Energia maschile e femminile

mef2

Si sente spesso parlare di energia maschile e di energia femminile come la principale suddivisione energetica della realtà. Ma cosa sono esattamente queste due energie?

Cari amici, mi dà grande gioia essere di nuovo con voi. Sono così felice di trovarmi in vostra compagnia. Voi avete la tendenza ad ammirare me o altri esseri come me come maestri, ma noi non la vediamo in questo modo. Vi vediamo seguire il vostro sentiero sulla terra in un periodo difficile, un periodo in cui molte cose stanno cambiando, e vi vediamo crescere verso la vostra maestria. Vi vediamo diventare i maestri che ancora a volte osservate con rispetto. Ed è di questo che si tratta – scoprire la vostra propria maestria! Non seguite alcun maestro che vi viene messo davanti dalla tradizione o dai libri o da qualcosa che qualcun altro vi sta dicendo. Scoprite la vostra propria maestria – è questo il nocciolo dell’intera faccenda.

Oggi vorrei parlarvi di un argomento che ha origini lontane nella vostra storia: le energie del maschile e del femminile. Queste sono delle energie vecchie, e stanno accadendo molte cose intorno ad esse proprio ora.

Prima vorrei dire qualcosa riguardo alla natura del maschile e del femminile. Queste energie sono due aspetti dell’Uno. Pertanto esse non sono in realtà opposte o dualistiche; sono due facce di un’unica energia.

L’energia maschile è l’aspetto che è focalizzato verso l’esterno. È quella parte di Dio o di Spirito che dà spinta alla manifestazione esteriore, fa sì che lo Spirito si materializzi e assuma forma. Perciò l’energia maschile conosce una potente forza creativa. È naturale per l’energia maschile essere altamente focalizzata e orientata verso uno scopo. In questo modo l’energia maschile crea individualità. L’energia maschile vi permette di separarvi dall’Uno, dall’Insieme, e stare soli ed essere un individuo specifico.

L’energia femminile è l’energia di Casa. È l’energia della Sorgente Primaria, la Luce fluente, puro Essere. È l’energia che non si è ancora manifestata, l’aspetto interiore delle cose. L’energia femminile avvolge tutto ed è oceanica; non differenzia né individualizza.

Ora, immaginate l’energia del femminile che diventa consapevole di un certo movimento dentro di sé, una leggera agitazione, un desiderio di… rivolgersi all’esterno, superare i propri limiti, muoversi al di fuori di se stessa per ottenere esperienza. C’è il desiderio di qualcosa di nuovo, di avventura! E poi da lei arriva un’energia che risponde a quel desiderio. Si tratta dell’energia maschile che vuole servire e aiutarla a manifestarsi nella materia, nella forma. L’energia maschile definisce e dà forma all’energia femminile, e per via della loro cooperazione la somma totale delle energie può prendere una direzione completamente nuova. È possibile creare una nuova realtà, in cui tutto può essere esplorata e sperimentata, in forme di manifestazione che cambiano costantemente.

La danza del maschile e del femminile produce lo spettacolo fluttuante della realtà creata, della vostra creazione. È uno spettacolo di grande bellezza, in cui l’energia maschile e quella femminile si adorano e celebrano la loro collaborazione e la loro unione giocosa. Ed è così che dovrebbe essere. L’energia maschile e quella femminile appartengono insieme, sono due aspetti dell’Uno, e insieme esse celebrano la gioiosa manifestazione che la Creazione dovrebbe essere.

È stato detto che nella realizzazione finale di chi siete, l’unica verità che conta è: IO SONO. E in questo mantra mistico, si fondono esattamente quei due aspetti. Nell’IO c’è l’energia maschile, nel SONO c’è l’energia femminile. L’IO è quello che contrae, differenzia. Dà centratura, dà direzione, individua; IO, non l’altro, IO. E poi SONO. SONO è oceanico, racchiude tutto. Riflette l’oceano di Casa, l’energia femminile, la fonte inesauribile che non conosce limiti, non conosce differenziazione. L’aspetto fluente e d’unione è il nucleo dell’energia femminile. Nell’IO SONO, il maschile e il femminile si incontrano e beatamente uniscono le loro energie.

