Ma chi me lo fa fare?

2245_1352077954

Certe volte quando mi chiedo, perchè lo faccio o chi me lo fa fare, nella mente mi ritorna una voce che mi sussurrava questo

Lui solo sta continuando a cantare

E divento di nuovo consapevole che rinunciando dalla propria natura significa morire davvero.

Non penso qui a morte fisica, penso a morire di quello che cosa si è.

E per me questo sarebbe peggio, molto peggio di morte fisica.

Nella mente mi ritornano i film e storie di zombi. Stano camminando ma sono morti.

E io amo la vita.

L’adoro.

Sto godendo di tutti i suoi sapori e gusti.

Anche quelli amari.

Sono arrivata qui, ho un privilegio di essere qui.

E allora devo vivere TUTTO, devo esprimere TUTTO quello che sono.

E so che non sono solo la Luce, come tanti vogliono farci credere. Io contengo anche l’Oscurità.

Quante bellezze può creare il gioco di chiaro – scuro, di luce e ombra. questo possiamo vedere osservando la natura, osservando le opere artistiche che interpretano la natura.

Ecco che cosa cono venuta a fare qui.

Creare le magnifiche opere d’arte, chiamate esperienze della vita, usando chiaro-scuro.

Tanja

IO SONO.......

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente AGGIORNAMENTO: Cintura Fotonica - 22 settembre 2014 Successivo MAESTRI DI CONSAPEVOLEZZA

4 commenti su “Ma chi me lo fa fare?

  1. Renzo il said:

    Grazie Tanja per ricordarci cosa conta veramente.
    Sai quante volte mi son chiesto: chi me lo fa fare?
    Poi penso: se non faccio quel che ritengo giusto e che sento doverlo fare, magari sono l’unico a poterlo fare per una mia peculiarità, la mia vita sarebbe un fallimento, nessuno ne avrebbe beneficio e mancherebbe un tassello utile al tutto; non importa se non vedo riconoscenza, io devo fare la mia parte altrimenti la mia vita non avrebbe senso e sarebbe sprecata.
    Resta solo trovare quella soddisfazione interiore nella consapevolezza di fare il proprio dovere senza cadere nell’orgoglio od altro di nocivo, che appaga interiormente e ci fa sentire uniti anche a grandi distanze fisiche.
    Un abbraccio.
    Renzo

    • Tanja il said:

      Renzo, quando ero ancora molto piccola, avere riconoscimento dagli altri per me era molto importante. Ma dopo, crescendo, quel bisogno è sparito. Non è quello perchè mi chiedo Chi me lo fa fare? La vera ragione per fare questa domanda si trova nella consapevolezza che nessuno può insegnare nessuno di nulla e che nessuno può aiutare a nessuno in nulla, se quella persona non lo fa per se. La vera informazione è solo quella che arriva dal interno e quello che cosa si vive come esperienza diretta.
      Se è così, mi chiedo, che senso ha scrivere?
      Potrei tenere le mie informazioni per me ed utilizzare il mio “tempo” godermi la vita esterna di più.
      Come non mi sono affiorati proprio tutti i miei ricordi, come io ancora non so con la certezza quale è la mia missione su questo pianeta davvero ( ho le forti intuizioni), Io non so perchè faccio tutto questo lavoro.
      Unica cosa che posso dire è che mi sento “costretta” di farlo, bisogno di farlo è fortissimo e per colmare quella pressione interiore, io continuo a scrivere.
      Non voglio nascondermi dietro le frasi fatte tipo ” Lo faccio per aiutare gli altri.” Non posso farlo perchè so che è impossibile aiutare gli altri, come ho detto sopra.
      Ma…. sto continuando, perchè in questo modo mi sento “viva”. Come vedi, Lo faccio per me, per farmi sentire bene. Sono egoista? Forse. Lo scoprirò, sono certa.

  2. Renzo il said:

    Grazie molte cara Tanja.
    Qualcuno disse che chi fa per se fa per tre.
    In effetti, molte volte facendo qualcosa per altri, mi ha portato dispiaceri.
    Credo che la cosa migliore sia fare cio che si sente di “dover” fare, come dici ed offrire al Divino il risultato per amore verso Lui/Lei.
    Non sei egoista, fai per tre come minimo.
    Condividere senza attaccamento ai risultati, infatti per ripulire il Cielo da scie, devo fare in quel modo altrimenti non funziona; devo vivere quel sentimento più profondamente, non solo per ripulire il Cielo ma anche il Cuore.
    Un abbraccio.
    Renzo

  3. La mia opinione è…….
    Fare è ciò che ci rende Essere. Facendo si E’. Per questo lo fai e per questo lo facciamo tutti perché è il nostro bisogno di Essere che ci spinge a farlo. LOL alla fine è un gioco di parole. Va buò a parte ciò, condividere è una opzione che mi piace. Da non confondere con “confrontare”. Quello non mi piace. Quindi se possiamo affermare che stiamo nel Gioco, ho la vaga sensazione che ci conviene Giocare. E giochiamo!
    Un abbraccio

Lascia un commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.