L’INIZIO DELLA FINE

Campsite

 

JASON SPEAKS:

Ad un certo punto in mezzo a tutto ciò che Sandy vi ha raccontato finora, avevamo anche deciso la nostra prima destinazione, l’Oceano Pacifico. Decidemmo di fare il più possibile campeggio per essere vicini a Madre Natura. Eravamo troppo eccitati per fermarci in quello che avevamo deciso fosse la nostra prima sosta, così guidammo tutta la notte ed iniziammo l’avventura nel secondo punto stabilito.
Ci arrivammo la mattina presto, scegliemmo uno spiazzo, ci sdraiammo sul retro del furgoncino nuovo e ci addormentammo all’istante. Ci svegliò dopo qualche ora un Ranger per la registrazione ed il pagamento. Eravamo ancora molto agitati e non riuscimmo ad addormentarci, quindi preparammo l’accampamento.
Avevamo deciso di fermarci lì alcuni giorni per rilassarci dopo tutta l’agitazione degli ultimi due mesi. Ma non avevamo calcolato le emozioni che vennero in superficie non appena cessò la frenesia e ci rendemmo conto dell’enorme responsabilità della nostra missione.
Entrambi ci sentimmo ad un punto di transizione in cui eravamo terrorizzati, eccitati, sollevati, tristi e felici. Poiché le emozioni erano così diverse ed intense, non riusciamo a rimanere sulla serenità. Avevamo dei brevi momenti di felicità, ma poi una confusione di pensieri entrava a disturbare quel momento di pace.
Per tutta la vita avevamo cercato, ricercato, curato ed elaborato. Quindi non sapevamo creare ed accettare una vita che NON fosse basata sul “duro lavoro finalizzato verso un obiettivo”. Naturalmente avevamo passato delle bellissime avventure oltre il tempo, ma non avevamo creato noi quella vita. La nostra vita era cambiata dopo che avevamo traslocato, ma dovevamo comunque lavorare. Ora che nella nostra vita era arrivato un supporto economico, non avevamo idea su dove cominciare.
Dopo aver sistemato tenda ed accampamento, dubbio e confusione ci stesero, quindi entrammo nella tenda per un “riposino”. Entrammo invece in un profondo stato di trance e vedemmo l’Arturiano all’interno della tenda. Era nella Sua forma primaria di essere nebuloso pieno di luccichii, ma in modo condensato per stare dentro la tenda. La trance divenne anche più profonda quando l’Arturiano iniziò a parlarci.
“Vi eravate dimenticata che noi vi abbiamo aiutato per tutta la vita? Ci rendiamo conto che entrambi vi trovate in un momento fondamentale dell’esistenza. State per fare ciò che avete sempre avuto paura di fare. E di cosa parliamo? State per LASCIARE ANDARE!
“Vi sentiamo pensare, ‘Cosa stiamo per lasciar andare.’ State per lasciar andare l’ego. Come sarà lasciar andare l’ego? Che sensazione vi darà e cosa penserete? L’ego vi ha tormentato, ma anche stimolato per raggiungere tutto ciò che avete fatto. Sì, l’ego guidava, anche se vivevate anche nella resa. Siete riusciti ad arrendervi nello spazio del cuore, ma i pensieri, soprattutto quelli legati all’ambizione ed alla paura (che sono uguali) erano guidati dall’ego.

“Non diciamo che questo fosse sbagliato. Non ci sono cose buone o cattive nella realtà che ORA state creando. C’è solo la vita – la vita che VOI avete creato. Vi siete creati una vita meravigliosa, ma ora creerete una vita per i vostri SE’ Multidimensionali sulla Terra fisica. Per completare la vostra missione, dovete arrendervi totalmente all’UNO dell’ADESSO.”