Ora, nella storia dell’umanità e già prima che l’umanità esistesse, nacque un conflitto tra il maschile e il femminile. Non entrerò nel dettaglio dell’origine di questo conflitto adesso. Ma nella vostra storia c’è un allontanarsi delle energie maschili e femminili, così che esse si presentano come forze opposte. Il simbolo yin-yang dimostra benissimo la situazione reale. Nel maschile c’è sempre un nucleo del femminile e nel femminile c’è un nucleo del maschile, proprio come c’è un puntino bianco nel nero e un puntino nero nel bianco. Ma nel corso della storia, questa unità mistica del maschile e del femminile è stata dimenticata e queste energie sono diventate opposte tra di loro, come il bianco e il nero. L’unità sottostante non è più stata riconosciuta.

In questo momento vi trovate nell’ultima fase di questa storia di conflitto, in cui l’energia maschile per secoli ha giocato il ruolo del perpetratore. L’energia maschile sta recitando da tempo un ruolo in cui opprime, mutila e distrugge l’energia femminile. Non è sempre stato così. Ci sono stati dei tempi in cui l’energia femminile ha avuto il coltello per il manico ed ha ingiustamente manipolato e governato l’energia maschile. Ma quei tempi sono passati. Il conflitto prese un’altra svolta ad un certo punto e i ruoli di perpetratore e vittima furono invertiti. L’energia maschile è stata al potere per molto tempo ora ed ha usato male questo potere, in maniera tale che l’energia femminile è stata indebolita e non si rende conto più dell’integrità del suo Essere. Ogni volta che il maschile e il femminile sono in conflitto, la disintegrazione di entrambi è inevitabile. Laddove il femminile viene sempre più vittimizzata e si perde nella negazione di sé, l’energia maschile si perde nella violenza spietata e in quel tipo di aggressione che conoscete dalle tante guerre del vostro passato.

Il maschile e il femminile dipendono l’uno dall’altro. Quando si danno battaglia, le conseguenze sono disastrose. Ma i tempi stanno cambiando. Dal diciannovesimo e dal ventesimo secolo in poi, l’energia femminile sta riguadagnando la sua forza ed elevandosi al di sopra del ruolo della vittima. Questa risurrezione proviene dal profondo intimo dell’energia femminile. Finalmente essa ha raggiunto il limite esterno della negazione di sé. A questo punto si è guardata in faccia ed ha affermato: fin qui e non oltre. 

A proposito, è così che vanno le cose sempre nella dinamica tra vittima e perpetratore. Il cambiamento inizia quando la vittima si rifiuta di accettare ancora. Il perpetratore potrebbe benissimo mantenere il suo ruolo più a lungo, poiché ha meno motivo di smettere. La rivoluzione inizia laddove la vittima si rifiuta di accettare ancora e finalmente si riprende il proprio potere. In tutte le situazioni di repressione, per esempio di donne nella loro famiglia o nella società, il vero momento di cambiamento è quando la donna – o l’energia femminile dentro la persona – decide da sé: non sopporterà più questa cosa. È allora che il cambiamento ha inizio sul serio. Ogni misura esterna è inutile fino a quando non si presenta questo momento.

L’energia femminile è sorta e la sua stella sta salendo.

A dire il vero, la questione più urgente in quest’epoca è la trasformazione dell’energia maschile!! È arrivata l’ora di dare una nuova definizione all’energia maschile. Avrei potuto benissimo intitolare questa canalizzazione “la rinascita dell’energia maschile”. Perché voglio sottolineare che è soltanto nell’unione con un’energia maschile matura ed equilibrata che l’energia femminile potrà fiorire di nuovo.

