USCIRE DAL LABIRINTO – “Nessuno vuole fare velocista. E comunque , deve essere scelto.”

 

Maze_Runner_-_Il_Labirinto_Poster_Italia_01_mid

Già da tanto tempo per me è finita la fase del mio risveglio spirituale quando vedevo la cospirazione mondiale dei pochi (1%) contro i molti (99%). Credo che questo è una fase normale che si deve passare quando ci si accorge che qualcosa non va in mondo che ci sta circondando. Se siete curiosi come ho vissuto questa fase e in che modo interpretavo tutti gli eventi esteriori, potete andare nel archivio di questo blog e leggere i miei vecchi articoli.

Quando io vado a rileggerli, in modo spontaneo mi viene a litigare con me stessa che ero in quel momento. Sono profondamente in disaccordo con me stessa di allora. Ero tentata anche di cancellare quelli articoli, perchè non mi appartengono più. Non mi descrivono. Quella non sono io. Ma non li ho cancellato.

Non lo fatto perchè tutto questo mi ha fatto capire che ogni verità, ogni convinzione e solo temporanea. Ogni verità è valida solo nel momento quando la esprimo e può essere cambiata in ogni momento. Di risveglio di questa consapevolezza ho scritto nel http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=8629

Ho lasciato questi vecchi articoli là dove sono anche perchè sono testimonianza, documento, del mio cambiamento.

E le persone cambiano davvero. La prova vivente di questo fatto sono io. Attraverso esperienza personale ho acquisito questa mia verità.

Con questa consapevolezza al improvviso, quelli 1% hanno smesso di essere carnefici e quelli 99% hanno smesso di essere vittime. Non solo che hanno smesso di esserlo nel adesso, ma hanno smesso di esserlo anche nel passato.

Al improvviso quello che in passato vedevo come segni di arroganza da parte di 1%, quando si vedeva che loro annunciavano in avanti ogni loro mossa futura, ho cominciato a vedere in forma dei messaggi. Era come un test, un esame di maturità spirituale di tutti noi.

Tutto da sempre era davanti ai nostri occhi, ben visibile.

Ma noi non potevamo vedere queste cose perchè vediamo solo quello che cosa ci aspettiamo a vedere.

Simile come è successo agli indigeni d’America del Sud quando non riuscivano a vedere i velieri spagnoli che si avvicinavano alle loro coste-loro non vedevano nulla, quelle navi non esistevano, fino che i loro sciamani non li hanno spiegato che cosa devono vedere. Fino che non hanno fatto riprogrammazione del loro cervello per poter elaborare le nuove informazioni percettive.

In stesso modo ogni uno di noi semplicemente non “vede” quello che cosa non si aspetta a vedere.

Basta che solo uno al improvviso comincia a vedere una cosa e la descrive ed ecco che inizia il processo di riprogrammazione mentale. Nel momento quando massa critica raggiunge quel livello di novo programma mentale al improvviso tutti cominciano a vedere questa cosa. http://risvegliodiunadea.altervista.org/?p=6445

Nel passato anch’io, come tutti gli altri chiedevo a tutta la voce che i governi, i potenti ci svelano tutte le verità nascoste. Urlavo- VOGLIAMO LA DIVULGAZIONE DI TUTTE LE VERITA’!!!

Ma adesso non sto urlando più.

Non chiedo più.

Non ho bisogno più di verità degli altri.

Ho iniziato ad avere le MIE verità.

Ho iniziato a vedere da sola.

Nulla è stato mai nascosto e nulla lo è.

La verità è stata sempre detta ed si sta dicendo ancora.

Si tratta del fatto se noi vogliamo vederla e in che modo vogliamo vederla.

Ci sono tante verità dette nelle pubblicità che stano girando in continuo in tv, radio, giornali e in rete.

Ci sono tante verità dette nelle canzoni e nei film.

Io le vedo, e le vedo al modo mio.

Voi dovete decidere per se se volete vederle e in che modo volete vederle.

Da questa scelta dipende la realtà di ogni uno di noi.

Perchè la realtà esteriore è solo proiezione di quello che cosa sta succedendo dentro di noi e in che modo il mostro cervello sta elaborando i dati (informazioni) ricevuti.

 

Questo film è solo uno di quelli in cui ho visto tante verità.

E un film che sta andando nelle nostre sale cinematografiche senza tanta pubblicità e clamore.

Potrebbe sembrare un banale film di fantascienza o di avventura. Potrebbe sembrare come un film per i bambini con unico scopo di divertire.

Ma per me è molto di più.

Ho visto tanto di più.

E non lo visto solo io.