“Come si fa?” chiedemmo insieme con il pensiero.
“Per potervi fondere con tutta la vita, cominciando dagli elementi e dagli elementali, dovete diventare Maestri del vostro campo energetico. Siete diventati consapevoli di essere le espressioni fisiche di Mytre e Mytria che sono ascesi alla coscienza di quinta dimensione molto prima della vostra attuale Timeline.
“Ma quando siete occupati nel raggiungere un obiettivo, nel faticare, nel lavorare e nel creare, potete anche dimenticarvi di essere già Maestri del vostro campo energetico nell’espressione superiore del SE’ Multidimensionale. Quando vi ricordate di essere anche VOI Maestri Ascesi su una frequenza superiore del SE’ Multidimensionale, percepite il vostro veicolo fisico come un collegamento con la realtà di terza dimensione di cui siete al servizio.
“Parliamo di servizio perché il vostro SE’ Maestro Asceso non ha più bisogno di prendere una tuta terrestre per fare esperienza. Prendete una tuta terrestre solo per servire il pianeta su cui avete preso quella forma. Come Maestri Ascesi non avete più bisogno di una tuta terrestre per evolvere, apprendere od espandere la coscienza. La vostra evoluzione, l’apprendimento e l’espansione non avvengono più nella terza/quarta dimensione, ma nella quinta dimensione ed oltre.
“Però la tuta terrestre che il vostro SE’ asceso sta indossando può sentirsi confusa. Vedete, in una realtà in cui vi siete spostati nell’iniziazione all’ascensione, di solito amate proprio la vita. Invece l’Era dei Pesci è piena di storie di grande sofferenza da parte di chi ascendeva, ma ciò era causato solo dal livello di percezione di chi osservava la loro ascensione.
“Da una parte nell’Era dei Pesci si viveva ‘l’adorazione’ delle forze superiori. Siccome il Kali Yuga, gli ultimi 2000 anni del Grande Ciclo, è lontano dalla luce, esso è principalmente focalizzato sull’oscurità. E’ il ciclo in cui le polarità sono molto estremizzate e la Verità è molto distorta. Per fortuna, voi e tutti gli altri Maestri che ritornano al vero SE’ siete liberi dalle influenze del Kali Yuga.
“Voi ora vi trovate nell’Età dell’Oro, in cui intere società e nel vostro caso tutto il pianeta, possono ascendere oltre le illusioni della polarità. Liberi dall’illusione della polarità, voi vi ricordate di percepire ciò che si trova in mezzo a ciò che avevate in precedenza osservato quali opposti. In questo modo, chi ascende può trovare quel luogo centrale di pace e amore incondizionato e scegliere di vivere lì.
“Poiché l’ingresso nell’Età dell’Oro è appena avvenuto all’interno della vostra illusione del tempo, il vostro ego umano è ancora abituato a essere la guida della vostra vita. Affinché le espressioni superiori del SE’ sostituiscano l’ego in qualità di Capitano della vostra tuta terrestre, dovete amare incondizionatamente il vostro ego, perdonare incondizionatamente il vostro ego ed accettare incondizionatamente il vostro ego.
“L’accettazione incondizionata può portare confusione. L’accettazione del sé per ciò che siete esattamente ADESSO è un concetto completamente nuovo che NON esisteva durante il Kali Yuga, che è da poco terminato per il vostro senso umano del tempo. Per la maggior parte delle vostre attuali incarnazioni, ed anche per la maggior parte delle vostre incarnazione degli ultimi 2000 anni, dovevate sempre migliorarvi, perché non eravate ‘abbastanza bravi’. Questa logica già sembra sbagliata per la vostra coscienza in espansione, ma ricordatevi ora quanto fosse vera prima del vostro risveglio.”
Io so che sia io che Sandy avevamo questa idea di noi stessi. La nostra transizione dal “non essere bravi abbastanza” ad “amare noi stessi incondizionatamente” era avvenuta nel periodo trascorso con le nostre espressioni superiori del SE’.
“Sì”, proseguì l’Arturiano, “E ora il vostro mondo è sulla soglia dell’ADESSO, che significa il NON TEMPO. Per quante più vite di quelle che riuscite a contare,adesso ha voluto dire che era ‘ora di fare qualcosa.’ Quindi, il salto nell’ADESSO che significa ‘non tempo’ è estremamente nuovo per la memoria di terza dimensione delle vostre innumerevoli incarnazioni nelle Timeline precedenti questa Età dell’Oro.
“Nelle altre vostre incarnazioni sulla Terra, adesso significava che qualcosadoveva essere fatto. Questo salto cognitivo dall’adesso che significa dovete farlo ora, ad ADESSO che è il non tempo di quinta dimensione e oltre, può essere difficile per i nostri coraggiosi abitanti della Terra in ascensione.
“L’azione del ‘fare’ si sta trasmutando nel sapere di ‘essere’. Per tutte le vostre incarnazioni fisiche sulla Terra di terza/quarta dimensione, lo stato dell’essere NON era un’azione. Dovevate usare i muscoli, la fatica, la concentrazione e le azioni per creare qualcosa nella vostra realtà.
“All’interno del vostro ADESSO, che sta per trasmutarsi nella quinta dimensione, NON è il fare del corpo fisico che crea il vostro mondo, ma la frequenza di ciò che siete a creare il vostro mondo. La frequenza di ciò che siete è determinato dallo stato della coscienza.
