Halloween, Tutti i Santi, Nuovo Anno Celtico, Lemuria – 3.parte – ruolo dei sacerdoti e sacerdotesse Lemuriane

 

CONTINUA DA

La notte di Halloween – 1.parte -le origini

HALLOWEEN – parte 2- una commemorazione della caduta di Lemuria

In questi giorni quando i veli tra i mondi stano diventando talmente sottili di permetterci di vedere oltre di illusione di separazione, ascoltate questa canzone leggendo il testo tradotto sotto il video

 

Si possono dimenticare le vecchie amicizie e non ricordarle più?
Si possono dimenticare le vecchie amicizie e i giorni lontani e passati?
Per i vecchi tempi, amico mio,
per i vecchi tempi
beviamo una coppa di gentilezza,
ancora per i vecchi tempi.
Noi due abbiamo corso sui sereni pendii e raccolto i bei fiori,
abbiamo camminato instancamente molte volte da quei tempi lontani.
Abbiamo camminato a piedi nudi sulle rive dal sole del mattino fino alla sera,
ma ora gli oceani hanno ruggito da quei vecchi giorni lontani.
Eccoti la mano, mio fedele amico, e tu dammi la tua
e facciamo un’abbondante bevuta
ancora per i vecchi tempi.
E sarò per te come un sorso di birra, e tu lo sarai per me.
E berremo una coppa di gentilezza, ancora per i vecchi tempi andati.
Per i vecchi tempi, amico mio,
per i vecchi tempi
beviamo una coppa di gentilezza,ancora per i vecchi tempi. 

 

Che cosa avete sentito ascoltandola?

Ci sono certe canzoni che ascoltandole non possono lasciare il cuore freddo. E’ impossibile rimanere indifferenti.

Il cuore comincia battere più forte e si sentono emozioni fortissime.

Magari dentro di me succedono queste cose.

Perchè ho tirato fuori questa canzone che si canta abbracciando nuovo anno, adesso, quando volevo scrivere di Halloween e del giorno di Tutti i Santi?

Certe tradizioni possono essere modificate, possono essere chiamate con i nomi diversi, possono portare i messaggi diversi ma dentro di noi, nel nostro profondo noi sapiamo che quel certo giorno è importante e sentiamo desiderio di festeggiarlo in qualche modo. E’ più forte della nostra logica, è più forte della spiegazione storica e più forte di religione, è più forte di tutto.

Qualcuno festeggerà questo giorno con “scherzetto o dolcetto”, qualcuno festeggiando tenendosi di vecchia tradizione celtica, qualcuno visitando le tombe dei loro cari, ma indipendentemente dal modo tutti festeggeranno incontro con i loro cari che sono adesso in un mondo invisibile per i nostri occhi fisici.

Io personalmente fino stamattina abbracciavo la tradizione celtica che mi risuonava più di tutte.

Per i Celti l’anno nuovo cominciava con la luna crescente dopo l’equinozio d’autunno a Samhain (il 1° novembre), così che cadesse sempre nello stesso giorno del ciclo solare.

In rete potete trovare tante fonti dove si descrive questa festa e non voglio ripetere cose già dette.

Ma questa canzone che avete ascoltato si adatta perfettamente a questa tradizione. E’ festa di inizio del nuovo anno celtico.

Si, era così fino questa mattina o meglio dire alle 2 di notte, quando mi sono svegliata al improvviso ed accendendo il pc ho ricevuto questo meraviglioso regalo che ha portato ancora un tassello che chiarisce molte cose dentro di me.

Leggendo queste parole, che erano prima cosa che ho visto accendendo il pc, ho sentito una scossa profonda ed lacrime di commozione e di gratitudine hanno cominciato scorrere.

Condivido questa storia con tutti voi lasciandovi a sentire la vostra verità.

Prima che il continente Lemuria affondò,

i sacerdoti e le sacerdotesse nei templi sono stati avvertiti dei prossimi cambiamenti catastrofici,

e nei vari Fuochi del Sacro Fuoco sono stati trasportati a Telos, e

altri sono stati trasportati in altre terre, che non sarebbero interessate dalla catastrofe.

Molte di queste Fiamme sono state portate al continente di Atlantide in un luogo specifico e sono state mantenute lì per un bel periodo di tempo nelle applicazioni spirituali quotidiane.

Poco prima che Lemuria affondò, alcuni di questi sacerdoti e sacerdotesse tornarono alle loro case in quel continente e si offrirono volontari di affondare giù con la terra e con la sua gente, dando loro assistenza attraverso emanazione energetica, estendendo l’energie di calma e di coraggio.