Nel secolo passato e anche prima, l’energia femminile ha riguadagnato potere e forza. Ha iniziato a prosperare in un modo nuovo e più equilibrato. Nonostante la disparità dei sessi che è ancora presente nella vostra società, l’ascesa dell’energia femminile è inarrestabile. Tuttavia, l’energia femminile non può ottenere piena forza e vitalità senza la collaborazione con l’energia maschile. Questo vale sia per il livello collettivo che per l’individuo. L’energia femminile non può fare il passo finale senza il sostegno dell’energia maschile e la connessione con essa. Questo non è dovuto ad una debolezza insita nell’energia femminile. È dovuto alla natura essenziale delle energie maschili e femminili: al fatto che sono interconnesse e possono realizzare i loro potenziali più brillanti soltanto in collaborazione. Ecco perché è imperativo ora che l’energia maschile riformuli se stessa e si avventuri nel nuovo!

Se osserviamo l’interazione tra il maschile e il femminile ad un livello collettivo, l’energia femminile è adesso in una posizione d’attesa. Lei attende. Attualmente, all’interno dell’energia maschile collettiva, è in atto una lotta tra il vecchio e il nuovo. Dentro l’energia maschile collettiva sta sorgendo una nuova ondata d’energia, che onora e rispetta l’energia femminile. Questa nuova ondata di energia maschile vuole unirsi al femminile ed entrare insieme nella Nuova Era. Ma allo stesso tempo un’ondata più vecchia di energia maschile è ancora attiva e sta cercando di persistere. Questa energia è chiaramente all’opera nella serie di attacchi terroristici che hanno avuto luogo in tutto il vostro mondo. L’energia maschile nel suo vecchio ruolo dell’aggressore senza cuore sta così mostrando il suo lato cattivo. In coloro che commettono questi orribili attacchi ci sono delle emozioni molto oscure: aggressività, rabbia e, nello stesso tempo, estrema impotenza e debolezza. È per questa estrema impotenza che essi ricorrono a dimostrazioni di potere del tipo più brutale e distruttivo. Questa energia maschile di cui stiamo parlando sta vivendo l’agonia della sua morte. Essa percepisce che sono in atto degli importanti cambiamenti collettivamente e che l’umanità è sulla soglia di una nuova era.

Uno dei problemi che state affrontando ora, mentre state crescendo verso una cooperazione più equilibrata tra il maschile e il femminile, è come trattare questo tipo di energia spietata. Che cosa intendiamo fare con questa vecchia energia maschile, che nella sua caduta sta cercando di creare quanto più caos e distruzione possibile? Permettetemi di dire questo: la sua caduta è un dato di fatto. La battaglia è stata persa dalla vecchia energia maschile, ma non si arrenderà facilmente e resisterà fino all’ultimo con aggressività e spietati tentativi di ottenere il dominio.

Molto dipenderà da come sarà l’atteggiamento interiore collettivo verso questi aggressori. Lascerete che la rabbia e l’impotenza entrino nel vostro campo d’energia come risposta agli atti di violenza? Allora vi aprirete al campo d’energia degli aggressori. Nello stesso istante in cui vi sentite sopraffatti dalla rabbia e dal risentimento verso loro, essi avranno raggiunto il proprio obiettivo. Allora verrete risucchiati nella loro vibrazione energetica e sareste disposti ad uccidere anche voi: ad uccidere gli assassini degli innocenti. Tutto questo è perfettamente comprensibile, ma è essenziale comprendere che cosa sta accadendo qui. Non appena ci sono delle emozioni intense che sorgono, è saggio fare una pausa, in silenzio. Ritornate alla parte calma, saggia, di voi e chiedete: che cosa sta succedendo davvero qui? Ora è tutta questione di saggezza e discernimento, della vostra capacità di vedere attraverso le cose e sentire che cosa c’è in gioco in realtà. Le forze terroristiche non prenderanno il controllo del mondo; la vecchia energia maschile ha servito il suo tempo e l’ora della sua morte è prossima.