Ho letto nel http://www.liberopensare.com/articoli/item/780-perdersi-nel-labirinto questo articolo

Questo film ci porta in un mondo distopico, post-apocalittico.

mazerunnertrailerIl protagonista Thomas si trova, senza alcuna memoria del suo passato, in un’ampia radura, chiusa e circondata da alte mura di pietra insieme a altri ragazzi, alcuni dei quali vi si trovano già da tre anni. I residenti della radura si sono dati in questi anni delle regole e delle leggi. Intorno alla radura si estende il Labirinto, dove vi sono i Grievers, i dolenti, mostri che uccidono chi vi si inoltra. Ogni giorno, tuttavia, alcuni ragazzi vi entrano per mapparlo, con la speranza di trovare una via di uscita, ma fino al momento dell’arrivo di Thomas, senza risultati significativi. L’arrivo di una ragazza con un biglietto sarà l’inizio della svolta.

Ora – a parte gli evidenti richiami ad Arianna e il Minotauro – tutta la vicenda può essere letta come una metafora della vita terrestre. Nasciamo senza memoria del passato e raggiungiamo sulla Terra persone che vi si trovano già da tempo e che ci trasmettono le loro esperienze, persone che hanno creato una struttura sociale gerarchica, con leggi e usanze a noi ancora sconosciute.

Thomas ha vaghi ricordi del passato; si rammenta vagamente solo di essere stato immerso in acqua, non ricorda neppure il proprio nome.

Naturalmente la maggior parte degli uomini dimentica le vite precedenti prima di scendere sulla Terra. I Greci chiamavano “fonte dell’oblio” quella cui beviamo prima di scendere nell’incarnazione terrestre.

Anche l’acqua ha un suo specifico significato; richiama alle ultime sensazioni che l’anima ha prima di ‘tuffarsi’ nell’incarnazione.

Il nome poi è il simbolo della propria identità – non rammentandolo egli è disconnesso dal suo destino.

the maze runner sceneryMa Thomas è diverso dagli altri ragazzi che, in fondo, si sono adattati a quella vita; capisce presto che quella non è una vita naturale, che sono tutti intrappolati in un labirinto ed è essenziale liberarsi.

Tra gli esseri umani ci sono – da sempre – quelli che si accomodano nella vita senza farsi troppe domande e quelli che vogliono comprendere il significato della propria esistenza; ci sono quelli che ritengono la Terra l’unica e sola dimora e coloro che pensano che l’attuale realtà sia solo un episodio di una esistenza più completa.

A seconda di quello che ritengono vero articolano i propri sentimenti e le proprie azioni, si sentono più o meno in sintonia con il mondo e con le ideologie dominanti.

Intorno alla radura si estende il Labirinto – che cambia ogni giorno – con i dolenti” – Grievers – ma Thomas vuole uscire e cerca di far capire ai suoi compagni corridori – i runner – che è necessario unire le forze per andare verso la libertà.

Quando scendiamo sulla Terra abbiamo un’area di relativa tranquillità nella nostra quotidianità – la radura – intorno alla quale si estende il nostro karma – il Labirinto – che si modifica continuamente. Dobbiamo essere molto svegli, molto ‘veloci’ interiormente per comprendere il senso di quanto ci viene incontro dal destino. A ogni angolo di strada, a ogni passo che facciamo, possiamo imbatterci nell’ignoto, nell’incidente, nella sofferenza. I “dolenti” – rappresentano queste incognite del destino, o, meglio, la paura e l’ansia che noi proviamo nei confronti del futuro. Ma possiamo affrontare e vincere le nostre sfide interiori con il coraggio e con l’aiuto degli altri.

the-maze-runner-movie-hd-wallpaper-2014-2880x1620Il coraggio di Thomas viene ostacolato da chi vuole restare nella radura e vuole ucciderlo perché ha infranto le regole che i ragazzi si erano dati.

Ogni persona che intende liberare i propri simili dalla schiavitù che si sono autoimposti diventa il bersaglio dei farisei e degli scribi di ogni epoca. La legge contro l’innovazione, la regola contro la libertà.

Qualcosa – non posso dire troppo altrimenti rovino la visione del film a chi non l’avesse visto – fa capire a Thomas che tutto l’insieme è una messinscena in cui i ragazzi non sono che cavie da esperimento; c’è chi li sta monitorando costantemente. Grazie a questo troverà l’energia e le risorse per progettare l’uscita dal Labirinto.

Solo quando comprendiamo davvero che la nostra vita è un test, una prova, possiamo trovare la chiave e, di conseguenza, la forza interiore per liberarci dai condizionamenti e afferrare tutto il nostro destino e non solo quella piccola parte che si trova all’interno del labirinto della nostra esistenza terrena.

Per finire, aggiungerei a questo articolo solo qualche mia osservazione.
C’è una frase che si ripete spesso durante il film
WICKED E’ BUONO!

I traduttori del film non hanno tradotto la parola WICKED
Nel dizionario http://www.wordreference.com/enit/wicked leggiamo il significato

wickedadj (mean, evil) cattivo, malvagio, maligno, perfido agg

wickedadj slang (extremely good)  (colloquiale) fico, figo agg
    fantastico, stupendo, strepitoso, spettacolareagg

 

Mia impressione è come se volevano ripeterci più volte che nulla è come sembra a prima vista.