“ADESSO vi trovate sulla soglia di questa transizione. Quindi è ancora necessario agire, anche se vi state accorgendo che lo stato di coscienza determina le azioni. Se siete sintonizzati su uno stato superiore della coscienza, le vostre azioni fluiscono in modo creativo. Invece se vi trovate in uno stato di coscienza basso, le azioni incontrano tante resistenze e vi sentite che state ‘faticando troppo’.
“Per mantenere uno stato alto della coscienza, i pensieri e le emozioni devono essere allineati tra loro. Ma c’è anche un altro fattore. Lafrequenza su cui i pensieri e le emozioni sono allineati è importantissima. Se i pensieri hanno una frequenza elevata e cercano di rimanere collegati con il SE’, ma le emozioni sono incastrate in una versione egoica di paura, la vostra attenzione sarà “separata” tra due direzioni diverse.
“Se le emozioni sono originate dall’amore ma i pensieri provengono dalla paura, spingerete l’acceleratore tenendo l’altro piede sul freno. Molti tra quelli che stanno ascendendo sono in questa situazione. Vi ricordate che quando inizialmente eravate impegnati in un compito difficile, non riuscivate a parlare mentre lo svolgevate? Riuscivate solo a fare il nuovo compito. Se aggiungevate un altro compito, la vostra concentrazione veniva interrotta e non riuscivate a continuare in modo efficace il nuovo compito.
“Ora vi viene chiesto di vivere la quotidianità nella stessa realtà che avete conosciuto per una vita intera, mentre contemporaneamente entrate in una frequenza di realtà con un sistema operativo completamente diverso. Cosa succederebbe al vostro computer se teneste il vecchio sistema operativo in funzione mentre ne usate anche uno nuovo, completamente diverso?
“Il computer si confonderebbe talmente tanto che probabilmentecollasserebbe. Vedete che molti tra chi sta ascendendo si sentono come se dovessero collassare. In effetti, tutti voi collasserete e state collassando continuamente, che è il motivo per cui i pensieri sono sia illuminati che confusi e le emozioni scorrono dalla gioia alla paura.
“Vi trovate nel processo di passare dal sistema operativo del cervello di terza dimensione al sistema operativo della mente multidimensionale. Quindi entrambi i sistemi sono in grande transizione. Durante questa transizione vivrete dei brevi momenti in cui i due cervelli saranno allineati. Dentro quel momento la mente multidimensionale può collegarsi al cervello di terza dimensione per creare delle sensazioni di euforia e pensieri altamente creativi.
“E’ in questi momenti di temporanea connessione che voi vedete un barlume della nuova VITA del nuovo VOI. La difficoltà la vivete quando i due sistemi operativi sono fuori allineamento e voi “collassate”. Vi ricordo ora, in questi primi momenti del collasso, in cui riatterrate nel sé 3D, di riportarvi sull’allineamento temporaneo, e poi pensate che è necessario esercitarsi.
“Inviate al sé 3D un po’ di amore incondizionato extra, il perdono incondizionato per essere scivolato temporaneamente fuori allineamento e accettazione incondizionata per l’immenso processo per cui vi siete offertivolontari. Ricordatevi che è stato il VOI Maestro Asceso che si è offerto volontario per aiutare il pianeta Gaia, sul cui corpo avete indossato diverse tute terrestri per innumerevoli incarnazioni fisiche.
“Ci sono anche Esseri Ascesi che sono nuovi su Gaia. Essi sono venuti sulla Terra ADESSO perché è il loro servizio speciale aiutare ogni forma di vita nell’ascendere alle proprie espressioni superiori del SE’. Sia questa sia la vostra prima incarnazione sulla Terra o una di tante incarnazioni terrestri, VOI vi siete offerti volontari per aiutare l’enorme sforzo di lasciar andare gli influssi legati all’abitudine di essere SOLO fisici.
“Sia che i nostri volontari sono nuovi a questa esperienza o che la abbiamo già vissuta in precedenza, essi sono TUTTI insieme nell’ADESSO dell’UNO. Quindi vi chiediamo di guardare la vostra vita con gli occhi dell’amore incondizionato per vedere anche altri che si sono offerti volontari per aiutare la transizione di Gaia.
La frequenza all’interno della tenda aveva alzato tanto la temperatura. Io e Sandy uscimmo velocemente per rifugiarsi all’ombra e così incocciammo nella persona che era venuto ad aiutare Gaia, e noi. Era il nostro amico lemuriano, Lantern.
MESSAGGIO DA SUE:
Una buona parte del messaggio che Sandy e Jason hanno ricevuto dentro la tenda, io l’ho ricevuto in salotto. I messaggi che mi stanno arrivando ultimamente da parte degli Arturiani si stanno direzionando verso qualcosa di nuovo, ma non so descrivere cosa sia. So quello che spererei che fosse, e a causa di questa speranza, non sono sicura se si tratta di una mia interpretazione, perché voglio che sia così, oppure è veramente ciò che intendevano gli Arturiani. Quindi presento i messaggi come li ricevo e lascio che i lettori scelgano per sé.