Il messaggio più importante che io abbia riguardo al terrorismo, a questa manifestazione di vecchia aggressività maschile, è: rimanete consapevoli! Non lasciatevi destabilizzare da emozioni di impotenza, ossia facendovi vittimizzare. Sappiate che nessuno sarà toccato da questa energia aggressiva, se non le permetterà di entrare nel proprio campo d’energia. Se non reagite con rabbia o odio, non l’attirerete a voi. Sarete al sicuro e protetti dalla vostra stessa luce.

Ora vorrei prestare attenzione al livello individuale più terreno, il livello a cui affrontate le energie maschili e femminili dentro voi stessi. Perché anche al livello individuale c’è stata una lotta tra queste energie. Tutto quello che accade collettivamente rispecchia i processi al livello individuale.

Per illustrare l’importanza dell’equilibrio tra il femminile e il maschile al livello individuale, parlerò dei centri d’energia presenti in ogni essere umano, chiamati anche chakra. Ce ne sono sette, che voi conoscete attualmente, e sono situati lungo la spina dorsale, dall’osso sacro fino alla corona. Tratterò ognuno di questi chakra brevemente per mostrarvi che sono tutti caratterizzati da un’energia del tipo prevalentemente maschile o femminile.

Il chakra dell’osso sacro (di base) è il centro energetico che vi connette con la terra. L’energia in questo chakra arriva fino alla terra e vi permette di manifestare l’energia della vostra anima in forma fisica al livello materiale, denso, di realtà. Considerando il tipo d’energia del chakra di base, che si rivolge verso l’esterno e si manifesta, potete chiamarlo un chakra prevalentemente maschile. Un chakra non è mai completamente maschile o femminile, ma si potrebbe dire che l’energia maschile ha il coltello per il manico qui.

Il secondo chakra è chiamato il chakra dell’ombelico ed è il centro delle emozioni. Questo centro vi permette di vivere emozioni, cambiamenti di stati d’animo, in breve, tutti gli alti e i bassi della vita emotiva. Si tratta di un centro ricettivo. Ecco perché lo chiamo un centro femminile, un chakra in cui domina il flusso d’energia femminile.

Il terzo chakra, chiamato anche il plesso solare, è un centro d’azione e di creazione. Questo è il centro che si rivolge verso l’esterno e permette all’energia di manifestarsi nella realtà fisica. Potreste paragonarlo al sole, l’emissione di raggi e il potere della luce gialla (il colore naturale del terzo chakra è il giallo). Nel plesso solare i vostri pensieri, idee e desideri vengono trasformati in manifestazioni esteriori. È il chakra dell’azione e dell’espressione verso l’esterno. È anche la sede dell’ego, ovvero della personalità terrena, senza implicazioni negative. L’energia predominante è quella maschile.

Il chakra del cuore è un centro ricettivo, come il chakra dell’ombelico, ed ha la speciale capacità di collegare diversi flussi d’energia. È il centro in cui le energie dei tre chakra inferiori (realtà terrena) e le energie dei tre chakra superiori (realtà cosmica) si connettono. Il cuore è il ponte tra la mente (testa) e l’emozione (pancia). Dal cuore siete inoltre in grado di connettervi con gli altri e trascendere voi stessi. Il cuore trascende le frontiere dell’ego e vi permette di sentire l’unità con qualunque cosa all’esterno di voi stessi, persino con Tutto Ciò Che È. Il chakra del cuore è l’ingresso dell’energia di Casa. È chiaramente un centro di collegamento ed è pertanto prevalentemente femminile.

Il chakra della gola è maschile. Da questo centro, attraverso le parole, il pianto, il riso, il canto, l’urlo, ecc, viene data una forma fisica ai suggerimenti, alle idee e alle emozioni interiori. Qui la vita interiore viene espressa esternamente comunicando attraverso la voce e il linguaggio. Questo centro vi permette di far conoscere agli altri la vostra vita interiore per mezzo di segnali fisici: parole, suoni, concetti. È un centro di manifestazione che vi permette di focalizzare la vostra energia esternamente sul piano fisico. È anche un centro di creatività.