Se guarderete fil in modo molto concentrato vi accorgerete che le lettere WCKD apaiono su un oggetto specifico., ma non vi svelerò adesso proprio tutto.

 

La scelta del nome di mostri in labirinto è anche interessante. In originale inglese si chiamano GRIEVERS tradotti come DOLENTI, e questo risponde alla traduzione del dizionario

griever n (mourner) persona afflitta nf
    dolente nm


Dolente  Che prova dolore SIN doloranteschiena d.; anche, che provoca dolore

  • 2 fig. Addolorato, afflitto, dispiaciuto: voce d.

• s.m. e f. lett. Persona afflitta dal dolore

 

Interessante scelta del nome- siete d’accordo?

La cattiveria, mostruosità è sempre risultato di una sofferenza. Allora,in che modo dobbiamo, Risolvere i comportamenti “cattivi” delle persone o animali o…..?

Altro dettaglio interessante è la sequenza numerica in quale si aprono e chiudono i corridoi del labirinto. Quella stessa sequenza si ripete più volte durante il film ed è molto interessante il modo in cui questo avviene.

Io ho sentito in questo modo

7152 64 (6483)83

Provate a giocare un po con fantasia e con un minimo conoscere di numerologia.
“Nessuno vuole fare velocista.

E comunque , deve essere scelto.”

Mi hano lasciato forte impressione queste parole.

 

Film sta finendo con le parole

 

STA PER CAMBIARE TUTTO!

POSSIAMO DARE INIZIO A FASE 2!

 

BUONA VISIONE!

E… scrivete nei commenti se avete visto quello che cosa io non ero capace. Vi sarò davvero grata perchè stimolerete mio aggiornamento mentale.

 

http://www.cineblog01.li/maze-runner-il-labirinto-2014/

 

Maze_Runner_Teaser_Poster_USA_06_mid

 

I MIEI FILM, I SEGRETI SVELATI , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Missione Rosetta, la diretta dell’atterraggio sulla cometa Successivo COGITALITA' - tutto quello che c'è - Questo film è un viaggio verso te, dentro di te e per te!

5 commenti su “USCIRE DAL LABIRINTO – “Nessuno vuole fare velocista. E comunque , deve essere scelto.”

  1. Maria il said:

    Ciao Dea Tanja, anch´io ho visto questo film, a dire la verita´ non mi e´ piaciuto moltissimo mi ha lasciato un senso di intrappolamento non di liberta´, forse perche´ io ho interpretato la frase finale della signora “diamo inizio alla seconda fase” come se in realta´ i giovani non fossero ancora veramente liberi ma sempre dentro il contesto dei loro esperimenti. Io ho interpretato il labirinto come la mente umana e quindi i Greviers come i nostri demoni personali che una volta affrontati ci portano alla liberta´(proprio dentro uno di quei demoni infatti si trovava la chiave per aprire le porte). interessante e´ anche il fatto che l`arrivo della presenza femminile porti al protagonista un antidoto che lo aiuta a far ritornare la memoria e quindi a sapere chi e´ lui. La frase “ora tutto cambiera´ ” se non sbaglio e´ stata detta dall´uomo con la divisa e il fucile in mano per questo mi ha lasciato l´amaro in bocca…sicuramente ci sara´ il sequel…quindi poi mi saranno piu´ chiare altre cose… Sul resto condivido la tua interpretazione che trovo molto profonda, grazie per il tuo lavoro! Maria

    • Tanja il said:

      Maria, se mi ricordo bene, frase “Tutto sta per cambiare” si sta ripetendo più volte durante il film ed è stata detta dalla ragazza. Ti ringrazio per la tua osservazione e per il dettaglio di importanza di presenza femminile per smuovere l’azione. Per me è un dettaglio molto importante. Sta indicando che devono essere presenti tutte le due energie femminile e maschile e che ognuna di esse ha il suo ruolo specifico.

  2. Maria il said:

    ah scusa dimenticavo anche che la mappa del labirinto mi ha ricordato le monete cinesi, quelle che si usano anche per l´i ching.

  3. Le serie di numeri compongono i seguenti numeri : il 15 e il 21.
    Il 15 è il diavolo e rappresenta l’iniziatore. è anche l’angelo custode… (6) 21 è il mondo… ma è anche il giullare (3) sono tendenze molto forti… l’iniziatore e il compimento.

  4. Anna Anna il said:

    Tutto avviene nella nostra mente. L’ultimo sfidante che abbiamo programmato noi stessi per tutto il percorso della nostra vita è terribile. Giorni di buio. Ho vissuto tutto personalmente. Gli eventi maggiori i 3 giorni di buio dello scorso anno per superare le paure… e l’ultimo sfidante quest’anno a settembre. Dopo la mente tace e si trova la chiave per aprire le porte del nostro sè. Nel tempo successivo è tutto un manifestarsi di eventi particolari per comprendere quello che ciascuno deve comprendere e che porta scritto dentro di sè.

I commenti sono chiusi.