http://suzannelieinitalian.blogspot.it/2014/06/linizio-della-fine-messaggio-arturiano.html

SPIRITUALITA' , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente Gli Angeli della Nuova Terra Successivo E' tempo per le decisioni

2 commenti su “L’INIZIO DELLA FINE

  1. Renzo il said:

    Bella esperienza, grazie, mi riconosco in ciò e trovo molti spunti di valido aiuto.
    Un caro saluto a tutti.
    renzo

  2. giulia il said:

    Ho avuto 3 sogni “strani” non uno dopo l’altro: 1. ricordo che una volta mi trovavo in una grotta marrone e umida e ero davanti al buco in cui passava la luce ma visto che era buio mi era difficile vedere con esattezza che davanti a me c’era una creatura rettiloide,con un viso terrificante, di verde scuro militare. 2. Un’altra volta mi trovavo nel mio bagno ed ero in compagnia di due persone, un maschio e una femmina, che mi spiegavano come funzionava il destino, come ogni piccola scelta che facciamo cambia molto le cose che poi accadono, e per farlo avevano usato un mio calzino, però non mi ricordo come; avete presente Matrix? che per ritornare alla realtà devono telefonare e se sentono lo squillo rspondono? anche qui sentii uno o due squilli e loro si volatizzarono dal mio bagno. 3. Mi trovavo sul tetto di un palazzo, di cui l’uscita finiva con un piccolo comignolo. Ero stata posizionata davanti al muretto perchè dovevano giustiziarmi, ero sèaventata e pronta a morire. Non ricordo chi avevo davanti ma all’improvviso 3 navicelle aliene, 2 ovali e una sigaroforme con scritte verdi ai fianchi, uccisero chi mi voleva morta.
    p.s.: proprio prima ho sognato di conversare con obama su quello che sta veramente succedendo…

I commenti sono chiusi.