Il sesto chakra, chiamato anche il “terzo occhio”, che è situato in mezzo alla vostra fronte, è di nuovo femminile. Esso riceve impressioni intuitive, extrasensoriali, e trascende i limiti della materia (i cinque sensi fisici). È la sede della chiaroveggenza, della percezione extrasensoriale, ecc. Attraverso questo centro potete sentire l’energia di un altro – le emozioni, i dolori, le gioie – come vostre. Con questa capacità di empatia, voi trascendete i limiti dell’ego e vi connettete con “ciò che è non-voi”.

Infine c’è il chakra della corona, sulla sommità del capo. Questo chakra non è né maschile né femminile. O potremmo dire: è entrambi. In questo chakra, vi elevate al di sopra della dualità del maschile e del femminile. Il chakra della corona è una combinazione interessante di entrambe le energie. Quando questo chakra è in equilibrio, la coscienza in esso è in uno stato di ricezione quanto in espansione. C’è un’espansione “verso l’alto”, in altre dimensioni, dove esso cerca significato o sostegno spirituale, o in strati più profondi del Sé. E allo stesso tempo c’è una ricettività quieta e tranquilla, un sapere che le risposte arriveranno per tempo. È un tipo di coscienza che è sia altamente focalizzata sia altamente ricettiva. In questo “stato d’animo” vi avvicinate molto all’unità sottostante delle energie maschili e femminili, l’energia dello Spirito o di Dio.

Ho abbozzato in maniera molto semplice il movimento dei flussi di energia maschile e femminile attraverso il corpo energetico dell’essere umano. Ora desidero parlare dei tre chakra inferiori in particolare. Questi sono i chakra che sono più connessi con la terra, sono maggiormente coinvolti nell’essere nel regno terreno. Quest’area dei tre chakra inferiori è di estrema importanza nel vostro cammino interiore verso la guarigione, perché in quest’area ci sono i traumi e le cicatrici emozionali più profondi.

Spesso sentite che siete esseri terreni che si stanno aprendo allo spirituale. Ma noi lo vediamo al contrario. Voi siete essere spirituali che si stanno aprendo alla terra. La terra è una destinazione brillante, un diamante nascosto che deve ancora rivelare la sua vera bellezza. La terra è la Terra Promessa!

Il Cielo è il vostro luogo di nascita. Ma voi non ritornerete allo stato di coscienza che ricordate come “Casa” o “Cielo”, allo stato dell’essere puramente spirituale. L’avventura della Creazione vi porta a nuove destinazioni; vi state espandendo e progredendo sempre verso un tipo di coscienza totalmente nuovo. (Abbiamo parlato di questo in precedenza, nell’ultimo capitolo della Serie degli Operatori di Luce.) La terra è una parte essenziale di questo viaggio.

Tuttavia, nelle vostre manifestazioni sulla terra e nei vostri tentativi di esprimervi lì, avete sofferto grandi dolori. Quasi tutti avete delle profonde ferite emozionali nei tre chakra inferiori causate dalle esperienze di rifiuto, violenza e abbandono. Questo può essere accaduto nelle vite passate come pure in questa vita. Quasi tutti i blocchi energetici nei chakra superiori sono relativi alle ferite emozionali nei tre chakra inferiori.

Prima di tutto parlerò un po’ del chakra dell’osso sacro. La vostra connessione con la terra è diventata emotivamente oppressa, specialmente per gli operatori di luce. Siccome avete incontrato grave resistenza durante molte vite, c’è molta paura e riserbo in voi, quando si tratta di radicarvi davvero. Radicarvi significa essere pienamente presenti nei vostri corpi terreni ed esprimere la vostra intima ispirazione nella realtà materiale. La vostra resistenza a radicarvi pienamente è stata discussa in precedenza (nella serie degli Operatori di Luce). Ciò ha principalmente a che fare col vostro “essere diversi” ed essere stati rifiutati per questo.

