentare i messaggi in qualche modo, perché potrebbe essere difficile ricordarseli quando tornate alla coscienza 3D.

Con la pratica, imparerete/ricorderete come canalizzare questi messaggi superiori con la scrittura o la voce.

Tramite l’atto di canalizzare il SE’ Superiore, la vostra prospettiva si sposta da “essere persi nelle bugie e nelle illusioni della terza dimensione” a “fluttuare al di sopra delle preoccupazioni della vita quotidiana mentre siete in contatto con l’espressione superiore del SE”.

Allora il “VOI” che risuona ad una frequenza superiore può confortare e guidare il “voi” che indossa una tuta terrestre durante questi difficili tempi di ascensione individuale e planetaria.

Il Sé Superiore vi aiuterà a ricordare che:

Per prima ascende la coscienza

Poi ascendono i pensieri e le emozioni

Questo vi permette di far ascendere le idee e le azioni

Che porta a ulteriori percezioni ed esperienze multidimensionali

Che riveleranno il Corpo di Luce individuale e planetario

Sappiamo che molti di voi sono rimasti molto delusi dal fatto che la Terra non sia diventata improvvisamente di quinta dimensione durante i tanti previsti momenti del tempo.

Però l’ascensione non è associata al tempo.

L’ascensione è l’atto di abbandonare il tempo.

Inoltre, se il pianeta fosse asceso all’improvviso nella quinta dimensione in uno dei “tempi” indicati dagli umani, il pianeta fisico sarebbe diventato immediatamente inabitabile per tutte le forme di terza dimensione e la maggior parte degli abitanti di Gaia sarebbe stata distrutta.

Gaia è una Madre Amorevole.

Piuttosto che “togliere il terreno da sotto i piedi” di tante meravigliose forme di vita che hanno vissuto sopra, dentro e sotto il suo corpo planetario, lei ha deciso di andare avanti con la sofferenza che sopporta ogni giorno da parte dei membri oscuri dell’umanità.

Quindi, quando vi sentite impazienti e chiedete,

“Quando ascendiamo, finalmente?”

noi, espressioni superiori del vostro SE’ Multidimensionale, rispondiamo,

“Cosa avete fatto oggi per l’ascensione planetaria?”

 

Abbiamo visto che quelli che ricordano di essersi offerti volontari per indossare una tuta terrestre ed aiutare la cara Gaia nella Sua ascensione, NON chiedono :

“Quando accadrà?”

Essi chiedono “

Cosa posso fare io per aiutare?”

Questa è la domanda che li rende

Leader Multidimensionali.

 

http://suzannelieinitalian.blogspot.it/2014/09/continua-il-messaggio-arturiano-sulla.html

 

 

Arturiani, SPIRITUALITA' , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente ESSERE UN LEADER MULTIDIMENSIONALE Successivo MESSAGGI DA CASA - gli Arturiani

2 commenti su “ESSERE UN LEADER MULTIDIMENSIONALE – il pensiero multidimensionale

  1. Antonella il said:

    Chiedete e vi sara’ dato , e’questo il piu grande insegnamento e dono da cui attingere , gli insegnamenti contenuti in questo post, sono la piu’ alta risposta alle mie richieste di aiuto per la comprensione che faccio all universo 🙂 ‘li ho assimilati in modo magnifico e mentre leggevo la mia Anima sorrideva con me ,sono felice per la velocita’ con cui mi arrivano gli aiuti dopo averli chiesti, a volte sono istantanei , tanto che arriva la risposta e mi trovo dopo a dover formulare la domanda per poter comprendere appieno , grazie a te che lo hai postato e grazie all universo che mi ha condotto a leggerlo, e” successo perche” ero pronta e questo e” MAGNIFICO !

I commenti sono chiusi.