Hanno offerto questo aiuto per contrastare la paura, che viene sempre con gli eventi cataclismici.

Questi benefattori amorevoli, tramite la radiazione delle loro energie guidate da Dio nel’loro sacrificio,

letteralmente circondarono le aure delle persone in una coperta di pace e aiutarono nella creazione di liberazione dalla paura in modo che i corpi eterici di queste persone non sarebbero così gravemente sfregiata da questa esperienza , salvando così quelle persone che loro nelle incarnazioni future, devono subire maggiori conseguenze drammatiche.

Molti membri del sacerdozio si misero in piccoli gruppi in modo strategico in diversi settori e pregavano e cantavano mentre affondavano sotto l’acqua.

La melodia che cantavano era stessa che oggi conosciamo come “Auld Lang Syne”.

L’idea alla base di questa azione è che ogni esperienza sconvolgente lascia una profonda cicatrice e traumi nel corpo eterico e nella memoria cellulare del popolo, e ci vogliono diverse incarnazioni per guarirle.

Attraverso l’azione e nel sacrificio di quelli del sacerdozio,

scegliendo di stare insieme in gruppo e cantando fino alla fine,

tanta paura è stata mitigata, e un certo livello di armonia è stata mantenuta.

In questo modo, i danni e i traumi alle anime che morirono era notevolmente diminuita.

Si diceva che quelli del sacerdozio, insieme ai musicisti, cantavano e pregavano fino a quando le onde e l’acqua aveva salito al livello delle loro bocche.

E ‘allora che anche loro morirono.

Durante la notte, mentre le masse dormivano, sotto un cielo blu stellato, era tutto finito; l’amata Madrepatria fu sommersa sotto le onde dell’Oceano Pacifico.

Nessuno  del sacerdozio aveva lasciato il loro posto,e nessuno aveva mostrato alcun timore.

Lemuria scese nelle profondità in modo dignitoso.

“Auld Lang Syne “è stata l’ultima canzone mai sentita sulla terra di Lemuria.

Alcune persone sulla Terra hanno portato avanti questa canzone attraverso il popolo irlandese,

e in essa sono state incluse le parole molto profetiche, come ad esempio

Si possono dimenticare le vecchie amicizie e non ricordarle più?
Si possono dimenticare le vecchie amicizie e i giorni lontani e passati?” . .

Infatti noi, queste vecchie conoscenze ci stiamo riunendo nuovamente,

noi da questo regno fisico con quelli dei nostri cari, vecchi amici e familiari di Telos, ancora invisibili alla nostra vista attuale, e, si spera, non  ancora per molto tempo.

Ascoltate bene con il vostro cuore, queste prossime due frasi.

Prima che la nostra Amata Lemuria affondò completamente,

è stato profetizzato che un giorno, in un futuro lontano,

molti di noi si riuniranno di nuovo come un gruppo a cantare questa canzone,

con la conoscenza assoluta che  la “Vittoria della Terra” è stata raggiunta.

Il tempo che stiamo vivendo porta la celebrazione di questo giorno tanto atteso,

e il compimento di quella incredibile profezia.

Ora stiamo avviando l’inizio della Riunione attesa per cosi lungo tempo.

E con le lacrime negli occhi, mi è consentito di sapere da Adama,

che molti di voi che adesso state leggendo queste parole siete stati tra quelle anime coraggiose,

che hanno sacrificato la vita per il grande beneficio della collettività.

Permettetemi di applaudire al vostro coraggio di allora,

ed ora è il momento per gioire per il nostro ritorno insieme,

ancora una volta,

per continuare la nostra grande missione Lemuriana

di assistere il Pianeta e l’umanità nella sua gloriosa ascensione ..

Dalla serie Telos

di Aurelia Louise Jones

 

I tempi hanno cambiato la tradizione. Le nuove generazioni le hanno adattato a loro modo di vivere, ma il vero spirito si può sentire lo stesso.

Per chi ha deciso a sentire.

 

 

NB: In realtà “Auld Lang Syne” significa “Bei tempi andati” ma in italiano il titolo, non so perchè, è stato tradotto “il valzer delle candele”…………..

 

 

I SEGRETI SVELATI, STORIA, ARCHEOLOGIA;MITOLOGIA , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Aggiornamento mentale in corso - esperienza diretta Successivo Libero arbitrio - spiritualità o religione

Un commento su “Halloween, Tutti i Santi, Nuovo Anno Celtico, Lemuria – 3.parte – ruolo dei sacerdoti e sacerdotesse Lemuriane

I commenti sono chiusi.