Nel secondo chakra, il centro emozionale, siete stati profondamente influenzati anche da esperienze di essere minacciati o abbandonati (letteralmente o emotivamente) e dall’essere stati duramente limitati nell’espressione di voi stessi.

Con questi fardelli traumatici nei due chakra inferiori, il plesso solare (il terzo chakra) è anch’esso pesantemente intaccato. Il plesso solare ha a che fare con la forza vitale, l’energia creativa e il potere. Voi avete pochi esempi di quello che significa il vero potere. Con questo intendo potere che non è aggressivo e distruttivo. Nel chakra del plesso solare spesso vedete che una persona si manifesta in maniera aggressiva, controllante, o in maniera sottomessa, esageratamente modesta. Entrambe le maniere sono il risultato di sentimenti di impotenza sottostanti, che si originano nel primo e nel secondo chakra ferito. Nel terzo chakra si tratta di trovare un modo equilibrato di trattare il potere e il controllo, si tratta di un ego equilibrato.

Ego è okay! L’ego ha una funzione appropriata; esso dà alla vostra coscienza la focalizzazione che vi mette in grado di creare e manifestare come l’individuo separato che siete. Sì, voi siete parte di un Insieme più grande, ma siete anche “io”, separato e diverso da chiunque altro. L’ego è un complemento necessario alla parte spirituale di voi che trascende l'”io”. L’energia dell’ego è pienamente rispettabile e giustificata nella realtà energetica in cui vivete. Il vero potere sta nel gioioso allineamento dell’ego e dello Spirito.

L’area dei tre chakra inferiori è la più importante nell’auto-guarigione e nella crescita interiore. La più grande sfida spirituale che avete ora è prendervi cura di quest’area ferita in voi stessi. Meditare per trascendere la realtà fisica o per connettervi con livelli cosmici sfuggenti, non è il vostro obiettivo principale ora. Il vostro obiettivo è di dare la vostra più gentile comprensione e il vostro più amorevole sostegno a quel bambino interiore ferito dentro di voi e ristabilire la sua bellezza e allegria. Questo è il vostro viaggio spirituale; qui sta il tesoro più grande. Amare e rispettare il lato umano di voi stessi, la parte bambina di voi, è la vostra via verso la compassione e l’illuminazione divina.

Vorrei attirare la vostra attenzione sul fatto che entro quest’area energetica, due dei tre chakra coinvolti sono maschili. Questo dimostra che, specialmente per quanto riguarda le energie maschili dentro ognuno di voi, c’è da fare molta opera di guarigione. Perciò il mio messaggio a voi adesso è: guarite l’energia maschile dentro di voi! L’energia femminile sta recuperando e acquistando in molti modi la forza necessaria per esprimersi pienamente ed eccelsamente. Le qualità femminili di intuizione, sensibilità e connessione sono apprezzate sempre di più, individualmente come pure collettivamente. Ma non è così chiaro che aspetto abbia un’energia maschile equilibrata. In qualche modo l’energia maschile si è persa nelle false immagini di cosa significhi “essere un uomo”, in stereotipi che si riassumono sempre nel potere attraverso l’aggressione. È importantissimo riconoscere ed esprimere la vera natura dell’energia maschile. Il lato femminile ha ora bisogno dell’energia maschile equilibrata per poter realizzare appieno il proprio ruolo. L’energia femminile è in attesa, non solo al livello collettivo ma anche al livello individuale. L’energia femminile sta uscendo dal suo ruolo di vittima, riacquistando la propria autostima, e desidera ora manifestarsi potentemente e gioiosamente attraverso la riunione con il maschile.

Quindi, cos’è allora il potere dell’energia maschile equilibrata? Questo vale per l’energia maschile sia negli uomini sia nelle donne.

Nel primo chakra, un’energia maschile guarita ed equilibrata conduce all’auto-consapevolezza. L’energia maschile non ha più bisogno di lottare e sforzarsi; è presente attraverso l’auto-consapevolezza. La presenza, cioè essere pienamente presente con tutta l’anima, è una qualità essenziale del primo chakra. Essere presenti auto-consapevolmente significa rimanere consapevoli di voi stessi, rimanere centrati, non perdersi nelle opinioni, nelle aspettative o nelle necessità di altri. Si tratta di trovare un equilibrio tra il connettervi con gli altri e l’essere fedeli a voi stessi. Un’energia maschile equilibrata nel chakra dell’osso sacro vi permette di rimanere centrati e consapevoli di voi stessi, mentre interagite con gli altri e con il mondo esterno.

È essenziale sviluppare questa qualità di consapevolezza di sé, perché essa proteggerà e guiderà la vostra energia femminile. L’energia femminile è naturalmente incline a connettersi con gli altri (altri esseri viventi) e ad essere presente con l’altro in una maniera altruista, attenta. L’energia maschile assicura i confini e aiuta a trovare un equilibrio tra il dare e il ricevere. Rispetto alle energie femminili scorrevoli e colleganti, l’energia maschile nel primo chakra gioca il ruolo dell’ancora e della spina dorsale. È il punto del ritorno a casa a voi stessi, il punto di sganciamento dai legami con le altre energie con cui vi siete connessi.

Il plesso solare o terzo chakra gioca lo stesso ruolo in maniera diversa. Questo chakra è, come ho detto prima, il centro d’energia dell’ego. Voi avete ancora dei problemi con questo concetto dell’ego. Tra le anime operatrici di luce in particolare, c’è la tendenza a considerare “superiori” le energie che danno e che trascendono il sé nell’essere umano. Ma non è così. Voi vivete in un mondo in cui due energie giocano insieme e formano i componenti elementari della Creazione. Una è diretta a connettere ed a cercare l’unità, l’altra crea separazione e individualità. E quest’ultima energia è altrettanto vitale e preziosa quanto la prima.

È importante fare pace con l’energia maschile, abbracciare la vostra individualità, la vostra unicità, il vostro essere “io”. Nella vita esiste un “essere soli”, che non ha nulla a che fare con la solitudine, ma ha tutto a che fare col vostro essere “io”, un individuo unico. Abbracciare questo “essere soli” non vi impedisce di vivere una connessione profonda con altri. Se abbracciate realmente la vostra individualità, voi divenite un individuo indipendente, creativo, pienamente nel proprio potere, capace di condividere la vostra energia profondamente con chiunque o qualunque cosa, perché non avete paura di perdervi in essa o di cedere la vostra individualità.

L’energia maschile del plesso solare vi aiuta a diventare veramente creativi e potenziati. È questo che sta aspettando l’energia femminile in voi. La vostra ispirazione sincera vuole farsi conoscere al livello materiale, vuole uscire in una maniera molto terrena per portare notizie di amore e armonia sulla terra. L’energia femminile è la portatrice della Nuova Era, ma ha bisogno della energia maschile equilibrata per manifestarsi realmente e per mettere radici nella realtà materiale. Ecco perché è di estrema importanza che le energie del primo e del terzo chakra siano guarite.

L’energia di un ego sano, il plesso solare guarito, è fiducia in sé. Nel primo chakra c’è la consapevolezza di sé, nel terzo chakra c’è la fiducia in sé. Non si tratta del tipo di arroganza che si vede in un ego gonfiato. Si tratta semplicemente dell’avere fiducia in sé: “Sento di poter farcela!” È essere consapevoli della vostra più profonda ispirazione, delle vostre capacità creative e poi agire di conseguenza. Lasciate che le vostre energie fluiscano al di fuori di voi, abbiate fiducia nei vostri talenti e doni naturali, fidatevi di chi siete e mostratevi al mondo! Specialmente per voi operatori di luce, che avete tanta conoscenza e saggezza interiore, è ora di mostrarvi e non nascondervi più. È ora. Questa è la vostra destinazione e in questo troverete la vostra massima realizzazione.

Fate pace con l’energia maschile dentro di voi. Non esitate ad affermare i vostri diritti, a ricevere abbondanza e a prendervi cura di voi stessi. Siate egotistici, nel senso puro e neutrale della parola. Voi siete un ego, siete un individuo. Non potete e non dovete essere indulgenti e comprensivi per tutto il tempo. Non è spirituale tollerare tutto e qualsiasi cosa. Chiaramente ci sono dei momenti in cui dovete dire di “no” o persino “addio” senza compromettere chi siete. Fate questo senza sensi di colpa o paura e sentite come le energie maschili della consapevolezza di sé e della fiducia in sé vi mettono in grado di permettere che il fiore delicato della vostra energia femminile fiorisca e splenda.

È tutta una questione di collaborazione tra le energie. Le energie maschili e femminili sono andate giù insieme in una lotta lunga e dolorosa. Si eleveranno anche insieme, perché l’una non può essere equilibrata senza l’altra. Adesso che l’energia femminile è pronta a sorgere dalle ceneri dell’umiliazione e della repressione, c’è un urgente bisogno della rinascita dell’energia maschile. Questa rinascita del maschile diventerà gradualmente visibile al livello collettivo, ma prima si manifesterà in ognuno di voi, uomo e donna, separatamente. Tutti voi siete custodi di queste antiche energie dentro di voi, ed è un vostro diritto di nascita rendere la loro associazione paritaria e gioiosa.

Jeshua canalizzato da Pamela Kribbe

© Pamela Kribbe 2005
http://www.jeshua.net/

 

Traduzione di Paula Launonen

GUARDA VIDEO

Perché è necessario il riequilibrio tra Maschile e Femminile

SPIRITUALITA' , , , , , , , , ,

Informazioni su Tanja

Io sono.... Chi sono io? La domanda eterna di ogni persona da sempre. Questo blog è il risultato, lo specchio, il modo, e la strada che sto precorrendo nella mia personale ricerca di risposte a questa domanda In questo blog troverete tutto quello cosa ho scoperto fino adesso e cosa ancora sto scoprendo. Io credo che questa ricerca non finirà mai. Credo che siamo esseri multidimensionali creati da perfezione d’amore incondizionato e universale e come tali anche noi siamo perfetti esseri d’amore con i poteri divini di creazione. Siamo esseri divini che possiedono stesse caratteristiche della nostra fonte. Noi siamo l’amore, la sapienza, la giustizia e la potenza. Una volta ho scritto: Fu una volta un popolo divino........ che dimenticò di esserlo.. dimenticò realtà parallele frequenze divine connessione divina libera connesione divina. Un giorno pieno di luce hanno cominciato...... In che modo continua la favola e in che modo finirà dipende da tutti noi. Adesso dobbiamo solo ricordarci di essere Dei. Per questa ragione ho battezzato il mio blog con questo nome. Mi sento come una Dea che stava dormendo per tanto tempo ed adesso si sta risvegliando. Forse sono ancora un po’ assonnacchiata ma i miei sensi si stano risvegliando sempre di più per poter vedere differenza tra il vecchio mondo e il nuovo mondo che sta nascendo. Quel nuovo mondo, quella nuova realtà è creata nella condivisione. Non poteva essere diversamente perché siamo tutti collegati. Tutti noi siamo un unico organismo vivente che solo collaborando può vivere e crescere. Sono certa che tutti noi, i Dei risvegliati, stiamo creando qualcosa che ancora non esisteva nel multiverso. Sono certa che siamo capaci di farlo unendoci. Questo blog è un mio contributo al condivisione in creazione. Che l’amore ci guida. Tanja

Precedente 133 Nazioni di G77 stano cambiando il VECCHIO ORDINE MONDIALE Successivo La ri - nascita dell' ESSERE

2 thoughts on “Energia maschile e femminile

I commenti sono chiusi.